La probabilità di qualsiasi disturbo immunitario, comprese le allergie durante l'allattamento al seno nelle madri, è piuttosto elevata. Ciò è dovuto a un generale indebolimento del corpo, sovraccarico di lavoro, spesso sviluppo di depressione postpartum, i soliti fattori stagionali..

Limitare l'alimentazione nel tentativo di renderlo appropriato ai bisogni del bambino e non provocare un aumento della sua sensibilità porta anche a una generale riduzione dell'immunità. Per non peggiorare la situazione, non danneggiare il bambino, devi sapere quali pillole per l'allergia al latte puoi bere durante l'allattamento.

Allergia allattamento

La sensibilità del corpo all'influenza di alcune sostanze si chiama allergia. Più spesso colpisce le persone indebolite da malattie, forte stress fisico e mentale, dopo la gravidanza e il parto. Nonostante tutti i tentativi, il processo non sempre funziona..

Molti medici hanno notato che le donne con ipertensione hanno un rischio molto più elevato di sviluppare allergie rispetto a qualsiasi altro momento. Le manifestazioni della malattia sono abbastanza fastidiose per qualsiasi madre. Questi includono:

  • arrossamento della pelle;
  • eruzione cutanea;
  • prurito
  • starnuto;
  • tosse;
  • rinite;
  • lacrimazione
  • perdita della voce;
  • il verificarsi di edema.

Spesso le donne, soprattutto se non hanno mai riscontrato un'allergia prima, confondono questi sintomi con la SARS regolare. Questo migliora solo il corso delle allergie. C'è un accumulo di fattori provocatori che minaccia di svilupparsi in complicanze: broncospasmo o shock anafilattico.

Per evitare ciò, in caso di sintomi descritti, una madre che allatta deve consultare un medico. Distinguerà le allergie dai processi infettivi e infiammatori. Il sangue viene donato al livello di immunoglobulina. Lo fanno per una settimana. Analisi delle urine, anche le formule di sangue sono informative, il loro tempo di produzione è di 1 giorno.

Le cause delle allergie sono varie. È buono quando si sa in anticipo quale sostanza può causare una maggiore reazione del corpo. Con l'allattamento, i segni di questa patologia si verificano per la prima volta o sullo sfondo dell'assenza di provocatori convenzionali.

La malattia si sviluppa a causa del contatto con le seguenti sostanze:

  1. Domestico. Questi includono funghi che causano muffe, una zecca domestica, molti detergenti, cosmetici e prodotti per la pulizia della casa. Questo è uno dei tipi di allergeni che si incontrano spesso nella vita di tutti i giorni..
  2. Animali. Scariche, peli di cane, gatti.
  3. Cibo. Al fine di non causare dermatite nei neonati, la maggior parte delle madri mangia solo ciò che è possibile con un'allergia durante l'allattamento. I suoi prodotti più autorizzati possono causare una maggiore reazione. Una mela verde, uova, patate, carote, latticini possono causare eruzioni cutanee e gonfiore. Esiste un concetto di allergia crociata, quindi anche i prodotti sicuri causano eruzioni cutanee.
  4. Polline. Fioritura di alberi e alcuni fiori in primavera, prato, erbacce in estate diventa frequente e le cause più pericolose e incontrollate di rinite, tosse, starnuti, prurito. Proteggersi da questo è abbastanza difficile, perché è necessario camminare costantemente con il bambino, ventilare la stanza in cui si trova.
  5. Fisico. Freddo estremo, i raggi del sole causano anche allergie. Si manifesta come arrossamento della pelle, è controllato rispetto a qualsiasi altro fattore.

Quando compaiono segni della malattia, il pronto soccorso è solitamente associato all'esclusione di prodotti e fattori pericolosi..

Il meccanismo d'azione degli antistaminici

Tuttavia, a volte non è possibile trovare la causa dello sviluppo di una reazione allergica, i sintomi aumentano, il medico raccomanda l'uso di antistaminici durante l'allattamento.

Il contatto con sostanze provocatorie innesca la produzione di immunoglobulina totale, di solito indicata come IgE. Si lega ai recettori di alcune cellule (basofili e mastociti), provoca il rilascio di mediatori e istamina da parte di essi, che colpiscono il tessuto muscolare degli organi interni e dei vasi sanguigni. L'impatto è di natura locale. Se un allergene arriva sulla mucosa nasale, appare prurito, naso che cola. Se la pelle diventa il luogo della sua localizzazione, compaiono reazioni allergiche su di essa.

L'uso di antistaminici non riduce l'effetto dell'allergene, ma occupa e blocca i recettori sensibili all'istamina.

Gli antistaminici durante l'allattamento devono essere presi con cautela, osservando l'effetto sulla madre e sul suo bambino. Gli effetti collaterali per un bambino sono più pericolosi di una reazione allergica. Si notano inibizione, lacrimazione e disturbi delle feci.

Durante l'allattamento, i farmaci antiallergici sono selezionati con particolare attenzione. Si consiglia di consumarli per la prima volta, senza interrompere l'allattamento, esprimendo il latte e osservando se aiutano la mamma. Il bambino viene trasferito all'alimentazione artificiale. È meglio tornare in Guinea solo tre giorni dopo la fine del trattamento. È controindicato allattare al seno e bere antistaminici se non sono trascorse più di tre settimane dalla nascita del bambino.

La realizzazione di una terapia allergica per la madre in risposta agli allergeni nel corso della cavia dovrebbe aiutarla, ma non dovrebbe danneggiare il bambino. L'allattamento al seno è continuato come al solito, solo se usati farmaci sicuri, unguenti, gocce non causano reazioni avverse.

Oggi sono disponibili numerosi farmaci usati come farmaci antiallergici. Queste sono pillole, unguenti, spray.

Relativi agli antistaminici Lamilan, Erius, Suprastin.

Tipi di antistaminici e compatibilità con l'allattamento

Sono disponibili tre generazioni di antistaminici contro le allergie. La comparsa di droghe legate alla prima è attribuita alla metà del 20 ° secolo. sono efficaci, ma causano frequenti reazioni avverse. I farmaci di prima generazione ad alto rischio negativo vengono utilizzati sempre meno. Non sono prescritte durante la gravidanza e l'allattamento. In molti paesi, la loro vendita è generalmente vietata..

Una caratteristica di questi farmaci è la loro capacità di fornire rapidamente un effetto terapeutico. Dura non più di 8 ore.

L'altra loro caratteristica è la capacità di causare una rapida dipendenza dal corpo.

La maggior parte dei farmaci provoca un effetto sedativo. Penetrando il sangue dei bambini piccoli, possono provocare agitazione psicomotoria.

Si nota la loro capacità di causare tachicardia, disturbi della minzione e della defecazione, disturbi visivi..

La diazolina appartiene a questo gruppo. La mebidrolina in essa contenuta ha un effetto terapeutico.

I farmaci di seconda generazione non attraversano la barriera emato-encefalica. A differenza del primo gruppo, non iniziano ad agire immediatamente, solo un giorno dopo la somministrazione. Sono in grado di accumulare un effetto terapeutico, dopo il corso del trattamento lo hanno per un'altra settimana. Si ritiene che il corpo non si abitui al loro uso frequente..

Il rovescio della medaglia della maggior parte di questi farmaci è l'effetto negativo sull'attività cardiovascolare. È migliorato quando si assumono determinati antibiotici, antidepressivi. Pertanto, con l'uso simultaneo, è necessario verificare prima di utilizzare questi strumenti se sono compatibili.

Si ritiene che i farmaci più sicuri siano la terza generazione. Possono essere utilizzati durante l'allattamento al seno appartengono alla terza generazione. Questi sono profarmaci, sono metaboliti di sostanze attive contenute nei fondi dei due precedenti gruppi.

Non penetrano nella barriera emato-encefalica, non esercitano un effetto patologico sul cuore, sul sistema nervoso.

Si consiglia inoltre di usarli durante le protezioni con cautela. La maggior parte si trova nel latte materno, provoca effetti indesiderati.

Se si verificano effetti collaterali durante l'uso di antistaminici, si consiglia carbone attivo. Con le allergie in corso, la terapia viene eseguita con altri farmaci..

Antistaminici di prima generazione

I farmaci più famosi di questo gruppo di antistaminici sono Suprastin, Diazolin, Diphenhydramine, Tavegil.

La cloropiramina contenuta in Suprastin ha un effetto sedativo relativamente lieve. Porta a sonnolenza, agitazione nervosa, encefalopatia, compromissione del funzionamento degli organi interni, cuore. Non sono stati condotti studi su madri in gravidanza e in allattamento. L'effetto sul feto e sulla nutrizione del bambino non è stato studiato. Si consiglia di interrompere l'alimentazione durante l'assunzione del medicinale..

Il vantaggio della difenidramina è il suo effetto antistaminico e analgesico. Si ritiene che il medicinale presenti un rischio elevato per il bambino. Durante l'allattamento viene preso con cautela.

Tavegil è usato in compresse e iniezioni per alleviare i sintomi di shock anafilattico. Ha un effetto abbastanza prolungato. Se si verificano reazioni avverse, interrompere il trattamento allergico con questo agente..

Le compresse di diazolina affrontano tutte le manifestazioni di allergie. Sono prescritti per dermatite atopica, orticaria, febbre da fieno, allergie alimentari.

Antistaminici di seconda generazione

Si ritiene che i farmaci in questo gruppo siano relativamente sicuri, tuttavia, nelle istruzioni per ciascuno, è anche possibile trovare una menzione che non sono raccomandati per l'uso durante l'allattamento.

Lomilan, Zirtek, Cetirizine diffusi.

Secondo le istruzioni di Lomilan, non si ubriaca durante l'allattamento. Il medicinale ha un buon effetto antistaminico. Provoca la comparsa di effetti collaterali: tachicardia, gastrite, orticaria.

La cetirizina inizia ad avere un forte antistaminico dopo venti minuti, agisce durante il giorno. Gli studi hanno dimostrato che durante l'alimentazione di un neonato, la cetirizina passa nel latte, la quantità di sostanza attiva raggiunge il 90% del contenuto nel sangue. Viene usato quando si allatta il bambino solo se raccomandato da un medico.

Un principio attivo simile è contenuto in Zirtek. Secondo la directory dei farmaci, lactancia è un farmaco a basso rischio. Ha un effetto più lieve, che non riduce la sua efficacia.

Antistaminici di terza generazione

La sicurezza dell'uso della maggior parte di questi farmaci non è stata confermata. Si ritiene che ciascuno di essi nel periodo successivo al parto affronti i sintomi di allergia..

Tra gli strumenti efficaci di questo gruppo ci sono Xizal, Erius, Telfast.

Erius contiene desloratadina, un derivato della loratadina. L'effetto inizia tra trenta minuti, dura un giorno. Assegnato a bambini piccoli. Provoca effetti collaterali come nausea, mal di testa, sonnolenza.

Telfast inizia ad agire un po 'più lentamente - dopo un'ora. Contiene Fexofenadine. Provoca irritabilità, nausea, affaticamento.

Xizal contiene levocetirizina. Questa è l'unica cosa che può essere utilizzata contro le allergie in modo sicuro durante l'allattamento. A volte dopo l'uso mal di testa, appare affaticamento. Sonnolenza e tachicardia sono rare..

Prevenzione

Al fine di evitare lo sviluppo di una reazione allergica in una madre che allatta, si raccomandano alcune misure preventive. Questi includono:

  1. Pulizia regolare a umido regolare.
  2. Cambio frequente di biancheria da letto.
  3. Uso di detergenti, cosmetici anallergici.
  4. Utilizzo di filtri protettivi per la penetrazione di polline e inquinamento atmosferico..
  5. Eliminazione della formazione di muffe, focolai di polvere.
  6. Risolvere il problema di trovare animali e piante a casa.
  7. Compresi solo alimenti sicuri nella tua dieta.
  8. Quando compaiono sintomi di allergia, tempestiva assistenza medica e l'uso di antistaminici prescritti.

Molti sostengono che le malattie allergiche diventeranno il flagello principale dell'umanità. In effetti, sempre più persone di qualsiasi età almeno una volta nella vita si trovano ad affrontare i suoi sintomi e soffrono di questa malattia. Questo vale per le madri che allattano. Le specifiche della loro condizione richiedono un'attenta selezione di medicinali che non dovrebbero solo aiutarli, ma anche i loro bambini.

Antistaminici per l'allattamento

Le allergie durante l'allattamento sono comuni. Il malessere si manifesta in diversi modi: dalle eruzioni cutanee al raffreddore in corso. Avendo notato i primi segni di una reazione allergica, è necessario assumere droghe. Lo sviluppo di allergie minaccia la comparsa di angioedema, che può portare alla morte. Ecco perché è estremamente importante scegliere antistaminici con GV, che allevia i sintomi, non danneggerà il bambino.

Allergia postpartum: cause, sintomi

La principale causa dell'insorgenza della malattia durante il periodo di epatite è l'immunità indebolita. Parto, successivo allattamento al seno - un carico per cui non tutti gli organismi sono pronti.

Su una nota! Anche se una donna non ha avuto una reazione allergica prima del parto, durante il periodo di epatite B può comparire una risposta immunitaria agli allergeni.

Spesso le manifestazioni della malattia sono causate da sostanze completamente innocue, cibo o punture di insetti. È per questo motivo che alle donne viene consigliato di provare nuovi prodotti durante l'allattamento con cautela..

Le manifestazioni di una reazione allergica includono quanto segue:

  • orticaria;
  • infiammazione della pelle;
  • bruciando;
  • prurito
  • naso che cola, tosse;
  • reazioni asmatiche.

Se durante l'allattamento hai problemi associati alle condizioni della pelle, delle mucose della gola o del naso, devi chiedere aiuto a un medico, condurre un esame.

Come e come trattare le allergie durante l'allattamento

Come fasi principali della terapia, si può distinguere quanto segue:

  • prevenzione o riduzione dell'effetto degli allergeni;
  • eliminazione di manifestazioni di una reazione allergica.

Nel primo caso, si suppone che svolga attività associate a cambiamenti nella nutrizione, nelle condizioni di vita e nella maggiore immunità. Nel secondo, influenzano il volume di istamina prodotta, che porta a una diminuzione dei processi infiammatori. Per questo motivo, la maggior parte dei medicinali antiallergici sono chiamati antistaminici. Tuttavia, non tutti sono ammessi durante l'allattamento..

Su una nota! Se durante l'alimentazione di un bambino una donna non può evitare il contatto con allergeni, è necessario scegliere mezzi medici sicuri con il medico curante.

Di solito, i medici consigliano di cambiare i farmaci se l'effetto antiallergico non appare entro 2 giorni.

Sono state sviluppate 2 generazioni principali di tali medicinali. I fondi creati decenni fa sono generalmente attribuiti alla prima generazione. Le loro proprietà sono state studiate in dettaglio, quindi tali farmaci sono anche chiamati classici. Hanno un forte effetto calmante. Questi fondi dovrebbero essere utilizzati con attenzione se è richiesta attenzione per le attività quotidiane..

Attenzione! Compresse, unguenti o gocce, a seconda della forma di rilascio del farmaco, possono influenzare negativamente le mucose, asciugandole, per questo motivo è impossibile assumere antistaminici con bronchite, laringite.

I farmaci più moderni non possono provocare sonnolenza e inoltre non hanno effetti collaterali pronunciati. Durante l'allattamento sono raccomandati farmaci di seconda generazione. Quindi dovrebbe essere considerato in modo più dettagliato con quale tipo di farmaci antistaminici sono possibili.

Antistaminici di prima generazione

Tutti i farmaci con un effetto antistaminico possono essere suddivisi in diversi gruppi. Il primo sono i farmaci di prima generazione. Hanno un forte effetto calmante. Allo stesso tempo, usarli prima di coricarsi è inefficiente, poiché dopo 8 ore termina l'azione dei componenti principali. Inoltre, tali farmaci creano dipendenza con un uso prolungato..

Attenzione! Tali farmaci interrompono il sonno, la funzione cardiaca, influenzano il sistema nervoso, rompendo la barriera tra il sistema circolatorio e il sistema nervoso centrale.

Tra i medicinali più famosi per le allergie ci sono:

  1. "Clemastina": questo farmaco è severamente vietato durante l'allattamento. Il farmaco inibisce la produzione di latte, influenza la psiche del bambino (lo rende lunatico, peggiora l'appetito).
  2. La diprizina è un bloccante dell'istamina. Con HB, il farmaco non è raccomandato.
  3. "Difenidramina" è un farmaco relativamente sicuro che elimina i segni di tutti i tipi di allergie. Può essere preso per un breve periodo in dosi minime. Inoltre, l'età del bambino dovrebbe essere superiore a due mesi e il peso dovrebbe corrispondere all'età. Il farmaco lega l'istamina, che può essere trovata nel latte in grandi quantità.

Prima di scegliere qualsiasi medicinale, è necessario consultare un medico. L'automedicazione durante l'allattamento è inaccettabile.

Antistaminici di seconda generazione

Gli antistaminici con epatite di seconda generazione non influenzano molto il sistema nervoso. Tali farmaci non causano molta dipendenza, non influenzano il funzionamento del fegato, il sistema cardiovascolare.

Tra gli antistaminici, si può distinguere:

  1. La "cetirizina" è un farmaco approvato che può essere utilizzato anche per molto tempo. L'istamina si lega al siero senza penetrare nel latte.
  2. "Loratadine" - un bloccatore di istamina, elimina efficacemente i sintomi. Durante l'allattamento, è consentito l'uso.
  3. "Terfenadina" è un antagonista dell'istamina. Sicuro per l'epatite B, ma solo per un uso a breve termine.

Tra i farmaci con cautela ha permesso di assumere "Claritin", "Ebastin", "Akrivastin".

Approccio terapeutico completo

Il trattamento non dovrebbe solo eliminare i sintomi. Un approccio integrato può aiutare a eliminare non solo le manifestazioni esterne, ma anche l'allergia stessa. Tutte le caratteristiche del corpo dovrebbero essere considerate, quindi, sbarazzarsi della malattia può essere fatto solo sotto la supervisione di un medico.

Uno specialista può prescrivere test, identificare allergeni, escludere temporaneamente il contatto con essi. Inoltre, oltre agli antistaminici, viene prescritta una dieta speciale che tiene conto della necessità di una madre che allatta per tutte le vitamine richieste, oligoelementi.

Allergia nella madre: è possibile nutrire un bambino con latte materno?

Tutti i medici sono unanimi nel ritenere che con le allergie non si possa interrompere l'allattamento. Anche se una piccola istamina entra nel latte, il suo effetto sull'aspetto di una reazione allergica in un bambino non è dimostrato, quindi puoi continuare a nutrire il bambino.

I medici ritengono che tale predisposizione sia ereditata. La cosa principale è usare droghe sicure, monitorare la salute del bambino. Se sulla pelle di un bambino in allattamento compaiono eruzioni cutanee, c'è ansia, rifiuto di mangiare o problemi all'apparato digerente, i farmaci devono essere immediatamente cancellati, consultare il medico. Puoi anche ottenere aiuto dai consulenti AKEV.

L'effetto dei farmaci antiallergici sul bambino

Tra gli effetti collaterali sia nella madre che nel bambino, si possono rilevare:

  • sonnolenza, debolezza;
  • mal di testa;
  • diminuzione della concentrazione;
  • bocca asciutta
  • deficit visivo;
  • aumento dell'agitazione nervosa;
  • broncospasmo.

Per evitare tali effetti collaterali, è necessario eseguire il trattamento solo sotto la costante supervisione di un medico. È severamente vietato assumere qualsiasi farmaco senza consultare uno specialista. Se per qualsiasi motivo è necessario bere medicinali incompatibili con l'HB, si raccomanda di esprimere il latte per continuare a nutrire dopo la terapia.

Prevenzione dell'allergia al seno

La condizione principale per ridurre il rischio di una tale reazione è minimizzare il contatto con gli allergeni..

Anche se la donna non ha avuto allergie prima della gravidanza, devi fare attenzione quando scegli cibo, cosmetici, prodotti chimici per la casa.

Devi anche ricordare che alcuni alimenti causano allergie crociate: il corpo reagisce allo stesso modo ai diversi composti.

  • un gruppo di allergeni comprende prodotti di girasole - olio, semi di girasole, halva;
  • il polline di betulla provoca una reazione crociata con patate, mele, prugne, pomodori;
  • una reazione allergica all'assenzio è identica alla reazione al miele, agli agrumi;
  • un'allergia al polline di cereali è spesso combinata con un'allergia ai cereali stessi.

È meglio scegliere prodotti chimici domestici destinati ai bambini: è ipoallergenico e non danneggerà né la madre né il bambino. È meglio rifiutare piatti esotici, frutta e frutti di mare durante l'allattamento..

Allergie in una madre che allatta - come affrontare in modo efficace e sicuro un disturbo?

La gravidanza e il parto sono un evento gioioso, ma allo stesso tempo diventa anche un grande stress per il corpo. Nelle donne durante questo periodo, le malattie croniche spesso peggiorano e ne compaiono di nuove. Tra questi c'è l'allergia. Il nostro articolo ti parlerà delle cause di tale sensibilità, delle sue caratteristiche e di quali antistaminici sono possibili con l'allattamento.

Cause di allergie dopo il parto

Caratteristiche delle allergie nelle madri che allattano

Pertanto, scegliendo le pillole per le allergie durante l'allattamento, dovresti studiare attentamente la loro composizione e i possibili effetti collaterali.

La natura del corso e la diagnosi

Trattamento: come affrontare le allergie allattamento?

Una parte importante della terapia è la prevenzione. Seguendo le raccomandazioni seguenti, è possibile assumere farmaci antiallergici durante l'allattamento al seno in quantità minime, riducendo il loro effetto sul bambino.

Antistaminici consentiti per l'allattamento

Le reazioni allergiche di solito compaiono in persone con ridotta immunità. Questo problema si manifesta con sintomi come naso che cola, prurito e lacrimazione. Le allergie sono spesso incontrate dalle madri che allattano. Dopotutto, la loro immunità diminuisce drasticamente a causa dello stress e della costante mancanza di sonno. La situazione è aggravata dal fatto che non tutti i farmaci possono essere usati per l'allattamento. Questo vale anche per gli antistaminici. Dopotutto, possono influenzare negativamente la salute del bambino.

Molti antistaminici sono controindicati nelle donne che allattano. Pertanto, acquistare e assumere droghe per madri durante l'allattamento è impossibile. È importante consultare sempre un medico. Quindi, cosa può essere usato per trattare le allergie durante l'allattamento?

Se cambiare la nutrizione del bambino per le allergie nella madre?

I pediatri sono sicuri che l'alimentazione naturale sia l'effetto migliore e benefico sulla salute di un neonato. Se la madre soffre di allergie e deve sottoporsi a terapia, puoi fare una breve pausa durante l'alimentazione. Allo stesso tempo, la capacità del corpo femminile di produrre latte può essere mantenuta pompando.

I medici discutono sull'assunzione di antistaminici. Molti sono sicuri di portare a una diminuzione della quantità di latte prodotta. Tuttavia, non ci sono dati confermati su questo fatto. Allo stesso tempo, i medici non raccomandano ancora di usare tali farmaci entro 2-3 settimane dalla nascita del bambino.

Se la madre soffre di allergie, prende antistaminici e improvvisamente c'è stata una riduzione della produzione di latte materno, un bisogno urgente di consultare un medico. In questo caso, lo specialista raccomanderà di rinunciare a questi farmaci o prescriverà una medicina alternativa.

Le donne in allattamento dovrebbero privilegiare gli antistaminici a breve durata d'azione. Aiuteranno ad evitare l'accumulo di sostanze attive e dannose nel corpo della madre. Di conseguenza, durante l'allattamento, non saranno trasmessi al neonato.

Oggi ci sono farmaci allergici che sono sicuri per le madri che allattano. E solo il medico curante è in grado di scegliere correttamente il farmaco più adatto, secondo tutte le regole. Questa scelta dipenderà in gran parte dalle caratteristiche del corpo del paziente, nonché dalla manifestazione di una reazione allergica. È importante sapere che i farmaci per via nasale sono molto più sicuri dei farmaci per via orale. In ogni caso, l'automedicazione non è necessaria. Altrimenti, puoi far del male a te stesso e al tuo bambino.

Allergie raccomandate per l'allattamento

Quando si assumono antistaminici, la quantità minima di sostanza attiva entra nel latte di una madre che allatta. Pertanto, molto probabilmente, non ci saranno effetti collaterali per il bambino. Ma ci sono farmaci che non sono raccomandati per l'allattamento.

I medici di solito prescrivono i seguenti antistaminici alle madri che allattano:

  1. Se l'allergia è stagionale, i mezzi più sicuri sono i farmaci con albuterol. È meglio se sono medicine sotto forma di spray. In questo caso, una piccola quantità della sostanza attiva passerà nel latte materno. Il rimedio più comune è Albuterol..
  2. Il classico farmaco antiallergico per l'allattamento al seno è Suprastin. Inizia ad agire già mezz'ora dopo la sua somministrazione ed è efficace per 3-6 ore. La quantità massima di sostanza attiva dal farmaco nel sangue nei pazienti viene registrata durante la prima ora della sua azione. Pertanto, è possibile "sintonizzare" il farmaco secondo il programma di alimentazione del bambino. I medici di solito prescrivono Suprastin se una donna che allatta ha congiuntivite, orticaria, prurito, dermatite da contatto, eczema, allergie alimentari, punture di insetti o farmaci e dermatite atopica. Questo farmaco ha una serie di effetti collaterali che saranno osservati non solo nella madre, ma anche nel bambino. Uno di questi è sonnolenza..
  3. Spesso i medici prescrivono alle donne che allattano un farmaco come la cetirizina. Ha lo scopo di eliminare l'asma allergico, la rinite, il prurito, la congiuntivite e la dermatite. Quando si utilizza il farmaco, non è necessario interrompere l'allattamento. Solo occasionalmente i medici consigliano ai pazienti di fare una breve pausa durante l'allattamento per 10 giorni (corso di assunzione del medicinale).
  4. Recentemente, i rimedi omeopatici per le allergie sono molto popolari. Sono attratti dalla loro assoluta sicurezza. Pertanto, durante l'allattamento al seno, possono essere utilizzati senza paura per la salute del bambino. Il principio principale dell'uso di tali rimedi omeopatici è seguire rigorosamente le istruzioni. Dopotutto, contengono ingredienti che, in grandi quantità, al contrario, causeranno una reazione allergica. E in una piccola dose, sono in grado di curarlo. La composizione di ciascuno di questi prodotti comprende numerosi minerali e utili erbe medicinali. Ma anche con tutta la sicurezza dell'uso di medicinali omeopatici, dovrebbero essere usati esclusivamente sotto la supervisione di un medico.

Possibili effetti collaterali dell'uso di antistaminici durante l'allattamento

Tutti i farmaci hanno effetti collaterali, i farmaci antiallergici non fanno eccezione. Sono rari, scompaiono immediatamente dopo aver interrotto l'uso del prodotto. Tra gli effetti collaterali ci sono:

  • brivido;
  • sonnolenza;
  • nausea;
  • eccitazione;
  • euforia;
  • mal di testa;
  • diarrea;
  • bocca asciutta
  • stipsi;
  • tachicardia;
  • vomito
  • riduzione della pressione;
  • difficoltà a urinare;
  • debolezza muscolare.

Tutte queste manifestazioni possono verificarsi in un bambino. Pertanto, se una donna nota almeno alcuni effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione di questi farmaci il più rapidamente possibile e consultare un medico per prescrivere una terapia più efficace.

Allergia cronica nelle donne che allattano: è pericolosa?

Cosa fare se un'allergia in una madre che allatta non è un caso isolato e non una manifestazione stagionale, ma una condizione cronica? Questa situazione è un grave problema per una donna. In alcuni casi, l'orticaria che non scompare può indicare la presenza di una malattia autoimmune. Devi andare dal medico il più rapidamente possibile. Sulla base dell'anamnesi, la causa del problema, il medico prescriverà il trattamento giusto. È probabile che durante la gravidanza il paziente abbia avuto l'herpes, che è considerata un'infezione molto pericolosa.

Una donna in questo caso non dovrebbe usare in modo indipendente i soliti farmaci. Hai bisogno di consultazione con tali specialisti:

  • allergologo;
  • dermatologo;
  • in alcuni casi è necessario consultare un reumatologo.

Solo uno specialista farà la terapia giusta.

L'uso di droghe solo con il consenso del medico

Non esistono regole universali per le donne che hanno bambini nel latte materno. Ma non puoi trascurare le raccomandazioni di un medico! Qualsiasi medicinale, sia antiallergico che di altro tipo, deve essere concordato con un professionista. Altrimenti, esiste un rischio per la salute non solo per la donna stessa, ma anche per il suo bambino.

Ad esempio, durante l'allattamento, un antistaminico come la clemastina (Tavegil) non deve essere usato per trattare le allergie. Questa è una controindicazione categorica. Sfortunatamente, poche persone lo sanno e indovinano. Pertanto, è sempre necessario consultare un medico prima di utilizzare qualsiasi rimedio. Altrimenti, un neonato può soffrire, per il quale il più piccolo farmaco estraneo dannoso può causare danni unici. È meglio che una donna vada dal medico prima di prendere la medicina piuttosto che andare dal medico con il suo bambino tanto atteso per tutta la vita..

Allergia all'allattamento al seno in un trattamento per bambini. Cosa puoi prendere da un'allergia a una madre che allatta: una revisione di antistaminici e l'allattamento

Come e perché si verifica un'allergia durante l'allattamento? Quali strumenti possono essere usati per combatterlo? Quali antistaminici sono sicuri per l'allattamento? Quali misure preventive aiuteranno a prevenire le esacerbazioni? Caratteristiche delle reazioni allergiche dopo il parto e metodi per il loro trattamento.

Le reazioni allergiche sono state osservate in quasi il 40% della popolazione mondiale. Ogni dieci anni, il numero di persone inclini a varie manifestazioni della malattia raddoppia. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, sono le allergie, non l'AIDS, l'epatite e altre malattie pericolose, che diventeranno il flagello principale dell'umanità in questo secolo.

A volte viene offerto anche uno specialista dietetico a fini diagnostici. Quando vengono scoperte allergie alimentari, vengono accettate anche raccomandazioni dietetiche individuali per il bambino e la madre se il bambino sta ancora allattando. Gli studi hanno dimostrato che riducono il rischio di dermatite atopica nei bambini. Le risposte possono essere correlate a una storia di salute familiare..

Sempre più persone soffrono di malattie allergiche. In Europa, l'incidenza è del 20 percento della popolazione. Si prevede che questi numeri continueranno ad aumentare rapidamente. Spesso la tendenza a soffrire di allergie è una conseguenza dell'ereditarietà. Se entrambi i genitori soffrono di allergie, la probabilità che l'allergia sia con il bambino sarà fino all'80%. Se uno dei genitori è allergico, anche la probabilità che il bambino erediti una tendenza alle allergie è significativa - fino al 50 percento.

Le donne che allattano sono particolarmente inclini a reazioni allergiche. Una giovane madre può incontrare una "risposta" inaspettata del corpo a un allergene precedentemente sicuro. Le reazioni incontrollate durante l'allattamento sono pericolose sia per lei che per il bambino.

I parenti possono anche essere influenzati dalla tendenza intrinseca a soffrire di allergie. È stato stabilito che se i genitori del bambino sono sani ma hanno parenti con allergie, la tendenza del bambino a soffrire di malattie allergiche è fino al 30 percento. Tuttavia, anche se entrambi i genitori sono allergici, c'è ancora la possibilità che il bambino sia sano, perché la malattia è associata all'interazione tra il gene e l'ambiente..

È interessante notare che in questo caso non viene ereditata una malattia specifica, ma una tendenza a soffrire di malattie allergiche. Per i bambini, le allergie possono verificarsi in modo completamente diverso rispetto ai genitori o ai nonni. Ad esempio, una nonna è allergica al miele, una madre è allergica ai peli di gatto e un bambino è allergico agli acari della polvere. Inoltre, i segni delle allergie possono cambiare per i bambini. Ad esempio, il prurito e l'eruzione cutanea con dermatite atopica possono portare ad allergie agli acari della polvere e segni di dermatite atopica - scompaiono.

Cause della malattia dopo il parto

Un'allergia è una reazione specifica di un organismo all'azione di un agente patogeno (allergene). Possono essere qualsiasi sostanza estranea. Per la stragrande maggioranza delle persone, tali sostanze non sono pericolose. Ma in una persona allergica, causano non solo un banale disagio.

Il sistema immunitario risponde alla comparsa di un corpo estraneo. Lo percepisce come un "nemico", che spinge il corpo a iniziare la produzione di anticorpi. Questi vengono inviati al sito di localizzazione degli allergeni, con conseguente infiammazione. Il sito è più abbondantemente rifornito di sangue, aumenta la permeabilità vascolare, si verifica edema.

È interessante notare che in questo caso non viene ereditata una malattia specifica, ma una tendenza a soffrire di malattie allergiche. Per i bambini, le allergie possono verificarsi in modo completamente diverso rispetto ai genitori o ai nonni. Ad esempio, una nonna è allergica al miele, una madre è allergica ai peli di gatto e un bambino è allergico agli acari della polvere. Inoltre, i segni delle allergie possono cambiare per i bambini. Ad esempio, il prurito e l'eruzione cutanea con dermatite atopica possono portare ad allergie agli acari della polvere e segni di dermatite atopica - scompaiono.

La risposta allergenica può essere lieve o grave.

  • Lieve reazione allergica Si manifesta con arrossamento delle palpebre e delle membrane degli occhi, leggero, localizzato su una piccola area della pelle.
  • Grave reazione allergica I sintomi del polmone sono più pronunciati. Se la pelle è interessata, l'orticaria è osservata in tutto il corpo, sono probabili difficoltà respiratorie dovute all'edema laringeo. La conseguenza più pericolosa di un'allergia è lo shock anafilattico, in cui il paziente perde conoscenza, la sua pressione sanguigna scende bruscamente.

Un'allergia si sviluppa rapidamente, i sintomi possono apparire all'improvviso. Se hai una tendenza alla malattia, è necessario avere antistaminici ammessi nell'armadietto dei medicinali a casa durante l'allattamento.

Quale sarà l'allergia di una madre che allatta, è impossibile prevedere, anche se una donna ha sofferto di questa malattia in precedenza. Il parto è molto stressante per il corpo, quindi spesso dopo di loro la malattia si manifesta in modo imprevisto e per la prima volta. O i sintomi abituali della donna peggiorano, si presentano in una forma più acuta.

Caratteristiche delle allergie nelle madri che allattano

  • esiste un'alta probabilità di insorgenza nei gruppi a rischio - nelle donne che soffrono di ipertensione durante la gravidanza, compromissione della funzionalità renale, edema;
  • aumento delle reazioni familiari che sono apparse prima della gravidanza;
  • un aumento dello spettro di allergeni;
  • la possibilità di sviluppare reazioni simili in un bambino;
  • suscettibilità del bambino non solo agli allergeni pericolosi per la madre, ma anche alle infezioni respiratorie acute.

Le reazioni spiacevoli e pericolose del corpo possono essere causate da sostanze completamente diverse. La medicina moderna divide gli allergeni in diversi tipi.

  • Domestico. Il gruppo più ampio di sostanze che ci circondano ogni giorno. Questi includono polvere, muffe, peli di animali domestici e piume di uccelli, cosmetici e prodotti chimici domestici..
  • Cibo. Assolutamente qualsiasi prodotto può causare una specifica reazione del corpo, quindi le allergie alimentari sono così individuali. Pertanto, alle madri che allattano non è raccomandato per la prima volta di mangiare qualcosa di nuovo, "oltreoceano". Tuttavia, ci sono gruppi di prodotti che spesso causano una risposta del sistema immunitario. Questi includono prodotti proteici (noci, uova, pollame e frutti di mare), cioccolato, miele, tutti i tipi di agrumi, bacche (melone, fragole).
  • Medicinale. La reazione del corpo al farmaco più sicuro può essere inaspettata. Pertanto, anche i rimedi omeopatici contengono avvertenze sui pericoli dell'assunzione durante l'allattamento.
  • Biologico. Il sistema immunitario delle persone allergiche reagisce di conseguenza ai prodotti di scarto (tossine) di batteri, funghi, virus, dirigendo le loro riserve protettive non per combattere il patogeno, ma per eliminare i loro rifiuti. Questo complica il decorso della malattia..
  • Fisico. Una persona moderna ha familiarità con un'allergia al freddo, al calore, al sole... Sotto l'influenza di questi fattori esterni, così come le frequenze radio, le radiazioni a microonde, altre sostanze irritanti, può iniziare la produzione di allergeni e anticorpi verso di loro.

In effetti, qualsiasi cosa può causare un'allergia. Tuttavia, a causa della specificità dei suoi sintomi, la localizzazione della malattia è raggiunta da un elenco limitato di farmaci. La maggior parte di essi può essere utilizzata da madri che allattano..

La natura del corso e la diagnosi

Il corso delle allergie si verifica in una delle tre direzioni..

  • Manifestazioni respiratorie. Tradizionalmente, sono causati da piccoli allergeni (polline, polvere, molecole di odore, ecc.) Una donna sperimenta un forte prurito al naso, attacchi di starnuti, naso che cola acquoso profuso, tosse secca. Questi sintomi sono simili alle infezioni respiratorie acute, ma un'infezione acuta è accompagnata da febbre, mentre le allergie no. E i sintomi sono più intensi e si verificano bruscamente, all'improvviso. Può avvenire in forme acute o croniche, acquisendo il carattere di rinite tutto l'anno o asma bronchiale.
  • Manifestazioni gastrointestinali. Una grave reazione del corpo associata a intolleranza ai singoli prodotti. Provoca digestione quando si mangia un allergene, fino a spasmi acuti e sanguinamento intestinale.
  • Manifestazioni cutanee. Queste reazioni possono essere osservate sia in una donna che nel suo bambino. La presenza di un allergene nel latte materno dà un'eruzione cutanea sulla pelle del bambino, l'aspetto sulla testa, la pelle secca e lo sviluppo di dermatite da pannolino con buona cura. In un portatore di allergie, le reazioni possono manifestarsi più pronunciate, sotto forma di vesciche nel corpo, arrossamento della pelle, un aspetto acuto di un'eruzione cutanea.

Se vengono rilevati questi sintomi, una donna che allatta deve consultare un medico. Il trattamento delle allergie durante l'allattamento al seno nelle madri non richiede condizioni fisse. E la maggior parte degli antistaminici sono compatibili con l'allattamento. Aspettare che un'allergia scompaia da sola è inutile e pieno di complicazioni pericolose..

La diagnosi della malattia viene effettuata dal terapista locale. Dopo la consultazione iniziale, consiglierà di contattare un allergologo. Lo specialista ti prescriverà dei campioni che ti aiuteranno a scoprire la causa della malattia..

Trattamento di allergia

Il principale fattore che contribuisce al recupero è l'eliminazione dell'allergene nell'ambiente. Pertanto, è estremamente importante scoprire cosa provoca esattamente tali reazioni nel tuo corpo. L'esposizione costante all'allergene renderà la terapia inefficace.

  • Il cibo dovrebbe essere a basso contenuto di carboidrati, con un basso contenuto di zucchero, muffin. Sono benvenute una grande quantità di liquidi, composte di frutta secca, mele e ciliegie innocue. Minestre vegetariane leggere e primi piatti con brodo di manzo aiuteranno il corpo a combattere gli allergeni. Mangia maiale bollito, manzo, pane bianco, cereali, patate lesse, olio vegetale.
  • Nella vita di tutti i giorni, sbarazzati dell'eccesso. Tappeti, tende, peluche accumulano polvere. Diffusione di muffa “aiuto” dei fiori domestici in vaso. Con una tendenza alle allergie respiratorie, saluta questi attributi di una vita confortevole. Un libro, biancheria da letto, negozio solo in armadi chiusi.
  • Non tenere animali domestici. Qualsiasi "animale" può provocare una reazione allergica. Anche il pesce più innocuo, il cui contenuto è allergico al cibo.
  • Usa prodotti chimici per la casa con parsimonia. Pulisci senza detergenti e aerosol; risciacqua accuratamente il bucato dopo il lavaggio.

Il corpo sosterrà il rifiuto di e. Se una madre che allatta non è soggetta a cattive abitudini, ma uno dei parenti fuma in casa, dovresti fortemente chiedergli di non fumare in casa.

Preparazioni mediche

Secondo il dottore in scienze mediche, il pediatra Konstantin Grigoryev, l'assunzione di antistaminici per l'epatite B dovrebbe essere obbligatoria. La maggior parte dei prodotti moderni sono compatibili con l'allattamento. Se possibile, scegli un farmaco sotto forma di spray o soluzione per inalazione, ne vale la pena. Tali farmaci funzionano solo in "aree" limitate del corpo, senza penetrare nella circolazione sistemica. Di conseguenza, la probabilità di una reazione del bambino al trattamento della mamma è ridotta.

Antistaminici di seconda generazione e preparati steroidi approvati.

  • “Cetirizine”, “Cetrin”, “Allertek”, “Lethizen”. Derivato della piperazina con sedazione minima anche se il dosaggio viene superato. In conformità con i dati del manuale E-LACTANCIA, è perfettamente adatto all'uso durante l'allattamento. Ha un'alta capacità di legarsi alle proteine, quindi è leggermente assorbito nel latte. Gli effetti collaterali nei bambini se presi dalle madri non sono stati identificati. Cetirizina raccomandata dalla British Society of Immunology and Allergology per l'uso da parte delle madri che allattano.
  • "Loratadin", "Claritin", "Loridin", "Clarotadine". Ha un leggero effetto sedativo e penetra poco. Nel trattamento delle madri, non sono stati osservati effetti collaterali nei bambini. Il farmaco è raccomandato per le donne che allattano dalla British Society of Immunology and Allergology e dall'American Academy of Pediatrics.
  • Feksadin, Telfast, Feksofast, Allerfeks, Dinoks. Un gruppo di antistaminici con il principio attivo fexofenadina. Secondo i dati della directory E-LACTANCIA, aggiornata a febbraio di quest'anno, ha un leggero effetto sedativo. Penetra nel latte a piccole dosi, senza causare reazioni avverse al bambino. Nel 2013, l'American Association of Pediatrics lo ha riconosciuto compatibile con l'allattamento..
  • Aldetsin. Il farmaco con il principio attivo è inalazione beclometasone. Pienamente compatibile con l'allattamento al seno, secondo il manuale E-LACTANCIA. Il contenuto nel plasma sanguigno è minimo a causa dell'inalazione del farmaco. Non sono stati riportati effetti collaterali nei neonati allattati al seno. Riconosciuto dalla comunità internazionale come idoneo all'uso durante l'allattamento, nel 2002 incluso nel relativo elenco dell'OMS.
  • "Erius." Il farmaco si basa sul principio attivo desloratadina. È ben compatibile con l'allattamento al seno, poiché non sono stati identificati effetti collaterali con il suo uso. Raccomandato alle madri che allattano dalla British Society of Immunology and Allergology e dall'American Academy of Pediatrics.
  • “Levocytirizine dihydrochloride”, “Elcet”, “Zenaro”, “Gletset”, “Xizal” Preparati con il principio attivo levocytirizin. Secondo il manuale E-LACTANCIA, classificato come compatibile con l'allattamento a basso rischio. Non ci sono dati sulle reazioni negative dei bambini a questa sostanza usata dalla madre. La British Society of Immunology and Allergology lo considera sicuro per l'allattamento.

Non è auspicabile utilizzare farmaci antistaminici di prima generazione da parte di una madre che allatta.

  • Suprastin, cloropiramina. Il principio attivo dei preparati di cloropiramina. Secondo i dati del riferimento internazionale sui farmaci E-LACTANCIA, si riferisce agli antistaminici di prima generazione con un alto rischio negativo per una donna che allatta. Può causare sedazione, ridurre l'allattamento. Si consiglia un'alternativa più sicura..
  • "Diazolin." Il farmaco con il principio attivo mebidrolin è assente nel classificatore internazionale di farmaci. L'annotazione dello strumento indica che è vietato prenderlo durante l'allattamento.
  • "Tavegil", "Clemastine". Il farmaco è ad alto rischio per l'allattamento. Provoca sonnolenza nella madre, può provocare una condizione simile nel bambino. Sono registrati casi di rifiuto dell'allattamento al seno a causa di stupore, irritabilità dei bambini. Non è raccomandato il sonno congiunto di madre e figlio durante l'assunzione.

Un medico dovrebbe prescrivere il farmaco a una madre che allatta. L'automedicazione è inaccettabile anche con mezzi sicuri riconosciuti. Inoltre, lo specialista può raccomandare di assumere agenti assorbenti (carbone attivo, Polysorb, Enteros-gel) per rimuovere tossine e allergeni dal corpo.

I farmaci antiallergici per l'epatite B aiuteranno a normalizzare rapidamente lo stato della madre ed eliminare le reazioni negative nel bambino. Tuttavia, il loro beneficio sarà annullato da un altro contatto con l'allergene. Pertanto, è necessario affrontare la soluzione del problema in modo completo, utilizzando antistaminici e misure preventive.

Durante l'allattamento, una giovane madre deve attenersi a una dieta rigorosa, fare attenzione ai nuovi prodotti nella dieta. L'assunzione di farmaci durante questo periodo è molto indesiderabile, poiché passano attraverso il latte materno al bambino. Cosa fare con un'esacerbazione delle allergie in una donna che allatta? Esistono antistaminici possibili con l'allattamento?

Il corpo femminile si esaurisce durante il portamento del bambino e si indebolisce ulteriormente durante il parto. Quindi il periodo dell'allattamento al seno, che richiede ancora molta forza della madre. Per tutto questo tempo, l'immunità di una giovane madre si indebolisce e richiede sostegno. Se ciò non accade, il corpo non può farcela e compaiono malattie, tra cui allergie. Può accadere anche se una donna non ha mai avuto tali problemi prima e questo è dimostrato dalle statistiche.

Dopo il parto, il corpo di una donna impiega tempo per riprendersi, durante questo periodo le cure e le cure sono necessarie non solo per il bambino, ma anche per la giovane madre. A causa del difficile periodo di recupero, possono svilupparsi molte malattie, depressione e persino allergie. Un organismo impoverito non è in grado di fornire una cura completa a un bambino; ​​è necessaria un'alimentazione equilibrata.

Parenti e amici dovrebbero aiutare la madre e prendersi parte dei compiti domestici su se stessi e monitorare l'alimentazione della madre. La maggior parte delle giovani madri che desiderano tornare rapidamente alla forma prenatale riducono la quantità di cibo, che influisce solo negativamente.

Un'immunità debole si manifesta nella comparsa di orticaria, falsa groppa, eczema, asma bronchiale o frequenti infezioni del tratto respiratorio superiore. La reazione può essere su detergenti, cibo, acqua sporca, polvere, acqua di toletta. Se prima tutto ciò non causava disagio, ora la reazione alle sostanze irritanti è significativamente pronunciata, spiacevole. E questo è solo a causa di un sistema immunitario indebolito. Le cause dell'esaurimento possono essere:

Se una madre che allatta ha precedentemente sofferto di una reazione allergica a cibi, polvere, polline o altro, la malattia peggiorerà durante l'allattamento. Pertanto, è necessario discutere in anticipo questo problema con il medico in modo che prescriva farmaci per la prevenzione. Per questo, sono adatte le corone descritte in dettaglio di seguito..

Gli esperti affermano che un eccesso di istamina (una sostanza che crea una reazione allergica) nel corpo viene prodotto durante la disidratazione. E durante l'allattamento - questo è un problema comune. Ecco perché durante l'allattamento, il sistema immunitario risponde ai cibi normali, come gli allergeni..

Inoltre, può verificarsi una reazione allergica a causa di disturbi ormonali. Questo è un problema comune per le donne in gravidanza e il periodo postpartum. Pertanto, è necessaria la consultazione con un endocrinologo, che prescriverà il trattamento se necessario.

Sintomi allergici

Le allergie in una madre che allatta possono manifestarsi in diversi modi, a seconda dell'allergene e del luogo di contatto. Questi sono i seguenti: starnuti, tosse, prurito, formicolio, gonfiore, arrossamento, nausea, diarrea, vomito.

Se c'è debolezza, gonfiore della gola e della cavità orale, crampi addominali, alterazioni del polso, vertigini, se è difficile deglutire e parlare, devi chiamare immediatamente un'ambulanza e puoi prendere qualsiasi antistaminico ad azione rapida. Questi sono segni di shock anafilattico: la più forte reazione allergica nel corpo..

Importante! Se si verifica una grave reazione allergica in una madre che allatta, non preoccuparti della compatibilità del farmaco con l'allattamento. Una singola dose non avrà un effetto a lungo termine, il latte può essere espresso e la salute materna è a rischio senza cure urgenti.

Se vengono rilevati i primi sintomi di allergia, è necessario il primo soccorso, che è nel seguente ordine:

  • lavare l'area di contatto prevista con sapone e acqua pulita;
  • escludere il contatto con l'allergene (estrarre la puntura, rimuovere i fiori);
  • applicare un impacco freddo nel punto di prurito (se l'allergia non è fredda);
  • prendere enterosorbente (il più semplice è il carbone).

In assenza di dinamiche positive, prendi un antistaminico, se non ti senti bene, chiama un'ambulanza.

Prevenzione delle allergie

Dai motivi di cui sopra, seguono semplici principi per la prevenzione di una reazione allergica:

Dubbio comune sulle madri con allergie: vale la pena continuare ad allattare, la reazione sarà trasmessa al bambino? L'allergia stessa non viene trasmessa attraverso il latte, ma gli antistaminici possono influire negativamente sulla salute e sul benessere dei bambini. Pertanto, non puoi fare a meno di consultare un medico. Se l'allergia della madre è associata alla presenza di allergeni nella dieta, la reazione di un bambino è inevitabile.

Molto spesso, nei bambini si verifica un problema di allergia. Quando si verifica una reazione allergica in un bambino, i medici raccomandano un'analisi approfondita della dieta, dell'ambiente del bambino, eliminano le sostanze irritanti, stabiliscono una dieta e fanno un clistere.

Opinione su questo famoso link medico Komarovsky

Prodotti allergici

Una reazione allergica è una maggiore formazione di istamina nel corpo, in risposta a un irritante. I farmaci allergici sono progettati per interrompere la sua produzione nei mastociti e il legame delle molecole esistenti.

Gli antistaminici si dividono in tre generazioni: dal più semplice economico al più moderno costoso.

I farmaci di prima generazione non sono compatibili con l'allattamento. Inibiscono l'allattamento, influenzano negativamente il benessere del bambino. La loro ricezione è possibile in caso di emergenza, una volta. Tali farmaci includono: clemastina, diprazina, difenidramina, suprastina, prometazina, diazolina, chifenadina, ciproeptadina.

Gli antistaminici di seconda generazione sono sicuri per l'allattamento, devono essere assunti solo una volta al giorno, non influenzano il sistema cardiovascolare, non causano sonnolenza, non influenzano le condizioni del bambino. Questi sono i seguenti farmaci: cetirizina, loratadina, terfenadina, acrivastina, ebastina.

Dalle allergie all'allattamento al seno, è preferibile assumere farmaci di terza generazione: levocetirizina, desloratadina. Sono più efficaci e più sicuri per madre e bambino..

Importante! L'assunzione di antistaminici combatte solo con la reazione del corpo e non elimina la causa dell'evento. Pertanto, un passo importante nel trattamento delle allergie è il ripristino dell'immunità e l'esclusione del contatto con uno stimolo.

Considera gli antistaminici più popolari.

Diazolin

Popolare grazie al basso costo e all'elevata efficienza. Ma vale la pena usarlo durante l'allattamento, se esistono i seguenti effetti collaterali: irritazione della mucosa gastrointestinale della madre e del bambino, apatia, disturbi del sonno del bambino.

Quando prendi il farmaco, dovrai interrompere l'allattamento, ne vale la pena quando puoi assumere un farmaco più moderno senza effetti collaterali così gravi.

suprastin

Una medicina popolare ed economica. Le istruzioni dicono che è impossibile durante l'allattamento. Ma allo stesso tempo, ai bambini mensili vengono già prescritte microdosi di suprastin prima della vaccinazione. Perché non puoi prendere tua madre? Il fatto è che il farmaco è ben assorbito nel flusso sanguigno, passato nel latte e in grandi quantità può entrare nel corpo del bambino. La concentrazione massima del farmaco nel sangue è dopo un'ora, il periodo di escrezione è di 4-5 ore. Pertanto, i medici possono allattare al seno il bambino 5 ore dopo l'assunzione, a condizione che 3 ore dopo l'assunzione del medicinale esprimano il latte.

Questa opzione è adatta in casi estremi o quando il bambino ha 5 mesi, quando l'allattamento al seno può essere sostituito da alimenti complementari. La sostituzione del latte materno con una miscela è accettabile, ma ci sono casi frequenti in cui il bambino abbandona il seno dopo la miscela o la digestione è disturbata a causa di un cambiamento nella nutrizione.

cromoni

Una categoria separata di moderni farmaci per il trattamento delle allergie è Cromona. Basato anche sul blocco della produzione di istamina. Adatto per l'allattamento topico: colliri, spray nasali proteggono la mucosa locale e non penetrano nel sangue. Richiedono una lunga assunzione, l'efficacia si manifesta solo dopo due settimane di somministrazione multipla continua. È conveniente prendere se la madre ha la febbre da fieno stagionale.

Preparazioni di Cromona di azione locale: cromoesale, intale, cromoglin, piastrellata. Il loro uso migliora le condizioni della madre, l'allergia è asintomatica, non ha alcun effetto sul bambino.

Il principio di azione degli antistaminici

I suddetti farmaci combattono le allergie combinando le molecole del principio attivo con molecole H1 - i recettori dell'istamina. A seconda della generazione di farmaci, possono essere sostituiti da un eccesso di molecole di istamina e non possono essere sostituiti, più moderno è il farmaco, maggiore è l'efficacia e la durata dell'azione.

Ad esempio, i farmaci di prima generazione non sono in grado di trattenere i recettori H1 per lungo tempo, ma richiedono dosi multiple durante il giorno per mantenere l'effetto. Allo stesso tempo, le sostanze medicinali si combinano con i recettori del sistema nervoso centrale, lo inibiscono e causano sonnolenza. Pertanto, vengono anche utilizzati come sonniferi e antidolorifici locali. L'effetto collaterale successivo è un aumento della viscosità dell'espettorato, che è pericoloso per l'asma bronchiale..

I farmaci di seconda generazione non vengono ripetutamente sostituiti in composti con H1 - recettori dell'istamina, una singola dose è sufficiente per mantenere uno stato normale durante il giorno. Allo stesso tempo, non si legano ai recettori del sistema nervoso centrale e non influenzano negativamente.

La terza generazione di farmaci è notevole per la sua capacità di influenzare non solo i recettori H1, ma anche l'interleuchina-8, un recettore antinfiammatorio che aumenta la concentrazione dei linfociti. I farmaci migliorati possono ridurre gli spasmi e fermare a lungo le reazioni allergiche senza effetti collaterali..

Informazioni dettagliate e comprensibili sul principio di azione degli antistaminici da un medico al link

Attenzione! Quando si sceglie un farmaco e si prescrive un farmaco moderno da un medico, non è necessario sostituirlo con un analogo economico. Durante l'allattamento, questo non è consentito, influisce negativamente sulla salute della madre e del bambino.

La moderna farmacologia offre farmaci con un ampio spettro di azione che sono sicuri anche in un periodo post-partum così tenero. Un numero di antistaminici di varie categorie di prezzo consente di scegliere l'opzione più adatta per ogni singolo caso. Per le madri che allattano, è preferibile assumere antistaminici di terza generazione, ma è possibile la somministrazione una tantum degli antistaminici più semplici, in caso di emergenza.

Leggi Gravidanza Pianificazione