L'adenomiosi o l'endometriosi interna è un processo patologico che colpisce il corpo dell'utero, con la diffusione dello strato interno della mucosa nello spessore delle pareti dell'organo. In questo contesto, si forma un quadro specifico della malattia con gravi complicanze di accompagnamento. Ad esempio, l'adenomiosi e la gravidanza diventano spesso concetti reciprocamente esclusivi, poiché questa malattia di solito porta alla sterilità..

Questa patologia ginecologica occupa il terzo posto nella classifica di tutte le malattie dell'area genitale femminile. Poiché nella maggior parte dei casi si trova nelle donne in età fertile, merita una grande attenzione.

Che cos'è l'adenomiosi

L'adenomiosi è una patologia in cui si verifica la crescita dello strato interno dell'utero all'esterno di esso. Trame della mucosa, che sotto l'influenza degli ormoni sessuali subiscono cambiamenti ciclici, iniziano a formarsi nello strato muscolare dell'organo. Di conseguenza, i focolai sanguinanti dell'endometrio crescono nella parete uterina e si sviluppa un processo infiammatorio cronico.

I focolai di tale infiammazione cronica influenzano la funzione dell'utero come organo destinato al trasporto di un bambino. Lo strato muscolare può subire cambiamenti significativi: assottigliamento, riarrangiamento distrofico, che porta a una violazione della funzione contrattile dell'organo. Se la malattia si verifica durante la gravidanza, c'è un'alta probabilità di una minaccia di interruzione.

L'adenomiosi è abbastanza comune nelle donne a cui viene diagnosticata l'infertilità. La malattia è un indicatore dell'insufficienza ormonale nel corpo di una donna. Questo fallimento porta a infertilità e problemi con la gravidanza.

Video di patologia

Cause della malattia

Le ragioni della posizione atipica delle sezioni della mucosa sono ancora attendibilmente sconosciute. Tuttavia, è stato chiaramente stabilito che i pazienti con adenomiosi hanno disturbi immunitari e ormonali.

I prerequisiti per lo sviluppo della patologia sono i seguenti fattori:

  • predisposizione genetica;
  • storia di nascita complicata;
  • aborti o curettage dell'utero per altri motivi. In questi casi, è possibile un inserimento puramente meccanico di sezioni della mucosa uterina nello strato muscolare;
  • uso prolungato di dispositivi intrauterini;
  • obesità o altre malattie ormonali e metaboliche;
  • assunzione incontrollata di contraccettivi orali;
  • stress e malnutrizione che esacerbano i disturbi ormonali.

Il gruppo a rischio è costituito da donne con disturbi ormonali e metabolici, i cui parenti femmine hanno sofferto di una malattia simile.

Per questo, è molto sensibile

Secondo i risultati degli studi di varie donne con adenomiosi, è stato determinato chi è a rischio:

  • Donne sottoposte a procedure diagnostiche intrauterine: aborto, pulizia e altri.
  • Se la metà femminile della famiglia era esposta a malattie ginecologiche, le nonne e le madri soffrivano di tumori benigni (mioma) o maligni.
  • Se in precedenza è stato eseguito un intervento chirurgico sulle ovaie, le tube di Falloppio o le donne hanno sofferto di malattie infiammatorie dell'utero.
  • È interessante notare che le donne che hanno partorito sono a rischio, spesso sorgono problemi quando si pianifica una gravidanza secondaria.

Manifestazioni di patologia nelle donne in gravidanza

Prima dell'inizio della fecondazione, l'adenomiosi si manifesta come dolore durante le mestruazioni, mestruazioni pesanti e individuazione dello spazio tra loro, che può essere confuso con segni di infiammazione. Tuttavia, quando si verifica una gravidanza, il corpo sperimenta un potente adattamento ormonale.

La mucosa uterina smette temporaneamente di subire cambiamenti ciclici - la malattia regredisce. Poiché i focolai sanguinanti nello spessore dell'utero durante la gravidanza non esistono, sono, per così dire, in una forma preservata, quindi non rivelano manifestazioni specifiche durante la gestazione durante l'adenomiosi.

L'unico gruppo di segni di patologia può essere associato a insufficiente pienezza dello strato muscolare dell'utero e alla carenza di progesterone.

La combinazione di questi fattori determina i sintomi della minaccia di aborto:

  • dolore nell'addome inferiore, peggio ancora la sera o dopo l'esercizio fisico;
  • aumento del tono dell'utero, diventa "duro" al tatto;
  • scarico patologico dal tratto genitale (spotting sanguinolento o acqua limpida liquida).

Come posso rimanere incinta?

Ottieni una risposta chiara alla domanda "come rimanere incinta con l'adenomiosi?" abbastanza difficile. Il miglior consiglio sarebbe quello di sbarazzarsi della malattia. Dato che la causa della malattia non è stata ancora identificata, è impossibile un trattamento che garantisca una completa eliminazione del problema. C'è solo un modo per eliminare la patologia: la rimozione dell'utero. In questo caso, anche l'inizio della gravidanza sarà impossibile.

Prima di tutto, è necessario sottoporsi a un esame completo:

  • Stabilire la pervietà delle tube di Falloppio;
  • Scopri l'ambito del processo;
  • Determinare lo sfondo ormonale;
  • Stabilire l'ovulazione.

Il trattamento dipenderà dai risultati dell'esame e dalla scoperta della causa immediata dell'infertilità femminile. Anche se il problema viene risolto temporaneamente, vi è 1 possibilità che si verifichi una gravidanza.

Adenomiosi e compatibilità in gravidanza

È abbastanza difficile per una donna che soffre di adenomiosi rimanere incinta. Secondo le statistiche, fino all'80% dei pazienti con questa malattia non può rimanere incinta a lungo. L'impossibilità della fecondazione e del successivo impianto dell'embrione, così come l'adenomiosi, sono associati a uno squilibrio ormonale.

Se si è verificata la fecondazione, il paziente è sotto il controllo degli ostetrici a causa dell'elevato rischio di aborto. L'aumento del rischio rimane fino alla formazione della placenta, la principale fonte di ormoni durante la gravidanza. Pertanto, nelle prime fasi (nel primo trimestre), ai pazienti con adenomiosi viene prescritta una terapia ormonale (ad esempio il farmaco Dufaston).

Dopo 14 settimane, il rischio di congelamento di una gravidanza è ridotto. Tuttavia, la donna è sotto osservazione, poiché le pareti dell'utero, colpite da adenomiosi, perdono la loro elasticità. Con la crescita del feto, un allungamento graduale delle pareti dell'utero può essere accompagnato da dolori all'addome inferiore.

Un'altra caratteristica della gravidanza con adenomiosi sono le aderenze e i nodi nella cavità uterina (con adenomiosi nodulare). Con un processo adesivo pronunciato, il feto in crescita può avere difficoltà e assumere una posizione forzata.

La forma diffusa della patologia è caratterizzata da cambiamenti più o meno uniformi nella parete uterina. Con pronunciati cambiamenti distrofici nella parete uterina durante la gravidanza, spesso si sviluppa insufficienza fetoplacentare, che porta a ipossia fetale e ritardi nello sviluppo fisico e mentale.

Una forma focale di patologia è pericolosa in quei casi in cui la placenta è attaccata nell'area della zona interessata. Questo è irto dello sviluppo di una delle patologie più gravi della gravidanza: distacco di placenta.

Trattamento L

Il trattamento principale per l'infertilità nell'adenomisi è l'uso di farmaci ormonali e la chirurgia di conservazione degli organi.

La diffusione del processo, i sintomi influenzeranno la scelta dei metodi di trattamento.

Le donne dovrebbero capire che l'adenomiosi è una malattia incurabile che può ripresentarsi in qualsiasi momento, solo la rimozione dell'utero offre una garanzia del 100%, ma puoi accettarlo se vuoi avere figli?

Alcuni medici affermano che l'adenomiosi può essere curata durante la gravidanza, ma questo non è vero, perché negli studi, molte donne indicano che è apparsa o rimasta dopo il parto.

Quando viene utilizzato il trattamento ormonale dell'infertilità

  • Contraccettivi orali - Yarina, Jes e altri. Sullo sfondo della sospensione del farmaco, la gravidanza è possibile, ma secondo i risultati degli studi, i contraccettivi orali non sono i farmaci più efficaci. Il corso della terapia dura 0, 5 anni.
  • I progestinici sono analoghi chimici del progesterone, recentemente ha iniziato a essere attivamente prescritto. Rappresentanti brillanti di questo gruppo di droghe sono Dufaston, Vizanne. Duphaston viene assunto ciclicamente, non impedisce l'ovulazione. L'analogo di Dufaston è l'utrozhestan naturale.
  • Antigonadotropine (danazolo, danovale, gestrinone) - più recentemente, hanno scritto che il danazolo è il più efficace per raggiungere la gravidanza, ma al momento non è praticamente utilizzato a causa del fatto che il farmaco ha un effetto collaterale pronunciato - eccesso di peso, ingrossamento voci e altri. Durante l'assunzione del farmaco, le mestruazioni scompaiono, un mese dopo l'interruzione della terapia, dovrebbero riprendere.
  • Agonisti dell'ormone rilasciante la gonadotropina (aHnRH) - zoladex, decapeptil sono ormoni pesanti e vengono utilizzati nella fase avanzata dell'adenomisi. Sono considerati farmaci molto efficaci, ma il loro uso è limitato dal loro costo elevato. Inoltre, un lungo ciclo di trattamento con questi farmaci provoca una carenza estrogenica persistente, che porta ad una significativa riduzione della densità minerale ossea.

La terapia ormonale influenza l'ovulazione e le mestruazioni, pertanto, il ripristino di tutte le funzioni riproduttive avviene 1-2 cicli dopo la cancellazione e in questo momento può verificarsi una gravidanza, tuttavia, dopo la cancellazione, il processo di maturazione dell'uovo deve essere monitorato e se non si verifica l'ovulazione, è necessario utilizzare farmaci che stimolano l'ovulazione (gonadotropine). Con insufficienza di corpo luteo, gestageni con vitamina E, questa vitamina viene assunta nella seconda fase del ciclo.

Con l'inefficacia del trattamento ormonale, viene utilizzata la rimozione laparoscopica dei nodi di adenomiosi. Questa operazione di conservazione dell'organo viene utilizzata per la forma nodulare di adenomiosi. L'essenza di questa operazione è che con l'aiuto di un laser si verificano l'escissione sia del nodo che del restauro delle pareti uterine.

Dopo interventi chirurgici di conservazione degli organi, si raccomanda di utilizzare preparazioni ormonali entro sei mesi, i contraccettivi orali in questo caso sono di bassa efficacia, aGnRH e il corso dei bagni di radon si sono dimostrati i migliori..

Se il paziente ha ostruzione delle tube di Falloppio, aderenze, chirurgia plastica microchirurgica sulle tube è necessario per ripristinarle.

È molto importante pagare allo stato psicologico, se necessario, assumere sedativi.

Il più semplice per il trattamento è l'adenomiosi cervicale, è facilmente diagnosticabile e la terapia laser può essere attivamente utilizzata nel suo trattamento per rimuovere più facilmente e rapidamente i focolai dolorosi. Nel 90% o più casi con questa diagnosi, si è verificata una gravidanza.

Con l'adenomiosi viene utilizzata anche l'embolizzazione dell'arteria uterina, l'efficacia di questa operazione è scarsamente studiata. Durante l'operazione, i vasi che alimentano il mioma o i fuochi dell'endometriosi interna vengono "ostruiti" artificialmente in modo che i nodi smettano di crescere. Il flusso di sangue uterino secondo il protocollo dovrebbe essere ripristinato in un anno e dopo che è consentito rimanere incinta, ma secondo le recensioni, molti incontreranno in seguito una violazione dell'apporto di sangue uterino.

Se tutti i tentativi di cure mediche e chirurgiche risultano non riusciti per le donne, possono indirizzarli alla fecondazione in vitro (FIV), ma l'efficacia di questa procedura in questo caso è due volte inferiore a quella delle donne non malate.

Terapia per mantenere la gravidanza

Se una donna è riuscita a rimanere incinta sullo sfondo dell'uso di Duphaston o Utrozhestan, è vietato interrompere bruscamente l'assunzione del farmaco - questo può provocare un aborto spontaneo.

È molto importante controllare il livello di progesterone, spesso il suo basso livello provoca aborti spontanei..

In alcuni casi, Duphaston è usato durante la gravidanza.

Diagnostica

La diagnosi di adenomiosi in una donna incinta si basa su:

  1. Il sondaggio. Il paziente, di regola, si lamenta di mestruazioni dolorose e prolungate prima della gravidanza. Oltre a individuare la secrezione marrone-marrone pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e entro due o quattro giorni dopo il sanguinamento ciclico.
  2. Ispezione. In un esame vaginale, l'utero è determinato più grande di quanto dovrebbe essere durante questo periodo di gravidanza. Con una forma focale, la tuberosità può essere determinata. La palpazione dell'utero è spesso dolorosa o almeno scomoda..
  3. Esame ecografico Viene determinata la discrepanza tra la dimensione dell'utero e l'età gestazionale, l'aumento dell'ecogenicità o la rarefazione del tessuto muscolare nella localizzazione dei focolai di lesione.

Altri esami - risonanza magnetica, radiografia, isteroscopia - non vengono utilizzati durante la gravidanza a causa di possibili conseguenze negative per il feto.

Trattamento

La terapia dell'adenomiosi durante la gravidanza ha lo scopo di risolvere i seguenti problemi:

  1. Inibizione della proliferazione dei fuochi della mucosa nel muscolo uterino. Per questo vengono utilizzati androgeni o progestinici. Preparazioni e dosaggi sono selezionati dal medico curante.
  2. Elimina la minaccia dell'aborto. Per fare questo, viene assegnato un corso:
      antispasmodici (No-shp, Papaverina, ecc.);
  3. sedativi;
  4. potenziatori metabolici (ad es. glicina).

Oltre a queste misure, non vengono utilizzati altri metodi di trattamento dell'adenomiosi durante la gravidanza, poiché:

  1. L'assunzione di farmaci o procedure durante questo periodo aumenta il rischio di effetti avversi sul feto. Prima di tutto, la regola principale della medicina è "non fare del male". Il trattamento della malattia può essere posticipato fino al periodo postpartum..
  2. La minaccia dell'aborto viene alla ribalta; si sviluppa in una parte significativa dei pazienti con questa diagnosi. Pertanto, la terapia farmacologica ha lo scopo specifico di eliminare questo problema..

In alcuni casi, dopo il parto, l'equilibrio ormonale può cambiare e i focolai di adenomiosi inizieranno gradualmente a diminuire di dimensioni. Se ciò non accade, al paziente viene prescritto un trattamento conservativo o chirurgico dopo la nascita del bambino.

Terapia postpartum

Il trattamento conservativo dell'adenomiosi al di fuori della gravidanza comprende:

  • ormoni che imitano lo stato della menopausa. Il corso del trattamento va da quattro mesi a un anno;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei con forte dolore;
  • decotti e infusi di erbe, nonché altri metodi di medicina tradizionale. Il medico curante può prescrivere erbe sia sotto forma di irrigazione che per somministrazione orale.

Di norma, i farmaci ormonali non vengono assunti durante la terapia a base di erbe..

Le infusioni aiuteranno a ridurre il sanguinamento dei tessuti e rimuovere i processi infiammatori nel miometrio:

  1. Borse da pastore. Un cucchiaino di erba secca viene versato con un bicchiere di acqua bollente, infuso per un'ora e preso in un cucchiaio quattro volte al giorno mezz'ora prima dei pasti.
  2. Ortiche. Due cucchiai di erbe secche o fresche vengono versati con un bicchiere di acqua bollente e insistono per 40 minuti. L'intero importo dei fondi deve essere diviso in diversi metodi e consumato in un giorno.
  3. Foglia di piantaggine. Un cucchiaio di erbe secche o fresche viene versato in un bicchiere di acqua bollente e insistito per due ore. L'infusione risultante è divisa in quattro parti, la prima deve essere consumata a stomaco vuoto, il resto può essere dopo i pasti, in modo uniforme durante il giorno.

Oltre al trattamento a base di erbe, i processi infiammatori nel muscolo uterino possono essere ridotti di:

  1. Hirudotherapy. Le sanguisughe sono poste sulla parte inferiore dell'addome sotto la supervisione di un medico. Gli enzimi speciali che contengono questi animali hanno potenti proprietà antinfiammatorie e rigenerative..
  2. Impacchi di argilla blu. L'applicazione dell'argilla sulla regione inguinale migliora la circolazione sanguigna nel bacino e, in combinazione con altri metodi di trattamento, accelera i processi di rigenerazione del miometrio.

Un dispositivo intrauterino contenente gestageni ha una buona efficacia. Indossare una spirale riduce la perdita di sangue durante le mestruazioni e indebolisce il dolore.

Se la terapia conservativa non ha portato all'effetto desiderato, sono sorte complicazioni, quindi ricorrere al trattamento chirurgico dell'adenomiosi.

Le indicazioni per la chirurgia sono:

  1. Grave sanguinamento uterino.
  2. La combinazione di adenomiosi e grandi fibromi.
  3. La combinazione di adenomiosi con alterazioni atipiche dell'endometrio o dell'epitelio del canale cervicale.

Prevenzione

Difficilmente è possibile proteggersi completamente da questa malattia. Le donne che hanno disturbi ormonali e metabolici devono monitorare attentamente le condizioni degli organi genitali interni e seguire semplici regole:

  1. Visita un ginecologo almeno due volte l'anno e sottoponi ad ultrasuoni pelvici.
  2. Se ci sono problemi con le mestruazioni - diventa doloroso, abbondante, è comparso qualche giorno prima delle mestruazioni - è meglio non rinviare la visita dal ginecologo.
  3. Stabilire il giusto regime del giorno e una dieta equilibrata, perdere peso.
  4. Ridefinisci gli atteggiamenti verso il sovraccarico nervoso.
  5. Non permettere a te stesso eccessivo affaticamento emotivo, ricevere periodicamente corsi di massaggio rilassante e procedure fisioterapiche volte a rafforzare il sistema nervoso.

Misure diagnostiche

Uno dei metodi più efficaci per rilevare l'adenomiosi è l'ecografia.

Per una diagnosi più accurata, è necessario sottoporsi a un esame da un ginecologo.

Di solito questa procedura consiste nell'esaminare i genitali con l'aiuto di specchi, prendere strisci, nonché esaminare la cervice usando speciali dispositivi di ingrandimento.

È inoltre necessario sottoporsi a un esame generale di tutti gli organi di vari specialisti per escludere altre diagnosi di accompagnamento.

Inoltre, è necessario superare una serie di test che potrebbero essere necessari per un possibile intervento chirurgico.

Adenomiosi uterina e gravidanza

L'adenomiosi uterina (endometriosi uterina) è una malattia in cui i fuochi appaiono nei tessuti dell'utero, delle ovaie e di altri tessuti che ricordano la struttura della mucosa uterina, sono piccoli noduli che contengono liquido denso scuro. In tali focolai si verificano cambiamenti, simili al rigetto della mucosa uterina. Il sanguinamento sviluppato da queste aree porta al dolore durante le mestruazioni. I medici moderni di solito chiamano l'adenomiosi una malattia come l'endometriosi uterina. E l'endometriosi è un grave processo infiammatorio.

I focolai endometriali possono essere localizzati in vari organi e tessuti: sulla cervice, nello spessore dell'utero, sulla parete della cavità addominale, al di fuori del sistema genitale.

Sintomi di adenomiosi uterina

Il sintomo più comune è il dolore che appare o peggiora nei giorni premestruali, durante le mestruazioni. Con danni all'utero, ci possono essere mestruazioni pesanti, individuando dal tratto genitale prima e dopo le mestruazioni. Il dolore può essere somministrato al sacro, al retto e alla vagina. L'adenomiosi uterina può verificarsi senza sintomi, in questo caso, questa patologia viene rilevata quando i pazienti contattano la clinica con la domanda che non possono concepire un bambino.

Adenomiosi uterina e gravidanza

Ci sono possibilità di sopportare e dare alla luce un bambino sano? L'adenomiosi uterina è spesso accompagnata da infertilità. L'infertilità viene eseguita se la gravidanza non si è verificata entro uno o più anni con regolare attività sessuale. Con l'adenomiosi uterina, l'impianto dell'uovo fetale nella mucosa uterina è impossibile, si verifica la morte dell'uovo.

Con l'adenomiosi dell'utero, si nota un processo commissurale, che porta alla sterilità. Vi è una violazione della pervietà delle tube di Falloppio, che porta all'assenza di gravidanza. Con l'adenomiosi uterina, potrebbe anche esserci una mancanza di maturazione dell'uovo nell'ovaio, un cambiamento nelle proprietà della mucosa uterina.

Quando viene stabilita una diagnosi di adenomiosi uterina, viene prescritta la terapia della gestagen, sullo sfondo del quale può verificarsi una gravidanza. Questo gruppo di farmaci non deve essere cancellato, ma deve essere preso ulteriormente per fornire il supporto ormonale necessario. È noto che questa malattia è caratterizzata dalla presenza di disturbi ormonali, quindi il primo trimestre di gravidanza è il più responsabile. Di norma, gli ormoni in gravidanza dovrebbero richiedere fino a 14 settimane. Ma questo deve essere controllato tenendo conto dei risultati di un esame del sangue per il contenuto di progesterone. Sulla base dei risultati dell'esame, viene decisa la questione dell'abolizione dei gestageni o della continuazione della terapia. Sono stati condotti numerosi studi, secondo i quali non sono state ricevute informazioni sugli effetti negativi degli ormoni, in particolare il dydrogesterone, sul feto. Questo farmaco è ampiamente usato nella pratica ostetrica e aiuta a creare condizioni ottimali per la progressione della gravidanza..

La complicazione più comune della gravidanza con adenomiosi è la minaccia della sua interruzione. Questa situazione richiede corsi preventivi per prevenire lo sviluppo di una clinica per le minacce. Prescrivere farmaci dal gruppo di antispasmodici, sedativi, sedativi che migliorano i processi metabolici.

Cause di adenomiosi uterina

Adenomiosi uterina a causa della predisposizione genetica. Esiste una teoria sullo sviluppo ormonale della malattia, secondo la quale esiste una violazione del contenuto e del rapporto degli ormoni nel corpo di una donna. Un'altra teoria della comparsa di adenomiosi uterina è l'impianto, secondo il quale le particelle endometriali respinte si depositano sulle ovaie, sui tubi, sul peritoneo e creano "terreno" per lo sviluppo della malattia. Il più importante: cambiamenti negativi nel sistema neuroendocrino dovuti a stress, malnutrizione, varie malattie di natura non ginecologica.

Diagnosi di adenomiosi uterina

È possibile sospettare la presenza di adenomiosi uterina nelle donne con infertilità e in presenza di determinati fattori: una sindrome del dolore a lungo esistente, con trattamento non riuscito dei processi infiammatori nelle appendici uterine, con interventi intrauterini, con spotting spotting dal tratto genitale; con dolore che si verifica durante i rapporti sessuali, dolore se visto su una sedia ginecologica; segni di aderenze nel bacino, indolenzimento dei legamenti dell'utero.

L'ecografia è il principale metodo diagnostico che consente di determinare le dimensioni dell'utero, la struttura della membrana muscolare, le dimensioni, la struttura delle formazioni cistiche nelle ovaie. La prossima fase importante dell'esame sono i metodi per valutare la pervietà delle tube di Falloppio. Ad esempio, la presenza di focolai di infiammazione nella parete uterina può essere rilevata usando una fotografia a raggi X dell'utero. La dimensione dell'utero, il grado di distribuzione del processo sono stimati dalla foto..

Oggi, la chirurgia endoscopica (laparoscopia) rimane lo standard di diagnosi per varie forme di infertilità, inclusa la forma di infertilità derivante dall'adenomiosi uterina. Durante l'intervento chirurgico, gli "strumenti" vengono inseriti nella cavità addominale attraverso le aperture nella parete addominale. Con l'aiuto di un tale esame, è possibile determinare le condizioni delle tube di Falloppio, la presenza di aderenze, focolai di adenomiosi uterina.

Trattamento dell'adenomiosi uterina

Il trattamento dell'adenomiosi uterina viene eseguito con correzione chirurgica, metodi fisioterapici e terapia ormonale. Negli ultimi decenni, i farmaci ormonali hanno dominato il trattamento medico dell'adenomiosi uterina. Fermano temporaneamente le mestruazioni, sopprimono il lavoro delle ovaie. Creano la menopausa artificiale, che porta a una diminuzione della gravità dei sintomi della malattia, a una diminuzione dei fuochi dell'adenomiosi uterina. I farmaci ormonali di ultima generazione hanno un minimo di effetti collaterali rispetto ai farmaci delle generazioni precedenti. Il trattamento con tali farmaci ormonali viene utilizzato come primo stadio del trattamento prima dell'intervento chirurgico. Nel trattamento e nella prevenzione della progressione di forme non gravi di adenomiosi uterina, vengono utilizzati anche contraccettivi ormonali orali..

Il massimo effetto può essere ottenuto con una combinazione del metodo di trattamento ormonale e chirurgico - laparoscopia; durante l'operazione, i fuochi endometriali vengono rimossi. In questo caso, gli ormoni possono essere utilizzati come preparazione preoperatoria, entro 3-6 mesi dopo l'intervento chirurgico come misura preventiva contro la comparsa di sintomi di adenomiosi uterina.

Pianificazione della gravidanza per l'adenomiosi uterina

La laparoscopia viene utilizzata se ci sono cisti ovariche endometrioidi, è necessario stabilire la pervietà delle tube di Falloppio. Dopo l'intervento chirurgico per 3-6 mesi, viene generalmente prescritta la terapia ormonale. I farmaci ormonali immergono il sistema riproduttivo nel sonno. Dopo diversi mesi, la terapia viene annullata, il paziente può rimanere incinta. Se la gravidanza non si verifica entro un anno, ciò riduce drasticamente le possibilità di ripristinare la funzione riproduttiva di una donna. In questo caso, si consiglia un programma di fecondazione in vitro. In gravidanza e allattamento in assenza di mestruazioni, può verificarsi lo sviluppo inverso dell'adenomiosi uterina. L'interruzione della gravidanza con il curettage della cavità uterina porta ad esacerbazione e aggravamento dell'adenomiosi uterina. L'esame tempestivo, il trattamento dell'adenomiosi uterina aiuta la gravidanza.

Il fatto della presenza di adenomiosi non significa che la gravidanza si verificherà in tutte le donne in gravidanza con complicazioni. Una grande percentuale di pazienti non sa affatto di avere una tale malattia, mentre il concepimento avviene senza problemi. In questa situazione, non è necessario nominare immediatamente la terapia ormonale. È necessario condurre un esame di follow-up completo di una donna, il suo profilo ormonale, in modo che possa essere valutata la necessità di un trattamento farmacologico.

Se una donna soffre di adenomiosi e sta pianificando una gravidanza, dovrebbe essere preparata per un periodo così importante nella sua vita. Un esame completo e un trattamento adeguato, a seconda dei risultati ottenuti, sono la garanzia che si verifichi una gravidanza e procederà senza complicazioni. Particolare attenzione è rivolta alla diagnosi di infezioni correlate alle IST. Con l'adenomiosi, diminuiscono le forze immunitarie protettive del corpo. La gravidanza è uno stato di immunodeficienza naturale, quindi questo può portare al fatto che il processo di infezione durante la gravidanza sarà accompagnato da varie complicazioni. È necessario prescrivere un corso di terapia specifica prima della gravidanza, poiché l'elenco dei farmaci approvati per le donne in gravidanza è molto limitato.

Si può sostenere che per una donna, la diagnosi di adenomiosi non dovrebbe significare che non sarà in grado di dare alla luce un bambino sano. La cosa più importante è seguire le raccomandazioni di uno specialista nel trattamento di questa malattia e avvicinarsi responsabilmente alla gravidanza pianificata.

Gravidanza con adenomiosi - è reale?

Molte patologie e patologie ginecologiche possono causare disfunzioni riproduttive. A questo proposito, abbastanza spesso i pazienti dei centri di pianificazione familiare e varie cliniche che si occupano di problemi di infertilità sono interessati a sapere se è davvero possibile rimanere incinta con adenomiosi uterina e cosa possono aspettarsi dopo il trattamento.

Adenomiosi - caratteristiche di patologia e cause

È generalmente accettato che la gravidanza e qualsiasi cambiamento strutturale nell'utero siano concetti reciprocamente esclusivi. Tuttavia, alcune donne riescono a rimanere incinta e ad avere un bambino, anche con adenomiosi.

Può essere sia cambiamenti focali minori, sia diffusi, che si estendono oltre i confini di un organo, interessando non solo l'utero, ma anche altri organi della piccola pelvi.

Le cause dell'adenomiosi sono diverse, pertanto esistono diverse teorie sul suo sviluppo, di cui le seguenti sono più vicine alla realtà:

  • induzione - spiega la formazione di focolai endometrioidi dall'influenza di fattori scatenanti e condizioni avverse;
  • impianto - si ritiene che il reflusso di sangue durante le mestruazioni o le procedure invasive attraverso le tube di Falloppio dall'utero alla cavità addominale possano provocare la crescita delle cellule epiteliali della mucosa uterina negli organi adiacenti;
  • metaplasia dell'epitelio celelico - si verifica in caso di regressione incompleta dei residui dei tessuti embrionali coinvolti nella posa e formazione di organi.

Oltre a questi tre, ci sono altre teorie, ma non hanno una base di prove affidabile..

I fattori scatenanti e i rischi dello sviluppo di cambiamenti endometrioidi includono:

  • predisposizione genetica;
  • infezioni genito-urinarie e malattie a trasmissione sessuale;
  • squilibrio ormonale;
  • lesioni degli organi pelvici, in particolare dell'utero;
  • manipolazioni intrauterine e interventi chirurgici.

Di norma, non ci sono sintomi caratteristici che indicano questa malattia e nella maggior parte dei casi l'adenomiosi diventa una scoperta diagnostica.

Tuttavia, è possibile sospettare la presenza di una patologia ginecologica se una donna è infastidita da periodi dolorosi, emorragie pesanti, comparsa di secrezioni marroni o sanguinanti pochi giorni dopo le mestruazioni, nonché da un "daub" scuro nel mezzo del ciclo.

Prima di rimanere incinta, una donna con diagnosi di adenomiosi dovrebbe sottoporsi non solo a un esame completo, ma anche a un trattamento adeguato, che potrebbe dare la possibilità di diventare madre.

Perché l'adenomiosi impedisce di rimanere incinta

Tuttavia, i cambiamenti ormonali possono influenzare il processo di maturazione follicolare e ovulazione, spesso in modo completamente sfavorevole.

Sì, è possibile rimanere incinta con adenomiosi uterina, ma sfortunatamente, a causa di cambiamenti organici nello strato muscolare, non è sempre possibile salvare il feto.

Un segno prognostico particolarmente spiacevole è una combinazione di endometriosi interna con altre patologie ormone-dipendenti, ad esempio cisti ovariche e annessite. In questo caso, l'infertilità può diventare irreversibile..

Se l'adenomiosi cattura non solo lo strato muscolare dell'utero, ma anche le appendici, i processi metabolici del corpo che dipendono dagli ormoni sessuali vengono interrotti così tanto da influenzare non solo l'ovulazione, portando a cicli anovulatori, causando quindi infertilità.

Nel caso di alcuni focolai endometrioidi che non influenzano gli strati profondi del tessuto muscolare, i cambiamenti ormonali durante la gravidanza hanno causato la menopausa fisiologica, influenzando quindi favorevolmente il decorso della malattia, poiché il tasso di crescita delle cellule endometrioidi diminuisce. A volte durante la gravidanza, l'adenomiosi regredisce e scompare completamente.

Quando è necessario il trattamento?

Poiché in alcuni casi con adenomiosi esiste un'opportunità per concepire e rimanere incinta, è logico supporre che non tutte le manifestazioni di questa malattia richiedano un trattamento. In effetti, la tattica terapeutica dipende dallo stadio clinico dell'adenomiosi.

Oltre ai tre tipi principali: nodulare, diffuso e diffuso-nodulare, si distinguono i seguenti gradi o stadi di endometriosi genitale, a seconda della profondità del danno tissutale:

  1. Il primo grado - le cellule endometriali crescono negli strati superiori del tessuto muscolare uterino, formando rientranze in esso. La struttura del miometrio non è cambiata. In questa fase è possibile la regressione della malattia indotta da ormoni..
  2. Il secondo grado: le cellule in crescita della mucosa raggiungono il centro del miometrio. Di conseguenza, lo strato muscolare si ispessisce, diventa tuberoso, perde elasticità. Le donne iniziano a notare problemi sopportando o concependo. Tuttavia, questo stadio della malattia si presta a un conservatore, cioè trattamento farmacologico.
  3. Il terzo grado: il miometrio è completamente interessato, a seguito del quale le pareti dell'utero sono gravemente deformate e ispessite. Senza trattamento chirurgico, il problema non può essere risolto..
  4. Il quarto grado - non solo l'utero è interessato, ma anche altri organi della piccola pelvi. Nei casi più gravi, è necessario rimuovere completamente l'utero con appendici.

Farmaci, il trattamento conservativo è piuttosto lungo - da due a tre mesi a sei mesi o più. In questo caso, vengono prescritti farmaci ormonali che creano la menopausa artificiale, a causa della quale la crescita cellulare rallenta e, alla fine, si ferma.

Il volume del trattamento chirurgico dipende dall'entità della lesione. L'intervento chirurgico può essere sia un'asportazione delicata - laparoscopica delle aree interessate, sia una radicale - laparotomia con estirpazione dell'utero con o senza appendici. In questo caso, purtroppo, il paziente perde la capacità di sopportare il bambino.

Prepararsi alla gravidanza con adenomiosi

Come da quanto precede, è possibile rimanere incinta con adenomiosi, è molto più difficile sopportare un bambino. I pazienti con il primo e il secondo grado della malattia dopo un adeguato trattamento farmacologico hanno reali possibilità di concepimento e di gravidanza normale.

Grazie al costante sviluppo della medicina riproduttiva, le donne con lesioni endometrioidi più gravi a cui è stata data una diagnosi incondizionata di infertilità 10-15 anni fa hanno la possibilità di diventare madri.

Spesso, dopo la rimozione chirurgica delle aree interessate degli organi riproduttivi, i medici suggeriscono la fecondazione in vitro, seguita dall'impianto dell'embrione nell'utero della gestante.

Pertanto, in ogni caso, preparandosi a rimanere incinta sullo sfondo di adenomiosi, è necessario essere attentamente esaminati e sottoposti a terapia ormonale.

Oltre a ormoni, complessi vitaminici e minerali, immunostimolanti, sedativi, una dieta equilibrata, esercizi moderati e trattamenti spa sono raccomandati per il rafforzamento generale del corpo.

Adenomiosi e gravidanza

Portare un bambino con adenomiosi uterina è abbastanza possibile e ci sono molte prove cliniche per questo. L'unica cosa da considerare è che la gravidanza con endometriosi interna può essere più difficile del solito, esiste una reale minaccia di aborto spontaneo, parto prematuro o distacco di placenta.

Pertanto, una donna che è riuscita a concepire con una tale diagnosi, e in particolare un paziente dopo
La fecondazione in vitro deve monitorare attentamente come procede la gravidanza, monitorare attentamente e rispondere a qualsiasi cambiamento nel corpo e informare tempestivamente il medico curante.

Riassumere

L'adenomiosi è una patologia che mette in discussione la possibilità del concepimento e della nascita di un bambino. Tuttavia, è possibile e necessario combatterlo. Attualmente, oltre il 60% delle coppie di fronte a questa diagnosi ha la possibilità di diventare genitori.

L'unica cosa che una donna che soffre di adenomiosi uterina dovrebbe ricordare è la costante attenzione dell'ostetrico-ginecologo presente e un atteggiamento responsabile nei confronti della propria salute.

Va anche notato che dopo il parto naturale, la crescita del tessuto endometrioide può diminuire e persino arrestarsi e il ciclo mestruale migliorerà, mentre dopo un aborto il rischio di progressione della patologia aumenta in modo significativo.

Ascolta il tuo corpo, impara a riconoscere i segni che ti dà, visita regolarmente un ginecologo, fatti esaminare e segui le raccomandazioni del tuo medico: questa è la chiave del successo nel percorso verso una gravidanza desiderata.

Adenomiosi e gravidanza

L'adenomiosi si chiama endometriosi uterina. Questo è un processo infiammatorio. Ma per capire di cosa si tratta, scopriamo innanzitutto cos'è l'endometriosi. Dall'interno, l'utero è rivestito con un tessuto chiamato endometrio. Normalmente, l'endometrio dovrebbe trovarsi solo nella cavità uterina e in nessun altro luogo. Il suo principale compito funzionale è quello di crescere per accettare la cellula fecondata e far avvenire la gravidanza. È in esso che la cellula penetra e inizia a svilupparsi. Se l'uovo non è fertilizzato, l'endometrio esfolia e iniziano le mestruazioni. Lo strato uterino dell'endometrio rimane nella cavità uterina, che attraversa lo stesso ciclo del suo predecessore. Ora diventa chiaro perché l'utero è la posizione dell'endometrio. Ma in realtà, spesso il tessuto endometriale si estende oltre questo organo (ad esempio, fino alla superficie delle ovaie o del peritoneo) o cresce più in profondità nelle sue pareti. Questo è solo quando l'endometrio cresce nello spessore delle pareti dell'utero, parlano di endometriosi interna, cioè di adenomiosi.

Come si manifesta l'adenomiosi??

Per alcune donne, niente di niente. Ma un certo numero di donne sente l'adenomiosi, come si suol dire, "per intero". Tra i sintomi di questa malattia:

  • mestruazioni pesanti, che spesso portano a una diminuzione dell'emoglobina nel sangue;
  • forte dolore durante le mestruazioni;
  • il verificarsi dei cosiddetti daubs entro pochi giorni prima delle mestruazioni, nonché dopo (di norma, ha un colore marrone scuro);
  • dolore durante i rapporti sessuali;
  • cambiamento nella forma e nelle dimensioni dell'utero (determinato dal medico).

Se hai tali sintomi, questo non significa affatto adenomiosi. Con altre malattie, ad esempio, con un polipo della cervice o dei fibromi uterini, sono possibili sintomi simili.

Nel tempo, l'adenomiosi non si trasforma in cancro.

Come si verificano la gravidanza e l'inizio della gravidanza con adenomiosi uterina?

L'endometriosi è una delle malattie più misteriose, conosciute da tempo, ma fino ad oggi non completamente comprese e sempre più diffuse negli ultimi decenni. Colpisce principalmente le donne in età riproduttiva, ma si trova sempre più spesso tra le ragazze adolescenti e durante la menopausa. Secondo alcuni esperti, lo stadio iniziale è l'adenomiosi, altri - quest'ultimo è considerato una malattia indipendente. Posso rimanere incinta di adenomiosi e avere un bambino? Alcuni autori suggeriscono generalmente che questa patologia non influisce sulla gravidanza..

Cos'è l'adenomiosi uterina

L'adenomiosi uterina (endometriosi interna) è una malattia ginecologica, che si basa sulla germinazione delle cellule dello strato interno della membrana uterina (endometrio) nello strato muscolare (miometrio). A causa del rifiuto fisiologico dell'endometrio incarnito, si verificano dolore e spotting prima e dopo le mestruazioni, che serve come motivo per contattare il medico. Questa patologia è comune nelle donne di età superiore ai 30-40 anni, tuttavia, ci sono casi di insorgenza della malattia in età precoce..

L'adenomiosi nel 30% dei casi è combinata con un'altra malattia: il mioma uterino. È un tumore benigno originato dallo strato muscolare..

Con l'adenomiosi, l'endometrio cresce nello strato muscolare, formando isole

Pillole anticoncezionali

La gravidanza con adenomiosi può verificarsi dopo la fine del ciclo contraccettivo (Janine, Yarina). Questo è abbastanza strano, ma i contraccettivi orali sono farmaci ormonali che possono ripristinare lo squilibrio. Sopprimono la secrezione interna delle ovaie e, dopo la loro cancellazione, aumenta l'attività degli organi.

Il dispositivo intrauterino Mirena può essere utilizzato per lo stesso scopo, poiché inibisce la crescita dell'endometrio. Mentre è nell'utero, l'endometrio cessa di proliferare attivamente e la malattia regredisce.

Posso rimanere incinta?

Le patologie endometriali portano alla sterilità femminile.

Se non trattata, la probabilità di rimanere incinta è notevolmente ridotta. Ma ci sono possibilità per una concezione di successo con l'adenomiosi uterina, questo richiederà l'aiuto di specialisti.

Il ginecologo o il riproduttologo tratta l'adenomiosi.

La fecondazione dell'ovulo avviene nelle tube di Falloppio. Ma questo non è abbastanza per lo sviluppo della gravidanza. L'uovo fetale deve attaccarsi all'utero.

Con l'adenomiosi, gli strati dell'endometrio sono troppo scarsi. Pertanto, la gravidanza si interrompe fino al primo giorno di mestruazioni ritardate. Questo tipo di aborto si chiama gravidanza biochimica..

Ci sono quattro fasi della malattia. L'adenomiosi uterina del 1o e 2o grado non richiede intervento chirurgico e la probabilità di una gravidanza indipendente è piuttosto elevata.

Il terzo stadio dell'adenomiosi è caratterizzato dalla deformità uterina, che può essere eliminata come parte dell'operazione. Altrimenti, una donna non sarà in grado di rimanere incinta.

Il quarto stadio è il più difficile. I punti focali della crescita dei tessuti sono localizzati su altri organi..

L'essenza della patologia

Le cause di questa malattia possono essere disturbi ormonali, localizzazione genetica o lesioni uterine causate durante operazioni o aborti.

Nella maggior parte dei casi, l'adenomiosi non si manifesta in alcun modo e viene rilevata solo dopo un esame da un ginecologo o dopo l'ecografia.

A volte la patologia si manifesta con dolori nell'addome inferiore prima delle mestruazioni e durante i rapporti sessuali, nonché scarico eccessivamente abbondante durante le mestruazioni.

Leggi altri sintomi di adenomiosi qui..

Questa malattia può interessare non solo l'area genitale, ma anche diffondersi ad altri organi nelle vicinanze..

Sfortunatamente, l'adenomiosi è la causa più comune di infertilità femminile..

Perché si verifica la malattia?

Le cause dell'adenomiosi uterina non sono attualmente identificate. I possibili fattori che aumentano la probabilità della formazione di un disturbo includono:

  • predisposizione genetica (presenza di adenomiosi o endometriosi nella madre, sorella o nonna);
  • stile di vita sedentario;
  • malattie infiammatorie dell'utero e delle appendici;
  • l'inizio dell'attività sessuale fino all'età di 16 anni;
  • ciclo mestruale irregolare;
  • gravidanza troppo precoce (prima dei 18 anni) o tardiva (oltre i 35 anni);
  • la presenza di cattive abitudini (in particolare l'abuso di bevande alcoliche e droghe);
  • auto-somministrazione di alcuni farmaci (contraccettivi ormonali, steroidi, citostatici);
  • assenza di parto fino a 40 anni;
  • lesioni traumatiche degli organi genitali interni;
  • frequente curettage durante un aborto o spazzolatura dopo un aborto spontaneo;
  • inizio precoce delle mestruazioni nelle ragazze (fino a 12 anni);
  • diabete di tipo 1 e di tipo 2;
  • obesità nutrizionale (3-4 gradi);
  • esposizione a stress prolungato;
  • intensa attività fisica.

I principali sintomi dell'adenomiosi uterina

Nella metà dei casi, non ci sono manifestazioni della malattia e molti pazienti non visitano regolarmente il ginecologo, a seguito del quale la patologia viene rilevata abbastanza tardi. Per l'adenomiosi uterina, un aumento dei segni clinici è caratteristico man mano che la malattia progredisce. I principali sintomi della malattia includono:

  • Macchie scure avvistamento 5-8 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e 7-10 giorni dopo la sua fine. Possono essere intensificati dopo il rapporto sessuale, esame da un ginecologo usando specchi, sollevamento pesi, stress psicologico.
  • Variazione della durata e della profusione del ciclo mestruale. In condizioni normali, l'intervallo tra le mestruazioni in una donna sana va da 21 a 40 giorni. Con l'adenomiosi uterina, le mestruazioni possono iniziare molto prima della data di scadenza. In media, durante un periodo di sanguinamento regolare, una donna perde fino a 90 ml di sangue: con una malattia, questo valore può aumentare di 2 o 3 volte, il che crea un rischio di anemia (anemia).
  • Cambia forma e volume dell'utero. Nelle ultime fasi dello sviluppo della malattia, l'organo diventa sferico e acquisisce dimensioni più caratteristiche per la 6-7a settimana di gravidanza.
  • La comparsa di forti dolori durante le mestruazioni. Il paziente avverte disagio nell'addome inferiore, che non scompare nemmeno dopo l'assunzione di analgesici. I dolori sono doloranti in natura, in alcuni casi possono essere accompagnati da svenimenti, tipici di sudorazione, nausea e vomito, sbiancamento della pelle e crampi.
  • Disagio durante i rapporti sessuali. Una donna può provare disagio durante il sesso quando il pene di un partner ferisce le aree interessate della cervice.

Manifestazioni di adenomiosi

I sintomi dell'adenomiosi sono vari. Tutto dipende dal grado di diffusione della patologia, dalle malattie croniche iniziali di una donna. All'inizio dello sviluppo della malattia, solo un ginecologo lo vedrà se esaminato. La diffusione della patologia porta al fatto che una donna può notare i seguenti cambiamenti nelle sue condizioni:

  1. Dolore durante il sesso.
  2. Scarico di marrone tra le mestruazioni.
  3. Cambiamenti mestruali.
  4. Manifestazioni vive di sindrome premestruale.
  5. Sanguinamento mestruale eccessivo.

L'adenomiosi differisce dalle altre malattie femminili in quanto lo scarico durante le mestruazioni diventa prolungato e abbondante. Gli scarichi compaiono anche prima delle mestruazioni e pochi giorni dopo il suo completamento. Avendo notato tali sintomi, una donna dovrebbe consultare immediatamente un medico. E devi farlo immediatamente.

Come si manifesterà e come curare l'adenomiosi diffusa Dopo che sono stati eseguiti tutti i test necessari, il medico invierà organi di esame di altri sistemi: respiratorio, circolazione sanguigna, tratto gastrointestinale, urinario. Quindi eseguire un'ecografia, che aiuterà lo specialista a studiare gli organi pelvici. L'esame ecografico è un metodo informativo che consente di diagnosticare correttamente, identificare complicanze. Inoltre, il medico può prescrivere altri due tipi di ricerca: laparoscopia e isteroscopia.

La probabilità di infertilità

La probabilità di rimanere incinta con adenomiosi è di circa il 40%. Man mano che la malattia progredisce, diminuiscono le possibilità di successo del concepimento.

Il primo e il secondo stadio della malattia sono comuni. Sono facili da trattare..

Di conseguenza, le donne trovano la gravidanza desiderata. Le fasi avviate della patologia richiedono maggiore attenzione.

A volte l'adenomiosi può portare alla sterilità assoluta. Questo vale per le situazioni in cui ci sono troppe lesioni. Ogni donna ha il potere di assicurarsi se stessa contro la malattia.

Le cause del suo verificarsi includono disturbi ormonali, abuso di aborto o uno stile di vita improprio..

Per prevenire la formazione di adenomiosi, una donna deve monitorare la sua dieta e frequentare regolarmente una clinica prenatale.

È anche importante effettuare un'igiene regolare dei genitali e monitorare la purezza dei contatti sessuali.

Il concepimento è pericoloso??

Oltre il 70% delle donne con diagnosi di adenomiosi non può rimanere incinta.

Molte ragioni impediscono questo, ad esempio uno di questi: la presenza di cellule estranee nell'utero provoca una contrazione più frequente, respingendo così l'embrione.

Inoltre, la pervietà delle tube di Falloppio è ridotta, il che impedisce la fecondazione dell'uovo.

Anche se ciò accade, la gravidanza non può procedere normalmente e senza complicazioni. Tale diagnosi durante la gravidanza comporta visite regolari alla clinica prenatale e un monitoraggio costante da parte del medico curante.

È necessario in diversi momenti per monitorare le condizioni dell'utero, della placenta e del feto.

Nelle prime fasi della gravidanza, è necessario monitorare lo sviluppo della placenta, che è responsabile del metabolismo e controlla molti processi.

Inoltre, il supporto ormonale e un attento monitoraggio della placenta sono importanti per una donna. Nel secondo trimestre, può comparire dolore, che deve anche essere controllato e monitorato..

Inoltre, spesso diagnosticato con presentazione anormale del feto, quindi, nella maggior parte dei casi, viene prescritto un taglio cesareo per il parto.

Diagnosi della malattia

Quando il paziente visita il medico per la prima volta, il medico deve chiarire definitivamente l'anamnesi. È necessario parlare del tempo di comparsa dello spotting, della natura del dolore, dell'intensità e della durata delle mestruazioni.

Se sta assumendo o ha assunto contraccettivi ormonali, ricordati di menzionarlo. Questo fatto può essere importante quando si esegue la diagnosi differenziale..

Successivamente, il medico esamina con uno specchio. Per fare ciò, al paziente verrà chiesto di spogliarsi sotto la vita e sdraiarsi su una sedia speciale. Un espansore viene inserito nella vagina, grazie al quale il ginecologo può esaminare la cervice. Con l'adenomiosi sulla superficie dell'organo, puoi vedere emorragie puntuali, che indicano la germinazione dell'endometrio. Parallelamente all'esame, il ginecologo di solito prende una macchia per l'esame citologico per escludere il cancro cervicale.

Lo specchio vaginale consente di esaminare la cervice

Durante la pratica nel dipartimento di ginecologia, ho dovuto affrontare l'adenomiosi in stadio 4 in una donna di 50 anni. Il paziente lamentava un aumento dell'addome e un periodico spotting dal tratto genitale. Durante l'esame, ho sentito attraverso la parete addominale anteriore nella regione sovrapubica un denso utero sferico. Successivamente, al paziente è stato inviato un esame aggiuntivo, in cui è stata confermata la diagnosi..

Esame ecografico (ultrasuoni) dell'utero

L'ecografia viene eseguita il 5-7 ° giorno del ciclo mestruale, quando la maggior parte della scarica viene pompata. La paziente si spoglia e si sdraia sul divano, piegando le gambe alle articolazioni del ginocchio. Nella maggior parte dei casi, lo studio viene condotto introducendo un sensore speciale nella vagina. Se ci sono controindicazioni a questo metodo (verginità, malattie degli organi genitali esterni), è possibile eseguire la procedura transaddominale - attraverso la parete anteriore dell'addome.

Classificazione


Esistono due principali classificazioni di patologia. Nel luogo di localizzazione, è genitale, che colpisce la superficie degli organi genitali interni o esterni, ed extragenitale, che colpisce altri organi e sistemi. La forma genitale varia nel tipo:

  1. Per via endovenosa: colpisce i reparti utero, istmo e intrauterino delle tube di Falloppio.
  2. Esterno: intraperitoneale (situato sulle ovaie, aree del peritoneo che coprono l'approfondimento del bacino, tube di Falloppio), extraperitoneale (sulla vagina, parete vaginale della cervice, genitali esterni).

Si distinguono anche tre gradi di patologia:

  1. Facile: sulle ovaie e sul peritoneo pelvico ci sono singoli focolai di patologia, le aderenze sono assenti.
  2. Le cisti medio - piccole con contenuto marrone appaiono sulla superficie delle ovaie, i fuochi appaiono anche sull'intestino.
  3. Grave: le cisti nelle ovaie raggiungono più di 2 cm, le aree patologiche sulle tube di Falloppio e sul peritoneo sono contorte da commessure.

Come viene eseguita la terapia con adenomiosi?

Il trattamento della malattia viene effettuato in due modi: conservativo e operativo. Il primo include l'uso di contraccettivi orali combinati (COC), altri farmaci ormonali e farmaci per eliminare i sintomi. La terapia conservativa viene utilizzata nelle fasi iniziali del processo e l'età relativamente giovane (fino a 30 anni) del paziente, se non ha ancora svolto una funzione di gravidanza. Quando l'adenomiosi ha raggiunto il 3-4 ° grado e sussiste il rischio di germinazione dell'endometrio negli organi e nei tessuti vicini, i medici stanno prendendo in considerazione la possibilità di condurre un intervento chirurgico.

Gli obiettivi principali del trattamento della malattia:

  • normalizzazione dello sfondo ormonale;
  • ripristino di un normale ciclo mestruale;
  • riduzione del volume dell'area interessata, dove l'endometrio cresce nel miometrio;
  • prevenzione della progressione del processo patologico.

Chirurgia della malattia

Il trattamento chirurgico è prescritto in assenza dell'effetto di metodi conservativi. Le operazioni utilizzate nell'adenomiosi uterina sono suddivise nei seguenti tipi:

  • Conservazione dell'organo - eseguita con una piccola lesione dello strato muscolare dell'organo (forme nodulari e focali), nonché se è necessario mantenere la funzione riproduttiva del corpo femminile (il desiderio di sopportare e dare alla luce un bambino). Eseguito per laparoscopia con una piccola quantità di tessuto rimosso. I periodi di recupero vanno da 3 giorni a una settimana.
  • Radicale (laparotomia) - sono prescritti per la germinazione massiccia dell'endometrio nel miometrio (con un processo diffuso). Sono effettuati nelle seguenti varianti: rimozione solo dell'utero o dell'utero insieme alle appendici. Il volume richiesto di resezione dei tessuti è determinato dal medico, in base alla prevalenza di adenomiosi. Il recupero avviene entro 1–1,5 mesi.

Pazienti in cui è stata scoperta la malattia di età superiore agli 85 anni, il trattamento chirurgico non viene praticamente eseguito a causa dell'elevato rischio di varie complicanze.

Dopo la resezione dell'utero, con la conservazione di una delle ovaie, una donna può svolgere una funzione riproduttiva utilizzando i servizi di una madre surrogata.

Nelle prime settimane dopo l'intervento chirurgico, il paziente deve osservare un regime motorio delicato e limitare lo sforzo fisico pesante. Mi è capitato di partecipare al trattamento dell'adenomiosi uterina in una donna che lavorava come donna delle pulizie. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente è stato dimesso a casa e tornato a lavorare lo stesso giorno. Il sollevamento dei pesi ha provocato la divergenza delle cuciture, a seguito della quale il paziente ha dovuto essere operato ripetutamente.

Contraccettivi e altri gruppi di medicinali usati per l'adenomiosi uterina

I farmaci anticoncezionali possono non solo proteggere dallo sviluppo di una gravidanza indesiderata, ma anche aiutare a stabilizzare lo sfondo ormonale. Tutti nella loro composizione contengono varie dosi di componenti biologicamente attivi di estrogeni e gestagen, che sono responsabili della regolazione del ciclo mestruale. Grazie all'uso di questi agenti, è possibile normalizzare la maturazione dell'endometrio e garantire la prevenzione del sanguinamento uterino.

Gruppi di contraccettivi usati per trattare l'adenomiosi:

  1. COC (contengono estrogeni e gestagen nella loro composizione):
      Jeanine;
  2. Logest;
  3. Lindinet-20 e Lindinet-30;
  4. Jess
  5. Yarina.
  6. Farmaci puramente gestagenici:
      Dispositivo intrauterino Mirena;
  7. Impianto sottocutaneo Implanon;
  8. preparazioni per somministrazione orale: Charozetta, Midiana.

Per selezionare il farmaco ottimale, è necessario consultare uno specialista e superare i test necessari. In questo modo puoi proteggerti dallo sviluppo di effetti collaterali indesiderati. La durata del corso di terapia è anche determinata dall'ostetrico-ginecologo in base allo stato di salute del paziente.

Galleria fotografica: contraccettivi per il trattamento dell'adenomiosi uterina


Lindinet-20 è assunto per via orale

Parto con endometriosi interna

Con l'adenomiosi, puoi partorire da solo, ma solo se le condizioni sono soddisfatte:

  • Condizioni soddisfacenti della donna e del feto;
  • Non ci sono ostacoli meccanici all'avanzamento del bambino attraverso il canale del parto (inclusa placenta previa, fibromi concomitanti).

È anche utile leggere: I dettagli della forma diffusa di adenomiosi uterina

La nascita vaginale non procede sempre in modo sicuro. Un utero alterato non è in grado di contrarsi adeguatamente. Sullo sfondo dell'adenomiosi, aumenta il rischio di sviluppare complicanze:

  • Debolezza del lavoro;
  • Lavoro disordinato;
  • Sanguinamento con distacco prematuro della placenta;
  • Violazione della separazione della placenta nell'III stadio del travaglio.

Il taglio cesareo è indicato per un alto rischio di complicanze ostetriche. Si tiene per un periodo di 37-41 settimane. Il parto prematuro è possibile se le condizioni della donna e del feto peggiorano.


Se c'è un alto rischio di complicazioni durante l'auto-parto, a una donna verrà offerto un taglio cesareo.

La terapia dell'endometriosi durante la gravidanza non viene eseguita. L'uso di farmaci ormonali è controindicato. Il trattamento chirurgico è possibile solo dopo la nascita del bambino. Prima della nascita, si consiglia il monitoraggio da parte di un ginecologo, il monitoraggio degli ultrasuoni e la valutazione regolare delle condizioni del feto.

L'adenomiosi non è un'indicazione per l'aborto. Sullo sfondo della patologia, è possibile il successo di un bambino. La malattia non minaccia la vita e la salute di una donna. Un aborto può essere eseguito solo su richiesta del paziente per un massimo di 12 settimane.

Come farlo, modi

Prima di iniziare la pianificazione della maternità, il paziente deve sbarazzarsi della malattia esistente..

Sono disponibili diversi trattamenti:

  • Terapia ormonale;
  • Intervento chirurgico;
  • Trattamenti fisioterapici.

La fase iniziale del trattamento è la somministrazione di contraccettivi orali per un periodo da 3 mesi a sei mesi. Durante la loro assunzione, il lavoro delle ovaie è ovattato. I fuochi delle formazioni iniziano a diminuire.

A volte la gravidanza è possibile sullo sfondo della sospensione del farmaco. La fisioterapia viene eseguita su raccomandazione del medico curante. Sono selezionati individualmente.

La chirurgia è un trattamento estremo. L'operazione si chiama laparoscopia. Va in anestesia generale. Nell'addome vengono praticate tre forature.

Attraverso i fori inseriti, vengono utilizzati dispositivi medici che vengono utilizzati per eliminare le lesioni.

La gravidanza dopo la laparoscopia è possibile nel ciclo successivo. Inoltre, controlla la pervietà delle tube di Falloppio.

Il processo infiammatorio che si è manifestato sullo sfondo della proliferazione dell'endometrio può portare alla formazione di aderenze.

Porta a una violazione della pervietà dei tubi. Quindi potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per dissezionare le aderenze..

Trattamento e terapia postpartum

Durante la gravidanza, il trattamento dell'adenomiosi è difficile. L'obiettivo primario dei medici è eliminare la minaccia di aborto spontaneo e mantenere la gravidanza. Molti farmaci usati per trattare l'adenomiosi hanno un effetto negativo sul feto. Pertanto, il trattamento della patologia nelle donne in gravidanza è mirato a quanto segue:

  • ridurre la crescita dell'endometrio (vengono utilizzati preparati di androgeni o progestinici);
  • eliminare il rischio di aborto. Per questo, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci: antispasmodici (Spazmalgon, No-Shpa);
  • sedativi (Persen, Novo-Passit);
  • potenziatori metabolici (glicina);
  • aumentare l'emoglobina nel sangue e alleviare i sintomi dell'anemia (Ferrum Lek, Sorbifer Durules).

    Adenomiosi - uno dei casi di indicazione diretta per taglio cesareo.

    Dopo il parto, in alcuni casi, l'adenomiosi diminuisce gradualmente. Ciò è dovuto a un cambiamento nel background ormonale di una donna nel periodo postpartum. Se i focolai della malattia non diminuiscono, viene eseguito un trattamento conservativo o chirurgico.


    La scelta dei farmaci dovrebbe essere affidata al medico

    La terapia conservativa postpartum consiste nelle seguenti azioni:

    • terapia ormonale per creare una condizione vicina alla menopausa. I farmaci che vengono utilizzati in questo caso possono essere: androgeni (Danazol);
    • progestinici (Gestrinone, Didrogesterone, Duphaston);
    • analoghi della gonadoliberina (Buserelin, Leiprorelin, Gistrelin, Nafarelin, Goserelin);
    • contraccettivi orali (Janine, Yarina, Silhouette);
  • la nomina di antinfiammatori non steroidei e analgesici per alleviare il dolore;
  • l'uso di preparati di ferro in presenza di anemia;
  • l'uso di un dispositivo intrauterino con sanguinamento uterino grave;
  • aumento dell'immunità con immunomodulatori (Polyoxidonium, Interferon).

    Il farmaco è stato consigliato dal medico, dopo l'esame degli ultrasuoni - eterotopie endometrioidi (in parole semplici, endometriosi uterina in un grado iniziale). Non ci sono state lamentele, tranne per il dolore il primo giorno delle mestruazioni. Il trattamento consisteva nell'ammissione secondo lo schema 63/7, quindi 21/7 per 3 mesi. In farmacia ho comprato un pacco, ho iniziato a berlo e è apparso un mal di testa che è passato attraverso la giornata. poi cominciò a fargli male al petto, un po 'gonfia, ma sopportabile. Rispetto a Yarina, la tolleranza è molto più semplice. durante il ricevimento un po 'imbrattato, ma non critico. la libido diminuiva, ma ad ogni mese successivo il corpo si abituava sempre di più. Ho bevuto secondo lo schema 63/7. dopo essermi consultato con un medico e alla successiva accoglienza del 21/7 ho iniziato con Bonade, poiché è un analogo assoluto ma più economico, che mi è piaciuto. Che il dottore non ha negato. Ho comprato subito 63 tab. Al costo di 1200r. In generale, questo non è un farmaco nocivo, a condizione che sia adatto a te e ne gestisca la funzione.

    Irisha1986

    https://otzovik.com/review_3454882.html

    È importante notare che la terapia ormonale dura da quattro mesi a un anno..

    Galleria fotografica: farmaci usati nel trattamento dell'adenomiosi


    Persen è una medicina a base di erbe con un lieve effetto sedativo


    Janine viene utilizzata per prevenire la crescita dell'endometrio


    Sorbifer Durules è prescritto per ripristinare il contenuto di ferro nel corpo


    Il trattamento dell'adenomiosi con Duphaston presenta vantaggi rispetto ad altri farmaci, poiché può essere assunto anche da donne in gravidanza


    Polyoxidonium - un agente con proprietà immunomodulanti e disintossicanti

    Terapia chirurgica

    In assenza di dinamiche positive dopo il trattamento conservativo, i medici decidono l'intervento chirurgico. La chirurgia per l'adenomiosi può essere mirata a rimuovere solo i fuochi della malattia (isteroscopia, laparoscopia), in casi avanzati - a rimuovere l'utero (chirurgia addominale). I seguenti motivi sono indicazioni per la rimozione di organi:

    • adenomiosi progressiva nelle donne di età superiore ai 40 anni;
    • adenomiosi diffusa di terzo e quarto grado;
    • adenomiosi nodulare in combinazione con grandi fibromi;
    • minaccia di neoplasia maligna.

    Donne care, niente paura! Due settimane fa, l'utero con appendici è stato rimosso. Diagnosi: endometriosi ricorrente, adenomiosi. In primavera, c'è stata una pulizia (RDF + isteroscopia) e dopo un mese di nuovo l'ecografia di controllo l'endometrio era 24–25. Ho deciso. L'operazione è stata l'accesso vaginale con anestesia spinale - il "gold standard" nella ginecologia chirurgica. Il giorno dopo si alzò e andò in bagno lei stessa. Un catetere dalla vescica rimase in piedi per un giorno e il drenaggio per il deflusso del sangue fu rimosso il 3 ° giorno. Contagocce, antibiotici, anestesia - lo fanno tutti. L'anestesia per 3 giorni è obbligatoria, poi a volontà, ma entro la fine del 4 ° giorno ci siamo tutti rifiutati. Tutti su 2-3 giorni c'è stato un salto di temperatura a 37-37,5. E 'normale. L'8-9 giorno, tutti furono dimessi, dopo aver fatto un'ecografia vaginale. Coloro che hanno ematomi prescrivono supposte di indometacina e, se gli ematomi sono più grandi, quindi fisioterapia. Non ci sono più state dimissioni il giorno 6. Ma dicono che ci saranno più sbavature. Vediamo... Gli ormoni non mi sono stati prescritti, perché la postmenopausa ha già 12 anni. Ho 57 anni, tre figli adulti, non c'è nulla da perdere, come si suol dire. NON ESSERE PAURA DI NIENTE. Lei tremò come una foglia di pioppo tremulo. Non valeva la pena quei nervi e le paure che reclamavano la salute più dell'operazione stessa. Decidi, non tirare ed ESSERE SANO, DIVERTENTE e FELICE.

    Nftali

    https://otzovik.com/review_2334903.html

    Il più efficace nel trattamento dell'adenomiosi è mostrato dalla terapia di combinazione. Con esso, i più grandi fuochi dal miometrio vengono rimossi chirurgicamente e successivamente viene eseguito un trattamento conservativo.

    Trattamento popolare

    La terapia postpartum per l'adenomiosi può includere la medicina tradizionale. La loro efficacia è stata testata nel tempo..


    La medicina tradizionale è ampiamente usata nel trattamento dell'adenomiosi

    Nel trattamento dell'adenomiosi, vengono utilizzati i seguenti metodi alternativi:

    • lavarsi o fare il bagno dall'infuso di erbe medicinali (pineta, borsellino di pastore, ortica, piantaggine, achillea, ecc.);
    • irudoterapia (trattamento con sanguisughe);
    • impacchi di argilla blu sulla zona inguinale.

    A mio avviso, l'irudoterapia è difficile da attribuire alla medicina tradizionale, tuttavia le sanguisughe sono considerate mediche e la procedura viene eseguita in un ospedale e sotto la supervisione di uno specialista. Il mio amico con adenomiosi ha partecipato a diverse sessioni. Secondo lei, ognuna è durata circa un'ora, il dolore è scomparso e il corpo si è rilassato. Tuttavia, dopo la sessione c'è stata una sensazione di grande debolezza. Ho dovuto rifiutare di partecipare a questa procedura. E anche dopo tre anni, i segni del morso di sanguisuga sono ancora visibili, il che non ha un bell'aspetto estetico. Ma le ragazze hanno elogiato molto le compresse di argilla blu e le rendono ancora.

    È importante prestare attenzione al fatto che ci sono controindicazioni per la medicina tradizionale. Ad esempio, l'utero di boro non viene utilizzato per l'allattamento al seno e l'irudoterapia è controindicata per violazione della coagulazione del sangue, grave anemia e assunzione di anticoagulanti (farmaci che impediscono la formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni).

    Dopo la prima nascita, mi è stata diagnosticata l'endometriosi dell'utero e, di conseguenza, l'infertilità. Volevo davvero un altro bambino. Non mi è stato prescritto un trattamento in quanto tale per l'endometriosi e mi hanno consigliato di essere osservato. Ho insistito per pianificare la mia gravidanza, la clinica è stata pagata, così hanno preso e iniziato a sperimentare su di me, come su un coniglio sperimentale. In primo luogo, hanno speso soldi per test costosi, quindi hanno cercato di costruire l'endometrio per un tempo lungo e costoso, senza risultati, quindi si sono offerti di stimolarli con hCG, di conseguenza era presente l'ovulazione, ma i medici sono rimasti scioccati dall'ecografia in servizio perché l'endometrio è scomparso completamente! È così che lo hanno trattato. In generale, lasciando andare gli occhi, il ginecologo ha consigliato di non disperare, perché c'è solo un bambino, quindi rallegrati. Ho iniziato a cercare trattamenti alternativi. Ho trovato un grembo di pino! Ho iniziato a bere, ho preso i sacchetti filtro da Evalar, non sperando davvero nulla. Tollerante al gusto, non amaro, erba come l'erba. Tre mesi dopo, rimasi incinta. E nove mesi dopo ha partorito. L'utero di boro ha una serie di controindicazioni. Ad esempio, una gravidanza extrauterina. L'ho bevuto, quindi ero sicuro che la gravidanza non mi avesse minacciato. Ma mi sembra che nel mio caso sia stato l'utero di Borovaya ad aiutare. Tutta la salute.

    Dani7

    https://otzovik.com/review_2856851.html

    Misure di prevenzione delle malattie

    L'adenomiosi ha un effetto negativo sulla capacità di una donna di partorire e i sintomi spiacevoli della malattia peggiorano la qualità della vita. Ecco perché molti medici ritengono che sia molto più facile proteggersi dall'influenza di fattori dannosi che possono scatenare la comparsa di questa patologia..

    Non dimenticare i regolari esami medici. Uno dei miei colleghi ha posticipato un viaggio dal ginecologo per 2 anni e quando finalmente è riuscita a visitare un medico, è stata scoperta l'adenomiosi in 3 fasi. Di conseguenza, la donna ha dovuto rimuovere l'utero insieme alle appendici. Se il paziente avesse contattato tempestivamente un ostetrico-ginecologo, tali conseguenze sarebbero state evitate.

    Misure di prevenzione individuale dell'adenomiosi uterina:

    • Scegli il metodo contraccettivo migliore per te. Ad esempio, le pillole anticoncezionali aiuteranno non solo a evitare la gravidanza indesiderata e il successivo curettage, ma aiuteranno anche a stabilizzare gli ormoni. Per proteggere dalle infezioni a trasmissione sessuale, si consiglia di utilizzare i contraccettivi orali combinati usando il preservativo (metodo della doppia contraccezione).
    • Guarda la tua dieta. Mangiare cibi salati, fritti, ipercalorici e fast food contribuisce alla formazione di eccesso di peso e allo sviluppo dell'obesità. Si consiglia di aggiungere più frutta e verdura fresca, verdure e noci, pesce e carne magri, cereali e cereali alla dieta. Mangia almeno 5 volte al giorno: colazione, pranzo, cena e 2 spuntini. Per normalizzare l'equilibrio sale-acqua, è necessario consumare 2 litri di acqua naturale ogni giorno.
    • Con lo sviluppo di malattie ginecologiche, non rimandare la visita dal medico e trattare immediatamente i disturbi. Molti processi infiammatori (inclusa endometrite o miometrite) possono causare danni all'endometrio e il conseguente sviluppo di adenomiosi.
    • Esercitati regolarmente con attività atletiche leggere e conduci uno stile di vita più fluido. La mancanza di attività contribuisce alla formazione di stasi venosa nella parte inferiore del corpo, che crea anche i prerequisiti per lo sviluppo della malattia.
    • Non iniziare a prendere qualsiasi farmaco senza consultare uno specialista. Molti farmaci hanno effetti collaterali a lungo termine che possono causare danni all'endometrio..

    Video utile

    Guarda questo video su come rimanere incinta con l'endometriosi:

    • Mestruazioni con coaguli
      Spesso, le mestruazioni con coaguli possono apparire in una ragazza completamente sana. Ma più spesso indica la presenza di patologie. Particolare attenzione viene data alle mestruazioni in nero con coaguli. Leggi di più
    • Un imbroglione invece delle mestruazioni: quando non c'è motivo di allarme...

    Al posto delle mestruazioni può apparire un daub, sia per ragioni completamente sicure che sullo sfondo della malattia. Inoltre, durante la gravidanza, può indicare una patologia, la minaccia di un guasto. Leggi di più

    Quanto sangue durante le mestruazioni è normale e quando...

    Su quanto sangue viene rilasciato durante le mestruazioni nelle donne di età diverse, determinati fattori influenzano: età, peso, clima, presenza di malattie. Aiuta a calcolare il volume della guarnizione. Leggi di più

    Endometrite autoimmune: cause, sintomi, trattamento...

    L'endometrite autoimmune può verificarsi a causa dell'effetto prolungato dell'infezione sul rivestimento uterino. Ragioni: è un processo cronico. I sintomi possono essere sfocati. Il trattamento deve essere iniziato il più presto possibile, poiché l'endometrite cronica con un componente autoimmune può porre fine alla gravidanza. Leggi di più

    Metodi di trattamento

    Se vuoi rimanere incinta, quindi per questo è meglio sottoporsi a un esame preliminare con uno specialista.

    Se viene rilevata una patologia con il concepimento di un bambino, si dovrebbe aspettare.

    Il decorso della malattia è imprevedibile e una possibile gravidanza può portare a varie spiacevoli conseguenze..

    Dopo aver completato il corso del trattamento, dovresti aspettare alcuni mesi e solo allora procedere al concepimento. La malattia può recedere o può manifestarsi con rinnovato vigore..

    In questo caso, puoi prescrivere una terapia ormonale o un farmaco contro l'infiammazione.

    La più grande minaccia di aborto può verificarsi nel primo trimestre e il resto della gravidanza dipende dal successo di questo periodo..

    Cosa fare in modo che la malattia non interferisca con la maternità

    Un tipo di endometriosi influisce negativamente sulla capacità di concepire e sopportare una gravidanza. Se viene rilevata una diagnosi, è necessario sottoporsi a test diagnostici, iniziare il trattamento.

    La diagnosi del processo patologico è:

    • nella raccolta di una storia ginecologica;
    • in un esame ginecologico su una sedia con l'aiuto di specchi;
    • ultrasuoni standard e ultrasuoni transvaginali;
    • esame microscopico del contenuto del canale cervicale;
    • nella semina per stabilire la flora;
    • se necessario, l'isteroscopia viene eseguita per valutare le condizioni degli organi genitali ed eliminare la patologia esistente (cisti, cambiamenti diffusi).

    Viene eseguito un esame del sangue di laboratorio per la concentrazione di ormoni e per valutare le condizioni del corpo femminile: presenza di infiammazione, anemia, malattie croniche o acute.

    L'analisi degli ormoni aiuta a identificare il momento più favorevole per il concepimento.

    Per identificare la patologia durante il parto, non vengono utilizzati metodi di imaging a risonanza magnetica e radiografie.

    Anche l'isteroscopia non viene eseguita, poiché aumenta il rischio di aborto.

    Pianificazione della gravidanza per l'adenomiosi uterina

    In presenza di tale diagnosi, si consiglia di avvicinarsi responsabilmente al momento della pianificazione del bambino. Gli ostetrici-ginecologi consigliano alla futura mamma di pensare in anticipo alla sua salute e di prepararsi per il trasporto del bambino.

    L'adenomiosi e la gravidanza sono compatibili

    In precedenza, quasi tutti i medici credevano che una tale malattia equivaleva alla sterilità, ma ora la comunità medica è fiduciosa del contrario. Con l'adenomiosi uterina, puoi non solo rimanere incinta, ma anche sopportare con successo un bambino sano. In misura maggiore, questo processo è influenzato dalle caratteristiche individuali del corpo della donna e dalla presenza di altre malattie del sistema riproduttivo..

    La probabilità di infertilità

    Nel processo di impianto, l'ovulo cerca un posto per l'attaccamento nella cavità uterina, dopo di che nasconde enzimi speciali che distruggono leggermente lo strato superiore. Ciò consente all'embrione di aderire saldamente al muro e crescere. Con l'adenomiosi, c'è un cambiamento nel miometrio e nell'endometrio di gravità variabile, che complica il processo di impianto: in questo caso, l'uovo fetale esce con il sangue mestruale. Con le forme focali o nodulari della malattia e gli stadi 1–2, c'è ancora la possibilità di rimanere incinta. Se il processo patologico ha raggiunto il 3-4 ° grado o l'utero è diffuso, i medici diagnosticano l'infertilità.

    Come rimanere incinta con adenomiosi uterina

    Prima di pianificare una gravidanza, gli ostetrici-ginecologi raccomandano di trattare tutte le malattie acute e croniche, oltre a rispettare le regole di una dieta sana, hanno più riposo e meno stress. Il concepimento dovrebbe essere effettuato durante il periodo di ovulazione (quando l'uovo lascia l'ovaio). Puoi determinarlo usando un test speciale, che viene venduto in farmacia.

    Quando pianificare una gravidanza dopo un ciclo di terapia

    Dopo il trattamento conservativo, i medici raccomandano di avere prole dopo aver ridotto i focolai di adenomiosi o la scomparsa dei sintomi clinici. È necessario eseguire regolarmente test e monitorare le dinamiche della malattia. Il paziente deve interrompere l'assunzione di contraccettivi in ​​modo che l'ovulazione naturale ritorni.

    In alcuni casi, dopo l'abolizione dei contraccettivi ormonali nelle donne, può verificarsi una gravidanza multipla.

    Il trattamento chirurgico dell'adenomiosi è stressante per il corpo. Per ripristinare completamente le funzioni del sistema riproduttivo, normalizzare il ciclo mestruale, è necessario attendere da 3 mesi a sei mesi. Questo preparerà l'utero per il successivo portamento del bambino e fornirà la prevenzione dello sviluppo di complicanze.

    Le conseguenze della malattia per la gravidanza

    L'adenomiosi uterina e la gravidanza sono scarsamente combinate tra loro a causa del fatto che la probabilità di concepimento è ridotta. E anche se si è verificato, quindi durante la gravidanza c'è un rischio molto elevato di aborto spontaneo e lo sviluppo di varie patologie che sono pericolose sia per il feto che per la futura mamma. È ancora più complicato dal fatto che con una tale diagnosi è estremamente importante avere un bambino, poiché sia ​​l'aborto che l'aborto peggioreranno in modo significativo le condizioni della donna, come menzionato sopra.

    Perché non rimanere incinta con questa diagnosi?

    1. Un'alta probabilità di una gravidanza persa è presente in tutti i periodi di gestazione;
    2. Nel primo e nel secondo trimestre c'è un'alta probabilità di aborto spontaneo;
    3. L'afflusso di sangue alla placenta è disturbato;
    4. Molto spesso c'è una placenta previa anormale;
    5. A volte a un bambino viene diagnosticata la fame di ossigeno;
    6. Tale diagnosi è una potenziale indicazione per il taglio cesareo, poiché il parto naturale può portare a un trauma cervicale;
    7. Significativo e difficile smettere di sanguinare può essere presente dopo il parto;
    8. La forte ipertonicità uterina viene costantemente mantenuta.

    Per tutti questi motivi, la gravidanza durante questo periodo è estremamente indesiderabile. Inoltre, con questa diagnosi, il corpo non ha bisogno di ulteriori cambiamenti ormonali e fluttuazioni. Ma se si verifica ancora la fecondazione, i medici prescrivono una terapia per preservare il feto e completare con successo la gravidanza.

    Descrizione

    La crescita endometriale si verifica nella prima fase del ciclo mestruale. Più vicino al processo di ovulazione, raggiunge uno spessore di 10-12 mm. L'endometrio rappresenta diversi strati di tessuto mucoso sulla superficie interna dell'utero. Se si verifica il concepimento, l'uovo fetale è attaccato in un determinato posto.

    Se l'uovo non incontra lo sperma, l'endometrio viene respinto ed esce dal corpo insieme al sangue mestruale.

    Con patologie, l'endometrio penetra nel tessuto muscolare dell'utero, causando un processo infiammatorio. Questa malattia è un grave ostacolo all'attaccamento dell'embrione..

    • Mestruazioni dolorose;
    • Ridurre la durata del ciclo mestruale;
    • Mestruazioni pesanti;
    • Dolore durante i rapporti sessuali;
    • Spotting;
    • Deformazione della forma dell'utero, un cambiamento nel suo volume.

    Quali sono le possibilità di fecondazione in vitro?

    I metodi più comuni di trattamento dell'infertilità includono l'inseminazione artificiale..

    Viene effettuato quando la fecondazione dell'uovo in vivo è impossibile. Con la crescita degli strati endometriali, il problema risiede nell'impianto dell'embrione.

    La malattia non influisce sul processo di concepimento. Un'eccezione possono essere quelle situazioni in cui la malattia provoca disturbi ormonali, può verificarsi la sindrome anovulatoria..

    L'uovo non lascia il follicolo, quindi il concepimento non potrà aver luogo. Ma anche in questo caso, prima di eseguire la fecondazione in vitro, è necessario ripristinare la funzione endometriale.

    Caratteristiche del corso della gravidanza con adenomiosi

    È dimostrato che l'aspettativa di un bambino ha un effetto benefico sul corpo della donna. La gravidanza è una specie di menopausa fisiologica: a causa dell'assenza delle mestruazioni, scompaiono le principali manifestazioni cliniche della malattia e diminuiscono anche i focolai di adenomiosi. In alcuni casi, il paziente richiede una limitazione dell'attività fisica e l'uso di progestinici per prevenire l'insorgenza prematura del travaglio.

    Una donna con una malattia simile dovrebbe sottoporsi a regolari test di screening (ecografia, esami del sangue e delle urine, strisci). Ciò consentirà di rilevare lo sviluppo di complicanze..

    Il parto con adenomiosi uterina può verificarsi naturalmente se non ci sono altre indicazioni per il taglio cesareo da parte della madre o del bambino. L'intervento chirurgico pianificato viene eseguito per un periodo di 38–39 settimane.

    Conseguenze indesiderabili della malattia

    L'adenomiosi uterina è una malattia estremamente pericolosa che può portare a varie complicazioni in qualsiasi trimestre di gravidanza. Il più delle volte si verificano:

    Chi è a rischio

    L'adenomiosi uterina è una neoplasia benigna. Il gruppo a rischio comprende donne con una storia di malattie ginecologiche, interventi chirurgici sugli organi pelvici.

    Il rischio di adenomiosi aumenta nelle donne che partoriscono all'età di 35 anni e oltre.

    La chirurgia del taglio cesareo aumenta anche il rischio di sviluppare la malattia..

    Secondo le statistiche, l'adenomiosi è registrata nelle donne in età riproduttiva più anziana, ma la malattia può colpire le ragazze nell'adolescenza.

    Spesso, la malattia colpisce le donne:

    • con uno squilibrio ormonale;
    • con un dispositivo intrauterino;
    • sovrappeso o obeso;
    • fare sesso vaginale nei giorni critici.
  • Leggi Gravidanza Pianificazione