La patologia della gravidanza è una complicazione nel periodo di gestazione che si verifica a seguito della gestazione e porta a una violazione del suo corso naturale. Nella fase iniziale, sono asintomatici e quando si sviluppano i disturbi, la donna incinta inizia a lamentarsi di algio nella regione addominale, scarico, gonfiore, emicrania e assenza di movimento fetale.

Per diagnosticare il problema, vengono utilizzati ultrasuoni, test, diagnosi prenatale invasiva, pelviometria MRI e altro. A seconda delle condizioni della futura madre e bambino, la terapia può mirare sia a preservare che a interrompere artificialmente il portamento del feto.

Soddisfare

Patologia della gravidanza: tipi comuni

Sulla base di statistiche ostetriche, solo il 50% delle gravidanze si verifica senza problemi e complicazioni. I ginecologi hanno spesso a che fare con:

  • tossicosi;
  • aborti spontanei;
  • Nascita prematura;
  • La nascita di bambini con prematurità profonda;
  • Neonati con patologie;
  • Acqua bassa;
  • Preeclampsia ed eclampsia;
  • gestosi;
  • Placenta previa.

Altri tipi di patologie sono estremamente rari..

Ciò che provoca la comparsa di patologie in gravidanza

Le complicazioni che si presentano nella fase della gestazione sono provocate da molti fattori sia da parte del nascituro che da parte del corpo della madre.

Vengono presentate le condizioni patologiche più comuni:

  • Patologia somatica extragenitale - se una donna ha problemi con il sistema cardiovascolare o soffre di malattie renali croniche, può sviluppare gestosi tardiva. Inoltre, questi problemi possono portare ad esacerbazione di eventuali disturbi cronici esistenti..
  • Endocrinopatia - se la futura madre ha un'interruzione della regolazione ipotalamo-ipofisaria e della funzione endocrina delle ovaie, allora c'è una violazione del processo di impianto della cellula uovo e cambia anche la contrattilità dello strato interno delle pareti uterine. La presenza di diabete porta a deviazioni microcircolatorie sia nel corpo femminile che nella placenta del bambino.
  • Disturbi ginecologici di tipo infiammatorio - se una donna ha salpingite, endometrite o annessite, ci sono gravi rischi di una gravidanza extrauterina. Nella cervicite cronica può verificarsi insufficienza istmico-cervicale. E con i disturbi di un'eziologia infettiva, ci sono rischi per infettare un futuro bambino in utero.
  • Anomalie dello sviluppo uterino - se l'utero ha un setto o si osserva la sua infanzia, bicorne o forma della sella, spesso queste carenze provocano aborti spontanei, nascite premature, distacco placentare e insufficienza, nonché carenza di ossigeno nel feto.

Patologia della gravidanza o complicazione del parto in passato

Il parto posticipato o l'aborto spontaneo durante una gravidanza precedente portano ad aborti spontanei nelle prime fasi. Se ci sono cicatrici sulla cervice dopo la nascita passata, l'attuale gravidanza può essere complicata dalla rottura dell'utero e dal sanguinamento grave, specialmente se è multipla.

  • Perdite, polidramnios e tossicosi tardiva - tali problemi spesso preoccupano le donne in gravidanza multipla e possono portare ad aborto spontaneo.
  • Disturbi eziologici infettivi - le malattie provocate da virus o batteri possono portare ad aborto spontaneo o parto prematuro, esacerbare disturbi cronici, aggravare la gestosi esistente e anche causare infezione intrauterina o processo infiammatorio delle membrane della vescica fetale.
  • Problemi immunologici - spesso si osserva un aborto spontaneo con conflitto di Rhesus o con sindrome antifosfolipidica nella gestante.
  • Anomalie genetiche nel feto - la causa più comune di aborto precoce sono le anomalie cromosomiche che rendono l'embrione non vitale.
  • Complicanze iatrogene - eseguite amniocentesi, biopsia della placenta, amnioscopia, cordocentesi o orlo cervicale eseguito, possono portare alla rottura della vescica fetale e al parto prematuro o all'infezione intrauterina.

Ulteriori fattori patologici includono cattive abitudini e il mantenimento di uno stile di vita asociale. Il rischio di sviluppare un corso patologico di gestazione è nelle donne di età inferiore alla maggioranza o in coloro che hanno attraversato il traguardo dei trentacinque anni, sono obesi, conducono uno stile di vita sedentario, sperimentano eccessivo stress psicoemotivo e fisico.

Patologia della gravidanza: classificazione delle complicanze

La classificazione delle patologie del cuscinetto fetale si basa su chi è portatore delle anomalie e a quale livello sono sorti - nella futura madre, nel bambino, nella struttura embrionale o nel sistema "madre-fetale".

Le complicazioni più comuni sono:

  • Disturbi e condizioni che si verificano durante la gestazione. Sono rappresentati da diabete gestazionale, tossicosi precoce, tireotossicosi, gestosi tardiva, anemia, vene varicose. Poiché la gravidanza porta a cambiamenti funzionali nei reni, possono svilupparsi malattie urologiche infiammatorie.
  • Complicanze di malattie esistenti. Poiché durante la gravidanza compaiono carichi significativi sul corpo, portano a una esacerbazione di patologie croniche somatiche ed endocrine rappresentate da ipertensione, tireotossicosi, diabete, ipotiroidismo, malattie gastrointestinali e ipertensione. In alcuni casi, si sviluppa insufficienza renale o cardiaca.
  • La minaccia di aborto spontaneo e aborto spontaneo. La gravidanza in questo caso termina con la nascita prematura del bambino o un aborto precoce o tardivo.

Gravidanza extrauterina

Patologia, quando un uovo fetale non viene impiantato nella cavità uterina, ma nella tuba di Falloppio. In questo caso, l'embrione si sviluppa, cresce e porta alla rottura del tubo e al sanguinamento interno grave, che, senza un'adeguata assistenza medica, provoca la morte..

  • Difetti genetici. Le anomalie a livello genetico portano a malformazioni, aborti spontanei e gravi malattie nel nascituro.
  • Infezione intrauterina. L'infezione da virus o batteri si verifica a causa di un atteggiamento negligente della futura madre nei confronti della sua salute e del trattamento prematuro da parte di uno specialista. A seguito di infezione, può verificarsi un aborto spontaneo, può svilupparsi una patologia, la gravidanza può terminare o potrebbe esserci un problema di nascita.
  • Carenza di ossigeno nel feto. Una condizione simile si sviluppa con l'ipossia, che provoca ischemia e cambiamenti necrotici in vari organi. Come risultato di tali problemi, il feto sviluppa patologia o il bambino nasce morto.
  • Ipotrofia. Se il bambino è in ritardo nello sviluppo, può sviluppare ipossia alla nascita, non sarà in grado di respirare da solo, dopo il parto avrà una termoregolazione compromessa, un cervello danneggiato o svilupperà una polmonite carica di morte.
  • Presentazione. Se il bambino ha una presentazione obliqua o pelvica, possono verificarsi complicazioni durante il parto, quindi, per evitarle, viene eseguito un taglio cesareo.

Gravidanza congelata

Con la morte intrauterina del feto, si sviluppano gravi patologie infiammatorie nella cavità uterina, tra cui peritonite e avvelenamento del sangue, che possono causare la morte di una donna.

  • Patologia placentare. Nelle strutture tissutali della placenta, possono formarsi formazioni cistiche o tumorali, processi infettivi e infiammatori, nonché varie anomalie, che portano all'incremento della placenta verso la parete uterina, il suo distacco o presentazione può svilupparsi.
  • Patologie ombelicali. Le malattie non trattate di eziologia infettiva portano allo sviluppo dell'infiammazione del cordone ombelicale, a seguito della quale può accorciare, allungare e possono formarsi cisti, nodi ed ematomi.
  • Patologie delle membrane delle membrane. Con problemi al sacco fetale, possono svilupparsi corioamnionite, perdite d'acqua, molta o mancanza d'acqua e rottura prematura del liquido amniotico.
  • Insufficienza fetale. Questa complicazione porta a violazioni della struttura e delle funzioni della placenta, che provoca morte fetale, ipossia o malnutrizione.
  • Conflitto di Rhesus. Quando si verifica questa condizione, i globuli rossi del bambino iniziano a rompersi e si sviluppa l'ittero emolitico.

Se si riscontrano complicazioni, prima di tutto, si dovrebbe prendere in considerazione il momento in cui sono comparse. Le complicazioni sono precoci e portano ad aborti spontanei, nonché in ritardo, che influenzano il corso della gestazione e lo sviluppo del futuro bambino.

Sintomi della patologia della gravidanza

Nonostante il fatto che tra alcune patologie e l'età gestazionale vi sia una connessione definita, esiste una sintomatologia che indica la presenza di complicanze. Il primo sintomo si manifesta in un algio nella regione addominale, che può dare alla regione lombare. Si verifica con una gravidanza extrauterina, la minaccia della sua interruzione e della nascita precoce. C'è anche vertigini, debolezza e, in alcuni casi, la futura madre potrebbe perdere conoscenza. Se una donna ha un disturbo di eziologia infiammatoria, al dolore si aggiunge anche un aumento degli indicatori di temperatura.

Con aborto spontaneo, parto prematuro, distacco di placenta o presentazione, una donna incinta è preoccupata per lo spotting. Purulento può apparire con infiammazione e acquoso con perdite o deflusso di liquido amniotico.

A giudicare sensatamente, quando si porta un feto, qualsiasi cambiamento negativo nelle condizioni di una donna può essere un sintomo di possibili patologie. Il primo trimestre è caratterizzato da tossicosi con vomito e nausea. Con la gestosi alla fine del secondo - inizio del terzo trimestre, appare un'emicrania con localizzazione nella parte posteriore della testa, gonfiore degli arti inferiori, nausea, vertigini e vomito.

Un aumento degli indicatori di temperatura indica la presenza di disturbi di un'eziologia infettiva o le loro complicanze. La patologia extragenitale della gravidanza si manifesta con secchezza delle fauci, tachicardia, bruciore di stomaco e vene varicose.

Se si osservano patologie non nella madre, ma nel bambino, questo può essere determinato dalla frequenza dei movimenti. Se il futuro bambino non si muove per più di quattro ore e non risponde alle sostanze irritanti, è necessario consultare immediatamente un medico. I movimenti frequenti indicano anche anomalie come l'ipossia..

Diagnosi di patologie

Se il ginecologo sospetta che la donna abbia patologie di portamento del feto, viene inviata per un esame al fine di determinare il tipo e il grado di violazioni.

Le tecniche diagnostiche sono presentate:

  • Uno studio ostetrico esterno per determinare le dimensioni, la forma e il tono dell'utero, nonché le aree del dolore;
  • Ispezione mediante specchi. Un ginecologo valuta la mucosa della cervice e le pareti della vagina, nonché la presenza di secrezioni;
  • Microscopia e coltura batterica. Queste analisi vengono eseguite al fine di identificare agenti patogeni di eziologia infettiva;
  • Esame ecografico dell'organo del pavimento pelvico. Utilizzando gli ultrasuoni, il medico determina le dimensioni dell'utero, lo stato delle pareti dell'organo e valuta le dimensioni del feto, del cordone ombelicale, della placenta e del volume del liquido amniotico;
  • Pelviometria RM. Questo screening è necessario per anomalie nello sviluppo del nascituro e della vescica fetale;
  • Diagnosi prenatale invasiva. Con il suo aiuto, vengono valutate le condizioni delle membrane fetali, le anomalie genetiche nello sviluppo del bambino e il volume del liquido amniotico;
  • Test rapidi non invasivi. Vengono eseguiti per diagnosticare una gravidanza extrauterina e la perdita di liquido amniotico;
  • Un set standard di test di laboratorio. Per determinare il livello di alcuni ormoni, nonché per rilevare disturbi della placenta e patologie nel feto;
  • Complesso torcia. Lo screening è necessario per rilevare le malattie infettive che colpiscono il feto in utero;
  • Flusso sanguigno Doppler nell'utero e nella placenta. Consente di valutare l'emodinamica transplacentare;
  • Cardiotocografia. È necessario per l'esame dei disturbi cardiovascolari in un bambino, nonché la presenza di ipossia;

Per monitorare la dinamica dello stato della futura madre e il lavoro del suo corpo, possono essere prescritti esami generali del sangue e delle urine, monitoraggio della pressione, un elettrocardiogramma e consultazione con gli specialisti necessari.

Terapia per patologie della gestazione

Il trattamento della patologia dipenderà dalla sua natura, dalla presenza di complicanze, nonché dai rischi per il feto e la donna incinta.

Se le condizioni del bambino non causano preoccupazione e non ci sono minacce alla vita della donna, verrà prescritta una terapia che ti consente di salvare, sopportare il bambino, composto da:

  • Farmaci ormonali per normalizzare la concentrazione di ormoni nel corpo femminile;
  • Tokolitikov, che riduce la contrazione dello strato interno dell'utero;
  • Agenti antibatterici per la distruzione della microflora patogena;
  • Leforme antinfiammatorie, che sono prescritte per il sollievo del processo infiammatorio;
  • Glucocorticoidi per accelerare la maturazione polmonare fetale;
  • Sedativi per alleviare lo stress psicoemotivo.

In presenza di anomalie extragenitali, a una donna vengono prescritte vitamine e soluzioni per infusione. Se necessario, orlare la cervice. Per eliminare l'insufficienza fitoplastica, vengono prescritti agenti che hanno un effetto benefico sul flusso sanguigno della placenta.

Quando si diagnostica un conflitto di Rhesus, viene prescritta un'immunoglobulina anti-Rhesus. Se sono state rilevate malformazioni gravi o morte fetale intrauterina, viene causata una nascita artificiale o viene eseguito un aborto medico o chirurgico, a seconda dell'età gestazionale.

Patologia della gravidanza: previsioni e prevenzione

La prognosi dipenderà dalla presenza di complicanze e dalla natura della condizione patologica identificata. Se sono stati rilevati difetti genetici o una gravidanza extrauterina, il bambino non può essere salvato. In altri casi, i medici cercano di fare tutto in modo che la futura madre informi e partorisca in sicurezza il bambino.

Come prevenzione delle suddette patologie, nella fase di pianificazione della gravidanza, una donna dovrebbe curare tutte le malattie esistenti e abbandonare le cattive abitudini. Dopo aver diagnosticato una gravidanza, dovrebbe essere registrata tempestivamente da un ginecologo e seguire tutte le raccomandazioni fornite loro, nel qual caso sarà in grado di ridurre al minimo il rischio di patologie.

SARS e influenza durante la gravidanza

"Sei incinta, non puoi essere malata!" - le donne che si aspettano un bambino spesso sentono. Tuttavia, i raffreddori durante la stagione epidemica non chiedono il permesso ai simpatizzanti. Secondo le statistiche ARVI, dal 55 all'86 percento delle donne si ammala durante la gravidanza.

Cosa fare in caso di raffreddore durante la gravidanza, ha dichiarato Tatyana KOZINA, specialista in malattie infettive, epidemiologa presso il Centro medico AVICENNA, gruppo di aziende madre e bambino.

CONTROINDICAZIONI SONO NECESSARIE PER CONSULTARE UNO SPECIALISTA


Perché le donne incinte si ammalano facilmente

Durante la gravidanza, le difese dell'organismo sono indebolite, sia l'immunità cellulare (basata sulla produzione di linfociti) sia quella umorale (produzione di anticorpi) sono soppresse. Altrimenti, l'organismo materno inizierebbe a rifiutare l'embrione con cellule estranee!

Per la gravidanza, l'immunità ridotta è la norma, ma, purtroppo, a causa di ciò, le donne in gravidanza soffrono spesso di raffreddore.

Commento degli esperti

Una diminuzione dell'immunità durante la gravidanza si riferisce a fenomeni fisiologici, esiste persino una cosa come "immunosoppressione fisiologica delle donne in gravidanza". È necessario prevenire il rigetto immunologico dell'embrione (aborto spontaneo). A questo proposito, le donne in gravidanza sono più suscettibili alle infezioni virali, tra cui la SARS e l'influenza..


Prevenzione della stagione fredda

Il modo migliore per mantenere la salute è il buon umore, la mancanza di eccitazione e la fiducia nel meglio, in ogni caso, questo è ciò che le donne in gravidanza sentono spesso. Sicuramente questo è un ottimo modo, ma per una maggiore affidabilità durante la SARS e le epidemie di influenza, sarebbe bello usare metodi di prevenzione più tradizionali:

  1. Unguento ossolinico: lubrificare il bordo delle narici prima di uscire;
  2. Lavaggio nasale dopo il ritorno da luoghi affollati (entro 4 ore dal ritorno);
  3. Ricezione di nutrizione e vitamine.


Commento degli esperti

Prima di tutto, devi rifiutarti di visitare luoghi affollati e tornare a casa da luoghi pubblici, assicurati di lavarti le mani.
Si raccomandano anche preparati multivitaminici consentiti durante la gravidanza (Vitrum Prenatal Forte, Elevit Prenatal). Presta attenzione alle fonti naturali di vitamine: infuso di cinorrodo, bevande alla frutta con mirtilli rossi, mirtilli rossi e olivello spinoso. Dai farmaci per la prevenzione, puoi prendere "Anaferon", "Grippferon".


Perché raffreddori e influenza sono pericolosi durante la gravidanza?

I virus agiscono sul sistema nervoso, sul cuore, sui vasi sanguigni e possono provocare complicazioni infiammatorie. Il grado di rischio per la futura mamma dipende dalla durata della gravidanza, tuttavia la probabilità di conseguenze negative specifiche in ciascun caso è imprevedibile.

Primo trimestre

Il periodo più vulnerabile. In questo momento, il bambino non è ancora protetto dalla placenta; si stanno formando organi e sistemi. Pertanto, le malattie virali possono causare malformazioni e aborti spontanei. Ciò non significa che una malattia virale metta automaticamente la gravidanza a rischio di interruzione. Ma una tale probabilità, sfortunatamente, lo è.

Secondo trimestre

In questo momento, il bambino è già protetto dalla placenta, che non passa i virus. Tuttavia, fino alla metà del secondo trimestre, la formazione del sistema nervoso centrale continua, quindi permangono alcuni rischi per il feto.

Terzo trimestre

La malattia materna può causare malnutrizione fetale, ma la malattia catarrale non influisce sul corso del travaglio e non li complica.

Tuttavia, se la madre si ammala poco prima della nascita, quindi, secondo le regole dell'ospedale, viene mandata a dare alla luce un osservatorio isolato. Nel caso della malattia della madre, è esclusa la degenza congiunta della madre e del bambino dopo il parto.


Commento degli esperti

Le tossine virali colpiscono il sistema nervoso centrale e cardiovascolare, colpiscono i vasi sanguigni, hanno un effetto immunosoppressivo, contribuendo allo sviluppo di complicanze batteriche.

Flu shot durante la gravidanza

Per ridurre il rischio al culmine dell'epidemia di influenza, alcune donne in gravidanza decidono di effettuare una vaccinazione. Si scopre che puoi fare questo vaccino, ma solo nel secondo o terzo trimestre. Il vaccino deve essere inattivato, cioè non contenere virus attivi. E consultare il proprio medico prima della vaccinazione.!

Commento degli esperti

Le donne in gravidanza possono essere vaccinate contro l'influenza con vaccini inattivati, preferibilmente nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza. Questi sono i seguenti vaccini:

  • Monogrippol,
  • Monogrippol Plus,
  • Monogrippol Neo,
  • Fluarix,
  • Influwak,
  • Waxigripp.

Cosa fare se ti ammali durante la gravidanza

Insieme a Tatyana Petrovna Kozina, abbiamo creato un promemoria per te: quali mezzi della medicina tradizionale e tradizionale possono usare durante la gravidanza.

CONTROINDICAZIONI SONO NECESSARIE PER CONSULTARE UNO SPECIALISTA

Strofinando il corpo con vodka o una soluzione di aceto + acqua

Un'abbondante bevanda calda (tè al limone, bevande alla frutta o composte di mirtilli rossi, mirtilli rossi, olivello spinoso, acqua minerale)

Spruzzo omeopatico di compositi di euforbio

Come prescritto dal medico: compresse Sinupret, spray Bioparox

Malattie che possono minacciare la gravidanza

La gravidanza è un processo pianificato dalla natura sorprendente e complesso. Tuttavia, a volte il corso della gravidanza non procede in modo uniforme come dovrebbe. In questo articolo considereremo alcune malattie che possono minacciare il corso della gravidanza. Conoscendo e considerando questi fattori, è possibile ridurre significativamente il rischio di aborto.

Attualmente, le malattie stanno diventando sempre più "giovani", colpendo quindi giovani donne e ragazze in età fertile. Spesso la malattia non si fa sentire e solo la gravidanza può "indicare" la presenza di malattie nascoste. Pertanto, quando si pianifica una gravidanza, i medici raccomandano un esame in grado di rilevare la malattia. Dopo aver trattato la malattia, puoi tranquillamente procedere alla pianificazione della gravidanza. Se la malattia non può essere curata, è importante essere osservati durante la gravidanza non solo dal ginecologo, ma anche da specialisti ristretti.

Malattie del sistema cardiovascolare:

Ischemia cardiaca

Oggi i cardiologi prestano particolare attenzione allo stato di malattia coronarica (CHD), che può accompagnare la gravidanza. Questa condizione può avere un impatto significativo sul decorso della gravidanza e sulle condizioni generali di una donna che può soffrirne durante il periodo del parto e il periodo postpartum. È molto importante che la presenza di cardiopatia coronarica aumenti più volte il rischio di infarto del miocardio.

Le cause della malattia coronarica. Quindi, la rapida contrazione del cuore, un aumento del volume del sangue circolante attraverso i vasi sanguigni e un cambiamento nei parametri del cuore, porta ad un aumento della domanda di ossigeno nel tessuto cardiaco (miocardio). Inoltre, nelle future madri, si forma uno stato di ipercoagulazione, questo è dovuto all'influenza degli ormoni della gravidanza. Allo stesso tempo, si forma un aumento del livello di fattori speciali che coagulano il sangue nel plasma sanguigno e anche il livello di piastrine e fibrinogeno sta crescendo, dato che non ci sono abbastanza proteine ​​speciali e c'è un deficit nel sistema di fibrinolisi. Tali circostanze possono influenzare negativamente il decorso della malattia coronarica della futura madre.

Caratteristiche dell'ischemia durante la gravidanza. IHD può spesso essere osservato nelle donne in gravidanza di determinati gruppi. Questi includono donne dopo i 40 anni che fumano da molto tempo, con diabete mellito, uno stato di aumento della quantità di lipidi e uno stato di ipertensione arteriosa. Anche le donne che hanno precedentemente assunto contraccettivi orali con una predisposizione ereditaria allo stato di malattia coronarica possono soffrire. Un aumento del rischio di malattia coronarica durante la gravidanza può essere osservato nelle donne in gravidanza con gravidanze multiple, con uno stato di preeclampsia, con emorragia o infezione postpartum, così come quelle che hanno subito trasfusioni di sangue.

Sintomi della malattia coronarica durante la gravidanza.
I principali sintomi della malattia coronarica nelle donne in gravidanza comprendono sintomi quali: dolore nella cavità toracica di natura pressante o compressiva. In questo caso, il dolore viene dato (irradiando) a destra o a sinistra, su, giù o proiezione della schiena; emozione e ansia; paura della morte e sensazione di mancanza d'aria; forte sudorazione; dispnea; aritmia; aumento della pressione sanguigna; nausea. Se si verifica dolore, questo non dovrebbe essere ignorato dalla donna incinta, poiché tali manifestazioni possono indicare complicazioni potenzialmente letali - infarto del miocardio, sviluppo di shock cardiogeno, crisi ipertensive, dissezione aortica, pericardite, miocardite.

Insufficienza mitralica e aortica

Stenosi mitralica

Sindrome Di Eisenmenger

Le donne in gravidanza con questa diagnosi sono a rischio di collasso improvviso e morte durante il parto o nel periodo postpartum. Il rischio è così grande che la gravidanza non è raccomandata. In tal caso, il parto dovrebbe avvenire nelle condizioni più favorevoli: sono necessarie un'adeguata anestesia e prontezza per la rianimazione cardiopolmonare, è anche importante prevenire il flusso sanguigno da destra a sinistra mantenendo la resistenza vascolare periferica e minimizzando la resistenza vascolare polmonare; inoltre, deve essere monitorato il ritorno venoso.

Sindrome Di Marfan

La gravidanza con la sindrome di Marfan è pericolosa per almeno due motivi. In primo luogo, esiste un rischio di eredità, che è del 50% secondo la legge di Mendel. In secondo luogo, durante il terzo trimestre di gravidanza e all'inizio del periodo postpartum, il rischio di aneurisma aortico, rottura, stratificazione di un aneurisma aortico esistente e l'insorgenza di endocardite settica aumenta notevolmente.

La stratificazione di un aneurisma aortico durante la gravidanza è associata ad un aumento del volume del sangue circolante, alla compressione aortocavale e ai cambiamenti ormonali. Il rischio di sviluppare questa complicazione aumenta in proporzione all'aumento dell'età gestazionale.

Per la diagnosi di aneurismi aortici durante la gravidanza, il più informativo è l'uso dell'ecocardiografia (EchoCG), che consente di determinare le dimensioni dell'aorta più volte durante la gravidanza, prima del parto e nel periodo postpartum. A tutte le donne in gravidanza con sindrome di Marfan vengono prescritti bloccanti profilattici che riducono la gittata cardiaca e la progressione della dilatazione aortica con il rischio di dissezione. Il parto in modo naturale è possibile nelle donne senza una patologia pronunciata del sistema cardiovascolare e con un diametro aortico non superiore a 4 cm La gravidanza e il parto in tali donne passano, di regola, senza gravi complicazioni per la madre e il feto.

Prolasso della valvola mitrale

Più comune nelle giovani donne. Di solito si tratta di un disturbo isolato, ma a volte è associato alla sindrome di Marfan o al difetto del setto atriale. Con il prolasso mitralico, la gravidanza è generalmente ben tollerata. Un aumento relativo della dimensione ventricolare neutralizza la discrepanza tra il suo volume e una valvola mitrale eccessivamente grande. I pazienti asintomatici non necessitano di un trattamento diverso dalla somministrazione profilattica di antibiotici durante il parto, quando è possibile una complicazione sotto forma di endocardite batterica. Con aritmie ricorrenti, sono indicati i bloccanti p-adrenergici e in quei rari casi in cui si sviluppano emboli sistemici o polmonari, vengono prescritte anticoagulanti per le donne in gravidanza. Il prolasso della valvola mitrale durante la gravidanza di solito non aumenta.

Pressione sanguigna alta o bassa

La gravidanza modifica significativamente il volume del sangue, che spesso porta ad un aumento della pressione sanguigna. Ciò è in parte dovuto al fatto che il muscolo cardiaco si contrae più rapidamente e più spesso e in parte a cambiamenti ormonali nei vasi sanguigni.

Una pressione sanguigna elevata (ipertensione) è indicata con una frequenza di 140/90 mm Hg. Arte. e più in alto. Il trattamento dell'ipertensione nelle fasi iniziali consiste nell'osservare le raccomandazioni standard: una dieta equilibrata con un basso contenuto di cloruro di sodio, un sonno notturno completo, un minimo di attività fisica e un duro lavoro fuori casa. Durante questo periodo, la pressione sanguigna deve essere controllata spesso e i farmaci per la pressione alta sono prescritti da un medico. Se la pressione alta viene rilevata per la prima volta nelle prime fasi della gravidanza, la donna viene indirizzata all'esame in ospedale per scoprire se ci sono altre cause per questo, ad esempio, malattie renali o diabete.

Un leggero aumento della pressione arteriosa nelle prime fasi della gravidanza colpisce raramente un nascituro. Dopo la nascita, la pressione arteriosa di solito ritorna normale entro pochi giorni..

La pressione sanguigna inferiore a 100/60 è considerata bassa pressione sanguigna, i suoi esperti chiamano ipotensione. La pressione sanguigna bassa si osserva più spesso nelle prime fasi della gravidanza, nel primo trimestre. Ma anche in date successive nel 2 ° e 3 ° trimestre - anche le donne incinte incontrano questo fenomeno, e talvolta per la prima volta. Se prima della gravidanza hai sofferto di emicrania e instabilità della pressione sanguigna, allora con il suo inizio la situazione è quasi peggiorata. E, molto probabilmente, già nelle prime fasi.

Sintomi di bassa pressione sanguigna. Nonostante il fatto che l'ipotensione sia caratteristica delle donne in gravidanza, a causa di ciò non provano sempre disagio. Una leggera diminuzione della pressione sanguigna potrebbe non essere avvertita dalla futura mamma e non può causare la necessità di misure speciali. In tali casi, i medici parlano di ipotensione fisiologica nelle donne in gravidanza. Ma molti di loro devono sperimentare un vero malessere e consultare i medici con lamentele di cattiva salute:

  • vertigini;
  • mal di testa;
  • palpitante nelle tempie o nella nuca;
  • nausea
  • svenimenti
  • oscuramento e increspature negli occhi;
  • rumore o ronzio nelle orecchie;
  • debolezza, grave affaticamento;
  • riduzione delle prestazioni, affaticamento;
  • bruschi cambiamenti di umore e stato emotivo;
  • tremante agli arti (braccia e gambe "non servono", come estranei);
  • sonnolenza (o insonnia);
  • compromissione della memoria;
  • disagio nel cuore;
  • sudorazione;
  • dipendenza dal tempo.

Il pericolo di bassa pressione sanguigna. L'ipotensione e l'ipertensione comportano determinati rischi. Le sue manifestazioni inespresse sono di solito completamente sicure, e talvolta possono persino essere utili se costringono la futura mamma a moderare il suo ardore e a dedicare più tempo al riposo.

Tuttavia, una forte, frequente e significativa riduzione della pressione arteriosa nelle donne in gravidanza non può essere ignorata. A causa di una grave ipotensione, la circolazione sanguigna nel cerchio uteroplacentare rallenta, il che può provocare ipossia intrauterina del feto e ritardo della crescita intrauterina. La pressione ridotta a volte interferisce con il normale decorso del parto, perché la donna non è in grado di spingere e l'utero si contrae male, il che ritarda il processo di nascita (si nota un'attività di lavoro debole) e aumenta la probabilità di sanguinamento del travaglio. Una pressione molto bassa può anche essere un'indicazione per taglio cesareo.

Diabete durante la gravidanza

Da quando è iniziata l'insulina, le donne diabetiche sono in grado di sopportare una gravidanza. Grazie a un'attenta supervisione medica, la gravidanza non minaccia più la salute e la vita della madre. Tuttavia, il diabete, anche quando viene somministrato il giusto trattamento, continua a destare preoccupazione per il bambino.

  • Tipo I (insulino-dipendente);
al contenuto ↑

Diabete di tipo I.

È una patologia grave in cui si osserva una disfunzione pancreatica parziale o completa, a seguito della quale il corpo inizia a sperimentare una carenza di insulina e perde la sua capacità di elaborare lo zucchero che lo entra con il cibo. Ci sono alcune condizioni per il diabete quando la gravidanza non è raccomandata. E includono:

  • salute instabile;
  • frequenti esacerbazioni del diabete mellito, che possono influenzare negativamente lo sviluppo e la formazione del feto;
  • alti rischi di avere un bambino con deviazioni;
  • un'alta probabilità di aborto spontaneo nelle prime fasi della gravidanza e l'inizio del parto prematuro.

Con lo sviluppo del diabete di tipo I, il processo di scissione del glucosio è disturbato. La conseguenza di ciò è l'accumulo di un gran numero di sostanze tossiche nel sangue, che sono anche trasmesse attraverso il flusso sanguigno al feto, causando lo sviluppo di varie patologie, tra cui il diabete.
Per fare un bambino sano e forte, i medici non consigliano alle donne di assumere farmaci durante la gravidanza. Ma poiché c'è un'acuta carenza di insulina nel diabete di tipo I, non è necessario fare a meno dei farmaci.

Abbastanza spesso, il diabete è una grave minaccia per la salute della donna incinta e del suo bambino non ancora nato. E per prevenire lo sviluppo di complicanze, i medici spesso ricoverano in ospedale tali donne per assicurarsi che non vi siano minacce.

Di norma, la prima volta il ricovero si verifica nel momento in cui a una donna con diabete viene diagnosticata una gravidanza. In questo caso, prende tutti i test necessari, controlla la sua salute generale e considera se interrompere la gravidanza o meno..

Diabete di tipo II

caratterizzato da una violazione della risposta metabolica all'insulina endogena o esogena. Ciò porta ad un aumento del glucosio nel sangue. La gravidanza nel diabete di tipo II ha i suoi rischi. E prima di tutto, ciò è dovuto all'eccesso di peso e all'uso di preparati farmacologici. A seconda della forma della malattia, alle donne con diabete di tipo II può essere prescritta una dieta o farmaci ipoglicemizzanti. Ma durante la gravidanza, il medico può raccomandare l'insulina, poiché gli agenti ipoglicemizzanti possono abbassare la concentrazione di glucosio nella linfa del feto e influenzare lo sviluppo e la formazione dei suoi tessuti e organi. Sebbene la teratogenicità dei farmaci ipoglicemizzanti non sia completamente compresa, i medici ritengono più appropriato prescrivere l'insulina..
Nel diabete mellito è possibile la progressione delle malattie vascolari (più spesso renopatia diabetica, danno renale). Nel caso dell'aggiunta della gestosi in una donna incinta, si osserva quanto segue:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • rigonfiamento
  • proteine ​​dell'urina.

Inoltre, nel secondo trimestre è spesso possibile con l'aborto spontaneo di diabete mellito. Le donne nella situazione con malattia di tipo II di solito partoriscono in tempo.

La gravidanza nel diabete di tipo II deve essere attentamente monitorata da un medico. Con la compensazione della patologia e la diagnosi tempestiva delle complicanze, la gravidanza passerà in modo sicuro, nascerà un bambino sano e forte.

Diabete gestazionale

L'aumento della concentrazione di glucosio nel sangue, che è caratteristico esclusivamente per la gravidanza, è riconosciuto come un tipo di diabete e si chiama gestazionale.

Segni della malattia: aumento della glicemia, aumento del peso corporeo. Il motivo principale si chiama eredità. Il diabete nella famiglia immediata aumenta significativamente il rischio di malattia. Anche le infezioni virali che colpiscono il pancreas e le malattie autoimmuni che causano la distruzione delle cellule pancreatiche causano il diabete. Il diabete può verificarsi a causa di malnutrizione e stile di vita.

Sintomi della malattia: disturbi del sonno; sete costante; aumento della minzione; cambiamento di appetito; debolezza; prurito della pelle; malattie della pelle ulcerose; sensazione di secchezza nella cavità orale; visione offuscata.

Poiché il rischio per la vita della madre aumenta entro la fine della gravidanza, molte donne partoriscono prima della 40a settimana e la scelta della data dipende da una serie di motivi, tra cui la gravità della malattia, ulteriori complicazioni e la maturità del feto. Il taglio cesareo è fatto per quelle categorie di donne che hanno:

  • i livelli di zucchero controllati rimangono molto elevati;
  • ci sono ulteriori complicazioni;
  • il frutto è troppo grande.

I bambini di madri con diabete hanno bisogno di cure attente e supervisione. Spesso nascono grandi a causa dell'eccesso di grasso sottocutaneo. Oltre ai neonati prematuri, i bambini hanno bisogno di un'alimentazione speciale, mantenendo una temperatura ottimale e un attento monitoraggio dell'assunzione di zucchero.

Un attento monitoraggio dei livelli di zucchero in una donna incinta con diabete è fondamentale per prevenire complicazioni sia nella madre che nel bambino.

Compromissione della funzionalità renale e vescicale

Durante la gravidanza, il carico sui reni aumenta a causa di un aumento del volume del sangue circolante nel corpo, di un cambiamento nell'anatomia dell'utero in crescita e del tono del tratto urinario. Questo onere aggiuntivo rende il sistema urinario più suscettibile alle infezioni. Le malattie infiammatorie più comuni del sistema urinario includono cistite, batteriuria asintomatica e pielonefrite..

Cistite

Infezione della vescica - cistite, è abbastanza comune ed è accompagnata da sensazione di bruciore durante la minzione, frequenti impulsi che non portano soddisfazione. Nella cistite acuta si verificano debolezza e la disabilità diminuisce. Potrebbe essere la prima manifestazione di giada segata o altre malattie urologiche. La cistite acuta dura da 7 a 10 giorni. Se la malattia è ritardata, il medico prescrive un esame per escludere il processo infiammatorio dei reni. Le moderne capacità mediche consentono di prescrivere un trattamento delicato durante la gravidanza, sicuro per il nascituro.

I segni allarmanti, in presenza dei quali la donna incinta dovrebbe consultare immediatamente un medico, includono quanto segue:

  • una sensazione di vescica incompletamente vuota;
  • minzione frequente, alcuni dei quali possono essere falsi;
  • disegnando dolori nell'addome inferiore;
  • bruciore, dolore acuto durante la minzione;
  • urine scure;
  • la comparsa nelle urine di sangue e secrezione purulenta;
  • aumento della temperatura.

Tutto ciò può anche indicare altre malattie del sistema genito-urinario, pertanto sono necessarie diagnosi cliniche e di laboratorio. Il trattamento prematuro della cistite può portare a spiacevoli conseguenze, ad esempio la pielonefrite (un processo infiammatorio nei reni) e le donne che l'hanno avuto durante la gravidanza sono a rischio di dare alla luce bambini con peso corporeo insufficiente.

pielonefrite

La pielonefrite, se si verifica per la prima volta durante la gravidanza, è chiamata "pielonefrite gestazionale" o "pielonefrite incinta". In particolare, si verificano cambiamenti specifici nella funzionalità renale nelle donne in gravidanza, che, insieme ad altri fattori patologici, possono portare allo sviluppo di una malattia renale..

La malattia si verifica nel 6-12% delle donne incinte. Se una donna soffriva di pielonefrite prima della gravidanza, ora può aggravare. Sebbene ciò non accada sempre, la malattia può manifestarsi in forma latente. Con la pielonefrite gestazionale, una donna può guadagnare fino a 19 kg di peso o più entro la fine della gravidanza.

La complicanza più formidabile di questa malattia è l'insufficienza renale acuta, in cui i reni interrompono completamente o parzialmente il loro lavoro. Nel periodo acuto, c'è un improvviso deterioramento del benessere, brividi, tra attacchi di brividi c'è grave debolezza, mal di testa, febbre fino a 38-40 gradi, forte dolore nella regione lombare, minzione rapida e dolorosa.

Va ricordato che un processo infettivo acuto può provocare un aborto spontaneo o l'inizio di un parto prematuro. Pertanto, ai primi sintomi allarmanti, è necessario consultare un medico per prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia. Molto spesso, una donna viene ricoverata in ospedale e monitorata in un ospedale. Spesso il dolore si intensifica verso la sera, specialmente di notte, e anche quando si è sdraiati sulla schiena, quando si tossisce e si starnutisce.

Se durante la gravidanza compaiono sintomi dolorosi di malattie dell'uretra, non dovresti auto-medicare, ad esempio, prendere decotti dalle erbe e consultare immediatamente un medico.

Quali misure esistono per prevenire la pielonefrite?

  • Segui una dieta che faciliti la funzione intestinale (barbabietole, prugne secche).
  • Evita cibi piccanti, speziati, salati, cibi in scatola ricchi di sale e acido. Durante la malattia, si raccomanda una dieta a base di latte e verdure..
  • Bevi molti liquidi: decotti di orzo e avena, decotti di rosa canina, mirtilli rossi, mirtilli rossi e ribes nero. La restrizione fluida è indicata solo con un processo bilaterale nei reni o l'aggiunta di gestosi e la comparsa di edema.
  • Per prevenire l'irritazione della pelle, indossare biancheria intima di cotone e doccia regolarmente. Dopo la vicinanza fisica, svuotando la vescica, è necessario lavarsi con acqua e sapone. Ciò ridurrà la possibilità di infezione..
  • Dopo la toilette, passare dalla vagina all'ano e lavare.
  • Per non congelare la vescica con tempo freddo o ventoso, indossare sempre biancheria intima calda realizzata con tessuti naturali.

Durante la gravidanza, la malattia può peggiorare più volte e in ogni caso una donna può essere ricoverata in ospedale. Con la pielonefrite gestazionale, il parto viene spesso eseguito naturalmente, poiché un taglio cesareo è indesiderabile in condizioni di infezione del corpo. La condizione di "pielonefrite gestazionale" è temporanea. Dopo il parto, la funzionalità renale viene ripristinata e la maggior parte delle donne si sente normale in futuro..

Malattia dell'urolitiasi

Questa è una malattia in cui si formano calcoli negli organi del sistema urinario, più spesso nei reni e nella vescica. La causa principale della malattia è considerata un disturbo metabolico, che porta alla formazione di sali insolubili che formano calcoli. Il numero di pietre e la loro posizione possono essere diversi.

Le principali cause della malattia includono:

  • Caratteristiche di acqua e cibo. Ad esempio, l'uso costante di acqua dura con un alto contenuto di sali di calcio, cibi piccanti e acidi che aumentano l'acidità delle urine sono terreno fertile per la formazione di calcoli;
  • malattie croniche dello stomaco e dell'intestino - gastrite, colite, ulcera peptica;
  • grave disidratazione del corpo, anche con una malattia infettiva o avvelenamento;
  • malattie dei reni e del sistema genito-urinario - pielonefrite, cistite e altri.

Tutti questi fattori che portano allo sviluppo della malattia devono essere presi in considerazione durante la gravidanza e per ridurre al minimo tutte le circostanze provocatorie. L'urolitiasi non è una controindicazione per il parto naturale. Ma se alla fine della gravidanza si verificano frequenti convulsioni che sono difficili da trattare, viene spesso sollevata la questione del parto precoce. Dopo il parto, le condizioni di una donna di solito migliorano significativamente..

I cambiamenti che si verificano nel tratto urinario durante la gravidanza contribuiscono al passaggio dei calcoli. Al primo segno di colica renale, consultare un medico.

uretrite

L'uretite si riferisce allo sviluppo dell'infiammazione nell'uretra, che durante la minzione accompagna bruciore, dolore o dolore. Questa malattia offre molte sensazioni spiacevoli che interferiscono con un'esistenza confortevole. L'uretrite durante la gravidanza può verificarsi abbastanza improvvisamente e si manifesterà come sintomi caratteristici, in base ai quali un medico può prescrivere un trattamento per la malattia. Esistono 2 tipi di uretrite: infettiva e non infettiva.

Infettiva. L'uretrite infettiva è il decorso dei processi infiammatori causati da un'infezione. Lo sviluppo di uretrite può essere innescato da clamidia, ureaplasmi, gonococchi, ecc.

Non infettivo. Il verificarsi di uretrite non infettiva è possibile a seguito del trasferimento del trauma, dello sviluppo di allergie. Il suo aspetto durante la gravidanza è associato alla presenza di un feto in crescita, che esercita una pressione sul canale urinario. In genere, i sintomi dell'uretrite durante la gravidanza sono:

  • la comparsa di dolore, prurito, bruciore durante la minzione;
  • la comparsa di secrezione purulenta dall'uretra esterna;
  • il verificarsi di arrossamenti;
  • manifestazione di dolore a riposo in presenza di uretrite cronica.

Il pericolo della malattia si manifesta nel fatto che l'uretrite non infettiva si svilupperà in altre malattie del sistema genito-urinario, che sono più gravi. La più pericolosa è l'uretrite, che si è manifestata durante la clamidia o l'ureaplasmosis, poiché queste infezioni hanno la capacità di penetrare nel liquido amniotico attraverso il quale il feto può essere infettato. Di conseguenza, possono comparire patologie dello sviluppo. C'è un'alta probabilità che il bambino venga infettato durante il parto quando si muove lungo il canale del parto. In caso di tale infezione, il neonato può sviluppare congiuntivite, polmonite, infezione gonococcica.

Malattie del sistema riproduttivo femminile

miomi

Questo è un tumore benigno che cresce nel tessuto muscolare della parete uterina. Le cause del suo verificarsi sono ancora sconosciute. Di norma, l'aspetto dei fibromi è associato a una violazione dell'equilibrio degli ormoni sessuali e dei processi infiammatori degli organi del sistema riproduttivo delle donne, nonché agli aborti.

Se i fibromi vengono rilevati prima della gravidanza, discutere con il medico un piano d'azione. La semplice presenza non significa che la gravidanza e il parto passeranno necessariamente con complicazioni. Inoltre, se il tumore non cresce e non si preoccupa, spesso i medici non vedono la necessità di un intervento chirurgico. Tuttavia, in presenza di fibromi, è importante seguire tutte le precauzioni e monitorare attentamente le condizioni durante la gravidanza.

L'esame di una donna incinta con mioma uterino dovrebbe essere completo. Oltre agli esami convenzionali, durante la gravidanza, il medico presta particolare attenzione agli ultrasuoni, valutando le condizioni, le dimensioni e la posizione dei nodi miomatosi, a volte il rapporto della posizione dei nodi in relazione alla placenta può causare aborto, compromettere lo sviluppo fetale a causa di ossigeno insufficiente e nutrienti per il feto. A volte ricorrono al trattamento chirurgico dei fibromi durante la gravidanza, ma viene fatto nei casi più estremi. È meglio risolvere questo problema prima del concepimento..

Se vengono rilevati fibromi durante la gravidanza, è necessario un ulteriore esame per chiarire le sue dimensioni e posizione in relazione alla placenta.

Molto spesso, i piccoli fibromi non interferiscono con la gestazione e il corretto sviluppo del feto. Molto spesso, si raccomanda vivamente a una donna di mantenere uno stile di vita calmo, rilassarsi in tempo, monitorare attentamente il suo peso. L'osservazione di uno specialista ridurrà significativamente il rischio di aborto spontaneo. Fatte salve tutte le raccomandazioni, la gravidanza viene condotta in sicurezza.

Va ricordato che ogni quinta donna all'inizio della gravidanza ha un aumento dei fibromi. Ma questo non dovrebbe essere il motivo dell'aborto, perché già a 16-17 settimane di gravidanza, la crescita del nodo si ferma. In presenza di fibromi, la domanda è sempre risolta su come una donna partorirà: naturalmente o usando il taglio cesareo. Quest'ultimo metodo viene utilizzato se le dimensioni e la posizione dei fibromi ostacolano il corso naturale del travaglio.

Curva dell'utero

Quando si pianifica una gravidanza quando l'utero è piegato, è necessario stabilire la sua causa. Per fare questo, vale la pena visitare un medico, curando tutto il processo infiammatorio nella pelvi. Se ci sono aderenze, è necessario sottoporsi a fisioterapia, fangoterapia e terapia enzimatica. Attivamente nel trattamento di questa patologia, viene utilizzato il massaggio ginecologico. Se sei ancora riuscito a rimanere incinta, dovresti monitorare attentamente la tua salute, perché la curva dell'utero è irta di aborti.

Devi cercare di non sollevare oggetti pesanti, assumere vitamine, non passare molto tempo in piedi e assicurarti di controllare altre malattie legate alla sfera femminile, come Insieme alla piega dell'utero, possono rafforzare lo sfondo sfavorevole per sopportare il bambino.

Le giovani madri con questo problema all'inizio della gravidanza sono a rischio di aborto spontaneo. Se l'utero è mobile, non fisso, ad es. non è sotto la pressione delle aderenze, quindi lei stessa prenderà la giusta posizione. È solo necessario stimolare leggermente l'utero. Per fare questo, di volta in volta, prendi la posizione del ginocchio-gomito e mantienila in questa posizione per un po ', fino a 5 minuti. Altrimenti, puoi e dovresti fare tutto ciò che viene mostrato per il corretto corso della gravidanza.

Utero doppio o con due corna

In alcune donne si trovano contemporaneamente due uteri e due cervici. Tuttavia, molto spesso parliamo di una violazione simile: le due metà dell'utero si toccano da vicino, motivo per cui una di esse è sviluppata peggio dell'altra. Un'altra opzione: la vagina e la cervice sono una cosa sola e il corpo dell'utero è diviso in due parti: i medici chiamano questa deviazione l'utero a due corna.

Utero a due corna durante la gravidanza

Poiché un utero doppio o con due corna non interferisce con una vita sessuale piena, una donna potrebbe semplicemente non essere consapevole dell'esistenza di un tale problema. Abbastanza spesso, una delle corna dell'utero è sottosviluppata (rudimentale). Se l'ovulo fecondato si trova in questa particolare parte vestigiale, la probabilità di interruzione della gravidanza è alta. Dopotutto, il bambino non sarà in grado di svilupparsi in condizioni inadeguate per lui. E se l'ovulo è attaccato nel corno principale, molto probabilmente la gravidanza si svilupperà in modo abbastanza sicuro. Tuttavia, una delle condizioni per un buon sviluppo degli eventi è considerata un attento monitoraggio della donna incinta. A causa del fatto che è angusto nell'utero inferiore, il nascituro spesso manca del peso richiesto o sperimenta ipossia, mancanza di ossigeno al momento del parto.

Per far fronte a questo, il medico prescriverà un'ecografia dell'utero. Per quanto riguarda il trattamento, se la gravidanza è già stata interrotta, al paziente viene offerto di sottoporsi a un intervento chirurgico per collegare due cavità uterine in una. A volte all'interno dell'utero viene diagnosticato un setto, che lo separa parzialmente. Se l'uovo fetale si attacca al setto, dopo qualche tempo il feto non riceverà più la quantità necessaria di cibo e ossigeno e molto probabilmente la gravidanza finirà. Per evitare che la situazione si ripeta, i medici possono suggerire al paziente di rimuovere il setto endoscopicamente.

Spesso, le cause delle patologie nella struttura dei genitali di una donna risiedono nella gravidanza di sua madre. Le malattie all'inizio della gravidanza (infettive o endocrine), così come l'alcool, il fumo, l'esposizione a sostanze chimiche dannose o radiazioni, possono interferire con il normale sviluppo degli organi..

L'utero, le tube di Falloppio e la vagina iniziano a svilupparsi dopo 4 settimane di gravidanza da una foglia embrionale: due condotti speciali si fondono l'uno con l'altro - di conseguenza, la futura ragazza ha un utero e una vagina e le parti libere e non unite formano le tube di Falloppio. Se in qualsiasi sito non si verifica la connessione prevista, si verifica un malfunzionamento nel sistema e i genitali si sviluppano quindi con deviazioni.

Questo è importante sapere non solo al fine di determinare le cause delle loro possibili complicanze durante la gravidanza. Questa informazione è necessaria per comprendere l'importante ruolo che la futura madre avrà nella normale formazione del corpo del bambino.

Leggi Gravidanza Pianificazione

ProblemaRimedi popolariMedicina classica
Malessere generaleUn'abbondante bevanda calda (tè al limone, bevande alla frutta o composte di mirtilli rossi, mirtilli rossi, olivello spinoso, acqua minerale)Complessi multivitaminici per donne in gravidanza
Infuso di rosa canina e viburno o melissa e salvia, mescolati in proporzioni ugualiVitamina C in qualsiasi forma (ad esempio "ascorbico")
Grattugiare il rafano su una grattugia fine, mescolare con la stessa quantità di zucchero, lasciare in un luogo caldo per 12 ore, filtrare e prendere 1 cucchiaio. ogni ora nel freddo acuto"Grippferon", "Anaferon per bambini"
Temperatura superiore a 38 gradiCompresse o supposte "Paracetamol" e suoi analoghi ("Ibuprofen", "Panadol")
RinorreaSucco di barbabietola (scavare nel naso)Spray o gocce "Aqua Maris", "Salin"
Infuso caldo di piantaggine, foglie di fragola selvatica e iperico: 2 cucchiai. cucchiai di qualsiasi erba versare un bicchiere di acqua bollente, lasciare per 30 minuti, filtrare e bere mezzo bicchiere 2-3 volte al giornoLavaggio dei passaggi nasali con:
  • Dispositivo Dolphin,
  • brodo di camomilla,
  • brodo di salvia,
  • Soluzione Malavit,
  • soluzione salina (1 cucchiaino di sale + 1 bicchiere d'acqua)
Applicare una sacca riscaldata di sale o sabbia o un uovo sodo o una patata sul naso, gocciolare 3-5 gocce di olio di mentolo in ciascuna narice, facendo inspirare ed espirare. (Non può essere usato per la sinusite!)