Spesso, alcune donne fanno una pausa durante l'allattamento ad una temperatura, poiché temono che l'allattamento durante questo periodo possa danneggiare la salute del bambino. Secondo l'OMS, l'allattamento al seno a temperatura non influisce sul corpo del bambino. L'allattamento al seno non è consentito solo con gravi patologie del fegato, dei reni e di altri organi, nonché con insufficienza cardiaca.

Perché non dovresti interrompere l'allattamento al seno a una temperatura

L'interruzione dell'allattamento al seno a una temperatura è altamente indesiderabile. Se l'aumento di temperatura è causato da un'infezione, quindi insieme al latte materno, il corpo del bambino riceverà ulteriori antigeni e sostanze nutritive. Questi componenti aiuteranno a formare l'immunità del bambino. Al termine della poppata, lo svuotamento regolare del seno dal latte si interromperà e ciò può portare allo sviluppo di mastite o lattostasi. E la procedura per esprimere il latte a una temperatura elevata sarà estremamente dolorosa. Un'interruzione forzata dell'allattamento al seno può portare a un ulteriore rifiuto del bambino dall'allattamento al seno. Ed è possibile che in questo caso il bambino debba essere completamente trasferito all'alimentazione artificiale.

Se la temperatura sale a 38 gradi, l'allattamento al seno dovrebbe essere continuato, soprattutto se questo aumento non è accompagnato da alcun sintomo doloroso ed è causato da stress psicologico, nervoso o ovulazione. A una temperatura di 39 gradi e oltre, il gusto del latte materno cambia, il che spesso provoca un rifiuto indipendente dell'allattamento al seno. Puoi abbassare la temperatura solo con i preparati di paracetamolo. I medicinali contenenti aspirina non devono essere usati..

Alimentazione influenzale

C'è un malinteso secondo cui l'allattamento al seno con l'influenza può danneggiare il bambino e deve essere interrotto ai primi sintomi della malattia. Tuttavia, l'influenza nella madre durante l'allattamento non è un motivo per lasciare il bambino senza latte materno. Durante il periodo di malattia, non dovresti farti prendere dal panico e scomunicare il bambino ai primi sintomi dell'influenza. Dopotutto, questa malattia ha il suo periodo di incubazione. Se i segni dell'influenza sono comparsi in una madre che allatta, allora, molto probabilmente, il suo bambino è già infetto. Pertanto, non ha senso rifiutare l'allattamento con l'influenza.

Se la madre ha già i primi segni di influenza, si consiglia vivamente di interrompere l'allattamento. Il bambino allattato al seno insieme al latte materno riceverà sia il virus stesso, sia la difesa immunitaria e gli anticorpi contro questo virus. E quando i sintomi della malattia compaiono nella madre, il suo bambino sarà infetto o funzionerà la difesa immunitaria contro il virus dell'influenza..

Durante l'allattamento al seno con influenza, il latte materno fungerà da vaccino antinfluenzale naturale. Al termine dell'allattamento al seno, il corpo del bambino non riceve una cura efficace per la malattia. Quando bolle il latte, tutte le sostanze antimicrobiche e protettive vengono distrutte. Quando interrompi l'alimentazione, il rischio di sviluppare una malattia nel bambino aumenta e il decorso della malattia diventa complicato. I bambini che allattano artificialmente hanno maggiori probabilità di tollerare la malattia e di ammalarsi più a lungo e più spesso..

Durante l'allattamento, l'influenza è pericolosa per le sue complicanze, poiché non tutti i medicinali antinfluenzali possono essere utilizzati per l'allattamento. Con l'allattamento sono consentiti farmaci antivirali a base di interferone. Quando allatti al seno a una temperatura, dovresti usare Nurofen o paracetamolo. Il trattamento deve essere prescritto da un medico.

L'allattamento al seno deve essere interrotto se i farmaci prescritti per l'influenza non sono compatibili con l'allattamento..

Cosa fare se allatto al seno e mi fa male la gola

Molte madri sono interessate alla domanda su quali farmaci assumere se allatto al seno e mi fa male la gola. Durante l'allattamento al seno a una temperatura e qualsiasi infiammazione, è necessario assumere paracetamolo in qualsiasi forma (Tylenol, Efferalgan, Panadol) in una dose non superiore a 500 mg per dose. Il mal di gola può essere trattato con Cameton.

Il risciacquo è un trattamento molto efficace per le malattie della gola. Questo è un prodotto terapeutico locale, che durante l'allattamento a temperatura e tonsillite non influisce sulla composizione del latte materno. Per il risciacquo, puoi preparare una raccolta di verdure. Erba di finocchio, foglie di eucalipto, erba di menta piperita, radice di marshmallow, erba di timo o timo, erba di iperico e birra tutta la notte (due cucchiai della raccolta per mezzo litro di acqua bollente). Fare i gargarismi con l'infusione ottenuta tre o quattro volte al giorno.

Le mamme spesso si preoccupano se smettere di allattare se sto allattando e mi fa male la gola. Smettere di nutrirsi non vale la pena anche se la malattia è acuta e causata da varie infezioni. Ma in caso di ricovero in ospedale, il latte dovrebbe essere espresso almeno 4-5 volte al giorno. Dopo il trattamento, è necessario continuare immediatamente l'allattamento. Tra una settimana, il bambino non sarà svezzato dal seno di sua madre e in due o quattro giorni l'allattamento si riprenderà completamente.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Temperatura con HS nella mamma: ragioni per come abbattere e cosa puoi

Con HB, la madre aumenta spesso di temperatura. Le ragioni possono essere fisiologiche (a causa dell'allattamento) e patologiche (varie malattie). La temperatura durante l'allattamento non è una controindicazione per nutrire ulteriormente il bambino con il latte materno. Solo nelle forme gravi di alcune malattie deve essere sospeso per la durata dell'epatite B..

Per sapere se puoi continuare ad allattare al seno il tuo bambino, devi stabilire la causa dell'aumento della temperatura corporea..

Perché una madre che allatta ha la febbre

Nelle donne, nei primi giorni dopo il parto, soprattutto spesso c'è un aumento della temperatura corporea da 37,1 a 37,4. Questa condizione è causata da un trabocco del seno. Questo non è l'inizio della malattia, ma una norma fisiologica. In questo caso, la temperatura aumenta prima dell'alimentazione.

Spesso la febbre di basso grado è un segnale dell'insorgenza della malattia. Particolarmente caratteristici per le madri che allattano sono:

  • La mastite è un processo infiammatorio accompagnato da dolore toracico;
  • La lattostasi è una stagnazione del latte ed è caratterizzata dalla comparsa di foche nelle ghiandole mammarie.

Nelle prime fasi della malattia, l'alimentazione con il latte non danneggerà il bambino e aiuterà la mamma a riprendersi il più presto possibile. il ristagno del latte con mastite favorisce la moltiplicazione dell'infezione e migliora solo il processo infiammatorio. Il trattamento delle malattie deve essere iniziato immediatamente per non iniziare la malattia. Nelle ultime fasi, il latte cambierà la sua composizione e potrebbe danneggiare il bambino.

È importante saperlo! Le madri che hanno un bambino succhiano quasi tutto il latte dal seno non hanno lattostasi.

Inoltre, la temperatura può aumentare a causa di malattie comuni. Ad esempio:

  • raffreddori;
  • processi infiammatori nel corpo;
  • avvelenamento.

Se la temperatura della madre che allatta aumenta, negli intervalli tra le poppate non diminuisce, il trattamento deve essere iniziato (è necessario contattare il medico locale e sottoporsi a un esame). In alcuni casi, è necessario interrompere l'alimentazione del bambino. L'HB può anche essere dannoso se la madre ha una temperatura molto alta e deve essere abbassata.

Come e come ridurre la temperatura durante l'allattamento

La temperatura deve essere abbassata se è superiore a 38,4. Puoi farlo con farmaci che non sono controindicati nell'epatite B:

Prima di usare i farmaci, dovresti sempre consultare il tuo medico. Solo uno specialista prescriverà il trattamento e indicherà il dosaggio richiesto di farmaci.

Con l'alimentazione naturale, si consiglia a una donna di abbassare la temperatura con l'aiuto di rimedi popolari e solo se non aiutano a usare i farmaci.

Uno dei modi più efficaci per abbassare la temperatura è un impacco freddo. Sulla fronte, puoi attaccare uno speciale pad di riscaldamento in gomma riempito con acqua ghiacciata. Oppure inumidisci un asciugamano piegato più volte con una soluzione speciale (acqua e aceto al 9% in rapporto 1: 1).

Vari brodi e infusi aiuteranno ad affrontare la febbre:

  • succo di mirtillo;
  • brodo di rosa canina;
  • succo di ribes rosso.

Utilizzare i rimedi popolari per il trattamento con cautela, poiché il bambino può avere un'allergia.

Alle alte temperature, non interrompere l'alimentazione. Nei bambini, la loro immunità non è sviluppata, quindi il latte materno contenente anticorpi li aiuta a non ammalarsi o a riprendersi più velocemente. E solo con alcune malattie dell'epatite B è categoricamente controindicato.

Posso continuare ad allattare

L'HBV per le malattie materne può essere completamente controindicato in alcune malattie molto gravi.

Controindicazioni per l'alimentazione:

  • malattie renali e del tratto urinario;
  • mastite (se la malattia è iniziata)
  • gravi malattie del sangue;
  • forma aperta di tubercolosi;
  • tetano;
  • sifilide;
  • antrace.

Con queste malattie, la probabilità di ingestione di tossine con il latte nel corpo del bambino è elevata. Ciò che di conseguenza danneggerà il bambino.

Inoltre, per alcune malattie, ci sono relative controindicazioni all'epatite B:

  1. Con angina, influenza, polmonite, se alla madre non sono stati prescritti antibiotici, il bambino dovrebbe essere nutrito mettendo una benda di garza. Per il resto del tempo, è meglio isolare la madre dal bambino.
  2. Con morbillo, scarlattina e varicella, l'alimentazione può essere continuata con l'immunizzazione simultanea del bambino con gamma globulina (vaccinare il bambino).
  3. Se la madre presenta dissenteria, tifo o paratifoide, le forme gravi di epatite B vengono temporaneamente sospese. Con una forma delicata, il bambino viene alimentato con latte bollito espresso.

Con altre malattie e anche avvelenamenti non gravi, l'allattamento al seno aiuta il bambino a non ammalarsi. Il latte materno contiene anticorpi e antitossine che rafforzano l'immunità del bambino. Sono stati condotti una serie di esperimenti per dimostrare che i bambini allattati al seno sono meno suscettibili alle malattie, guariscono più rapidamente.

L'HB deve essere temporaneamente sospeso se viene prescritta la madre:

  • "Tetracycline";
  • "Tavegil";
  • Parlodel
  • stupefacenti;
  • farmaci antitumorali;
  • antimetaboliti;
  • immunosoppressori;
  • ciclosporina
  • preparati contenenti litio, oro, sali di iodio.

Questi farmaci sono strettamente controindicati nei pazienti con HB. Al momento dell'assunzione di questi medicinali, è necessario alimentare il bambino con latte materno precedentemente congelato o miscele speciali. In modo che l'allattamento non si fermi, è necessario esprimere costantemente.

Esistono numerosi farmaci che è meglio non usare per le madri che allattano. Questi includono aspirina, alcuni lassativi, ormoni, antibiotici (altro sugli antibiotici per la HB).

Usare con cautela "Paracetamolo", anestetici, miorilassanti, abbassamento della pressione sanguigna, anticonvulsivanti, cardiaci, antiallergici. In ogni caso, prima di usare droghe, dovresti consultare uno specialista.

Se la madre che allatta ha la febbre durante l'allattamento, consultare un medico. Stabilirà la causa della febbre, prescriverà i farmaci necessari per abbatterlo e allo stesso tempo non danneggiare il bambino.

È importante saperlo! Se la temperatura è causata da una malattia infettiva, non dovresti interrompere l'allattamento. Quando si allatta un bambino, è indispensabile indossare una benda di garza e prevenire l'infezione del bambino.

La temperatura di una madre che allatta con l'allattamento: cosa può e non può essere

Data di pubblicazione: 11/08/2018 | Visualizzazioni: 16004

Un aumento della temperatura corporea è un sintomo che avverte di anomalie fisiologiche nel corpo. Più spesso indica infezioni virali, batteriche o esacerbazione di malattie croniche. La madre che allatta non fa eccezione e le cause della febbre sono di solito standard, ma ci sono fattori provocatori inerenti solo alle donne dopo il parto. Le tattiche di comportamento sono determinate dopo la diagnosi delle violazioni.

Temperatura normale durante l'allattamento

Con il primo afflusso di latte di transizione (il 3-4 ° giorno), il sistema endocrino viene riorganizzato in un nuovo regime. Ora le risorse del corpo sono finalizzate alla crescita, allo sviluppo del bambino e al recupero dopo il parto. A causa dell'aumento del carico, il sistema immunitario reagisce con condizioni subfebriliche: il termometro mostra 1-2 gradi sopra la norma individuale (37-37,5 ° C).

La temperatura di una persona sana (senza allattamento) varia durante il giorno da 36,5 ° C a 37 ° C. L'indicatore varia, a seconda dell'ora del giorno, dello stress fisico e psicologico. Le condizioni subfebriliche dopo il parto sono uno stato normale del corpo, che è influenzato da 2 fattori: stress postpartum e cambiamenti ormonali.

La temperatura di una madre che allatta può essere normale fino a 37,5 ° C.

Maggiore è l'accumulo di latte materno nelle ghiandole, maggiore è lo stress locale caricato, la temperatura aumenta. Se a una donna viene diagnosticata la mastite (complicanze dell'ostruzione del dotto), la velocità aumenta a 39 ° C.

Si consiglia di misurare la temperatura un'ora dopo o 30 minuti prima dell'alimentazione. Quando il latte entra, il termometro si alza; dopo l'aspirazione, torna alla normalità..

I primi 1-1,5 mesi dopo la nascita, una donna che allatta è accompagnata da una febbre di basso grado. Se non ci sono foche e noduli nelle ghiandole, non c'è motivo di preoccuparsi. Il fenomeno è normale e con il drenaggio giornaliero del seno, il termometro scenderà a 36,6 entro la fine del secondo mese.

Risultati della ricerca

La temperatura della pelle del seno è stata misurata durante l'HBV in 11 madri per un totale di 47 volte usando Coretemp CM-210 (Terumo Corporation, Tokyo, Giappone) per studiare le variazioni della temperatura della pelle del seno durante l'allattamento. In entrambe le ghiandole mammarie, la temperatura della pelle del seno era significativamente più alta della temperatura base della pelle dall'inizio della suzione a 5 minuti dopo la fine della suzione e la temperatura media della pelle del seno prima dell'allattamento al seno da 4 giorni a 8 settimane dopo il parto era significativamente più alta di nei primi 1-2 giorni dopo la nascita. Questi risultati mostrano che la temperatura della pelle del seno aumenta durante i primi 1-2 giorni e 4-5 giorni dopo la nascita e che la temperatura della pelle del seno rimane alta durante la suzione e fino a 5 minuti dopo il completamento della suzione.

Come può una madre che allatta misurare correttamente la sua temperatura?

In ogni terza donna, durante l'alimentazione, la temperatura sale a 37,5-37,6 ° C. L'indicatore è naturale e normalmente diminuisce dopo 30-60 minuti. Pertanto, è meglio misurare la temperatura dopo aver rimosso l'iperemia dalle ghiandole e nel rispetto delle regole.

raccomandazioni

  • Tempo di misurazione - 30-60 minuti dopo l'alimentazione, un'ora dopo il sonno.
  • La pelle delle ascelle viene lavata e asciugata.
  • Premere saldamente il termometro con la mano.
  • Durante la procedura, non muoverti, non mangiare, non bere.
  • Durata - 5 minuti.
  • Se si sospetta una congestione del condotto, misurare la temperatura in entrambe le cavità..

Gli scienziati svedesi sono giunti alla conclusione che il modo più accurato per scoprire la t del corpo è rettale, poiché il sudore e l'abbigliamento influenzano la depressione ascellare. Lo studio è stato condotto nel 2007-2008 con il coinvolgimento di 323 pazienti (Fonte: The Local Swedish journal, purtroppo non è stato possibile trovare i risultati della ricerca pubblicata). Questo metodo per una madre che allatta non è escluso e viene utilizzato come desiderato..

Normalmente, il termometro si mantiene a circa 37-37,4 ° C, ma se l'indicatore è al di sopra di 37,7 ° C, il processo patologico nel corpo è inequivocabile. Diagnosi e trattamento dei sintomi richiesti.

Posso allattare un bambino ad una temperatura?

La capacità di virus e batteri di penetrare nel latte non è un motivo per rifiutare l'allattamento. Anche prima che compaiano i primi sintomi della malattia nel corpo della madre, vengono prodotti anticorpi protettivi per combattere l'infezione. Queste immunoglobuline passano nel latte materno e vengono trasmesse al bambino. Pertanto, il corpo del bambino è preparato in anticipo per combattere il microbo.

Le indicazioni per lo svezzamento dall'epatite B a temperatura sono malattie gravi, il cui trattamento richiede l'uso di farmaci antibatterici. L'alimentazione si interrompe anche se vengono prescritti antidolorifici o chemioterapia..

Controindicazioni

  • Gravi complicanze delle malattie renali e urogenitali.
  • Avvelenamento del sangue.
  • Tubercolosi.
  • Mastite purulenta.
  • Infezioni acute - tonsillite, sinusite, polmonite, dissenteria, tifo, colera.

Nel corso acuto della patologia, si formano prodotti di decomposizione di microbi dannosi, che penetrano nel latte. Le tossine arrivano al bambino, la microflora del tratto gastrointestinale è disturbata, la struttura del plasma cambia. Il bambino sta vivendo avvelenamento. In tali situazioni, si raccomanda di esprimere, in modo da non inibire l'allattamento.

L'alimentazione continua

  • Con SARS, ARI, influenza.
  • Blocco dei dotti del latte (mastite senza pus).
  • In caso di infezione da stafilococco.
  • In caso di esacerbazione di patologie croniche (assunzione di farmaci sicuri).

Smettere di nutrirsi dovrebbe essere solo in situazioni di emergenza, quando la probabilità di danno dalla composizione supera il beneficio del latte materno. Anche con la terapia antibiotica, vengono prescritti farmaci compatibili con HB - cefalosporine e penicilline (Ceftriaxone, Amoxicillin).

Cosa fare ad alta temperatura

Quindi, con un indicatore fino a 37,4 ° C non c'è motivo di andare nel panico. In questo caso, si consiglia di monitorare la temperatura per 3-4 giorni. Un aumento può provocare banali stress o mancanza di sonno. Normalmente, la temperatura si normalizza durante il giorno. Se si nota un aumento, è tempo di agire.

Algoritmo generale delle azioni

  1. Non interrompere l'allattamento al seno (la decisione viene presa dopo aver scoperto il motivo).
  2. Diagnosticare la causa del sintomo (chiamare un medico).
  3. Inizia il trattamento con metodi alternativi.
  4. Se il trattamento domiciliare è inefficace, utilizzare i farmaci.

Se la temperatura non è critica, si consiglia di monitorare la condizione per 1-2 giorni. Le malattie in cui si interrompe l'alimentazione si manifestano in modo acuto e acuto, accompagnate da febbre e febbre. Il ricovero urgente è richiesto solo per tali sintomi..

Per eliminare i rischi di complicanze, è meglio chiamare un medico entro 24 ore dal rilevamento di un sintomo. La madre e il bambino che allattano sono vulnerabili a focolai di raffreddore e influenza. A causa di un sistema immunitario indebolito, i virus senza trattamento “scendono” per 3 giorni. Risultato: polmonite, laringite grave, meningite, cessazione dell'epatite B.

Se la temperatura non supera i 38 ° C, le raccomandazioni si riducono al consumo pesante e al regime di mezzo letto. È importante continuare l'allattamento al seno, poiché il miglior agente immunomodulante per il bambino è il latte materno.

Se la temperatura è di 38-39 ° C

L'indicatore è considerato critico e avverte che il corpo non può far fronte alle violazioni da solo. Si raccomandano antipiretici e farmaci mirati. Per trattare le infezioni virali, una madre che allatta può iniziare con metodi alternativi di trattamento:

  • Rispettare un regime di consumo di 1,5-2 litri di liquidi al giorno - per escludere la disidratazione. L'acqua liquefa il latte, previene la lattostasi.
  • 3 volte al giorno per bere una tazza di tè con limone o miele (0,5 cucchiaini). Il metodo è valido in assenza della tendenza del bambino alle allergie.
  • Bevi un decotto di foglie di rosa selvatica o lampone (1 cucchiaio di frutta in un bicchiere di acqua bollente, lascia per 30 minuti). Dose raccomandata - 2 volte al giorno: mattina e sera.
  • Applicare impacchi di garza freschi sulla fronte.
  • Pulisci con una soluzione debole di aceto (in un bicchiere d'acqua - 1 ml di acido acetico al 70%).

L'uso di metodi alternativi neutralizza il raffreddore comune in 5 giorni. Ma se la temperatura della madre che allatta non scende per più di 3 giorni, sono necessari farmaci antipiretici.

Antipiretico per l'allattamento

Se la temperatura non scende con i rimedi popolari, i terapisti raccomandano prodotti a base di paracetamolo e ibuprofene. I farmaci attraversano la barriera di lattazione, ma sono sicuri per il corpo del bambino.

Medicinali autorizzati

  • Paracetamolo;
  • Panadol
  • Ibuprofene (ibufen).

I farmaci agiscono contro il calore, il dolore e l'infiammazione. Disponibile in compresse, sospensioni e supposte. Differenze nella forma di rilascio - tempo di esposizione. Gli sciroppi agiscono dopo 15-20 minuti, una compressa dopo 30-40 minuti, sospensione rettale entro un'ora. Se la temperatura deve essere abbassata urgentemente, è meglio bere una sospensione o una capsula, le supposte rettali sono raccomandate di notte..

Medicinali proibiti

L'effetto dei farmaci sul latte non è stato studiato, ma un elenco di effetti collaterali è un motivo per l'insufficienza dell'epatite B. Le polveri complesse contengono sostanze che inibiscono il sistema nervoso centrale e provocano disturbi nello sviluppo del bambino.

Il latte può scomparire a temperatura: cause di ristagno

Secondo le recensioni delle madri che allattano, con un aumento della t corporea superiore a 38,0 ° C, arriva meno latte al riflesso di suzione. Ma i pediatri sostengono che se la causa del calore non è associata a lattostasi o mastite, non vi è alcun cambiamento nel volume di alimentazione. È importante osservare il regime alimentare e applicare il bambino secondo il normale programma o più spesso.

La temperatura in una donna che allatta è un fenomeno normale, a causa della debolezza dell'immunità dopo il parto. Se si diagnostica la causa entro 48 ore e si inizia immediatamente il trattamento, il sintomo si ritirerà entro 3 giorni. Inoltre, il rifiuto dell'allattamento al seno è giustificato solo nel 9-14% dei casi - con patologie gravi. In altre situazioni, è necessario aumentare la frequenza di applicazione per proteggere il corpo del bambino da virus e infezioni..

Dessert per oggi - video su 5 modi per abbassare la temperatura.

La temperatura di una madre che allatta

Come abbassare la temperatura di una madre che allatta

La temperatura della madre che allatta, cosa devo fare, devo contattare urgentemente l'ospedale se sono stato recentemente dimesso da esso, chiamare un medico a casa o chiamare un'ambulanza? Quanto può essere pericoloso? La temperatura di una madre che allatta di 38,5 ° C richiede attenzione. Devi scoprire qual è la sua causa. Forse questa è solo una reazione del corpo all'installazione della lattazione, o forse inizia la mastite o si verifica un processo infettivo nel corpo.

È possibile nutrire un bambino se la madre che allatta ha una temperatura di 37, 38 e persino 39 C, oppure è pericolosa? Ancora una volta, tutto dipende dalla causa. Molto probabilmente, non c'è pericolo per il bambino. Tuttavia, la madre stessa potrebbe semplicemente non essere in grado di farlo. Dopotutto, lo stato di salute durante il caldo è molto scarso. Possono essere utilizzati farmaci antipiretici per l'allattamento. Ad esempio, Paracetamol, Nurofen. Possono essere utilizzati in diverse forme: compresse o sciroppi. Ma a volte semplicemente dare da mangiare al bambino o pompare è più efficace. Questo è se la madre che allatta ha la febbre a causa di lattostasi.

Se chiami un'ambulanza, probabilmente ti verrà consigliato di misurare la temperatura non sotto l'ascella, ma nel gomito. Il fatto è che spesso è elevato a livello locale, nell'area delle ghiandole mammarie. Quindi, in effetti, il miglior trattamento è l'alimentazione regolare del bambino. E se ci sono sigilli, quindi la loro decantazione, possibilmente manuale o con l'aiuto di un tiralatte.

Se il problema non è nel torace, ma sorgeva la domanda su come abbassare la temperatura elevata di 39 ° C della madre che allatta, allora devi assolutamente cercare un aiuto medico. Se non ci sono segni di infezioni virali respiratorie acute o infezioni respiratorie acute, questo è molto probabilmente un processo infettivo nell'utero. Endometrite acuta postpartum. Altri sintomi includono scarico in corso dall'utero con un odore sgradevole e dolore nell'addome e nella parte bassa della schiena..

In questo caso, probabilmente dovrai sciacquare la cavità uterina con soluzioni antisettiche. Ed è possibile effettuare la terapia antibiotica. Non appena l'infiammazione viene rimossa, anche la temperatura si normalizza.

E, naturalmente, ogni madre deve essere consapevole della questione della prevenzione del raffreddore in una madre che allatta, perché l'immunità di una donna che ha recentemente partorito è ancora debole. E se l'infezione con un'infezione virale è ancora avvenuta, allora è necessario abbassare la temperatura se è salita sopra i 38,5 gradi. Se la temperatura durante l'allattamento è di 37,5 C, saranno sufficienti metodi popolari per migliorare il benessere e il trattamento sintomatico.
A proposito, in che modo le persone alleviano il calore? Senza pillole? Sì, è possibile se la temperatura non è troppo alta. Molti sulla questione di come abbassare la temperatura durante l'allattamento senza farmaci si fidano del famoso medico pediatrico Komarovsky. Fornisce raccomandazioni per il trattamento dei bambini, ma possono essere facilmente utilizzate per gli adulti..

1. Ridurre la temperatura ambiente. Fino a 18 gradi è l'ideale. Tuttavia, se hai i brividi, puoi rifugiarti. I brividi possono causare febbre. È importante solo respirare l'aria fresca. Questo è uno strumento molto efficace che abbassare la temperatura di una madre che allatta..

2. Fare un bagno in cui l'acqua dovrebbe avere una temperatura uguale alla normale temperatura corporea. Pertanto, si verifica uno scambio di calore tra acqua e pelle..

3. Bevi composte calde, bevande alla frutta, tè debole. Questo promuoverà il sudore. La pelle si raffredda, il calore si attenua. Cosa bere a una temperatura che allatta dalle bevande - comunque. La cosa principale non è il tè o il caffè forte, in modo da non causare eccitazione nervosa nel bambino (dopo tutto, la caffeina passerà nel latte materno). E naturalmente non bevande alcoliche.

4. Inumidire la pelle. Prima di abbassare la temperatura con alcuni medicinali, ad esempio il paracetamolo durante l'allattamento o con qualcos'altro, prova a idratare le parti esposte del corpo con acqua. Assicurati di affrontare e collo, se possibile il corpo. Dopo la pulizia è impossibile. L'umidità deve evaporare. In questo caso, otteniamo un effetto simile a quello che succede bevendo un liquido caldo.

Cosa fare se la temperatura della madre aumenta durante l'allattamento?

Buona giornata, cari lettori, Lena Zhabinskaya è con voi. Le madri moderne sono molto responsabili ed esigenti nel loro stile di vita, dieta e salute, perché è noto da tempo che tutto ciò influisce sulla qualità del latte.

Cosa posso dire quando iniziano i problemi di salute? In questo caso, sorgono molte domande. Uno di questi riguarda le situazioni in cui è necessario rispondere a cosa fare se la temperatura della madre aumenta durante l'allattamento? Posso continuare a nutrire il mio bambino, come posso aiutare me stesso in questa situazione ed è possibile un trattamento? Impareremo tutto questo e molto altro oggi..

Cause di febbre

Infiammazione nel periodo postpartum.

Sia il taglio cesareo che il parto naturale sono stressanti per il corpo di una donna e non vanno sempre via senza conseguenze. Possibile sviluppo di malattie come infiammazione della mucosa uterina o suture.

Tali condizioni sono sempre precedute dalla febbre. Ma il pericolo principale non è in esso, ma nel rischio di sanguinamento improvviso, in cui il conteggio va letteralmente per minuti e semplicemente non puoi avere il tempo di arrivare in ospedale.

Pertanto, è necessario essere estremamente attenti alla temperatura corporea superiore a 37,5 gradi nelle prime due settimane dopo il parto. Per essere sicuri ed escludere l'infiammazione nella parte femminile, fai un esame del sangue generale con una formula dettagliata di globuli bianchi.

Se non vi è alcuna possibilità di visitare immediatamente un medico, per cominciare, almeno provare a decifrare i risultati online, su portali e directory mediche speciali. Se si discostano dalla norma, pianificare con urgenza un viaggio dal ginecologo.

Febbre bassa.

La temperatura corporea fino a 37,2 gradi in assenza di altri sintomi e la condizione generale non è disturbata può essere il risultato di un aumento della produzione di latte da parte dell'organismo e considerato condizionatamente normale.

Per assicurarsi che non ci sia nulla di grave, si raccomanda anche di fare un esame del sangue clinico..

Le infezioni virali sono la causa più comune di febbre. Di norma, in questo caso, vengono aggiunti ai sintomi naso che cola, tosse e mal di gola. Le manifestazioni indicate possono essere insieme, individualmente, in varie combinazioni tra loro..

Nelle persone è anche chiamato raffreddore, influenza, ecc. - questo non cambia l'essenza.

La temperatura corporea in questo caso può aumentare in vari intervalli, da 37 a 39 gradi e oltre.

Lattostasi e mastite.

Di solito, con tali problemi, la temperatura elevata è accompagnata da dolore e grave disagio al torace, quindi una madre che allatta si rende conto almeno che la causa della temperatura è problemi nella ghiandola mammaria.

Malattie degli organi interni.

Di norma, l'esacerbazione delle malattie croniche esistenti è molto spesso possibile. Stiamo parlando, ad esempio, di cistite, pielonefrite, polmonite, otite media, ecc..

In tali casi, la temperatura è generalmente accompagnata da sintomi e dolore localizzati in un'area specifica..

Di conseguenza, la giovane madre può almeno indovinare il motivo dell'elevazione sul termometro.

Come misurare

La temperatura corporea viene misurata sotto l'ascella. È più sicuro farlo con l'aiuto di un moderno termometro elettronico, che per affidabilità dovrebbe essere tenuto per un po 'di tempo dopo il segnale sonoro. È meglio guardare lo schermo e ottenerlo solo quando il segno smette di cambiare. Questo indicatore sarà più affidabile..

Se sospetti che sia il seno a provocare la temperatura a causa della produzione attiva di latte, puoi controllare come segue. Misura la temperatura al gomito, stringendo forte la mano.

Questo è esattamente il metodo utilizzato nel dipartimento delle complicanze postpartum, che ho visitato dopo la prima nascita. Se la temperatura non è dovuta al torace, allora "corre" e nel gomito.

Come influisce il latte

Ci sono molti miti che con un aumento della temperatura, una madre che allatta deve immediatamente smettere di allattare, perché il latte è cagliato, acido, rancido, ecc. Alcuni consigliano di far bollire il latte durante la malattia prima di dare il bambino.

Tutto ciò sono miti e speculazioni emanati da persone che non sono esperte nell'allattamento al seno..

Bollire il latte in generale distrugge quasi tutti i nutrienti in esso contenuti..

L'elevata temperatura corporea da sola non influisce sulla qualità del latte..

Pertanto, quando si aumenta il segno sul termometro, si raccomanda non solo di interrompere l'allattamento al seno, ma anche di continuare attivamente. Perché? Continuare a leggere!

Posso allattare al seno

La risposta a questa domanda dipenderà da quali sono le cause dell'aumento della temperatura corporea e da quali azioni avranno luogo durante il trattamento.

Se la causa è un'infezione virale, influenza, raffreddore, il medico prescriverà un trattamento sintomatico.

Il latte è formato da sangue e linfa. I virus non penetrano nel sangue e nella linfa. Di conseguenza, il latte materno non è infetto da SARS e influenza..

Al contrario, contiene anticorpi prodotti dal corpo della madre per combattere il virus. Sono questi anticorpi, se il bambino mangia il seno, lo aiuteranno a evitare completamente l'infezione da goccioline trasportate dall'aria da sua madre o a trasferire la malattia in una forma lieve.

Pertanto, con un'infezione virale, l'allattamento al seno è semplicemente necessario.

Se la madre ha una malattia batterica (infiammazione della mucosa uterina, mastite, cistite, polmonite, otite media, ecc.), Il cui trattamento richiede la nomina di un antibiotico da parte di un medico, allora si pone la questione se quest'ultima sia compatibile con l'allattamento al seno.

Gli antibiotici sono prescritti esclusivamente da un medico che dovrebbe essere consapevole che siamo una madre che allatta.

Nel mondo moderno, ci sono antibiotici che sono approvati per l'uso nelle madri che allattano. Un medico competente selezionerà sicuramente per te l'opzione di un medicinale efficace e allo stesso tempo è approvato per l'uso durante l'allattamento.

Se l'antibiotico prescritto non è compatibile con l'allattamento al seno, per il periodo del suo utilizzo sarà necessario trasferire il neonato all'alimentazione artificiale.

È inoltre necessario esprimere il latte 6-7 volte al giorno per mantenere l'allattamento. Questo sarà un segnale per il corpo che il latte viene rimosso dal seno, rispettivamente, è necessario per continuare la sua produzione.

Dopo il trattamento, puoi allattare nuovamente il bambino.

Se hai la mastite, allora puoi nutrirti in ogni caso, se questo non ti provoca evidente dolore. Se il dolore è insopportabile, dovrebbe essere nutrito da un seno sano e il paziente deve essere espresso.

Trattamento

Se la causa del segno più alto sul termometro è un'infezione virale (influenza, raffreddore comune, altre infezioni virali respiratorie acute), il trattamento prescritto dal medico sarà sintomatico, poiché attualmente non esistono farmaci con efficacia dimostrata che possono influenzare i virus.

Facilitare la condizione di una madre che allatta:

  1. Aria interna 18-20 gradi. A causa della differenza di temperatura corporea e ambientale, il corpo sarà in grado di perdere il calore in eccesso, abbassando così in modo indipendente la temperatura corporea. Allo stesso tempo, il vestito dovrebbe essere più caldo.
  2. L'umidità è del 50-70 percento. Solo un dispositivo speciale, un umidificatore d'aria, può far fronte a questo compito (costa da 2000 rubli). Con l'aumentare della temperatura, il corpo inizia a perdere drasticamente liquidi. Se devi anche respirare aria secca e calda, le perdite sono catastrofiche, la disidratazione, la rinite e la bronchite sono garantite.
  3. Bevi molto. Acqua minerale, composte di frutta secca, bevande di frutta, soluzioni speciali di reidratazione (vendute in farmacia) sono progettate per alleviare significativamente la condizione e ridurre i tempi di recupero rimuovendo tossine e virus dal corpo con urina e sudore. In assenza di controindicazioni, dovresti bere fino a 5-6 litri al giorno.
  4. Farmaci antipiretici se necessario sintomaticamente. Se ti chiedi cosa abbassare la temperatura, allora i seguenti consigli. Durante l'allattamento, il paracetamolo e l'ibuprofene sono approvati per l'uso secondo le istruzioni e le prescrizioni del medico.

Come prendere la medicina

La raccomandazione generale per l'assunzione di una madre che allatta un antipiretico è che si dovrebbe assumere paracetamolo o ibuprofene ad alta temperatura, da 38,5 gradi.

Questo perché quando la temperatura aumenta nel corpo, aumenta la produzione di interferone, il principale combattente contro il virus. E più alta è la temperatura, più viene prodotta e più velocemente il corpo affronterà la malattia.

Tuttavia, non dovresti tollerare temperature superiori a 38,5-39 gradi, poiché in questo caso inizia la più forte disidratazione del corpo e ci sono molti più danni da questo.

Per ridurre al minimo la concentrazione di antipiretico nel latte, dovrebbe essere assunto, se possibile, immediatamente dopo l'allattamento. In questa situazione, al momento della prossima applicazione sul seno, la quantità di medicinale nel corpo diminuirà già in modo significativo.

Queste misure nel complesso sono progettate per alleviare le condizioni della madre che allatta e portare al recupero il più presto possibile. Di solito, al 4 ° giorno di malattia, la temperatura dovrebbe diminuire rispetto agli indicatori precedenti. Entro 5-7 giorni, la temperatura dovrebbe scendere completamente.

Questo è un diagramma di flusso standard per un'infezione virale comune. Altrimenti (mancanza di recupero entro la fine della settimana), è necessario consultare immediatamente un medico, poiché ciò può indicare complicanze della malattia e l'aggiunta di complicanze batteriche.

Ho dovuto ammalarmi durante l'allattamento e, grazie alle raccomandazioni di cui sopra, sono davvero migliorato rapidamente e i bambini o non si sono infettati affatto (questo è davvero un miracolo, non altrimenti, gli anticorpi magici nel latte funzionano davvero), o faceva male, ma in un lieve. E hai dovuto ammalarti durante l'allattamento e cosa ha contribuito a far fronte alla malattia?

Sii sano, e se ti ammali, poi riprendi facilmente e visita di nuovo, Lena Zhabinskaya era con te, ciao!

È possibile allattare al seno a una temperatura: cosa fare se una madre che allatta o un bambino si ammala

L'alta temperatura durante l'allattamento rende le madri piuttosto nervose. Come aiutarti in caso di malattia e non danneggiare il bambino? Non molto tempo fa, l'allattamento al seno a una temperatura era indesiderabile. Hanno consigliato di interrompere l'epatite B o di esprimere e far bollire il latte. Sebbene i medici oggi siano contrari a tali raccomandazioni, insistono ancora sul fatto che l'automedicazione in una madre che allatta non è consentita.

Prima di tutto, dobbiamo affrontare la causa del calore. Solo in casi eccezionali è l'interruzione dell'allattamento al seno. Il medico deve fare una diagnosi accurata e prescrivere farmaci che possono essere combinati con l'allattamento..

Allattamento al seno a temperatura: informazioni per una madre che allatta

Il latte materno è il miglior prodotto per la salute del bambino. Ma il processo di alimentazione stesso è anche benefico per la donna. L'alimentazione naturale aiuta a evitare la mastite, aumenta la resistenza allo stress e riduce il rischio di cancro al seno del 50%.

E se la madre che allatta avesse la febbre?

Il calore è un sintomo che indica un malfunzionamento nel corpo. La prima cosa da fare è affrontare la causa dell'aumento della temperatura. Il regime di trattamento che non danneggia il bambino dipenderà dalla diagnosi esatta..

L'American Academy of Pediatrics afferma che nella maggior parte dei casi non è necessario interrompere l'allattamento al seno ad alte temperature. Il latte contiene anticorpi che proteggono il bambino dalle infezioni. Inoltre, un'improvvisa cessazione dell'epatite B può causare mastite nella madre e privare il bambino della protezione naturale, poiché le formule per bambini non contengono anticorpi.

Posso allattare con un raffreddore

Molto spesso, la causa del calore nella madre diventa ARVI e ARI. In questo caso, non dovresti scomunicare il bambino dal seno e dovresti continuare a nutrirti su richiesta. Se il bambino è riuscito a ottenere il virus da sua madre, gli anticorpi nel latte lo aiuteranno a recuperare più velocemente e più facilmente la malattia..

Quando visiti un medico o una farmacia, dovresti assolutamente dire che stai allattando. In questo caso, ti verranno prescritti farmaci compatibili con l'alimentazione del tuo bambino. Ad esempio, supponiamo di assumere ibuprofene o paracetamolo se la temperatura aumenta con l'HB.

Una madre che allatta dovrebbe anche rispettare le norme igieniche per ARVI:

  • lavarsi le mani dopo la strada, andare in bagno, cambiare i pannolini;
  • lavarsi le mani dopo aver starnutito, soffiarsi il naso e tossire, prima e dopo l'alimentazione;
  • ventilare e inumidire la stanza.

Le alte temperature (sopra i 38 ° C) non influiscono sulla produzione e sulla qualità del latte materno. Ma in ogni caso, è necessario consultare il proprio medico per ottenere un aiuto di qualità e prevenire le complicanze.

Inoltre, non dovresti interrompere l'allattamento al seno a una temperatura causata dalla mastite, se non è complicato da un processo purulento. In assenza di forti dolori e pus, l'allattamento al seno può continuare.

A volte i benefici dell'allattamento al seno superano di gran lunga i possibili rischi, quindi i medici non sono sempre invitati ad abbandonare il GV durante il trattamento prolungato o il ricovero in ospedale della madre. Nel primo caso, ci sono farmaci e persino antibiotici compatibili con l'allattamento. Nel secondo caso - è possibile esprimere e congelare il latte per l'alimentazione da una bottiglia.

Ma con lievi infezioni respiratorie acute e con malattie più gravi che sono accompagnate da febbre alta, dovresti assolutamente consultare il tuo medico.

Le paure associate all'assunzione di farmaci per l'allattamento e la gravidanza sono dissipate dal famoso pediatra Yevgeny Komarovsky nel suo programma “School of Doctor Komarovsky

Come misurare correttamente la temperatura durante l'allattamento

  1. Se si misura la temperatura durante l'alimentazione o immediatamente dopo, il termometro mostrerà 37,1-37,3 ° C, anche in una donna in buona salute. Pertanto, per informazioni affidabili, è meglio misurare la temperatura 25-40 minuti dopo l'alimentazione.
  2. Devi anche asciugare il sudore sotto l'ascella, poiché l'acqua assorbe il calore.

Anche se una madre che allatta si ammala, nella maggior parte dei casi l'allattamento non viene annullato. Nel latte materno continuano a essere prodotti anticorpi protettivi che impediscono al bambino di prendere raffreddore o diarrea. Ma la donna in questo momento ha bisogno di ulteriore aiuto e cure per far fronte alla malattia e nutrire il bambino. La brusca abolizione dell'epatite B, al contrario, influenzerà gravemente le condizioni del bambino e la salute della madre.

Quando l'allattamento al seno a una temperatura deve essere scartato:

  • la temperatura è salita sopra i 38 ° C;
  • mastite purulenta;
  • esacerbazione di malattie croniche degli organi interni;
  • morbillo, avvelenamento del sangue, tubercolosi - per infezioni che vengono trasmesse attraverso il latte materno:
  • prescrizione di antibiotici;
  • chemioterapia.

Su consiglio di un medico, sarà necessario interrompere temporaneamente l'allattamento o passare alle formule per neonati.

Posso allattare al seno alla temperatura di un bambino?

L'unicità del latte materno è che non è solo cibo per un bambino in crescita, ma anche una medicina. Pertanto, un aumento della temperatura in un bambino non diventa un'occasione per annullare l'allattamento. Oltre a una grande quantità di nutrienti, il latte materno aiuta il suo bambino a combattere le infezioni o i virus. Per questo, vengono prodotti enzimi protettivi, globuli bianchi e anticorpi..

La cosa più sorprendente e calmante per le madri è che con la malattia di un bambino, la composizione del latte cambia per aiutarlo a riprendersi più velocemente. Aumenta il livello dei globuli bianchi, che rafforzano il sistema immunitario del bambino.

Per non parlare del fatto che il processo di allattamento al seno è un periodo di stretta comunicazione per madre e bambino. Questo aiuta il bambino malato a calmarsi e consolarsi..

Il latte materno non consente al bambino di disidratarsi, quindi non interrompere l'alimentazione con un'infezione da rotovirus o mal di stomaco.

Suggerimenti per l'allattamento se il bambino è malato:

  • nutrirsi più spesso, su richiesta;
  • cambiare la posizione durante l'alimentazione se il bambino ha il naso chiuso.

Un aumento della temperatura in una madre o un bambino che allatta non è un motivo per abbandonare l'allattamento al seno, che continua a essere una difesa naturale per la loro salute. Ma richiede una consulenza medica e una prescrizione più selettiva dei farmaci.

Posso allattare al seno a temperatura?

Ogni donna ha avuto il raffreddore più di una volta e ognuno di noi ha i soliti rimedi per abbassare la temperatura. Ma se la febbre è iniziata con una madre che allatta, sorgono molte domande su come aiutarsi correttamente senza danneggiare il bambino. Posso prendere antipiretici? Ne vale la pena mantenere GV con un raffreddore, ed è un raffreddore?

• A una temperatura di 37,6 ° C e oltre, è necessario consultare urgentemente un medico. Questo indicatore può essere un sintomo di molte malattie pericolose ed è necessario determinare la causa della febbre..

• Se la temperatura è salita oltre i 38 ° C, l'allattamento al seno è meglio interrompere per un po '. È possibile continuare l'allattamento dopo il suo declino dipende da quale malattia ha causato la febbre e quali farmaci ha prescritto il medico.

Come misurare la temperatura in acqua calda?

Se si misura la temperatura sotto l'ascella quando la ghiandola mammaria è piena, durante o immediatamente dopo l'alimentazione o la decantazione, normalmente sarà 37,1-37,3 ° C o anche leggermente più alta. Ciò è dovuto al fatto che il latte si forma in profondità nei tessuti e la sua temperatura è superiore a 37 gradi e inoltre, quando esce dal torace, i muscoli dei dotti si contraggono, emettendo calore.

Pertanto, se si misura la temperatura sotto l'ascella, è necessario farlo 25-30 minuti dopo l'alimentazione o l'espressione. Sotto l'ascella è necessario asciugare il sudore, perché l'acqua assorbe il calore. Solo allora i risultati saranno affidabili.

Perché la temperatura aumenta durante l'allattamento?

La prima cosa a cui pensiamo in questa situazione è un raffreddore. Ma se una madre che allatta non si verifica in luoghi affollati, nessuno ha il raffreddore a casa, non ha né il naso che cola, né la tosse, non c'era ipotermia, è necessario cercare un altro motivo per il salto di temperatura, ad eccezione delle infezioni respiratorie acute (malattia respiratoria acuta).

Ci possono essere molte cause di febbre e il medico farà una diagnosi, dato quanto tempo è trascorso dalla nascita.

Se la temperatura è aumentata nelle prime 2-3 settimane dopo la nascita del bambino (specialmente se la nascita è stata complicata o si è verificata un'operazione), la sua causa è più spesso malattie infiammatorie postpartum (endometrite, divergenza o infiammazione delle suture sul perineo o dopo taglio cesareo, mastite) ed esacerbazione di infezioni croniche (ad es. pielonefrite, herpes).

Meno comunemente durante questo periodo, le donne sono preoccupate per le infezioni respiratorie acute e le infezioni virali respiratorie acute (infezioni virali respiratorie acute), poiché le giovani madri escono di casa meno e hanno poche ragioni per raffreddarsi.

La mastite postpartum (lattazione), una malattia infiammatoria del seno causata da batteri, spesso preoccupa le madri che allattano. Può iniziare anche in ospedale, ma molto più spesso si verifica dopo la dimissione a casa. L'infezione delle ghiandole mammarie può verificarsi a causa di un'infezione cronica (ad esempio, con pielonefrite) o "per colpa" di microbi provenienti dall'ambiente esterno. Il principale agente causale della mastite è lo Staphylococcus aureus.

La probabilità di mastite aumenta la lattostasi, le crepe dei capezzoli, le anomalie del loro sviluppo (capezzoli piatti e invertiti), i cambiamenti nelle ghiandole mammarie (mastopatia, cambiamenti cicatriziali dopo il trattamento chirurgico della mastite precedente o la rimozione dei fibroadenomi, ecc.), Le violazioni delle regole di pompaggio e igiene, le malattie purulente della pelle del latte ghiandole, malattie endocrine (diabete mellito).

Se dopo il parto sono trascorse più di 2-3 settimane, la causa della febbre è più spesso ARI, SARS, intossicazione alimentare.

Cosa fare se la temperatura aumenta durante l'allattamento?

In una situazione in cui il termometro è salito sopra i 37,6 ° C, non tentare di automedicare e consultare immediatamente un medico. Se sono trascorse meno di 6 settimane da quando sei stato dimesso dall'ospedale, puoi chiedere aiuto al medico che ha ricevuto il parto o una clinica prenatale. Durante questo periodo, chiamato periodo postpartum, l'ostetrico-ginecologo è il principale responsabile della salute della donna..

Se hai sintomi di raffreddore (tosse, naso che cola) o intossicazione alimentare (nausea, vomito, diarrea), devi prima chiamare il terapista. Per minzione dolorosa, dolore alla vescica o alla parte bassa della schiena, è urgente consultare un urologo.

Se la causa della febbre è nota ed è necessario abbassare la temperatura (in caso di infezioni respiratorie acute, prendere misure da 38,5 ° in poi prenderà misure), le giovani madri possono usare in sicurezza i farmaci che possono essere somministrati ai bambini piccoli. Questi sono paracetamolo e ibuprofene (Efferalgan, Panadol, Nurofen e altri), ma in dosi per adulti.

Posso allattare ad alta temperatura?

Naturalmente, la risposta a questa domanda dipende dalla causa che ha causato la febbre. Il medico può prescrivere un farmaco non compatibile con HBV, oppure nel latte materno ci saranno troppi batteri patogeni o virus. In tali casi, sarà necessario trasferire il bambino alle formule del latte, ma solo dopo aver consultato il medico curante della giovane madre.

Se la temperatura durante l'allattamento al seno è salita oltre i 38 gradi, è meglio trasferire brevemente il bambino nella miscela fino a quando non si scopre la causa della febbre e si inizia il trattamento in modo che il bambino non inizi la diarrea (diarrea) e i microbi entrino nel latte.

La quantità di latte in una giovane madre può diminuire, ma non a causa di un aumento della temperatura, ma a causa di un indebolimento del corpo, ad esempio una diminuzione del livello di emoglobina.

La febbre da sola non influisce sulla qualità del latte, ma, ad esempio, nelle infezioni respiratorie acute, raccomandano persino (a temperature fino a 38 ° C) di continuare l'allattamento in modo che il bambino riceva anticorpi protettivi. Naturalmente, avvicinandosi al bambino, la mamma ha bisogno di indossare una maschera.

Con la mastite, anche l'interruzione del GV non è richiesta in tutti i casi. Tutto dipende dalla forma e dalla gravità della malattia e da quali farmaci devono essere usati per curare una giovane madre.

Posso allattare al seno a temperatura?

Il latte materno è il miglior cibo che la mamma può offrire al suo bambino. Rafforza il sistema immunitario e consente al bambino di crescere sano. Ma succede spesso che durante l'allattamento la madre si ammala e ha paura di nutrirsi durante questo periodo, temendo di danneggiare il bambino. Molte donne sono preoccupate per la questione se un aumento della temperatura possa influire sulla qualità del latte. Proviamo a capirlo.

Cause di febbre

Posso allattare al seno a temperatura? In questo caso, devi analizzare le tue condizioni e determinare la fonte di cattiva salute.

  • Una piccola temperatura può essere causata da ovulazione o stress, e questa condizione non influisce in alcun modo sulla qualità del latte materno, ma influisce sulla sua quantità. In questa situazione, l'applicazione frequente è molto importante..
  • Il calore può essere causato da malattie virali e infettive, che sono spesso accompagnate da naso che cola, tosse e febbre. L'allattamento al seno è meglio discusso con il medico, ma il più delle volte non è proibito..
  • Se la temperatura aumenta durante le prime settimane dopo il parto, spesso questo indica un processo infiammatorio. Il parto può provocare un'esacerbazione di malattie croniche, ma ciò non impedisce l'allattamento.
  • Le alte temperature possono accompagnare la mastite, il cui sviluppo è facilitato da crepe nei capezzoli, malattie della pelle, problemi con il sistema endocrino.

Quindi è possibile effettuare l'allattamento al seno a una temperatura? Molto spesso, questo non è un ostacolo a tale processo. Ma è meglio discuterne con il medico, che può consigliarti di continuare a nutrire, prendendo alcune precauzioni..

Quale temperatura è considerata sicura quando si allatta un bambino? Fino a 39 gradi. Ma l'OMS raccomanda che dal livello di 38,5 gradi inizi a prendere farmaci antipiretici. Alcune donne con ARVI si esprimono e bollono il latte materno, quindi lo danno al bambino. È meglio non farlo, perché quando riscaldato, tutti i fattori protettivi scompaiono. Ciò priva il bambino di una migliore protezione contro la malattia..

Quando non dovresti smettere di allattare

In quali casi non è possibile interrompere l'allattamento al seno con il caldo? La maggior parte dei medici consiglia di continuare ad allattare il bambino con il latte se la febbre è leggermente aumentata. La cessazione di questo processo contribuisce al suo aumento ancora maggiore, poiché c'è un trabocco della ghiandola mammaria con latte e si verifica lattostasi. Per evitare il ristagno del latte nel petto, dovrebbe essere spesso espresso. Di conseguenza, l'allattamento può essere disturbato, poiché il latte rimanente rimane nel seno.

Se la temperatura è aumentata a causa dell'attività del virus, allora gli anticorpi protettivi iniziano a formarsi immediatamente nel sangue della madre. Durante l'alimentazione, iniziano a essere trasmessi al bambino insieme al latte, contribuendo alla sua protezione dalla malattia. Se il bambino non viene nutrito, il rischio di infezione aumenta.

Se una donna si sente piuttosto bene a causa di un aumento della temperatura e non ha bisogno di cure con farmaci controindicati durante l'allattamento, l'allattamento non deve essere interrotto. Inoltre, è particolarmente utile in questo momento. Con le infezioni respiratorie acute, accompagnate da tosse, naso che cola e altri sintomi, è necessario indossare una maschera medica speciale quando è necessario nutrire il bambino. Ciò ridurrà il rischio di infezione..

Quando interrompere l'allattamento

Sebbene il più delle volte un aumento della temperatura non danneggi la salute della madre e del bambino, ci sono situazioni in cui è necessario interrompere temporaneamente l'allattamento al seno:

  • Se la temperatura è aumentata a causa di una grave malattia della madre. A causa della cattiva salute e dello stato indebolito di una donna, il latte potrebbe scomparire. L'allattamento al seno richiede molta energia, che può essere al di là del potere della madre.
  • Quando un medico prescrive farmaci incompatibili con l'allattamento per il trattamento. Abbastanza spesso, dopo la nascita, si verifica un processo infiammatorio, accompagnato da un aumento della temperatura. In questo caso, il trattamento viene effettuato con antibiotici, quindi, al momento della loro somministrazione, è necessario abbandonare l'allattamento.

C'è un mito tale che a temperature superiori a 39 gradi, la qualità del latte inizia a cambiare e diventa dannosa per il bambino. Questo non è vero, la temperatura non influisce sulla composizione del latte.

Trattamento

Se l'aspetto del calore non è associato a una malattia grave, si consiglia di abbatterlo con farmaci antipiretici consentiti durante l'allattamento. Fondamentalmente, il medico prescrive farmaci a base di ibuprofene e paracetamolo. Una donna dovrebbe attenersi rigorosamente alle istruzioni e non superare il dosaggio desiderato.

Se la temperatura non è salita a più di 38 gradi, non puoi correre a prendere la medicina. Il corpo stesso deve far fronte a un tale problema. È con questi indicatori del termometro che inizia a essere prodotta l'interferone, una proteina speciale che distrugge i patogeni.

Nel caldo, è necessario utilizzare una grande quantità di liquido: composte, acqua, tè al limone. Ma con l'allattamento al seno, non tutte le bevande sono consentite, poiché alcuni causano reazioni allergiche. Inoltre, una grande quantità di liquido provoca un forte afflusso di latte e con la mastite è molto pericoloso.

Per il trattamento delle infezioni respiratorie acute, utilizzare metodi che non influiscono in alcun modo sulla qualità del latte materno. Gargarismi, inalazione con semplice vapore e arrossamento del naso con soluzione salina sono completamente sicuri per le madri.

In alcuni casi, le malattie che causano la febbre sono trattate con antibiotici. La maggior parte di questi non può essere assunta con l'allattamento, ma senza di essi è molto difficile curare la polmonite batterica, la mastite o la tonsillite. Ci sono farmaci considerati condizionalmente innocui durante l'allattamento, ma possono causare effetti collaterali minori..

Raccomandazioni dei medici

Quasi tutti i medici raccomandano di mantenere l'allattamento, anche se la febbre è aumentata. L'eccezione sono solo le malattie gravi che sono trattate con farmaci incompatibili con l'allattamento.

La temperatura corporea deve essere misurata correttamente. Le madri che allattano non dovrebbero usare l'ascella per questo, perché ci sono sempre letture sopra. Inoltre, la misurazione deve essere eseguita dopo il pompaggio o l'alimentazione..

Pertanto, se una giovane madre ha la febbre, non dovrebbe farsi prendere dal panico. Devi solo misurarlo regolarmente, bere molti liquidi e monitorare attentamente il tuo benessere. In ogni caso, la febbre alta non è un motivo per scomunicare un bambino.

Leggi Gravidanza Pianificazione