Familiare dopo un incidente. Molte lesioni tra cui una frattura delle ossa pelviche.

Vuole e pianifica una gravidanza, ma i medici non lo raccomandano.

Hanno paura della responsabilità, o addirittura con una frattura delle ossa pelviche non possono essere in gravidanza ?

È possibile, ma solo sulla base di come le ossa si sono rotte e di come si sono fuse. E qui, non solo il ginecologo, ma anche il chirurgo principale dovrebbe condurre la gravidanza, se le dà il permesso di partorire.

Ho un amico, dopo l'incidente, quasi tutto era rotto. La sua gravidanza è stata guidata sia da un ginecologo che da un chirurgo. Anche nella sala parto era presente. Grazie a Dio la gravidanza è andata bene e non ci sono state fratture ripetute.. anche se dopo la nascita ha anche osservato le sue ossa per molto tempo.

Ma un altro amico durante il parto ha rotto l'osso pubico - ed è stata costretta a letto per più di un anno e mezzo, in modo che le ossa fossero ben guarite.. Il medico non le ha permesso di partorire di più, perché la prossima volta potrebbe esserci più di un semplice crack.

Ma il terzo amico ha dato alla luce due (il secondo si stava letteralmente occupando di una sedia a rotelle) - i dottori le hanno categoricamente proibito di partorire. 2 anni fa, decise la terza: riuscì a raggiungere solo 8 settimane e le sue gambe iniziarono a rifiutare, dovevo abortire urgentemente, altrimenti avrebbe perso la mobilità delle gambe e non il fatto che si sarebbero ripresi. Non rischierà più e non obbedirà ai medici.

Quindi qui è importante fare affidamento non sul desiderio "Voglio un figlio", ma sulla testimonianza del corpo. quindi c'è solo una consultazione di medici e buon senso.

Rischi di parto naturale dopo una frattura pelvica

Cerca nel forum
Ricerca Avanzata
Trova tutti i post ringraziati
Ricerca Blog
Ricerca Avanzata
Alla pagina.

Ciao! Ho 27 anni, altezza 164; peso prima della gravidanza 54, ora 62 kg. Mensile da 12 anni, negli ultimi 3 anni - estremamente scarso dopo una forte perdita di peso, ad ultrasuoni - un endometrio molto sottile, un massimo di 7-8 mm sulla TOS. AMG basso. Ecco il mio vecchio argomento su questo problema http://forums.rusmedserv.com/showthread.php?t=322896

Nel 2008, una gravidanza congelata di 11 settimane, curettage.

Gravidanza attuale 30 + 3 settimane. Prendo Framin 5000 2 volte al giorno (una storia di trombosi venosa poplitea), progesterone 200 mg durante la notte. Di sua iniziativa - magnesio in connessione con contrazioni costanti.

Nel 2013, a seguito di una caduta da 3 piani (l'argomento http://forums.rusmedserv.com/showthread.php?t=315829 è dedicato a questo), sono state ricevute le seguenti lesioni, tra le altre: una frattura del collo del femore, acetabolo, massa laterale del sacro spostamento di entrambe le ossa pubiche con spostamento dell'ischio. In breve, l'intero bacino era rotto, caddi sulla mia coscia sinistra.
Sembra tutto così:
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]

Vivo in Svezia ora e partorirò anche qui. Mentre il mio ginecologo in Russia non pensava nemmeno al parto naturale, i medici qui insistono su di loro senza alcuna alternativa! Presumibilmente, dato il fatto che ho avuto una laparotomia con sutura della vescica, c'è il rischio di danneggiarla con CS.

No ext. non intendono fare alcuna ricerca (radiografia, confronto delle dimensioni del feto con il mio bacino) e correzioni per la mia anamnesi, cioè devo solo venire in ospedale con contrazioni e poi tutto secondo lo schema generale. "Ognuno sta cercando di partorire da solo." Anche l'ecografia alla fine di b-sti non è più prevista.

Cari esperti, come valutate questo approccio dei colleghi scandinavi?!

Dopotutto, alcune delle mie ossa sono deformate (fuse senza riposizionamento "così com'è"), il bacino sembra essere asimmetrico - e l'articolazione sacroiliaca, ad esempio, è fissata da una struttura metallica e, quindi, immobile! L'opinione del ginecologo locale - questo è probabilmente compensato dallo spostamento di altre ossa.

Sono molto spaventato da questa posizione di dottori, non voglio né la disabilità per me stesso, né i rischi per mio figlio, forse l'unico.

Come valuta la mia capacità di dare alla luce me stesso, tenendo conto della mia storia??

Scivolato, caduto, svegliato - gesso, o qual è il rischio di una frattura ossea durante la gravidanza?

Quasi quotidianamente, centinaia di persone cadono in situazioni spiacevoli, che successivamente ricevono ematomi, lesioni a varie parti del corpo e fratture ossee. Le donne in gravidanza non fanno eccezione..

Tuttavia, per le future mamme, le fratture non possono passare senza conseguenze aggravanti, poiché in questo caso sia la diagnosi che il trattamento devono essere eseguiti con grande precisione. Inoltre, la stessa frattura può danneggiare il bambino..

Cos'è una frattura ossea??

Di norma, l'infiammazione, vari gonfiori e forti colpi portano ad esso. Dopo una frattura, possono verificarsi diverse complicazioni:

    A volte il danno alle cellule nervose dell'osso o dei suoi piccoli frammenti porta alla paralisi.

Quando le ossa vengono distrutte, i frammenti spesso danneggiano i tessuti molli vicini, causando sanguinamento e altre lesioni..

Le fratture ossee aperte spesso causano infezione e lo sviluppo di un processo infiammatorio purulento in questa parte del corpo.

  • Fratture di costole e crani - la causa di lesioni di vari organi interni vitali.
  • Tutte le cause di fratture possono essere divise in diversi gruppi. Il primo gruppo comprende fratture ossee, che si formano a seguito dell'impatto sulle ossa di una o un'altra forza meccanica esterna: shock, caduta e altro.

    Il secondo gruppo comprende fratture formate a causa della fragilità e indebolimento delle ossa stesse. In questo caso, la frattura è più pericolosa..

    Spesso una persona può rompersi una gamba durante una normale camminata. Di norma, varie malattie portano alla fragilità ossea: tumori dei tessuti molli, osteoporosi.

    Ad oggi, ci sono due tipi di fratture ossee:

      Una frattura patologica si chiama impatto negativo di varie malattie che influenzano la condizione delle ossa umane e la distruggono. Di solito succede per caso quando la vittima non se ne accorge nemmeno..

  • Le fratture traumatiche sono fratture che si verificano a seguito dell'esposizione a un particolare osso da parte di una forza esterna molto potente e corta.
  • Inoltre, ci sono fratture chiuse e aperte:

      Le fratture chiuse sono caratterizzate dal fatto che i frammenti ossei non distruggono la pelle nell'area della parte interessata del corpo.

  • Con una frattura aperta, si verifica una deformazione della pelle. In questo caso, un'infezione che si diffonde in tutto il corpo spesso penetra nella ferita.
  • A seconda della forma della frattura e della direzione della sua linea, le fratture sono:

    • A forma di V;
    • trasversale;
    • longitudinale;
    • elicoidale;
    • A forma di T;
    • obliquo.

    Per tipo, ci sono fratture delle seguenti ossa: braccia, gambe, collo della coscia, raggio, clavicola, omero, colonna vertebrale, coccige, bacino, cranio, naso, mascella, piede, parte inferiore della gamba, tibia.

    In un numero predominante di persone, un osso danneggiato a seguito di una frattura viene fuso e ripristinato secondo il tipo condroblastico.

    I condroblasti sono abbastanza attivi e le cellule più giovani da cui si forma il tessuto cartilagineo..

    Nella fase di sviluppo, oltre alla fusione ossea in queste cellule, il corso della fermentazione intensiva e la divisione mitotica.

    Nella zona di frattura si forma uno speciale callo osseo di cartilagine. Il processo stesso richiede diversi mesi e si compone di quattro fasi principali:

      La fase catabolica dura da una settimana a dieci giorni. Durante questo periodo, la cosiddetta infiammazione asettica si verifica nei tessuti molli adiacenti al sito della frattura. Caratteristiche caratteristiche: emorragia estesa; notevole disturbo circolatorio nei tessuti adiacenti a causa del prolungato ristagno di sangue; attività cellulare enzimatica migliorata; i prodotti tossici dell'infiammazione eziologica asettica vengono rilasciati nel flusso sanguigno, il che porta a un deterioramento del benessere; sviluppo di un processo necrotico; completa assenza di segni di fusione di un osso rotto.

    La fase differenziale dura spesso da sette a quattordici giorni. Differisce nelle seguenti caratteristiche: l'inizio della formazione del cosiddetto callo fibrocartilagineo; nelle cellule di tessuti strettamente localizzati, viene effettuata la biosintesi dei glucosamina glicani; formazione lenta della metrica - la base per un nuovo midollo osseo dallo sviluppo attivo delle fibre di collagene necessarie per la formazione cellulare.

    La fase accumulativa primaria si distingue per la sua durata - da due a sei settimane. Durante questo periodo di tempo, viene osservata una donna incinta, così come qualsiasi altra persona: piccoli capillari germinano nel mais fibrocartilagineo da tessuti intatti vicini; la formazione di una nuova rete vascolare per il midollo osseo; le molecole di condroitina solfato si combinano con ioni calcio e fosfato; esiste una produzione attiva di fosfato di calcio grazie alla partecipazione di speciali componenti regolatori - adenosina trifosfato e citrato sintetasi; aumento della concentrazione di magnesio con silicio nella cartilagine - necessario per la formazione del midollo osseo primario.

  • La fase di mineralizzazione dura circa 8-16 settimane. Sono caratterizzati da: formazione di un complesso molecolare con la partecipazione di pirofosfato di collagene calcio e condroitin solfato; si verifica una reazione tra il complesso molecolare e i fosfolipidi; le fibre di collagene sono rivestite con i cristalli di idrossiapatite generati; si formano nuclei di cristallizzazione del midollo osseo; il corpo fornisce legami intercristallini situati attorno ai primi nuclei; fusione completa di frattura ossea.
  • contenuto ↑

    Diagnostica

    Oggi i medici distinguono tra segni assoluti e relativi di fratture ossee..

    I sintomi relativi - indicativi, servono come motivo per prestare attenzione a una possibile lesione di questa natura. Grazie ai segni assoluti, c'è un'accurata conferma della presenza di una frattura di un particolare osso.

    I segni relativi di fratture ossee includono:

  • forte dolore nella zona della frattura;
  • gonfiore nella zona danneggiata;
  • ematomi o ematomi pulsanti indicano un sanguinamento intenso;
  • funzione motoria compromessa.
  • Tra i segni assoluti di fratture ci sono:

    • l'arto è innaturale;
    • peculiare scricchiolio nel sito della frattura: crepitio;
    • mobilità patologica;
    • la presenza di frammenti ossei di varie dimensioni.

    In un ospedale, la diagnosi di una frattura avviene mediante radiografia. Questo è un metodo diagnostico tradizionale necessario per confermare la presenza di fratture ossee..

    Qual è il pericolo (ed è pericoloso?) Di una frattura ossea durante la gravidanza?

    Quasi ogni incidente (incidente d'auto, caduta, ecc.) Spesso provoca una frattura nelle ossa delle gambe o delle braccia.

    Inoltre, mentre cammina, una gamba può alzarsi: una donna incinta cade e si rompe un arto e, di conseguenza, un tumore si forma e si allarga nell'articolazione della caviglia.

    A causa della presenza di un forte dolore, una donna non è solo in grado di fare affidamento su un arto rotto, ma anche di spostarlo.

    Le fratture aperte sono accompagnate da rotture del tessuto muscolare e della pelle con le estremità affilate dei frammenti dell'osso distrutto. Le estremità penetrano nella ferita in superficie.

    Nel caso di una frattura ossea chiusa, l'uno o l'altro arto acquisisce un aspetto insolito (attorcigliato, attorcigliato e altre differenze) e al posto della frattura l'arto si gonfia.

    Una persona che non ha abilità speciali non dovrebbe sentire il luogo di possibili danni..

    Ciò è dovuto al fatto che le lesioni di questa natura spesso non passano senza lo sviluppo intensivo di shock traumatico grave.

    Per il trattamento di quest'ultimo, è richiesto un soggiorno obbligatorio nell'unità di terapia intensiva sotto la stretta supervisione dei medici.

    Inoltre, se si sospetta una frattura ossea, è necessario eseguire una radiografia, che danneggia il corpo della donna incinta e del bambino.

    Un'altra difficoltà è l'uso di vari antidolorifici, farmaci antinfiammatori e antisettici, che possono influenzare negativamente lo sviluppo del feto..

    Tuttavia, senza i farmaci di cui sopra, sarà molto difficile per una donna che ha ricevuto lesioni complesse superare il processo di recupero..

    Primo soccorso. Frattura radiale - Vivi in ​​salute!

    Caratteristiche del trattamento

    Le fratture ossee vengono curate da un traumatologo e un chirurgo. Il loro compito principale è la fusione di diversi frammenti in un unico insieme, nonché l'ulteriore ripristino di tutte le funzioni dell'arto ferito.

    Il medico confronta attentamente i frammenti dell'osso distrutto e quindi fissa in modo affidabile l'arto.

    Quando si trattano le fratture nelle donne in gravidanza, è particolarmente importante assicurarsi che i muscoli vicini possano funzionare normalmente..

    Inoltre, la fissazione non dovrebbe impedire alle articolazioni vicine di muoversi e di comprimere fortemente i vasi sanguigni. L'ultimo fattore può danneggiare le condizioni del bambino limitando la circolazione sanguigna nel corpo della madre.

    Perché con un'incisione chirurgica e il posizionamento di un dispositivo di fissaggio speciale, un qualche tipo di infezione può entrare nel corpo della madre, che può causare alcune malattie pericolose e lo sviluppo di molti processi infiammatori. Questa operazione è talvolta consentita nel primo trimestre..

    Nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, i traumatologi cercano di far fronte a una frattura ossea nelle donne in gravidanza usando un riposizionamento chiuso.

    In questo caso, lo spostamento dei frammenti ossei viene eliminato grazie a un complesso di speciali manipolazioni manuali, nonché a vari dispositivi tecnici. Questo metodo di trattamento è l'opzione migliore nel trattamento della frattura ossea chiusa..

    La terapia di tipo conservativo prevede l'applicazione di un dispositivo ortopedico esterno e di calchi in gesso. Con lesioni complesse, è impossibile fare a meno dell'intervento chirurgico professionale.

    Per le fratture aperte, è necessario fornire un trattamento chirurgico primario di una ferita aperta per eliminare l'area infetta..

    Prevenzione

    Per la prevenzione delle fratture ossee, è necessario prestare attenzione non solo al rafforzamento delle ossa, ma anche alla sicurezza sia in strada che in casa.

    Le misure preventive includono:

  • devi includere nella tua dieta quotidiana cibi che contengono una quantità abbastanza grande di vitamine e minerali, in particolare calcio;
  • riscaldamento obbligatorio prima di eseguire esercizi fisici;
  • corretta distribuzione di carichi e riposo;
  • sollevare correttamente vari pesi e, se possibile, evitarlo;
  • installazione di una speciale piastrella antiscivolo in cucina e in bagno;
  • coprire i pavimenti della casa con percorsi;
  • la casa non dovrebbe avere corde e varie parti ben mirate attraverso le quali inciampare e cadere;
  • evitare di camminare con il ghiaccio;
  • traffico accurato sulla strada;
  • indossare scarpe specifiche per la stagione.
  • Le lesioni portano a conseguenze che influenzano negativamente le condizioni della madre e del bambino. Pertanto, è necessario essere estremamente attenti e rispettare le norme di sicurezza generalmente accettate..

    Posso rimanere incinta se le ossa del bacino sono rotte?

    Familiare dopo un incidente. Molte lesioni tra cui una frattura delle ossa pelviche.

    Vuole e pianifica una gravidanza, ma i medici non lo raccomandano.

    Hanno paura della responsabilità, o addirittura con una frattura delle ossa pelviche non possono essere in gravidanza ?

    È possibile, ma solo sulla base di come le ossa si sono rotte e di come si sono fuse. E qui, non solo il ginecologo, ma anche il chirurgo principale dovrebbe condurre la gravidanza, se le dà il permesso di partorire.

    Ho un amico, dopo l'incidente, quasi tutto era rotto. La sua gravidanza è stata guidata sia da un ginecologo che da un chirurgo. Anche nella sala parto era presente. Grazie a Dio la gravidanza è andata bene e non ci sono state fratture ripetute.. anche se dopo la nascita ha anche osservato le sue ossa per molto tempo.

    Ma un altro amico durante il parto ha rotto l'osso pubico - ed è stata costretta a letto per più di un anno e mezzo, in modo che le ossa fossero ben guarite.. Il medico non le ha permesso di partorire di più, perché la prossima volta potrebbe esserci più di un semplice crack.

    Ma il terzo amico ha dato alla luce due (il secondo si stava letteralmente occupando di una sedia a rotelle) - i dottori le hanno categoricamente proibito di partorire. 2 anni fa, decise la terza: riuscì a raggiungere solo 8 settimane e le sue gambe iniziarono a rifiutare, dovevo abortire urgentemente, altrimenti avrebbe perso la mobilità delle gambe e non il fatto che si sarebbero ripresi. Non rischierà più e non obbedirà ai medici.

    Quindi qui è importante fare affidamento non sul desiderio "Voglio un figlio", ma sulla testimonianza del corpo. quindi c'è solo una consultazione di medici e buon senso.

    Frattura pelvica in gravidanza

    Tipi di danni

    La frattura delle ossa pelviche è suddivisa come segue:

    • statico e cerchio salvato;
    • statico e cerchio sono rotti;
    • Malgenya - doppia distruzione dell'osso con uno spostamento che si verifica verticalmente;
    • Frattura delle ossa che formano l'arco dell'articolazione dell'anca;
    • frattura pelvica e d'organo.

    Distribuisco la distruzione traumatica delle ossa in tipi e in base al livello di danno. Questa classificazione è simile alla seguente:

    • stabile: spesso si verifica una crepa. Il bacino rimane immobile. Questa è una leggera lesione;
    • instabile - una frattura dell'anello pelvico, che causa la mobilità ossea;
    • trauma al bordo e al fondo dell'acetabolo;
    • frattura pelvica - frattura combinata con dislocazione.

    La rottura è possibile con la rottura e la frantumazione delle fibre muscolari e senza di essa. I sintomi variano a seconda di ciò. Il rischio di morte è particolarmente elevato se si verificano lesioni complesse quando sono colpite ossa, organi e tessuti molli. Con lui, il tasso di mortalità è molto alto e anche se la vittima si reca rapidamente in ospedale, la probabilità della sua morte rimane piuttosto elevata..

    complicazioni

    Anche la distruzione traumatica delle ossa che formano il bacino è pericolosa perché può causare varie complicazioni delle condizioni del paziente. Questi effetti sono locali o sistemici. Con lo sviluppo di complicanze, la prognosi per il paziente peggiora. Le complicanze sistemiche sono:

    • shock dovuto a dolore e perdita di sangue;
    • violazione del consolidamento delle fratture;
    • sviluppo di un processo settico (avvelenamento del sangue).

    Le complicazioni locali sono le seguenti:

    • lacrime e contusioni del piccolo bacino;
    • infezione da gravità;
    • distruzione di grandi terminazioni nervose;
    • rottura dei vasi sanguigni;
    • lacrime di legamenti;
    • infiammazione articolare;
    • degenerazione articolare.

    Con un lungo periodo di immobilizzazione, esiste anche il rischio di coaguli di sangue, distrofia del tessuto muscolare e polmonite sullo sfondo dell'accumulo di liquido fisiologico nei polmoni. Esiste la possibilità di formazione di piaghe da decubito.

    Nel 37% delle donne in gravidanza, il normale corso della gestazione è disturbato in caso di una reazione acuta al trauma, nel 25% - nel periodo di riabilitazione. Nel 34,2% dei casi, esiste una minaccia di aborto spontaneo o aborto spontaneo, nel 13,2% - parto prematuro. Più del 40% dei pazienti partorisce con complicazioni. Poiché una frattura pelvica è spesso combinata con un trauma contusivo all'addome, è possibile il distacco prematuro della placenta con lo sviluppo di DIC, la rottura dell'utero e il verificarsi di sanguinamento intra-addominale. Nella gestazione tardiva con fissazione stretta della testa del feto, aumenta la probabilità di fratture delle ossa del cranio e degli arti del bambino.

    Il livello di mortalità perinatale dovuta a TBI diretto del feto, shock in una donna incinta, distacco di placenta è dal 35 al 55,3%, a seconda della gravità delle fratture. Di particolare pericolo per le donne sono le lesioni con rottura delle vene dilatate della cervice e massicce emorragie nel parametro o nella cavità addominale. Le conseguenze a lungo termine delle fratture pelviche sono contratture, neuropatie, deformità pelviche, astenia, disturbi sottodepressivi.

    Complicanze ostetriche si notano in pazienti che hanno subito una frattura non solo durante la gestazione attuale, ma anche in passato. Con distanti cambiamenti post-traumatici, la minaccia di aborto spontaneo e parto prematuro raggiunge il 45%. Nel 55% dei casi, il parto è complicato dalla scarica prematura del liquido amniotico, dall'aumento dell'ipossia fetale, dall'emorragia postpartum coagulopatica, dalle lesioni della cervice, della vagina e del perineo. Dopo il parto, il 45% dei pazienti mostra subinvoluzione uterina, endometrite e altri processi infiammatori purulenti..

    Frattura pelvica: pronto soccorso, trattamento, conseguenze

    In una frattura pelvica, il pericolo principale non è una violazione dell'integrità delle ossa, ma il fatto che la lesione sia accompagnata da danni agli organi interni, grave perdita di sangue e shock, che può causare la morte della vittima. L'assistenza fornita correttamente prima dell'arrivo dei medici salva la vita umana e migliora la prognosi del recupero. Ma come riconoscere una frattura pelvica?

    Tre coppie di ossa grandi (pubiche, sciatiche e ilio) e l'osso sacro formano un anello forte che funge da supporto per lo scheletro e protegge gli organi pelvici dai danni. A proposito, l'ileo è il più grande di loro. Le fratture pelviche non si verificano spesso (4-7% dei casi di tutte le lesioni) - una potente struttura ossea si rompe solo quando viene urtata o compressa nella direzione laterale o antero-posteriore.

    I segni di una frattura pelvica variano a seconda della posizione delle lesioni, ma si possono distinguere quelle generali:

    • posizione forzata - la vittima giace sulla schiena, leggermente flessa e tenendo le gambe fuori;
    • dolore intollerabile nella regione inguinale;
    • una forte limitazione della mobilità - il paziente non può affatto muovere l'arto, oppure la gamma di movimenti è ridotta a un piccolo volume e ogni tentativo di muoversi è accompagnato da un aumento del dolore;
    • deformazione dell'anello pelvico (se si è verificata una frattura delle ossa pelviche con il loro spostamento).
    • Esistono anche metodi speciali per determinare una frattura, ad esempio crepitazione di frammenti ossei o aumento del dolore con una leggera compressione della regione pelvica, ma non è consigliabile eseguirli per la diagnosi.
    • Le azioni inette possono provocare un ulteriore spostamento di ossa rotte o esacerbare il danno agli organi interni..
    • Per fornire il primo soccorso, è sufficiente supporre una violazione dell'integrità delle ossa pelviche.

    Vale la pena prestare attenzione alle condizioni generali del paziente. Una frattura in qualsiasi parte del bacino - l'ileo, l'acetabolo e altri - è accompagnata da sanguinamento e shock traumatico. Lo shock traumatico si verifica a causa di dolore e significativa perdita di sangue.

    Puoi riconoscerlo dai seguenti segni:

    • la respirazione diventa frequente e superficiale (il torace non si muove molto durante l'inalazione);
    • la pelle diventa pallida;
    • il cuore inizia a battere più velocemente, a volte il polso è irregolare;
    • la pressione cala in modo significativo;
    • la coscienza umana diventa confusa o assente.

    Prima dell'arrivo del team medico del paziente, non è consigliabile spostare o riposizionare l'arto. Le azioni inette possono causare un ulteriore spostamento dei frammenti ossei o esacerbare il danno agli organi interni. È consentito per comodità a una persona mettere rulli morbidi sotto le ginocchia e i fianchi leggermente rialzati.

    È consentito alzare la testa solo se la vittima è cosciente e le sue condizioni sono relativamente stabili (con una forte caduta in A / D, una posizione elevata della testa provocherà un deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello).

    Prima dell'arrivo dell'ambulanza è necessario:

    1. Ispeziona la vittima e valuta la gravità delle sue condizioni.
    2. Cerca di rassicurare una persona.
    3. Se il paziente è cosciente, è necessario parlare costantemente con lui fino all'arrivo dei medici.
    4. Elimina il sanguinamento che si è verificato (non puoi rimuovere parti di indumenti o frammenti ossei dalla ferita, puoi solo applicare un laccio emostatico o una benda).
    5. Rifugiarsi. Lo shock da dolore può provocare un raffreddamento eccessivo del corpo anche quando fa caldo, quindi si consiglia di coprire la persona con una coperta calda.
    1. Alcune fonti raccomandano di somministrare una pillola analgesica, ma questo non è consigliabile..
    2. Le fratture delle ossa pelviche sono spesso accompagnate da sanguinamento interno e rotture degli organi interni e l'assunzione anche di una piccola quantità di liquido aggraverà le condizioni del paziente.
    3. Inoltre, il dolore che si è verificato durante una violazione dell'integrità dell'anello pelvico è così intenso che possono essere fermati solo con l'aiuto di analgesici narcotici.

    L'anestesia narcotica e l'immobilizzazione saranno eseguite dal team medico già arrivato. Su barelle speciali, il personale delle ambulanze consegnerà una persona all'unità di trauma.

    Si raccomanda di informare i medici sulle circostanze della lesione e sulle dinamiche delle condizioni del paziente (se si è verificato un deterioramento nel tempo trascorso dal momento in cui l'ambulanza è stata chiamata fino all'arrivo dei paramedici). Queste informazioni aiuteranno a determinare le tattiche di fornire assistenza medica..

    Secondo la classificazione adottata dai traumatologi, le fratture pelviche sono divise in quattro gruppi:

    1. Stabile. Non vi è alcun cambiamento nella configurazione dell'anello pelvico, nessun spostamento dei frammenti ossei. In questo caso, la perdita di sangue è relativamente piccola (200 - 500 ml) e potrebbe non verificarsi shock di dolore.
    2. Instabile. Sono caratterizzati dallo spostamento delle ossa pelviche e da una grande perdita di sangue (fino a 3 l). Spesso una complicazione concomitante è un danno alla vescica o all'intestino. Grave dolore e perdita di sangue a causa della rottura della vescica o di altri organi causano una condizione di shock.
    3. Violazione dell'integrità dell'acetabolo. Può verificarsi in qualsiasi area e spesso una complicazione concomitante di una lesione è una lussazione dell'anca. In questo caso, la perdita di sangue è piccola e le condizioni di una persona, se non ci sono danni alla vescica o ad altri organi, sono relativamente stabili.
    4. Fratture pelviche La violazione dell'integrità dell'anello pelvico è complicata da una dislocazione nel sacro o nell'articolazione pubica. Questo tipo di danno si verifica più spesso negli incidenti stradali..
    • Il metodo di trattamento e la successiva riabilitazione dipendono dal tipo di fratture pelviche e dalle lesioni aggiuntive che li accompagnano..

    In una persona con una frattura pelvica, anche se le condizioni generali sono soddisfacenti e non ci sono segni di shock del dolore, si presume sempre un danno interno.

    Per determinare la natura del danno alle ossa pelviche e per verificare l'integrità degli organi pelvici, vengono effettuati diversi esami:

    1. Radiologia. Ti consente di determinare la posizione della frattura dell'osso e indicare il sanguinamento interno (l'accumulo di sangue nella foto sembrerà una macchia scura).
    2. ultrasuono Permette di valutare lo stato dei vasi e degli organi della cavità addominale.
    3. TAC. È usato solo quando è difficile determinare la condizione di ossa o organi con altri metodi. La TC è necessaria per sospettare la rottura dei tronchi nervosi per identificare le patologie nella fase iniziale.

    Se necessario, il paziente viene inviato per la consultazione con un chirurgo. Solo dopo un esame completo i traumatologi iniziano il trattamento per le fratture pelviche.

    Il primo stadio del trattamento è garantire l'immobilità completa per l'adesione dei frammenti ossei.

    A seconda della posizione e della natura della lesione, vengono scelti i seguenti metodi:

    1. Trazione scheletrica con fissazione dell'articolazione dell'anca. È usato per violazione dell'integrità dell'acetabolo senza spostamento. Questo tipo di lesione ha la prognosi più favorevole e ci vuole circa un mese per la formazione del midollo osseo..
    2. Fissazione nella posa della rana (sul retro, con le estremità leggermente estese e leggermente piegate alle ginocchia). Utilizzato per lesioni stabili. 3-4 mesi necessari per la fusione delle ossa pelviche.
    3. Correzione operativa. Le fratture o le fratture instabili vengono trattate prontamente: le ossa sono collegate tra loro mediante attacchi ortopedici. Dopo l'intervento chirurgico, la posizione del paziente viene fissata in posizione di rana o mediante trazione scheletrica. La durata della fissazione viene determinata individualmente, a seconda della natura della frattura..

    Ai pazienti che giacciono immobili vengono dati analgesici e farmaci per fluidificare il sangue per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Dopo la formazione del midollo osseo, inizia un periodo di riabilitazione, durante il quale viene ripristinata la funzione dei legamenti e dei muscoli atrofizzati a causa di un'immobilità prolungata.

    Durante la riabilitazione dopo fratture pelviche, il paziente si muove solo con l'aiuto di ausili ortopedici (stampelle, deambulatori speciali) ed è vietato camminare senza supporto. I primi passi indipendenti che una persona potrà fare solo pochi mesi dopo l'inizio del periodo di riabilitazione.

    In media, dopo una frattura stabile dell'acetabolo, una persona ripristina la funzionalità degli arti in 6-12 mesi, con lesioni dell'anello pelvico instabili, il periodo di recupero dura fino a tre anni e talvolta più.

    Le fratture pelviche sono riconosciute come una delle lesioni più gravi e pericolose del sistema muscolo-scheletrico e, in casi gravi, possono provocare la morte per shock traumatico. Le azioni pre-mediche competenti e la consegna tempestiva della vittima all'ospedale aiuteranno ad evitare gravi complicazioni e a recuperare più rapidamente dopo un infortunio.

    C'è qualche problema? Digita "Sintomo" o "Nome della malattia" nel modulo, premi Invio e imparerai tutti i trattamenti per questo problema o malattia.

    • Come posso aiutarla
    • video
    • Trattamento efficace
    • Sintomi
    • Osso pubico
    • Osso sciatico
    • Come classificare
    • Danni al tempo di crescita
    • Possibili conseguenze
    • Momenti di riabilitazione
    • Anatomia
    • Danno collaterale

    Come posso aiutarla

    1. La vittima ha bisogno di un ricovero immediato.
    2. Assunzione di antidolorifici.
    3. Fornire al paziente una "posa di rana" posandolo su una superficie dura.
    4. Puoi mettere un cuscino sotto le ginocchia.
    5. Qualsiasi trasporto è indesiderabile.
    1. La vittima ha bisogno di un ricovero immediato.
    2. Assunzione di antidolorifici.
    3. Fornire al paziente una "posa di rana" posandolo su una superficie dura.
    4. Puoi mettere un cuscino sotto le ginocchia.
    5. Qualsiasi trasporto è indesiderabile.

    Trattamento efficace

    Dopo aver cercato assistenza medica, in ospedale, uno specialista esamina personalmente il paziente, palpando l'area danneggiata.

    Viene raccolta una storia medica, quindi il medico fa una diagnosi preliminare. Per confermare o confutare la diagnosi precedentemente effettuata, il medico indirizza il paziente per ulteriori diagnosi.

    • Retngenography.
    • angiografia.
    • Procedura ad ultrasuoni.
    • uretrografia.
    • Diagnosi rettale della zona pelvica.
    • Laparoscopia.
    • TAC.

    Dopo aver studiato tutti i risultati dello studio, lo specialista determina l'ulteriore trattamento, che comprende l'assunzione di farmaci, sessioni chirurgiche e di fisioterapia.

    Le prime azioni sono l'introduzione di antidolorifici per alleviare le condizioni del paziente. In presenza di prove, viene effettuata una sessione di rimborso della perdita di sangue mediante trasfusione di sangue.

    • Plasma;
    • Saline;
    • Glucosio;
    • Sostituti del sangue.

    Si raccomanda che i pazienti con un anello pelvico danneggiato siano ricoverati in un ospedale multidisciplinare per fornire cure ostetriche, ginecologiche, traumatologiche e neonatologiche. Nel periodo acuto, è importante stabilizzare la donna incinta, garantire il riposizionamento dei frammenti, prevenire le complicazioni della gestazione. Quando si prepara un piano di trattamento, un traumatologo tiene conto della durata della gravidanza, della natura del danno, del grado di spostamento dei frammenti ossei. Dal momento del ricovero in ospedale, a una donna viene prescritta una terapia farmacologica intensiva:

    • Antidolorifici. Per l'analgesia vengono utilizzati farmaci sicuri per il feto. Con dolore moderato, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei, con dolore intenso, è possibile il blocco intra-pelvico con anestetici locali. La prescrizione di analgesici narcotici è giustificata quando aumentano i segni di shock traumatico.
    • Terapia infusionale. L'introduzione di soluzioni cristalloidi e colloidali ha lo scopo di reintegrare il volume del sangue circolante, stabilizzare l'emodinamica, migliorare i parametri reologici e ripristinare la microcircolazione. Con un deterioramento dell'emostasi della donna incinta, vengono somministrati anticoagulanti, inibitori della proteasi, il plasma appena congelato viene trasfuso.
    • Tocolitics. I mezzi per rilassare i muscoli uterini sono di solito usati con la minaccia di interruzione della gestazione sullo sfondo di fratture marginali e stabili. Secondo gli esperti, la terapia tocolitica viene eseguita in circa il 20-22% dei pazienti. Nel trauma grave, viene preso in considerazione l'effetto dei tocolitici sui parametri emodinamici.

    Con fratture stabili, nessun spostamento o leggero spostamento, è indicata la gestione conservativa del paziente. La scelta del metodo di riposizionamento è determinata dalle caratteristiche di localizzazione e danno. Con fratture stabili isolate e marginali, la donna è fissata su un'amaca o su uno scudo. Forse l'uso di rulli popliteal, pneumatici Beler. Trazione scheletrica, fissazione chirurgica esterna o interna è raccomandata per le donne in gravidanza con fratture instabili. La gestazione non è considerata una controindicazione per l'operazione. Sono preferiti interventi con controllo minimo delle radiazioni. Con una condizione soddisfacente della madre e del feto, in alcuni casi, la gestazione può essere prolungata per diverse settimane e completata dalla nascita naturale.

    Il parto precoce per motivi di salute (con distacco della placenta, ferita uterina, fratture pelviche instabili, grave trauma, stato terminale della donna incinta, segni di aumento dell'ipossia fetale) viene effettuato dalla 28a settimana del periodo gestazionale con vitalità fetale. In situazioni urgenti, di solito viene eseguito un taglio cesareo, la consegna attraverso il canale del parto è possibile solo con fratture marginali o stabili con frammenti imparziali. Per salvare un bambino durante la morte di una donna incinta, viene eseguito un taglio cesareo post mortem. Le lesioni pelviche subite prima della gravidanza non servono come indicazione assoluta per il parto chirurgico, eseguito nel 61-64% dei pazienti con pelvi post-traumatico.

    Quando e come le ossa pelviche iniziano a divergere durante la gravidanza?

    Durante la gravidanza, il corpo femminile si adatta al massimo allo sviluppo e alle esigenze del bambino. Sfortunatamente, tali metamorfosi a volte non vanno a beneficio della donna incinta stessa. A proposito di come le ossa del bacino si spezzano senza pietà durante la gravidanza, alcune madri ricordano anche molti anni dopo il parto. Perché sorge la patologia e come tollerarla, leggi l'articolo.

    Il disagio e il dolore nell'area pelvica sono considerati compagni frequenti di gravidanza. Se il disturbo è apparso, non puoi liberartene completamente: devi acquisire forza e soffrire di briciole prima della nascita. Dopo il parto, lo stato di salute si normalizza gradualmente nel corso di 2-6 mesi. Le cause e le misure preventive della malattia saranno discusse ulteriormente..

    Come succede e perché c'è una discrepanza nelle ossa pelviche nelle donne in gravidanza?

    L'osso pelvico di una donna adulta è costituito da tre parti principali: pubica, sciatica e iliaca. Di fronte, due ossa sono collegate nella regione pubica, formando un'articolazione pubica. Insieme al sacro e al coccige, formano il bacino. È fissato su tutti i lati da legamenti e cartilagine.

    La divergenza di ossa colpisce principalmente le aree pubiche e sacrali. La cartilagine che collega le ossa pubiche diventa morbida e può diffondersi fino a 0,5 cm. Questo processo facilita il passaggio del bambino attraverso il canale del parto e previene le fratture delle ossa pelviche di una donna durante il parto.

    Oltre alla discrepanza ossea, la posizione del coccige cambia. Sotto l'influenza del relaxin, acquisisce la capacità di distendersi. Le sensazioni spiacevoli di una donna sono causate dalla mobilità dell'apparato pelvico, da un cambiamento nella posizione delle ossa e dall'allungamento di legamenti precedentemente immobili. Tuttavia, il dolore pelvico si verifica spesso per altri motivi:

    • un grande carico sulla colonna vertebrale a causa del sovrappeso;
    • un cambiamento nella posizione dei legamenti che collegano l'utero e il sistema muscolo-scheletrico;
    • insufficiente calcio e vitamina D nel corpo;
    • patologia della colonna vertebrale e delle ossa.

    Cambiamenti nel sistema muscolo-scheletrico di una donna incinta

    I cambiamenti nel sistema muscoloscheletrico durante la gravidanza sono dovuti ad un aumento della massa e del volume dell'utero, di conseguenza, il centro di gravità del corpo si sposta. In una donna, la colonna vertebrale si raddrizza, appare la lordosi lombare (flessione della colonna vertebrale, convessa in avanti). Il torace si espande, le costole si alzano. Nel tessuto osseo stesso, ci sono anche cambiamenti associati a cambiamenti nell'equilibrio fosforo-calcio e aumento dell'afflusso di sangue alle ossa. Il processo è accompagnato da un allentamento del tessuto connettivo dei legamenti articolari e della cartilagine. Cambiamenti simili si verificano sotto l'influenza dell'ormone relaxin, che si forma nella placenta..

    In una donna, aumenta la mobilità delle articolazioni sacrali. Le ossa pelviche nelle ultime fasi della gravidanza si ammorbidiscono e si espandono leggermente. Questo processo si riflette nell'andatura, diventa un'anatra. Anche l'articolazione lombosacrale cambia posizione e diventa mobile. Anche le ossa pubiche divergono. Tutti questi cambiamenti contribuiscono ad un aumento delle dimensioni dell'ingresso del piccolo bacino per facilitare il passaggio della testa del feto durante il parto.

    Quali sono i segni di allargamento pelvico?

    I cambiamenti sono evidenti non solo per la donna stessa, ma anche per quelli che la circondano. L'espansione pelvica è accompagnata dai seguenti sintomi:

    • L'andatura sta cambiando. A causa di processi nel sistema muscolo-scheletrico, una donna istintivamente allarga i piedi. L'andatura ricorda un'anatra.
    • Lo stomaco si gonfia in avanti. La mobilità dell'articolazione sacrale porta al fatto che l'angolo di inclinazione del bacino. Per mantenere l'equilibrio, la donna incinta deve mettere lo stomaco in avanti e piegare indietro la parte superiore del corpo.
    • Compaiono dolori pubici. Sensazioni spiacevoli sorgono quando la futura mamma è in una posizione per lungo tempo.
    • Dolore al coccige durante una lunga seduta.

    Quando inizia questo processo?

    La produzione intensiva di relaxina nel corpo in gravidanza inizia tra le 17-20 settimane. Durante questo periodo, la maggior parte delle donne inizia a sentire una discrepanza nelle ossa pelviche. Tuttavia, il processo di espansione pelvica può verificarsi in qualsiasi fase della gravidanza.

    Molte donne iniziano a camminare in un'anatra e avvertono dolore pubico nel primo trimestre e in alcune donne in gravidanza le ossa non divergono fino alla 30a settimana di gravidanza. Sia l'inizio tardivo che precoce del processo non sono considerati segni di patologia. Gli esperti chiamano i seguenti motivi per i diversi tempi dei cambiamenti nelle ossa pelviche:

    • predisposizione ereditaria;
    • la capacità individuale del corpo di produrre una diversa quantità di ormoni;
    • complicanze che accompagnano la gravidanza;
    • la concentrazione di calcio e vitamine nel corpo;
    • parametri pelvici.

    Cos'è la sinfisite?

    Secondo la classificazione medica, se il nome della malattia termina in -it, significa che ha un carattere infiammatorio. In questo caso, la sinfisite non è solo un'infiammazione, ma anche eventuali cambiamenti a cui l'articolazione pubica subisce durante la gravidanza: rammollimento, gonfiore, distensione, distensione o rottura. Durante questo periodo, l'articolazione del pube diventa particolarmente mobile in preparazione al parto.

    Codice ICD-10

    ICD-10 - la classificazione internazionale delle malattie della decima revisione. Secondo lei, tutte le malattie sono divise in classi in base al quadro clinico e ci sono ventuno classi. La sinfisite o la sinfisiopatia durante la gravidanza appartengono alla classe "Gravidanza, parto e puerperio" (O00 - O99), blocco O20 - O29, gruppo O26.

    Letteralmente, la sinfisite durante la gravidanza è un'infiammazione dell'articolazione pubica. Non è così comune In attesa del bambino, è più corretto usare il termine "sinfisiopatia".

    • Significa un eccessivo rammollimento della cartilagine, un aumento della distanza tra le ossa di oltre 0,5 cm.
    • In una donna non incinta, la distanza tra le ossa pubiche è di circa 0,2 cm.
    • All'età di 18-20 anni, può essere leggermente aumentato (fino a 0,6 cm), quindi diminuisce gradualmente.

    Se al momento della nascita le ossa pubiche divergono tuttavia, a volte con una rottura della sinfisi, questo si chiama sinfisiolisi. A volte al posto della loro divergenza, inizia il processo infiammatorio. Queste sono sinfisite.

    In quali casi, il dolore è un segno di complicazione?

    Il disagio con la divergenza delle ossa pelviche è un normale processo fisiologico durante la gravidanza. Tuttavia, una donna dovrebbe informare il medico di tutti i cambiamenti nella salute, poiché a volte il dolore nell'area pelvica indica complicazioni. Il principale pericolo durante l'espansione pelvica è lo sviluppo della sinfisiopatia.

    La sinfisiopatia è una discrepanza patologica delle ossa della regione pubica di oltre 5 mm. Si verificano i seguenti sintomi:

    • disagio durante il rapporto sessuale;
    • forte dolore al pube;
    • aumento del dolore delle ossa pubiche durante il movimento;
    • è doloroso toccare l'area pubica;
    • sensazione di clic nel pube;
    • incontinenza urinaria;
    • sensazione di pressione nella parte inferiore del bacino;
    • mal di schiena lombare.

    La sinfisiopatia appare più spesso a causa della capacità individuale della cartilagine di una donna di allungare eccessivamente. Gli specialisti identificano anche le seguenti cause di patologia:

    • indebolimento dei legamenti e della cartilagine a causa della mancanza di vitamine e minerali;
    • nefropatia
    • malattie congenite o acquisite del sistema muscolo-scheletrico;
    • brevi pause tra le gravidanze.

    La complicazione non influisce sul feto, ma provoca un notevole disagio alla futura mamma. Con grave sinfisiopatia, una donna può perdere la capacità di camminare. Se le ossa divergono di oltre 5 mm, la consegna viene eseguita per taglio cesareo.

    Disfunzione pubica

    Una delle cause della divergenza patologica della sinfisi è la DLS. Nella patogenesi di questo fenomeno ci sono tre fasi: 1. Il periodo prima del parto. Legami principali: ereditarietà, dolore lombare all'inizio della gravidanza, ipo - o iperattività, uso di contraccettivi orali, lesioni traumatiche al bacino o alla schiena. Forse lo sviluppo del DLS nelle donne nate ripetute. 2. La nascita stessa. Chirurgia ostetrica, feto di grandi dimensioni o posposto. 3. Il periodo dopo il parto. lattazione.

    Cosa fare con il dolore alle ossa pelviche: metodi di trattamento e prevenzione

    Se il dolore alle ossa pelviche è moderato, non necessitano di trattamenti speciali. Per ridurre il dolore, si raccomanda alla futura mamma di ridurre l'attività fisica e arricchire la dieta con cibi contenenti una grande quantità di calcio. Per ridurre il carico sulla colonna vertebrale e sulle ossa del bacino, si raccomanda alle donne di effettuare uno speciale massaggio di supporto.

    Con un forte dolore, il medico determina i metodi per eliminare la patologia dopo aver chiarito la natura del disturbo. I seguenti metodi di trattamento vengono utilizzati per eliminare il disagio:

    • L'uso di calcio e vitamina D. Il dosaggio e la frequenza d'uso sono determinati dopo l'analisi del calcio nel corpo. Il calcio non è prescritto nelle ultime settimane di gravidanza, poiché porta a una precoce ossificazione della cartilagine del feto.
    • Assunzione di antidolorifici. Le medicine non eliminano le cause della patologia, ma contribuiscono a migliorare il benessere delle donne. Sono prescritti a dosi moderate solo per il dolore intenso..
    • Fisioterapia. La maggior parte delle procedure durante la gravidanza sono pericolose, quindi sono prescritte individualmente.

    La prevenzione del dolore con divergenza delle ossa pelviche deve essere effettuata non solo durante la gravidanza, ma anche durante la sua pianificazione. Le misure preventive includono:

    • Nutrizione appropriata. La futura mamma ha bisogno di mangiare cibi che forniscono al suo corpo abbastanza vitamine e minerali. Il cibo deve essere vario e adeguatamente preparato. Gli alimenti grassi, fritti, salati e piccanti non devono essere abusati..
    • Controllo del peso corporeo. In caso di sovrappeso, le ossa pelviche subiscono un carico maggiore, che porta a dolore e ad un'eccessiva discrepanza ossea.
    • Moderata attività fisica. Durante la gravidanza sono necessarie passeggiate giornaliere. È necessario evitare movimenti bruschi, salti, sollevamento pesi. La ginnastica per le donne in gravidanza, lo yoga, il nuoto in piscina aiutano a rafforzare il sistema muscolo-scheletrico e preparano i legamenti per lo stretching. Una serie separata di esercizi è stata sviluppata per ogni trimestre..
    • Evitare una lunga permanenza in una posizione nelle ultime fasi della gravidanza.
    • Indossa abiti e scarpe comode.

    Perché l'area pelvica fa male durante la gravidanza?

    Tutti gli organi della piccola pelvi di una donna incinta nel terzo trimestre avvertono la pressione di un utero in crescita. Pertanto, anche le ossa pelviche fanno male. Ma tali dolori possono apparire nelle donne nelle prime fasi. In questo caso, la causa è l'allungamento dei legamenti uterini rotondi. Dopotutto, l'utero nel bacino è fissato da un complesso di legamenti. Non consentono all'organo principale del sistema riproduttivo di deviare in avanti. Questi legamenti sono formati dal tessuto connettivo e si allungano molto male. Ma è già così inerente alla natura che l'utero della futura madre sta aumentando e il tessuto connettivo dovrebbe essere allungato. E uno speciale ormone relaxin appare nel sangue di una donna, il che aumenta l'estensibilità dei tessuti.

    Eppure, il dolore della distorsione preoccupa in un modo o nell'altra donna durante la gravidanza. A volte possono essere molto nitidi e quando cambi la posizione del corpo scompaiono. La maggior parte delle donne si è già abituata a tale dolore nelle ultime settimane di gravidanza.

    Diagnostica

    La diagnosi viene stabilita sulla base del quadro clinico, dei reclami dei pazienti e dopo l'esame da parte di specialisti. Come ulteriori studi, vengono effettuati:

    • Ultrasuoni, durante i quali è possibile determinare la presenza o l'assenza di una discrepanza, un grado approssimativo e anche di verificare l'integrità di tutti gli altri organi della piccola pelvi (vescica, ecc.).
    • Radiografia delle ossa pelviche: un modo economico e abbastanza informativo per stabilire una diagnosi.
    • La risonanza magnetica consente di identificare accuratamente tutti i difetti ossei.
    • La TAC in larga misura mostrerà cambiamenti nei tessuti molli, così come la cartilagine nell'articolazione pubica.

    Dopo aver eseguito almeno due di qualsiasi studio, puoi finalmente stabilire una diagnosi e determinare le tattiche di condurre una donna.

    Sulla discrepanza delle ossa pelviche

    Si noti che dalla 17-20a settimana di gravidanza, i cambiamenti nel bacino si riflettono nell'andatura della donna. E questo accade perché le ossa pelviche divergono. Diventano mobili. Questa è una preparazione graduale del corpo femminile per il parto. Una donna, quando cammina, inizia a piegarsi leggermente indietro. Si scopre che la sua pancia è come se sporgesse in avanti e la sua andatura diventa come un'anatra. Fu durante questo periodo di gestazione che le future madri che ancora indossavano scarpe col tacco le rifiutarono. Dopotutto, camminare con i tacchi diventa molto scomodo.

    Le stesse ossa pelviche non cambiano. Questa è solo la quantità di calcio in essi può diminuire. E questo è dovuto al fatto che il calcio sta portando via intensamente il bambino in via di sviluppo. Se la madre consuma piccoli alimenti contenenti calcio, il dolore pelvico può essere sentito di più. La divergenza delle ossa pelviche durante la gestazione si verifica a causa di cambiamenti nelle strutture dei tessuti molli, cioè della sinfisi - una densa cartilagine che collega le ossa del bacino di fronte. La mobilità della sinfisi consente solo alla testa del bambino di passare attraverso il canale del parto della madre.

    È la discrepanza delle ossa che causa dolore nell'area pubica e sinfisi. Se il corpo femminile è carente di calcio, si sviluppa la sinfisite.

    L'estensione delle ossa pelviche si applica anche al coccige. Un piccolo osso con un osso sacro ha un'articolazione sedentaria. Di norma, viene deviato nel bacino. Il coccige durante il parto potrebbe interferire, ad esempio, per lussare, se non per il rilassamento dell'articolazione sacrococcigea. Nelle future madri, questo piccolo osso si discosta posteriormente. Pertanto, non interferisce con l'avanzamento del bambino attraverso il canale del parto. Il dolore causato dalla mobilità del coccige appena prima del parto è aggravato quando si è seduti, specialmente su una superficie morbida..

    La divergenza del bacino si applica all'articolazione lombosacrale. In questa zona del sistema muscolo-scheletrico aumenta la mobilità. Questo succede all'inizio del terzo trimestre. Il bacino nel processo di consegna con la colonna vertebrale è un unico piano e l'articolazione sopra diventa più mobile.

    Se una donna partorisce lei stessa, senza l'aiuto di ostetrici, allora prende intuitivamente quelle pose in cui l'avanzamento del bambino non è difficile, cioè si accovaccia, si sporge in avanti, si appoggia a qualcosa. Al fine di raddrizzare l'asse del canale del parto nel reparto di maternità, speciali cuscini (polsters) sono posizionati sotto i glutei. Tuttavia, anche prima che una donna entri in ospedale, la mobilità dell'articolazione lombosacrale provoca dolore. Sono più sentiti da quelle donne i cui muscoli della schiena sono deboli. Non c'è da stupirsi che affermino che per gli atleti è più facile partorire. Inoltre, le donne che hanno avuto problemi alla colonna vertebrale prima della gravidanza possono avvertire dolori al bacino prima del parto: le loro ossa pelviche divergono più pesante e più lentamente.

    Dopo la nascita, il dolore pelvico scompare in un periodo da due a sei mesi.

    Possibili malattie

    Molte donne in gravidanza hanno una condizione come la sinfisite. Le ossa pubiche sono collegate tra loro da un disco fibro-cartilagineo: la sinfisi. Sotto l'influenza di ormoni e pressione fetale, la sinfisi viene allungata di 5-6 mm o più. Man mano che questa discrepanza aumenta e l'infiammazione si unisce, diagnosticano la sinfisite.

    La sinfisite è caratterizzata da sensazioni dolorose quando si cammina, si modifica la posizione del corpo, l'attività fisica. L'andatura cambia (diventa come un'anatra), c'è disagio durante la minzione e la defecazione.

    La malattia viene diagnosticata per palpazione. Quando si preme sulla sinfisi nella regione pubica, si verifica dolore acuto. Per la diagnosi viene utilizzato anche l'ecografia, che tuttavia consente piccoli errori. Più precisamente, il grado di sinfisite consente di stabilire un esame radiografico. Se la discrepanza è superiore a 1 cm, i medici possono decidere di dirigere verso un taglio cesareo.

    La rottura della sinfisi durante il parto è un fenomeno raro, che richiede un intervento chirurgico e un lungo riposo a letto per diversi mesi.

    Cause del dolore pelvico

    Allo stato normale, le ossa pelviche sono articolate da un tessuto cartilagineo molto denso, che garantisce l'immobilità delle articolazioni sacrale pubica e iliaca. Durante la gravidanza, questi composti sono soggetti a una pressione in costante aumento a causa dello sviluppo del bambino e della sua crescita. Nel secondo trimestre di gravidanza, viene attivato il rilascio dell'ormone relaxina, che ammorbidisce i tessuti articolari e tendinei, provocando una divergenza facilitata delle ossa pelviche entro limiti normali. Questo processo è accompagnato da una sinfisiopatia naturale - una sensazione di dolore tirante o dolorante nella pelvi che non aumenta con il tempo.

    La discrepanza pelvica è accompagnata da una sinfisiopatia naturale - una sensazione di dolore tirante o dolorante nella pelvi che non aumenta con il tempo.

    Se la condizione delle articolazioni delle ossa pelviche non corrisponde alla norma, il rilassamento provoca un eccessivo rammollimento della sinfisi. Durante il portamento del bambino, un aumento del suo peso, i muscoli addominali non possono colmare il deficit di resistenza delle articolazioni e dei tendini, a seguito del quale c'è un'eccessiva divergenza delle ossa della sinfisi. Diventa mobile e l'attrito delle ossa o la violazione del tessuto articolare trofico causano infiammazione - sinfisite. Le cause della sinfisite includono:

    • Violazione del metabolismo del calcio-fosforo.
    • Carenza di vitamina D..
    • osteoporosi.
    • Infezioni urogenitali croniche.
    • Predisposizione genetica.

    Sintomi di Symphysiopathy

    I primi sintomi della sinfisiopatia compaiono alla fine del 2o - inizio del 3o trimestre di gravidanza. Se le ossa pelviche durante la gravidanza divergono a una distanza normale, i sintomi non aumentano. Scompaiono completamente con un riposo completo della futura madre.

    I primi sintomi della sinfisiopatia compaiono alla fine del 2o - inizio del 3o trimestre di gravidanza.

    La sinfisiopatia minacciosa si manifesta con dolori che crescono in proporzione all'età gestazionale. Di regola, per lei la futura mamma non può stare in piedi o addirittura sedersi. I segni dello sviluppo della sinfisite sono:

    • Costante dolore doloroso al bacino.
    • Dolore acuto alle ossa pelviche quando si cambia posizione.
    • Gonfiore del pube.
    • Grave dolore alla palpazione.
    • La comparsa di uno scricchiolio specifico o clic nel pube a causa dell'eccessiva mobilità ossea.
    • Dolore acuto quando si cerca di rotolare dall'altra parte mentre si è sdraiati.

    Sulla base dei reclami della donna incinta, il medico può prescrivere una ecografia dell'articolazione pubica per determinare con precisione il grado di discrepanza nelle ossa pelviche. Con la sinfisiopatia di 2 ° grado, va da 6 a 10 mm. Se le ossa pelviche della donna incinta si sono diffuse su una distanza superiore a 10 mm, il medico può fare a meno degli ultrasuoni, perché il suo dito cadrà nella cavità articolare risultante. In questo caso, il medico nota una discrepanza nelle ossa pelviche di 3 ° grado.

    Metodi di trattamento: ho bisogno di un intervento chirurgico

    I cambiamenti fisiologici nella sinfisi pubica sono reversibili: le ossa pelviche si insediano entro due mesi dalla fine della gravidanza. Con il 2 ° e il 3 ° grado di sinfisiopatia, a una donna vengono prescritti farmaci, terapia fisica, indossando una benda. Con una forte discrepanza delle ossa pelviche e un indebolimento dell'apparato tendineo, viene considerata la consegna per taglio cesareo.

    Il trattamento farmacologico della sinfisite implica la nomina di tali farmaci:

    • antibiotici.
    • Farmaci antinfiammatori.
    • antidolorifici.

    L'uso di farmaci da questi gruppi è estremamente indesiderabile per le donne in gravidanza, quindi il motivo della loro nomina è solo casi gravi di sinfisite, quando l'uso di medicinali per la salute della madre supera il potenziale rischio per il bambino.

    Sulla base di test di laboratorio sulle urine e sul sangue di una dottoressa incinta, il medico determina la necessità di prescrivere preparati di calcio ed ergocalciferolo.

    Sulla base di test di laboratorio sulle urine e sul sangue di una donna incinta, il medico determina la necessità di nominare preparazioni di calcio ed ergocalciferolo. A causa del rischio di ossificazione prematura dello scheletro del feto, i medici prescrivono questi farmaci solo per carenza di vitamina. Con carenza non critica, si limitano alla nomina di multivitaminici per donne in gravidanza.

    Alle prime manifestazioni di sinfisiopatia, i medici raccomandano di riposare completamente, ma non limitare l'attività motoria. Un'opzione ideale per gli esercizi sportivi è la terapia fisica, che viene insegnata in corsi per donne in gravidanza..

    Con un'eccessiva divergenza delle ossa pelviche, la futura mamma raccomanda:

    • Monitoraggio stazionario.
    • Indossa una benda speciale o lega i fianchi con un lenzuolo.
    • Limitazione dell'attività motoria.

    Tale patologia è pericolosa per rottura della sinfisi pubica o divergenza delle ossa pelviche di 20 mm o più. In questo caso, alla donna incinta viene promesso un periodo di recupero fino a 8 mesi, nonché il rischio di una perdita completa della sua capacità di muoversi autonomamente. Per questo motivo, con una grande discrepanza, viene indicato un taglio cesareo..

    Una donna incinta dovrebbe informare il suo medico di eventuali segni di sinfisiopatia. Un'attenta osservazione, nonché misure tempestive per prevenire un'eccessiva divergenza delle ossa pelviche, possono preservare la salute della futura madre.

    Prevenzione

    La salute della futura madre e del bambino stesso dipende dal suo stile di vita, è consigliabile pianificare una gravidanza in anticipo e prepararsi. Le seguenti misure dovrebbero essere prese per ridurre la probabilità di discrepanza ossea pelvica:

    1. Fornire al corpo durante la gravidanza tutte le vitamine e i minerali necessari.
    2. Esegui i bagni di sole nella stagione calda per aiutare a rafforzare legamenti e ossa.
    3. Continua un'attività fisica moderata dal primo mese fino alla fine della gestazione.
    4. Nella fase di pianificazione del concepimento, dovrebbe essere completato un esame completo e il trattamento delle infezioni croniche del sistema genito-urinario.
    5. Scegli correttamente una benda e indossala fino al momento del parto (su raccomandazione di uno specialista).
    6. Mentre trasporti il ​​bambino, passa a scarpe comode senza tacco. Le scarpe modello spostano costantemente il baricentro e possono portare a conseguenze irreversibili. Inoltre, è molto difficile mantenere l'equilibrio con un tacco alto con un addome in crescita, che è altamente probabile che porti a una caduta.
    7. Se viene rilevata una discrepanza significativa, non insistere sulla consegna naturale, ma accettare un taglio cesareo. In questo caso, puoi evitare la probabilità di sviluppare paralisi e attività motoria compromessa..

    Per ricette di riferimento per fare scrub fatti in casa per smagliature e cellulite.

    Quando le ossa pelviche iniziano a divergere

    La natura concepita in modo che il corpo della donna sia in grado di sopportare e dare alla luce un bambino. Le ossa pelviche a un certo punto mostrano mobilità e consentono al bambino di attraversare il canale del parto. Ma non sempre tutto va in questo modo, si trovano spesso deviazioni e patologie. Pertanto, è necessario fare attenzione a eventuali cambiamenti nello stato.

    Alla prima gravidanza


    Le ossa pelviche iniziano a divergere alla fine del secondo trimestre. L'utero in questo momento è già grande e inizia a premere o spostare organi interni, legamenti. Questa è una condizione normale. Naturalmente, un tale fenomeno è accompagnato da sensazioni spiacevoli, ma non sono costanti e tolleranti. Tuttavia, se si stavano sviluppando in quelli cronici e causavano disagio, è necessario consultare un medico.

    Nella prima gravidanza, un tale processo si svolge esattamente allo stesso modo di quelli successivi. Naturalmente, se esiste il rischio di sviluppare sinfisite, viene prestata la massima attenzione a questo. Gli specialisti non identificano le date specifiche in cui inizia la discrepanza ossea, perché è individualmente.

    Con gravidanza ripetuta


    Ogni gravidanza nella stessa donna passa con caratteristiche distintive, quindi non esiste una sequenza temporale esatta per la possibilità di discrepanze nelle ossa pelviche. Ma di solito questo accade nel terzo trimestre a causa della preparazione del corpo al parto e, se il bambino è grande, inizia a mettere la testa sugli organi interni della madre.

    In presenza di sinfisite nelle precedenti gravidanze, prima di una nuova concezione, il paziente deve sottoporsi a un esame, bere un corso di rafforzamento delle vitamine, coordinarsi con un medico osservatore in modo che non ci siano problemi.

    Da quale settimana il bacino o il perineo iniziano a fare male?

    Le sensazioni spiacevoli nel perineo di solito compaiono entro la fine del secondo trimestre, quando l'utero inizia a esercitare pressione sugli organi interni e sembra che possa cadere.

    Ciò contribuisce all'aumento di peso, all'aumento e al carico sullo scheletro. Ma non ci sono periodi e date esatte in cui inizia il dolore. Dipende da molti fattori, ad esempio, dal grado di rammollimento della cartilagine, dall'elasticità dei legamenti, dal calcio e dalle caratteristiche individuali del corpo.

    Per alleviare il dolore, i medici raccomandano:

    • l'adozione di complessi vitaminici;
    • nella seconda metà della gravidanza - condurre uno stile di vita calmo;
    • consumare cibi a base di calcio
    • indossare una benda speciale;
    • indossare scarpe comode;
    • eseguire ginnastica leggera.

    Come determinare la normale discrepanza ossea prima del parto

    Per determinare come procede correttamente la gravidanza e si verifica la discrepanza ossea, è possibile utilizzare l'ecografia. Durante la gravidanza, lo specialista monitora le condizioni della donna in travaglio e del feto, monitora attentamente i cambiamenti nello scheletro. Pertanto, è importante sottoporsi agli ultrasuoni in modo tempestivo, non ignorare le raccomandazioni del medico.

    La patologia della discrepanza delle ossa pelviche è - un forte ammorbidimento della cartilagine - sinfisi. Un'anomalia è considerata un'espansione di oltre 0,5 cm. Con questa patologia è necessaria una costante supervisione medica.

    Il metodo di consegna può essere naturale e utilizzando un taglio cesareo, dipende da fattori correlati:

    • dimensione fetale;
    • malattie del paziente;
    • altre complicazioni della gravidanza.

    Se l'espansione delle ossa pelviche è superiore a due centimetri, si raccomanda un taglio cesareo. L'operazione ridurrà possibili rischi e complicazioni nel processo del parto, preserverà la salute di donne e bambini.

    Durante la gravidanza, si verifica una normale divergenza delle ossa pelviche, che è accompagnata da sensazioni spiacevoli. Ma se i dolori diventano cronici, dovresti consultare un medico per escludere lo sviluppo della patologia.

    Sintomi

    Ora è diventato chiaro che la sinfisiopatia porta alla divergenza delle ossa pelviche. I primi segni possono apparire durante la gravidanza. Poiché il deposito di calcio è esaurito, i denti iniziano a sgretolarsi, compaiono crampi notturni, affaticamento, parestesia e si sviluppano unghie fragili. Con una leggera divergenza della sinfisi, appare il dolore, sono volatili e molto simili all'osteocondrosi o alla radicolite. Il dolore nelle fasi successive appare con una posizione prolungata, camminando. Sono più pronunciati, il che ti fa cambiare posizione. Pertanto, una donna non dovrebbe chiedersi: come espandere il bacino prima del parto, la natura stessa farà tutto.

    Leggi Gravidanza Pianificazione