Tosse, dolore toracico e febbre: tutto ciò può essere una manifestazione sintomatica di una malattia apparentemente non pericolosa del tratto respiratorio superiore: la bronchite. Tuttavia, durante la gravidanza, tali manifestazioni comportano un pericolo e rischi di complicazioni in futuro. Le cause di questa condizione, trattamento e conseguenze - ulteriormente nell'articolo.

Infiammazione dei bronchi: rischi, conseguenze, cause

La malattia infiammatoria diffusa del sistema respiratorio nella regione bronchiale colpisce sia la mucosa che l'intero piano della parete bronchiale. L'infiammazione di questa natura si verifica a seguito di infezione (indipendente) o comporta un processo isolato (bronchite primaria), è una complicazione contro precedenti malattie croniche, infezioni virali respiratorie acute, infezioni respiratorie acute.

L'infiammazione è accompagnata da un danno all'epitelio mucoso dell'albero bronchiale, viola la secrezione e la funzione motoria delle ciglia. Tali cambiamenti sono seguiti da attacchi di tosse costante, durante i quali i polmoni cercano di sbarazzarsi del muco accumulato, dei batteri.

Bronchite: varietà

La classificazione della bronchite varia in gravità, decorso clinico o nell'area del processo infiammatorio. In particolare, vale la pena ricordare che qualsiasi infiammazione del rinofaringe, dell'orecchio o della gola provoca una complicazione, specialmente con un'immunità indebolita. La bronchite non è la conseguenza più grave, con un aiuto prematuro e l'eliminazione del focus dell'infezione, la malattia si sviluppa in bronchite ostruttiva e quindi in polmonite.

Infettivo o virale

La forma infettiva della malattia è la conseguenza della crescita dei virus della parainfluenza, degli adenovirus. Tali fattori spesso provocano anche malattie del tratto respiratorio:

  • virus dell'influenza, morbillo, enterovirus;
  • clamidia
  • infezioni miste virali e batteriche;
  • bacillo emofilo;
  • streptococchi;
  • virus respiratorio sinciziale.

La bronchite virale ha raramente una causa alla radice batterica, solo il 3% delle malattie viene diagnosticato con cause principali come l'agente causale di pertosse, bacillo emofilo o pneumococchi.

Complicanze della malattia

Una pericolosa conseguenza della bronchite di qualsiasi forma ed eziologia sono le complicazioni. Durante la sconfitta degli strati superiori delle pareti dei bronchi, si formano iperemia, edema grave, grave infiltrazione dello strato sottomucoso, alterazioni degenerative e rigetto delle cellule epiteliali. Inoltre, la forma cronica della malattia è anche una costante fonte di rischio, soprattutto per una donna con un sistema immunitario indebolito durante la gravidanza..

cronico

A seconda della natura dell'infiammazione nella bronchite incinta diagnosticata, i terapisti distinguono tra:

  1. Catarro di bronchite cronica.
  2. Bronchite cronica purulenta.

Dal tipo di cambiamento nella funzione respiratoria, si nota la bronchite ostruttiva e non ostruttiva. In presenza di qualsiasi forma di malattia bronchiale cronica, si notano remissioni ed esacerbazioni del decorso della malattia per tutta la vita.

acuto

La forma acuta è una malattia con sintomi acuti, febbre alta, tosse secca e le cause di questo processo possono non essere chiare o accertate. Spesso provocano malattie acute dei bronchi:

  • origine virale, batterica, virale e batterica;
  • fattori chimici, fisici, allergeni;
  • forme miste della malattia.

Qual è la bronchite pericolosa durante la gravidanza

Il pericolo di bronchite è che è difficile trattare con un'eziologia sconosciuta e le conseguenze dell'automedicazione sono esacerbazioni della condizione, degenerazione in forme croniche. Inoltre, non si dovrebbero escludere le conseguenze negative dell'influenza dell'alta temperatura sul feto. I processi stagnanti nella circolazione polmonare causano malattie del cuore e dei vasi sanguigni, che durante la gravidanza sono carichi di carenza di ossigeno e arresto della crescita del bambino.

Sintomi

Le manifestazioni sintomatiche variano a seconda della forma della malattia. Ad esempio, la forma acuta si manifesta con febbre alta, tosse bassa e dolore toracico. I sintomi in forma cronica nelle donne in gravidanza sono:

  • mancanza di respiro con il minimo movimento;
  • secchezza delle fauci, desiderio di bere acqua anche di notte;
  • tosse secca e laringea, senza espettorato;
  • aumento della tosse con una differenza di temperatura (dalla strada alla casa o viceversa);
  • mal di testa;
  • congestione nasale;
  • gonfiore della gola, accumulo di muco nei gladi;
  • mal di gola, che passa o ricompare.

I principali segni che dovresti consultare un medico sono una tosse laringea secca, che non si placa di notte, si nota più spesso di ogni due ore.

Trattamento

La forma di trattamento per la bronchite durante la gravidanza con una forma semplice del corso è ambulatoriale. Tuttavia, se c'è una temperatura, debolezza, letargia e insolita sonnolenza durante il giorno - questa è un'occasione per il ricovero in ospedale. Disidratazione e polmonite: la broncopolmonite è una condizione pericolosa per una donna a qualsiasi età gestazionale.

antibiotici

La terapia antibatterica è percepita negativamente dalla maggior parte delle donne in gravidanza. Questo è comprensibile, perché disbiosi, feci molli, crampi addominali e altri spiacevoli compagni di tale terapia sono manifestazioni indesiderabili da cui vuoi proteggerti. Inoltre, molte donne in gravidanza pensano che gli antibiotici danneggino il feto..

Ciò è in parte vero, poiché gli antibiotici vengono assorbiti nel sangue, raggiungono il loro concentrato plasmatico in poche ore e colpiscono il feto, la placenta, i reni e il fegato della madre. Tuttavia, tali rischi sono rari. Mentre la polmonite è una vera minaccia per la madre e un rischio mortale per il feto in utero. Pertanto, se il medico dice della necessità di assumere pillole o iniettare antibiotici, è necessario seguire questi suggerimenti.

Durante la gravidanza vengono utilizzati gli antibiotici più sicuri, che non influiscono sul bambino e sulla placenta, ma contribuiscono alla distruzione del virus nel sangue, prevenendo complicazioni in futuro.

pillole

Pillole antibiotiche o mal di gola: questo è un trattamento solo su prescrizione medica. Di norma, quando un'infezione secondaria viene attaccata sullo sfondo di un organismo indebolito da antibiotici o influenza, vengono utilizzati antidolorifici come Ibuprofen, Nurofen, per mal di gola Faringosept, gargarismi con una soluzione di Lugol, Heppilor. Tuttavia, tutti i farmaci dovrebbero essere prescritti esclusivamente da un terapeuta, poiché l'automedicazione provoca rischi per la vita del feto.

Farmaci antivirali

I farmaci antivirali sono di solito prescritti nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, quando la malattia si sta solo sviluppando. Tali farmaci includono Arbidol, Anaferon, Novirin. Tuttavia, in momenti diversi, ci sono farmaci che sono consentiti e vietati per l'uso..

Quanto dura la bronchite acuta durante la gravidanza?

Trattamento di forme lievi di bronchite durante la gravidanza - 7 giorni. Prima che i sintomi siano completamente eliminati, devono trascorrere almeno 14 giorni. Durante questo periodo, il corpo si adatta, si sintonizza per il recupero e la donna stessa sarà in grado di scegliere i migliori farmaci per ripristinare la microflora intestinale. Se stiamo parlando della forma cronica della malattia, allora non c'è dubbio di un pieno recupero durante la gravidanza. Di norma, i picchi ormonali, l'indebolimento, l'immunità e le caratteristiche della località di residenza provocano esacerbazioni periodiche della malattia.

Sullo sfondo della terapia, vale la pena includere immunomodulatori, che rafforzeranno e contribuiranno a ridurre il rischio di polmonite. I mezzi più efficaci includono:

L'effetto terapeutico è visibile non prima di 3 settimane dopo l'inizio della somministrazione.

Conseguenze della gravidanza

Se una donna incinta cerca prontamente aiuto, ha superato per intero il corso necessario di trattamento, quindi non ci sono conseguenze per la gravidanza. Il feto si sviluppa in base al termine e la placenta attiva le sue funzioni protettive, proteggendo il bambino dagli effetti negativi dei virus.

Se i metodi terapeutici non sono stati forniti per intero, durante il trattamento ci sono state violazioni dell'assunzione di antibiotici, quindi la donna riceverà una ricaduta della malattia con complicazioni per il cuore e i reni del bambino.

Non dimenticare che il corpo durante il periodo di trasporto del bambino funziona anche con un carico maggiore, e quindi malattie virali inutili, le temperature sono un pesante fardello.

La bronchite per una donna incinta è una malattia comune ma non pericolosa che non rappresenta una minaccia per la vita della madre e del bambino. Tuttavia, al fine di ridurre al minimo la probabilità che la bronchite degeneri in polmonite, vale la pena utilizzare tutti i metodi necessari di effetto terapeutico, senza sostituirli con rimedi popolari.

Bronchite acuta durante la gravidanza

La bronchite acuta durante la gravidanza (1 trimestre) non rappresenta un grande pericolo (in contrasto con la cronica). È necessario solo trattarlo correttamente.

Tutto inizia come un normale raffreddore, ma con la bronchite soffre la mucosa della membrana bronchiale. Edema, infiammazione appare su di esso, si verifica un restringimento del lume, espettorato viene rilasciato.

I bronchi si infiammano per i seguenti motivi:

  • microbi (virus, batteri);
  • allergia (una causa rara).

Durante la gravidanza, la bronchite è accompagnata da una tosse, attraverso la quale il corpo cerca di eliminare l'infezione. All'inizio è asciutto. Dopo un paio di giorni, appare la secrezione mucosa.

La temperatura può aumentare quando il corpo risponde all'infiammazione. In genere, il termometro non supera i 38 gradi. Spesso i passaggi nasali vengono bloccati e la salute generale peggiora. Una persona si stanca rapidamente, si indebolisce, suda.

  • tosse frequente;
  • dolorante al petto;
  • sentirsi stanco
  • difficoltà nel respiro sibilante;
  • espettorato abbondante.

Trattamento della bronchite durante la gravidanza

Devi sapere cosa e come trattare la bronchite durante la gravidanza 1 trimestre. Osservare il riposo a letto. Al fine di facilitare il rilascio di espettorato, spesso bere bevande calde. Aiutano ad ammorbidire la gola, a ridurre il disagio.

Molti sono interessati a quali farmaci per la bronchite sono adatti. Ad esempio, non è possibile assumere ambroskol nelle fasi iniziali.

L'elenco dei farmaci accettabili per l'assunzione nel 1 ° trimestre:

tosse senza espettoratoTosse umidasecrezione purulenta
Eufillin, Altea, brodo di liquiriziamucaltina, thermopsis, sinupret, sciroppo di ipecac (maggio
provocare il vomito)
antibiotici amoxicillina, cefalosporina, penicillina.
Eufillin 150mg compresse - 10.60 sfregamenti.Mukaltin 50mg compresse - 20.50 rub.Cefuroxime Sandoz (cefuroxime) tab. p / captive. 250 mg,
14 pezzi - 609.22 sfregamenti.

Si raccomanda anche l'inalazione. Applicare decotti a base di erbe, soluzione di soda, a cui sono stati aggiunti antisettici (olio di menta piperita, eucalipto).

Il trattamento della bronchite durante la gravidanza nel primo trimestre accelera se si inseriscono banche, cerotti di senape. Anche le compresse di riscaldamento e lo sfregamento sono molto efficaci..

Rimedi popolari

Si raccomanda all'inizio della gravidanza di utilizzare metodi alternativi concordati con il medico e non i medicinali, in modo da non danneggiare il bambino. Una miscela espettorante è piuttosto utile. Avrai bisogno:

  1. miele - 1 parte;
  2. mela grattugiata - 1 parte;
  3. cipolla macinata - 2 parti.
  • mescolare i componenti;
  • mangiare un cucchiaio 6 o più volte al giorno.

Per l'infusione espettorante sono necessari:

  • fai una ciotola nel ravanello;
  • riempilo di miele;
  • attendere un paio d'ore finché il miele non viene assorbito;
  • mangiare 3 cucchiai un cucchiaio prima dei pasti.

Per un impacco di miele e farina avrai bisogno (nella stessa quantità):

  • mescolare gli ingredienti;
  • mettiti sulla schiena;
  • mettere la sciarpa nello stesso posto;
  • attendere un'ora;
  • eseguire la procedura 3 volte al giorno.

Come trattare la bronchite durante la gravidanza

La bronchite acuta durante la gravidanza non è pericolosa quanto spiacevole. La cosa principale è un trattamento adeguato.

La situazione è leggermente diversa nel caso della bronchite cronica, in particolare ostruttiva.

Processo di sviluppo della malattia

Inizia come un comune raffreddore, ma il processo si diffonde alla mucosa bronchiale. Si gonfia, si infiamma, il lume si restringe, inizia la separazione dell'espettorato.

L'infiammazione dei bronchi può essere causata da:

  • microrganismi (virus, batteri);
  • molto meno spesso - una reazione allergica.

Nella bronchite acuta, che viene spesso diagnosticata durante la gravidanza, appare una tosse: il corpo cerca di sbarazzarsi dell'infezione. All'inizio è asciutto, dopo alcuni giorni il muco inizia a tossire.

La temperatura può aumentare, questa è una reazione al processo infiammatorio. In genere, il termometro non supera i 38-38,5 gradi. Molto spesso, viene posato un naso chiuso, ci sono segni di un generale deterioramento del benessere: aumento della fatica, debolezza, sudorazione.

Segni speciali di bronchite, in base ai quali può essere distinto dal comune raffreddore, anche durante la gravidanza:

  • tosse forte, "profonda", ossessiva;
  • dolori doloranti nella zona dello sterno;
  • costante sensazione di stanchezza;
  • la respirazione può essere difficile, con un "fischio";
  • grande quantità di espettorato.

Deterioramento generale

Peggio ancora, quando la bronchite durante la gravidanza è complicata da processi purulenti. Questo succede se inizi la malattia. Viene creato un ambiente favorevole per la riproduzione dei batteri, che causano suppurazione.

La tosse è il sintomo principale della malattia. È un male se il paziente è tormentato da una tosse secca, persistente e tosse, mentre l'espettorato non si separa. È buono se la tosse è "bagnata", con separazione del muco. All'inizio non è molto, ma con un andamento favorevole, la quantità aumenta, l'espettorato si illumina, il processo di tosse è più facile.

La diagnosi di bronchite durante la gravidanza e la determinazione di come trattarla viene effettuata da un medico sulla base dei reclami e dell'esame dei pazienti. Si sente il respiro, si esamina la gola. Questo di solito è sufficiente per fare una diagnosi..

Ulteriori esami durante la gravidanza saranno necessari per una malattia prolungata, quando il trattamento non aiuta per più di un mese. Potrebbe essere necessario modificare il corso dei farmaci, escludere la presenza di altre malattie.

Il recupero delle donne in gravidanza può essere ritardato a causa del ristagno dell'espettorato associato a tali cambiamenti nel corpo:

  • nel 3 ° trimestre di gravidanza, un utero allargato spinge verso il basso il diaframma, riducendone la mobilità, la bronchite è ritardata a causa di una tosse poco efficace;
  • sotto l'influenza degli ormoni, la mucosa che riveste i bronchi si gonfia.

Considerare separatamente la bronchite cronica, che durante la gravidanza può diventare pericolosa. Viene fatta una diagnosi se appare una tosse periodica per almeno due anni consecutivi per almeno tre mesi in un anno. Ciò accade principalmente al mattino, con uno schiocco freddo, dopo uno sforzo fisico.

Cause dello sviluppo di una malattia cronica:

  • raffreddori frequenti;
  • bassa immunità;
  • dipendenza congenita;
  • fumo attivo o passivo;
  • alcolismo;
  • ambiente inquinato - gas, polvere, lavoro dannoso.

La bronchite cronica durante la gravidanza può peggiorare. Un'esacerbazione si sviluppa più o meno allo stesso modo di una forma acuta. Esistono due tipi di malattie croniche. Non ostruttivo è caratterizzato da espettorazione di espettorato leggero in piccole quantità..

Ciò suggerisce che il muco viene escreto dal corpo. Non ci sono crampi nei bronchi. Di solito, durante la gravidanza, non è necessario il trattamento di questo tipo di bronchite, solo l'osservazione viene eseguita al 1 °, 2 ° e 3 ° trimestre. Impara anche tutto sulla trombofilia incinta e sul trattamento della toxoplasmosi in gravidanza.

Il secondo tipo, ostruttivo, si sviluppa dal primo. Un processo infiammatorio prolungato provoca la crescita del tessuto connettivo - la fibrosi. Restringe il lume, rende difficile la respirazione e la tosse diventa improduttiva..

Hai bisogno di una consultazione con un medico

Sfortunatamente, il percorso ostruttivo è irreversibile. Misure speciali possono solo sospendere questo processo..

Il metodo di trattamento delle donne in gravidanza

È necessario non solo sapere come trattare la bronchite, ma seguire le raccomandazioni generali, soprattutto durante la gravidanza. Riposo a letto raccomandato. Per facilitare lo scarico dell'espettorato, è necessaria una bevanda calda in grandi quantità. Ammorbidisce la gola e i bronchi, riducendo il disagio.

La stanza non deve superare i 22 gradi Celsius e almeno 19. È necessario ventilarla spesso, assicurarsi che l'aria non sia asciutta. Il livello normale è di circa il 70%, ma meglio leggermente più alto che più basso.

I farmaci prescritti dai medici per la bronchite possono variare, in particolare molti di essi sono proibiti all'inizio della gravidanza.

Indicazione per appuntamentoFarmaci autorizzatiDroghe proibite
"Tosse seccaAmbroxol - solo da 2 trimestri; antitosse antispasmodiche: eufillina, brodo di marshmallow, liquiriziaCodeina, etilmorfina cloridrato, contenente iodio, aspirina; Ambroxol (vietato per il trattamento della bronchite nel 1 ° trimestre di gravidanza)
"Tosse umidaEspettorante: Mukaltin, erba Thermopsis, Sinupret; Sciroppo di Ipecac - con cautela, può causare vomito in tossicosi
Persistente, pus nell'espettoratoAntibiotici a base di amoxicillina, cefalosporine, penicillinaLevomicetina, Biseptolo, Streptomicina, Tetraciclina, Solfonammidi, Fluorochinoloni

Una delle migliori opzioni in gravidanza per curare la bronchite è l'inalazione. Per loro, vengono utilizzati decotti delle stesse erbe espettoranti, una soluzione di soda aiuta. Aggiungi sostanze antisettiche: eucalipto, olio di menta piperita.

Aiuta ad accelerare il recupero. Puoi mettere lattine, intonaci di senape. Anche gli impacchi riscaldanti danno un buon effetto. Aiuta a strofinare.

Sarà utile utilizzare ricette alternative concordate con il medico. Forse questa sarà una via d'uscita nel trattamento della bronchite all'inizio della gravidanza, quando i farmaci sono indesiderabili e nel terzo trimestre sono già assunti senza paura.

Una miscela espettorante è efficace. Necessario:

  • il miele è una parte;
  • mela grattugiata - un pezzo;
  • cipolla macinata - due parti.

Preparazione e utilizzo.

  1. Mescola gli ingredienti.
  2. Mangia un cucchiaio sei o più volte al giorno.

Una tintura espettorante aiuta. Ingredienti:

  1. Raschia una tazza dentro il ravanello.
  2. Riempilo con miele.
  3. Aspetta qualche ora che il miele si dissolva.
  4. Prendi un cucchiaio tre volte al giorno prima dei pasti.

Puoi usare un impacco di farina di miele. Avrai bisogno:

  • miele;
  • farina - tanto quanto il miele.
  1. Mescolare il miele con la farina.
  2. Mettiti sulla schiena.
  3. Avvolgere con una sciarpa calda, sciarpa.
  4. Tieni un'ora tre volte al giorno.

Azioni preventive

Durante la gravidanza, la bronchite può essere pericolosa:

  • portare in tono l'utero a causa di una forte tosse (aborto minacciato);
  • infezione intrauterina;
  • ipossia fetale (specialmente con forma cronica ostruttiva);
  • anomalie dello sviluppo intrauterino.

Usa solo medicinali comprovati e sicuri per il tuo bambino.

Il decorso acuto della malattia molto raramente porta a tali conseguenze. È importante iniziare il trattamento in tempo, impedendo il passaggio a uno stadio prolungato o cronico. Questo, oltre all'aggiunta di un processo purulento, aumenta il rischio di complicanze.

Ma di solito dopo la bronchite durante la gravidanza non rimangono conseguenze. Ora vengono utilizzati medicinali sicuri per i bambini, compresi gli antibiotici. Anche loro sono prescritti quando assolutamente necessario..

È più facile prevenire la bronchite durante la gravidanza, specialmente nel primo trimestre. Le misure di prevenzione sono semplici e generali per qualsiasi malattia infettiva..

  1. Meno in luoghi affollati.
  2. Prima di uscire, lubrificare all'interno del naso con unguento ossolinico.
  3. In caso di rischio di contatto con il paziente, indossare una garza.

Informazioni sull'autore: Olga Borovikova

Cause, sintomi e conseguenze della bronchite durante la gravidanza, caratteristiche del trattamento

La gravidanza è un periodo difficile e cruciale nella vita di ogni donna. È necessario proteggersi da eventuali malattie, poiché possono causare varie anomalie nello sviluppo del feto. Ma non è sempre possibile evitare le malattie, soprattutto virali.

L'immunità nelle donne in questo momento diminuisce, quindi spesso soffrono di SARS. E le malattie virali possono essere complicate dalla bronchite.

L'infezione penetra nei bronchi e provoca tosse e cattiva salute. Inoltre, la bronchite durante la gravidanza è piuttosto difficile da trattare, poiché molti farmaci non possono essere assunti in questo momento.

Tipi di bronchite

La malattia infiammatoria dei bronchi procede in forma acuta o cronica. Inoltre, c'è la bronchite ostruttiva. Questa forma di patologia è caratterizzata dalla comparsa di attacchi di tosse dolorosa secca.

È accompagnato da soffocamento e da una sensazione di mancanza d'aria dovuta al fatto che il lume dei bronchi si restringe. Questa condizione porta alla fame di ossigeno e minaccia anche di uno sviluppo alterato del bambino.

Ma il più delle volte si trova nelle donne in gravidanza con bronchite acuta. Inizia all'improvviso, caratterizzato da forte tosse, febbre, debolezza. Di solito, con un trattamento tempestivo, questa forma di malattia scompare in 2 settimane..

Nonostante il fatto che una bronchite acuta sia severamente tollerata da una donna, raramente causa complicazioni.

Con un trattamento improprio, è possibile lo sviluppo di bronchite cronica. In questo caso, la tosse non diventa così dolorosa, anche la temperatura non aumenta molto. La salute della donna è normale, quindi non tutti vanno dal medico.

Ma in effetti, la forma cronica di questa patologia è più pericolosa che acuta, poiché l'infezione si diffonde più spesso. Ma la bronchite cronica non appare sempre durante la gravidanza. Può iniziare prima, si intensifica solo in questo momento.

Inoltre, a seconda della causa della patologia, viene isolata una forma virale e batterica. Molto spesso, la malattia è causata da adenovirus, virus influenzali o parainfluenza.

Ma la causa può anche essere streptococchi, pneumococchi, bacillo emofilo e persino funghi. Inoltre, a volte le donne in gravidanza hanno una bronchite allergica.

Si sviluppa quando esposto agli allergeni del tratto respiratorio, vapori di sostanze chimiche, fumo.

Cause di bronchite durante la gravidanza

L'immunità durante la gravidanza è ridotta e una donna diventa vulnerabile a varie malattie. Molto spesso, la bronchite si sviluppa a causa di un'infezione virale..

Le difese del corpo si stanno indebolendo, quindi i virus penetrano oltre il tratto respiratorio superiore, causando l'infiammazione dei bronchi.

Ma, oltre a questo, la bronchite nelle donne in gravidanza si sviluppa per altri motivi:

  • a causa di disturbi ormonali, la composizione della mucosa bronchiale cambia. Creano un ambiente favorevole per i microrganismi patogeni;
  • se una donna respira aria inquinata, ad esempio in condizioni ambientali avverse, aumenta anche il rischio di sviluppare la malattia;
  • l'aumento dell'umidità nella stanza contribuisce allo sviluppo del fungo. Le sue spore possono penetrare nei bronchi, causando la loro infiammazione;
  • dal secondo trimestre, la patologia può svilupparsi a causa del fatto che l'utero cresce e solleva il diaframma. Ciò interferisce con il normale scambio d'aria nei polmoni e provoca anche il ristagno dell'espettorato;
  • l'ipotermia frequente indebolisce le deboli difese della donna e crea le condizioni per lo sviluppo del processo infiammatorio;
  • se una donna fuma o inala il fumo di tabacco, il corpo cerca di liberarsene. Per questo motivo, nei bronchi si forma una grande quantità di muco, che porta a infiammazione e tosse;
  • le cause più rare della malattia comprendono una predisposizione genetica e malformazioni congenite del tratto respiratorio.

Lo sviluppo e i sintomi della bronchite

La malattia il più delle volte inizia come un comune raffreddore: naso chiuso, peggioramento della salute generale, febbre.

A poco a poco, soprattutto in assenza di un trattamento adeguato, l'infezione si diffonde più in basso nel tratto respiratorio ed entra nei bronchi. In questo caso, si sviluppa il gonfiore della mucosa, il loro lume si restringe. La donna ha difficoltà a respirare, inizia la separazione dell'espettorato.

La tosse con una tale malattia appare sempre, questa è la sua principale caratteristica distintiva. Può essere asciutto o bagnato. Con il muco, il corpo si libera dell'infezione.

La tosse di solito peggiora di notte o al mattino, nonché dopo uno sforzo fisico o un'ipotermia.

Nelle donne in gravidanza, i sintomi della bronchite sono gli stessi di altre persone. Può essere distinto da un comune raffreddore dai seguenti segni:

  • compaiono dolori al petto;
  • tosse forte, spesso invadente, con espettorato tosse lancinante;
  • riduzione delle prestazioni, affaticamento, debolezza e sonnolenza;
  • l'espettorato si distingue molto.

La bronchite si presenta in modo leggermente diverso durante la gravidanza nel 3o trimestre. In questo momento, l'utero è già notevolmente ingrandito, quindi preme sul diaframma. Per questo motivo, la sua mobilità diminuisce e la tosse diventa improduttiva.

Inoltre, durante questo periodo si verificano gravi disturbi ormonali nel corpo. Colpiscono le condizioni della mucosa bronchiale - si gonfia. Tutto ciò porta al fatto che nelle fasi successive della gravidanza, la malattia di solito procede gravemente e per molto tempo..

Il pericolo di bronchite durante la gravidanza

Questa patologia non si applica a quelli che escludono la possibilità di una normale gestazione. Tuttavia, richiede una supervisione medica obbligatoria.

La bronchite acuta è pericolosa durante la gravidanza, perché di solito si sviluppa sullo sfondo di un'infezione virale. E i virus che penetrano nel sangue possono causare patologie dello sviluppo fetale..

Conseguenze particolarmente gravi per il bambino si verificano quando la bronchite ostruttiva si sviluppa durante la gravidanza. La difficoltà di respirazione porta alla carenza di ossigeno e all'ipossia nel bambino.

Ciò può causare un aborto spontaneo. Nelle fasi successive, la bronchite ostruttiva porta spesso alla nascita prematura, perché la tosse costante provoca la contrazione muscolare.

Ma la bronchite durante la gravidanza può avere conseguenze negative per la donna stessa.

Oltre alla diffusione dell'infezione e allo sviluppo di malattie respiratorie più gravi, minaccia di carenza di ossigeno o grave intossicazione. Anche la mucosa bronchiale può essere colpita, il che la renderà suscettibile alle malattie in futuro..

Diagnostica

Solo un medico può diagnosticare e trattare la bronchite durante la gravidanza. Esamina la paziente, ascolta le sue lamentele..

Inoltre, è necessaria la respirazione. Di solito, dopo questi passaggi, puoi già fare una diagnosi..

A volte in casi difficili o se il trattamento prescritto non aiuta, sono necessari ulteriori metodi diagnostici. Questo elimina altre malattie e regola il trattamento.

Una donna può avere una radiografia del torace, una broncoscopia o una spirometria.

Trattamento

Nonostante il fatto che con un decorso lieve la malattia possa scomparire da sola, è ancora necessario il trattamento della bronchite. E questo è importante da fare sotto la guida di un medico.

La difficoltà nel trattamento della bronchite durante la gravidanza è che la maggior parte dei farmaci non può essere assunta in questo momento. Pertanto, la base della terapia è la disintossicazione del corpo, facilitando la tosse e il riposo a letto..

È necessario seguire le raccomandazioni del medico per aderire al regime e alla dieta. È importante bere di più, il liquido non solo aiuta a rimuovere le tossine, ma migliora anche l'espettorazione dell'espettorato.

Inoltre, il riposo a letto è necessario, ma non è desiderabile sdraiarsi costantemente, poiché ciò può portare al ristagno dell'espettorato. L'aria nella stanza in cui si trova il paziente non deve essere asciutta.

Si consiglia di ventilare la stanza più spesso e mantenere una temperatura da 19 a 22 gradi.

Efficace per inalazione di bronchite con decotti di erbe o soda. Possono essere usati vari metodi popolari, poiché non tutte le medicine tradizionali sono consentite per l'uso in questo momento..

Non è consigliabile fare impacchi caldi, mettere intonaci o barattoli di senape. In generale, tutti i metodi di trattamento devono essere concordati con il medico.

Caratteristiche del trattamento per trimestre

Solo un medico può determinare come trattare la bronchite durante la gravidanza. Il metodo di trattamento della bronchite dipende non solo dalla gravità del suo decorso. Il periodo di gravidanza influisce sulla scelta degli agenti terapeutici.

Nelle prime fasi della bronchite, quasi nessuna medicina dovrebbe essere assunta. Pertanto, è meglio rinunciare all'inalazione e al bere pesante. A volte vengono prescritti espettoranti a base vegetale, sebbene non tutte le erbe possano essere utilizzate.

Se inizi il trattamento nella fase iniziale della malattia, questi metodi dovrebbero essere sufficienti. Nella bronchite grave nel 1o trimestre di gravidanza, possono essere prescritti antibiotici del gruppo della penicillina.

Si consiglia di prevenire lo sviluppo della malattia e la comparsa di una forte tosse, in quanto ciò può innescare un aborto spontaneo.

Nel 2 ° trimestre di gravidanza, diversi trattamenti possono essere usati per trattare la bronchite. La terapia sintomatica viene principalmente eseguita, inclusi farmaci espettoranti, antipiretici, inalazioni, consumo eccessivo di alcol..

Se necessario, vengono utilizzati antibiotici e immunoglobuline..

La bronchite nel 3 ° trimestre di gravidanza può portare a un parto prematuro, quindi si raccomanda a una donna di andare in ospedale per la conservazione. T

Viene anche utilizzata la terapia sintomatica, ma non si può bere molto, poiché il liquido in eccesso può provocare gonfiore e aumento della pressione. Inoltre, è importante assumere farmaci antitosse..

Medicinali autorizzati

Di solito nel trattamento della bronchite nelle donne in gravidanza, non vengono utilizzati molti farmaci. In primo luogo, cercano di sbarazzarsi della tosse con l'aiuto di forti bevande e rimedi popolari.

A volte vengono utilizzati medicinali a base vegetale, preparati espettoranti contenenti thermopsis, marshmallow o radice di liquirizia, piantaggine o timo.

Tutti i preparati per la bronchite per le donne in gravidanza possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico. Sono necessari per la terapia sintomatica e sono selezionati individualmente..

Di solito vengono utilizzati antipiretici a base di paracetamolo o derivati ​​dell'acido propionico.

In casi complessi, con sospetta infezione batterica, vengono utilizzati agenti antibatterici. Non tutti sanno quali antibiotici sono possibili per le donne in gravidanza con bronchite.

Sono ammessi solo i farmaci del gruppo della penicillina e le cefalosporine vengono aggiunte dal 2 ° trimestre.

Droghe proibite

Devi sapere che ci sono tali farmaci che sono severamente vietati durante la gravidanza. Di solito, possono sempre trovare un sostituto scegliendo uno strumento più sicuro con un'azione simile..

Non utilizzare farmaci a base di acido acetilsalicilico e codeina per le donne in gravidanza con bronchite, nonché qualsiasi farmaco contenente iodio.

Degli agenti antimicrobici durante la gravidanza, è vietato prescrivere fluorochinoloni, tetracicline, aminoglicosidi, amfenicolo e sulfamidici.

Rimedi domestici alla bronchite

Molte donne credono di sapere come curare la bronchite usando rimedi popolari. Ma durante la gravidanza, devi stare attento anche con tali metodi di trattamento..

Bere di più è raccomandato. Può essere un tè caldo con lamponi, miele e limone, latte con soda e miele, un brodo di rosa canina. Anche le inalazioni con soda o acqua minerale sono efficaci. Puoi farli con decotti di erbe.

Con una tosse secca, l'erba di San Giovanni, la camomilla, la salvia, il tiglio e il piantaggine aiutano. Se la tosse è bagnata, facilitare lo scarico dell'inalazione di espettorato con piombo, farfara, eucalipto e achillea.

Se una donna non è allergica al miele, è possibile preparare una medicina espettorante gustosa e sana sulla base. È composto da ravanello, mela e cipolla, aloe o rafano grattugiato.

Prevenzione della bronchite durante la gravidanza

La bronchite durante la gravidanza può portare a gravi conseguenze, quindi è meglio prevenirne lo sviluppo. Una donna ha bisogno di evitare il contatto con i malati, non di rilassarsi.

Se necessario, visitare un luogo pubblico durante uno scoppio di un'infezione virale dovrebbe utilizzare una maschera di garza protettiva. Una donna incinta ha bisogno di mangiare bene e sbarazzarsi di cattive abitudini.

Mantenere uno stile di vita sano durante la gravidanza contribuisce al corretto sviluppo del bambino, ma protegge anche la donna dalle malattie.

Pancia elastica

bronchite durante la gravidanza. Cosa trattare.

Record pubblicato Sarà una figlia! 30 novembre 2011

34.558 visualizzazioni

ragazze, sono tutto arrabbiato. per la tosse, un terapeuta antibiotico prescritto.-flemoxin. anche se dice cosa si può fare con B. ma ho paura. consigliare cosa fare.

33 commenti

Commenti raccomandati

Unisciti alle nostre discussioni!

Devi essere un utente per lasciare un commento.

Crea un account

Registrati per ricevere un account. È semplice!

Entrare

Già registrato? Accedi qui.

Il migliore sul sito

Wobenzym aumenta la probabilità di concepimento

Gravidanza e mestruazioni

AMG - Ormone anti-muller

Argomenti popolari

Postato da: recinto bianco
Creato 9 ore fa

Postato da: Tarakashka
Creato 4 ore fa

Postato da: SladkayYagodka
Creato 4 ore fa

Postato da: * Jellyfish *
Creato 26 minuti fa

Postato da: NastiaMich
Creato 5 ore fa

Autore: Elina Elina
Creato 57 minuti fa

Postato da: * вика *
Creato 21 ore fa

Postato da: IrinaSakerina
Creato 2 ore fa

Postato da: Ronikslonik
Creato 7 ore fa

Postato da: iriroman
Creato 4 ore fa

Revisioni cliniche

Informazioni sul sito

Link veloci

Sezioni popolari

I materiali pubblicati sul nostro sito Web sono a scopo informativo e sono destinati a scopi didattici. Si prega di non usarli come consulenza medica. Determinare la diagnosi e la scelta dei metodi di trattamento rimane una prerogativa esclusiva del medico!

Il trattamento della bronchite. Bronchite cronica in donne in gravidanza.

Continuiamo a parlare di bronchite durante la gravidanza. Ieri siamo entrati in una discussione sul trattamento della tosse nasale secca, che i medici classificano come cattiva e cercano di fermarla immediatamente. Ma durante la gravidanza può anche verificarsi una tosse più "buona", ma richiede anche attenzione e trattamento..

Gestione dei sintomi.
Una buona tosse include una tosse umida produttiva espettorante, che aiuta a rimuovere l'espettorato dalla regione bronchiale, che accelererà così il recupero. Non è necessario affrontare una tale tosse, i soppressori della tosse in questo caso danneggeranno solo, il che porterà al ristagno dell'espettorato e allo sviluppo dell'infezione. Una tale tosse, al contrario, deve essere attivamente stimolata e causata assumendo i seguenti farmaci di diversi gruppi. Uno dei gruppi di farmaci mostrati con la tosse umida è un farmaco della serie tosse che stimola la tosse. Questi includono sostanze che irritano le mucose dei bronchi o delle pareti dello stomaco, causando un aumento della tosse. Questi includono la medicina con thermopsis, che è consentita in qualsiasi momento durante la gravidanza, lo sciroppo di bronchicum, che viene assunto ogni tre ore da un cucchiaino e Sinupret, che viene assunto due compresse tre volte al giorno. È vietato l'uso di farmaci a base di iodio durante la gravidanza, poiché hanno effetti dannosi sul feto.

Aiuta efficacemente quando tossisci l'inalazione della soluzione di soda, i decotti di erbe di timo, mirra, timo e oli essenziali - eucalipto, lavanda, timo. Il più utile sarà l'uso di uno speciale inalatore ad ultrasuoni, che può generare vapore acqueo speciale. Con l'aiuto di tali dispositivi, si ottiene una soluzione finemente dispersa di sostanze medicinali, che entra direttamente nei bronchi quando inalato. Un inalatore è utile anche per l'ulteriore trattamento del tratto respiratorio superiore per tutta la famiglia. Ma quando si eseguono inalazioni, vale la pena ricordare regole speciali: le inalazioni possono essere eseguite non prima di un'ora e mezza dopo un pasto, il che garantirà la circolazione sanguigna più ottimale nel tratto respiratorio superiore durante questo periodo. Ciò aiuterà il più completo accesso ai medicinali per loro. Con un respiro profondo, il vapore dell'inalatore deve essere trattenuto per diversi secondi ed espirato fortemente. Il tempo di inalazione dura fino a circa 15 minuti e dopo l'inalazione non è possibile mangiare per circa un'ora.

Farmaci espettoranti, che portano alla liquefazione dell'espettorato. Tali fondi portano attivamente al diradamento dell'espettorato e del muco difficili da separare e viscosi, che spesso si formano con la bronchite, mentre la tosse è facilitata. Tali farmaci saranno più efficaci dei farmaci per la stimolazione della tosse. Nel trattamento della bronchite acuta delle donne in gravidanza, vengono utilizzate le compresse Ambroxol, Halixol (dal secondo trimestre di gravidanza) tre volte al giorno, nonché la mucaltina due compresse tre volte al giorno, l'uso di accuse al seno. L'uso di farmaci a base di bromexina non è raccomandato durante la gravidanza, hanno rivelato un effetto negativo sul corso della gravidanza.

Dopo aver utilizzato i preparativi per l'espettorazione dell'espettorato per promuovere l'evacuazione dell'espettorato dai polmoni, può anche essere raccomandato uno speciale drenaggio posizionale (posturale) - questa è l'adozione di una situazione speciale in cui l'espettorato è meglio separato. Con tali scarichi, devi sdraiarti sul letto e appendere il busto dal letto in basso, tossendo senza stress. Questo è possibile solo nelle prime fasi della gravidanza, con una piccola pancia. I drenaggi sono anche combinati con la respirazione frequente e superficiale; un leggero e delicato massaggio alla schiena sarà utile per il drenaggio. Se durante tale trattamento la tosse si intensifica e aumenta la quantità di espettorato da separare, non aver paura. Se l'espettorato diventa meno viscoso, di colore più chiaro e si schiarisce bene la gola, allora hai scelto il trattamento giusto e hai già iniziato a recuperare.

Con i farmaci con cautela.
Non tutti i farmaci durante la gravidanza possono essere utilizzati nel trattamento della bronchite. Gli antibiotici come il cloramfenicolo, i farmaci appartenenti al gruppo delle tetracicline, il biseptolo e la sreptomicina e i farmaci sulfa sono severamente vietati. Tali farmaci hanno dimostrato effetti dannosi sullo sviluppo fetale. Inoltre, le donne in gravidanza non devono essere utilizzate nel trattamento di farmaci antitosse con codeina, etilmorfina cloridrato, poiché questi farmaci attraversano la placenta e sopprimono il centro respiratorio del feto, portando a disturbi. E per prevenire lo sviluppo di bronchite e raffreddori durante i periodi di epidemia, è necessario limitare le visite in luoghi affollati, utilizzare dispositivi di protezione, incluso l'uso di unguento ossolinico o di interferone per il naso durante le escursioni in luoghi affollati.

Bronchite cronica in donne in gravidanza.
Simile allo sviluppo della bronchite acuta saranno anche esacerbazioni croniche, che è una patologia a lungo termine dei bronchi con tosse e mancanza di respiro, che dura almeno tre mesi all'anno. Tale bronchite dura almeno due anni consecutivi con l'esclusione di altre patologie del tratto respiratorio superiore. Spesso, la bronchite cronica si forma con malattie costantemente ricorrenti del tratto respiratorio superiore, con una diminuzione dell'immunità, con fumo o inalazione di gas di scarico, polverizzazione industriale. Con la bronchite, di solito è interessato un intero complesso di cause, non esiste una causa specifica della malattia. Le donne in gravidanza entrano costantemente in contatto con tali fattori quando vivono nelle grandi città. Pertanto, lo sviluppo della bronchite cronica tra le giovani donne è diventato molto rilevante negli ultimi anni. In questo caso, le forme ostruttive e non ostruttive possono essere distinte tra la bronchite cronica.

In caso di bronchite non ostruttiva, le donne sono disturbate da tosse al mattino con una piccola quantità di espettorato, leggero e viscoso. L'espettorato si separa anche dopo uno sforzo fisico, una respirazione rapida, nella stagione fredda dopo la strada. Allo stesso tempo, durante la tosse, l'espettorato viene separato liberamente, la tosse è umida e non c'è broncospasmo. Una bronchite attuale a lungo termine può gradualmente trasformarsi in ostruttiva. Con questo tipo di bronchite, a seguito di un'infiammazione prolungata nella regione dei bronchi, si formano corde fibrose - proliferazione del tessuto connettivo, che, per così dire, comprime i bronchi e interferisce con la normale respirazione. Questo fenomeno è irreversibile, con un'ulteriore progressione della fibrosi, la funzione respiratoria si deteriora. Lo sviluppo della fibrosi può essere inibito, ma i bronchi non torneranno al loro aspetto originale. La tosse diventa secca, improduttiva e dolorosa, con espettorato difficile da separare. Spesso nemmeno una tosse grave, ma respiro corto o sensazione di mancanza d'aria.

Tutte le complicazioni che possono verificarsi nella bronchite cronica senza ostruzione, come nella bronchite acuta, mentre le esacerbazioni di questo tipo di bronchite saranno trattate allo stesso modo della bronchite acuta: il trattamento mira a ridurre l'intossicazione e ripristinare il funzionamento dei bronchi. Gli antibiotici per questo tipo di bronchite saranno indicati in presenza di infezione. Questo si manifesterà con i cambiamenti nel colore dell'espettorato: invece della luce, diventerà giallo o verdastro. L'uso di antibiotici è anche indicato per una condizione generale significativamente compromessa e la minaccia di infezione intrauterina del feto. La bronchite cronica è anche pericolosa senza esacerbazioni, con un decorso lento prolungato, con frequenti esacerbazioni e con periodi di salute prolungata malata, nascite di bambini con peso corporeo ridotto, infezione intrauterina e nascita di bambini con patologie infiammatorie purulente.

In presenza di bronchite cronica, una donna incinta dovrebbe prepararsi in anticipo alla gravidanza. È necessario sottoporsi a un adeguato trattamento preventivo e igienico dei fuochi di tutte le infezioni croniche che potrebbero portare allo sviluppo di bronchite durante la gravidanza - per curare gli organi ENT, per disinfettare i denti cariati e la cavità orale, ed è necessario rafforzare completamente il sistema immunitario. Ma anche se la gravidanza non è stata pianificata e non ti sei sottoposto a una preparazione completa, non preoccuparti troppo. Fatte salve tutte le regole per la prevenzione della bronchite, con una corretta alimentazione e un monitoraggio regolare da parte di un medico, la maggior parte delle gravidanze e delle nascite passano senza esacerbazioni e portano alla nascita di bambini perfettamente sani. Per tutte le donne in gravidanza che hanno sofferto di esacerbazioni di bronchite cronica o che hanno avuto bronchite acuta, saranno utili procedure come haloterapia con aria di montagna o una grotta di sale. Oggi in molte cliniche ci sono stanze simili.

Bronchite durante la gravidanza: trattamento antibiotico, quali farmaci possono essere assunti durante il primo trimestre

La gravidanza è un momento speciale nella vita di una donna. Ma, sfortunatamente, una donna incinta non è al sicuro da malattie che richiedono un trattamento di emergenza, incluso l'assunzione di antibiotici.

Quali sono le caratteristiche dello sviluppo dell'embrione nel primo trimestre?

Il primo trimestre è il più importante nello sviluppo del bambino. Affinché possa nascere senza anomalie genetiche e problemi di salute, è necessario ridurre al minimo l'influenza di fattori negativi, soprattutto all'inizio della gravidanza.

È in questo momento che avviene la posa degli organi e dei sistemi principali. Dal momento del concepimento fino alla fine della 12a settimana, si formano i seguenti:

  • colonna vertebrale;
  • cuore e sistema circolatorio;
  • apparato digerente;
  • cervello;
  • rudimenti di braccia e gambe, genitali;
  • polmoni;
  • diaframma;
  • tiroide, pancreas, milza, fegato;
  • i muscoli.

Entro la fine della settimana 12, l'embrione diventa un feto, vengono deposti gli organi chiave e ora avranno un ulteriore sviluppo.

In quali casi è necessario assumere antibiotici durante la gravidanza?

Il divieto di droga più severo è nel primo trimestre. La barriera placentare non è ancora stata formata e le conseguenze dell'assunzione di farmaci possono essere fatali per l'embrione.

Sviluppo fetale per settimana

Succede che nelle prime settimane una donna ha bevuto farmaci antibatterici, non rendendosi conto della sua situazione.

In queste prime fasi, l'effetto degli antibiotici è solitamente difficile da prevedere: l'embrione o morirà o nascerà un bambino sano.

Ciò è dovuto al fatto che la connessione tra il corpo della madre e il bambino non è ancora completamente formata e c'è la possibilità che il farmaco non raggiunga il feto.

A partire dalla terza settimana di gravidanza, il rapporto tra il corpo della madre e il feto è migliorato. Il medico, quando prescrive il farmaco, deve tener conto del suo effetto sullo sviluppo dell'embrione. Un medico competente non insisterà mai sull'assunzione di antibiotici senza una buona ragione. L'assegnazione è consentita solo quando il beneficio supera i possibili rischi.

Le malattie che richiedono l'uso di farmaci antibatterici includono:

  • malattia respiratoria (polmonite, bronchite, tonsillite, tubercolosi);
  • infezioni intestinali;
  • processi infiammatori nei reni e nel sistema genito-urinario;
  • sepsi, avvelenamento del sangue;
  • brucellosi;
  • borreliosi trasmessa da zecche;
  • clamidia.

È meglio iniziare il trattamento dopo un test per la sensibilità dei batteri patogeni al farmaco. Se ciò non è possibile, lo specialista prescrive antibiotici ad ampio spettro.

Durante la gravidanza, non dovresti automedicare!

Qualsiasi farmaco deve essere assunto solo dopo aver consultato un medico, osservando rigorosamente il dosaggio e la durata del corso. Ciò ridurrà o neutralizzerà l'effetto negativo del farmaco.

Farmaci antibatterici approvati

A seconda delle proprietà tossiche, gli antibiotici sono suddivisi in tre categorie principali:

  • Permesso;
  • Condizionalmente consentito;
  • Fortemente vietato.

I gruppi consentiti includono i seguenti gruppi:

  1. Penicilline (Amoxiclav, Amoxicillin, Ampicillin, Oxamp). Penetra attraverso la placenta, ma non provoca un effetto teratogeno. Rapidamente escreto attraverso il sistema urinario. Sono caratterizzati da una vasta gamma di effetti e vengono spesso utilizzati durante la gravidanza..
  2. Cefalosporine (Cefazolina, Ceftriaxone). Penetra attraverso la barriera placentare in piccole quantità, senza influire sullo sviluppo del feto. Nominato in anticipo.
  3. Eritromicina, Spiramicina, Josamicina. Quasi non attraversare la placenta verso l'embrione. L'assunzione di droghe non causa anomalie dello sviluppo.
  4. Azithromycin (Hemomycin, Zitrolide, Sumamed). Al momento non sono stati identificati effetti negativi sul feto, ma in caso di emergenza vengono utilizzati antibiotici di questo gruppo. I preparati di azitromicina sono indispensabili per il trattamento della clamidia durante il periodo di gestazione.

Il dosaggio e la durata del corso del trattamento saranno determinati dal medico, in base alle caratteristiche della malattia, all'età gestazionale e alle indicazioni individuali.

Gli antibiotici approvati condizionatamente non vengono utilizzati durante il 1o trimestre. Nelle prime fasi, penetrando nella barriera placentare, le medicine di questo gruppo possono provocare gravi violazioni nello sviluppo dell'embrione, fino alla sua morte.

Dopo 12 settimane, il medico le prescrive in caso di necessità urgente. Questo gruppo comprende:

  1. Furadonin. È consentito assumere farmaci solo nel 2 ° trimestre.
  2. Metronidazole (Trichopolum, Metrogil, Klion). Il principio attivo può provocare anomalie nello sviluppo del sistema nervoso, degli organi genitali e delle estremità del feto.
  3. Gentamicina. Il farmaco viene utilizzato in caso di necessità vitale (avvelenamento del sangue, sepsi). Se il dosaggio non è corretto in qualsiasi momento, può causare danni all'udito (per completare la sordità) e anomalie renali.

Farmaci categoricamente proibiti durante la gravidanza

Gli studi hanno dimostrato che non importa in quale trimestre una donna ha bevuto droghe di questo gruppo, le conseguenze per la salute del bambino erano significative.

All'inizio della gravidanza, questi antibiotici innescano l'aborto spontaneo, il congelamento degli embrioni o le mutazioni genetiche..

La ricezione in un secondo momento potrebbe non causare la morte del feto, ma causerà gravi problemi di salute per il neonato.

Gli antibiotici categoricamente proibiti nel primo trimestre includono:

  1. Tetraciclina, doxiciclina. Tossico per il fegato, interrompere la mineralizzazione di ossa e denti.
  2. Fluorochinoloni (Phloxal, Cyprolet). Danneggia il tessuto articolare del feto.
  3. Aminoglicosidi (Kanamicina, Streptomicina). Danno renale, analizzatore uditivo.
  4. Cloramfenicolo. Interrompe il processo di formazione del sangue, inibendo lo sviluppo del midollo osseo rosso del feto.
  5. Biseptolo, Bactrim, Groseptolum. Concentrazioni significative della sostanza attiva attraversano la placenta e causano difetti cardiaci nei neonati, deformità.

L'elenco dei farmaci antibatterici proibiti è adattato e integrato. Solo il medico curante dovrebbe prendere una decisione sull'assunzione di determinati farmaci.

Cosa ricordare?

La probabilità di una violazione della microflora intestinale è elevata, anche se una donna ha bevuto un antibiotico sicuro. Possono verificarsi effetti collaterali come disturbi digestivi, riduzione dell'immunità e cattiva salute..

Anche se hai dovuto usare antibiotici durante il periodo di gravidanza, non devi essere disperato e depresso.

Lo stress peggiora solo la salute e porta a nuovi problemi. Dovresti consultare un medico: aiuterà a calcolare i possibili rischi e prescriverà i test necessari..

Bronchite in gravidanza 2 trimestre di trattamento

Uno dei disturbi piuttosto gravi e pericolosi che possono colpire, comprese le donne incinte, è la bronchite. Questa malattia deve essere trattata e trattata il più rapidamente possibile per prevenire lo sviluppo di gravi complicanze come la polmonite e l'insufficienza respiratoria..

In questo articolo ti diremo come trattare la bronchite durante la gravidanza al fine di sbarazzarsi dei suoi sintomi spiacevoli il più rapidamente possibile e non danneggiare il nascituro.

Come trattare la bronchite nelle donne in gravidanza?

Il trattamento della bronchite durante la gravidanza nel 1 °, 2 ° e 3 ° trimestre sarà leggermente diverso.

Nei primi 3 mesi del periodo di attesa del bambino, l'uso di qualsiasi farmaco, specialmente del gruppo antibiotico, può avere le conseguenze più gravi e irreversibili.

Ecco perché, con una malattia lieve, il trattamento della bronchite nelle donne in gravidanza nel 1 ° trimestre viene effettuato a casa e se i sintomi di grave intossicazione si uniscono ad essa o c'è un pericolo di complicanze, la futura mamma deve essere ricoverata in ospedale.

Quando si tratta di cure ambulatoriali nei primi 3 mesi della posizione "interessante" di una donna, deve bere il più possibile. Per questo, sono adatti qualsiasi acqua minerale alcalina, decotti di alcune erbe medicinali, tè nero e verde con miele e limone, latte caldo.

Se la bronchite nelle donne in gravidanza si verifica con complicanze nel 2 ° e 3 ° trimestre, il suo trattamento include necessariamente una terapia antibiotica.

Tali medicinali possono essere utilizzati solo come prescritto da un medico e rigorosamente in conformità con le sue raccomandazioni. Di solito in questa situazione vengono prescritte cefalosporine e penicilline semisintetiche.

Gli antibiotici tetracicline per le donne in gravidanza con bronchite non sono prescritti, poiché possono essere molto pericolosi.

Bronchite durante la gravidanza - sintomi e trattamento

Come si sviluppa la bronchite nelle donne in gravidanza

Spesso lo sviluppo della bronchite nelle donne in gravidanza è una conseguenza di un virus o di batteri, in rari casi una reazione allergica. I microrganismi entrano nelle vie respiratorie mucose superiori della donna, che si moltiplicano e causano edema locale, varie infiammazioni o disturbi circolatori.

In determinate condizioni, l'infiammazione risultante può svilupparsi, a seguito della quale si diffonde ai bronchi e provoca il rilascio di muco bronchiale viscoso. Il ristagno di muco bronchiale e disturbi circolatori con bronchite virale si sviluppa in una forma purulenta più grave.

La tosse, causata dall'irritazione dei bronchi da parte del muco, può essere molto pericolosa per le donne in gravidanza, poiché è accompagnata da tensione nei muscoli addominali.

Sintomi di bronchite in donne in gravidanza

Molto spesso, la forma acuta di bronchite nelle donne in gravidanza appare a causa della solita infezione virale respiratoria acuta (ARVI). I sintomi sono malessere generale, aumento della fatica, forte calo dell'appetito, leggero aumento della temperatura corporea.

Un naso può anche essere bloccato e può verificarsi una leggera tosse. Quando si verifica la bronchite, appare una tosse secca e irritante e si verificano dolori al petto. Solo una settimana dopo, viene rilasciata una piccola quantità di espettorato, che attenua la tosse. Questo espettorato è di tipo mucoso o mucopurulento.

in alcuni casi, il broncospasmo, che è caratterizzato da difficoltà respiratorie e tosse, può unirsi. La malattia può durare fino a 4 settimane. La bronchite non ha praticamente alcun effetto sulla gravidanza, c'è solo una piccola possibilità di infezione del feto all'interno dell'utero.

Per evitare ciò, la bronchite deve essere trattata in modo efficace e tempestivo..

I sintomi della bronchite cronica nelle donne in gravidanza sono una tosse periodica con una produzione di espettorato piuttosto piccola, mentre le condizioni generali sono soddisfacenti, così come la temperatura corporea.

Durante la bronchite cronica, la gravidanza può diventare un serio fattore di rischio, poiché la possibilità di infettare il feto è significativamente aumentata.

Da una violazione della funzione respiratoria e una mancanza di ossigeno nella forma cronica di bronchite nelle donne in gravidanza, esiste una minaccia di interruzione della gravidanza, ipossia fetale o parto prematuro.

Trattamento della bronchite acuta in donne in gravidanza con rimedi naturali

Se le donne in gravidanza hanno la bronchite nella fase iniziale, si consiglia di osservare il riposo a letto, bere una grande quantità di acqua minerale e liquido (preferibilmente caldo: tè al limone, miele, ecc.).

Bere può alleviare temporaneamente una sensazione spiacevole in gola, oltre a facilitare l'espettorazione. Per un'efficace espettorazione dell'espettorato, può essere effettuata l'inalazione con una soluzione di soda..

Per ridurre la tosse secca nella fase iniziale della bronchite, è necessario bere un decotto o una speciale miscela di radice di marshmallow.

Trattamento della bronchite nelle donne in gravidanza con mezzi tradizionali

Per alleviare efficacemente il broncospasmo, vengono utilizzate aminofillina ed efedrina e vengono utilizzate anche inalazioni con ipratropio bromuro, ma solo a partire dal secondo trimestre.

Per diluire il muco viscoso e ammorbidire la tosse nella bronchite acuta, vengono utilizzati vari farmaci espettoranti, prima di assumere il quale è necessario consultare un medico altamente qualificato.

Questi farmaci sono divisi in due gruppi principali: per l'espettorazione e l'espettorazione di diradamento. Il primo gruppo di farmaci prescritti alle donne in gravidanza con bronchite comprende varie miscele di thermopsis o Ipecac (può causare segni di nausea nelle donne in gravidanza).

L'agente diradante dell'espettorato approvato per le donne in gravidanza include: Bromexina. I farmaci a base di ambroxolo consentiti per le donne in gravidanza nel 2 ° e 3 ° trimestre sono oggi molto popolari, solo se il beneficio di tale trattamento supererà il rischio per il feto.

Fortunatamente, in molti casi, la bronchite nelle donne in gravidanza può essere curata senza l'uso di farmaci antibatterici. Gli agenti antibatterici sono necessari solo in caso di bronchite grave o purulenta..

L'uso dell'inalazione. È importante ricordare:

  • - l'inalazione deve essere effettuata solo dopo due ore dopo aver mangiato, poiché è in questo momento che la circolazione sanguigna nel tratto respiratorio superiore è più ottimale per un accesso efficace ai medicinali;
  • - fare un respiro profondo. È necessario trattenere il respiro per un paio di secondi, dopo di che è necessario espirare abbastanza fortemente;
  • - l'inalazione deve essere effettuata non più di 15 minuti;
  • - dopo inalazione, si raccomanda di non mangiare o bere per circa un'ora.
  • Durante la gravidanza, è vietato l'uso di sostanze espettoranti, a base di iodio, poiché questi farmaci hanno un effetto negativo e dannoso sullo sviluppo del feto..
  • medportal.su

Sintomi e trattamento della bronchite in una donna incinta

Con l'inizio dell'autunno e dell'inverno, le epidemie di ARVI arrivano nelle città. Gli aggressori microscopici non risparmiano nessuno. Durante un'epidemia, tutte le categorie della popolazione soffrono della malattia: bambini e adulti, donne in gravidanza e anziani. L'obiettivo dei virus è il sistema respiratorio e le sue vie respiratorie - i bronchi. L'ARI è spesso complicata dalla bronchite, anche nelle donne in gravidanza. Cosa fare se la bronchite acuta si sviluppa durante la gravidanza?

Le donne incinte hanno alcune domande:

  • Quali mezzi possono essere usati per curare le donne in gravidanza e cosa è meglio rifiutare?
  • Quanto sono sicuri i farmaci per il nascituro che di solito trattano la bronchite?

Come si manifesta la bronchite acuta?

La causa della bronchite acuta nell'uomo è il più delle volte virus. Quando l'immunità è indebolita, i batteri si attaccano ai virus come agenti patogeni. Sintomi di bronchite acuta: tosse secca o produttiva, brividi, febbre, sudorazione, debolezza generale, talvolta respiro corto.

Per curare la bronchite vengono utilizzati vari farmaci: farmaci antivirali, antibatterici, espettoranti, antipiretici. Il trattamento della bronchite nelle donne in gravidanza ha caratteristiche legate all'aumento dei requisiti di sicurezza del medicinale per il nascituro.

La regola si applica in tutto il mondo: non è consentito un solo medicinale per uso pratico senza prima controllare sugli animali da esperimento i suoi effetti dannosi sul feto. Tuttavia, circa il 5% dei difetti alla nascita nei bambini è correlato all'assunzione di droghe da parte delle madri durante la gravidanza..

Quali sono le caratteristiche dell'uso di droghe nelle donne in gravidanza?

Il corpo, la placenta e il feto della madre esistono come un unico sistema. Per trattare la bronchite nelle donne in gravidanza, devono essere considerati i seguenti fatti:

  • Nessun medicinale deve essere considerato completamente sicuro per il bambino, poiché la placenta passa sostanze con una massa molecolare fino a 1 000 Dalton e talvolta più grandi. La permeabilità della placenta per i farmaci aumenta a 32-35 settimane di gravidanza e le situazioni stressanti e la tossicosi aumentano.
  • Il beneficio atteso del farmaco dovrebbe superare il danno atteso dalla mancata prescrizione del farmaco o dai suoi effetti collaterali sia per la madre che per il feto.
  • L'effetto terapeutico del farmaco nella donna incinta e nel feto può variare in modo significativo.
  • Alcuni farmaci hanno un effetto negativo sul feto a lungo termine.
  • La durata degli effetti del farmaco sul feto, inclusi gli effetti collaterali, è molto più lunga rispetto al corpo della madre.

Durante lo sviluppo intrauterino del feto, si distinguono le lacune critiche. Durante questi periodi di tempo, aumenta il rischio di formazione di difetti e anomalie in risposta all'influenza di fattori dannosi.

Periodi critici di sviluppo intrauterino del bambino:

  1. Il periodo prima dell'impianto della blastula nella parete uterina (1 settimana di gravidanza). Questo periodo di alto rischio di effetti dannosi dei farmaci, che si manifesta con la morte dell'embrione prima dell'inizio della gravidanza.
  2. Il periodo di sviluppo embrionale (2-4 settimane di gravidanza). In questa fase, i farmaci possono avere un effetto tossico sull'embrione..
  3. Il periodo precedente il parto. I farmaci prescritti per una donna incinta possono influenzare il corso del parto e peggiorare l'adattamento del neonato a nuove condizioni al di fuori dell'utero.

Il trattamento della bronchite durante la gravidanza con l'aiuto di farmaci dovrebbe tenere conto di queste caratteristiche della crescita e dello sviluppo del feto nell'utero.

Alcune informazioni sugli effetti degli antibiotici sul feto

Tossire espettorato purulento - un segno della transizione di un'infezione virale in bronchite purulenta, è un'indicazione per la prescrizione di un trattamento antibatterico. Quali antibiotici possono trattare la bronchite nelle donne in gravidanza?

L'uso di dosi elevate di tetraciclina nel 3 ° trimestre di gravidanza può causare distrofia epatica gialla fetale acuta. L'uso di piccole dosi di tetracicline nel terzo trimestre di gravidanza fa sì che i denti del bambino si macchino di giallo, sottosviluppati e rallenta anche la formazione dello scheletro osseo.

Anche le cefalosporine e le penicilline attraversano la placenta, ma non hanno un effetto tossico. Con un'allergia alle penicilline, la bronchite purulenta in una donna incinta viene trattata con farmaci del gruppo macrolidico (eritromicina e suoi derivati).

Antibiotici: gli aminoglicosidi (streptomicina, kanamicina, gentamicina) passano rapidamente attraverso la placenta e sono in grado di avere un effetto tossico sul sistema nervoso e sull'organo dell'udito del feto, oltre a interrompere la formazione di ossa scheletriche.

Non ci sono notizie sull'effetto embriotossico del cloramfenicolo nella letteratura scientifica, ma dopo il suo uso nel 3 ° trimestre di gravidanza, un neonato può sviluppare un "collasso grigio" - un forte calo della pressione sanguigna.

Nell'III trimestre di gravidanza non è possibile utilizzare sulfamidici a lunga durata d'azione (biseptolo, trimetoprim). Questi farmaci si legano fortemente alle proteine ​​plasmatiche, sostituendo la bilirubina, che provoca l'ittero nel neonato.

Il co-trimoxazolo interrompe il metabolismo dell'acido folico, che è responsabile dell'ematopoiesi sia nella madre che nel feto. Il metronidazolo e il biseptolo non sono usati all'inizio della gravidanza a causa dell'elevato rischio di embriotossicità.

Quando si usano antidolorifici e antipiretici nel 3 ° trimestre di gravidanza, sono possibili complicazioni sotto forma di gravidanza eccessiva, sanguinamento nella madre e nel feto, chiusura prematura del condotto botallus (arterioso) con formazione di ipertensione polmonare nel bambino. Molto spesso, indometacina e voltaren (diclofenac) mostrano questo effetto.

Farmaco

Tutti i farmaci devono essere prescritti dai medici, prima di come utilizzare questo o quel medicinale prima di questo, è necessario prima consultare il proprio medico!

Durante la gravidanza, se necessario, viene prescritto il trattamento dell'infiammazione purulenta nei bronchi penicilline, cefalosporine, nuovi macrolidi (josamicina, spiramicina, rovamicina), lincomicina, fusidina.

Se è necessario assumere farmaci antipiretici, si consiglia di utilizzare piccole dosi di farmaci per un breve periodo. Il paracetamolo e piccole dosi di acido acetilsalicilico sono considerate relativamente sicure..

Come medicinali espettoranti, è meglio che le donne in gravidanza utilizzino infusi di erbe medicinali (ad eccezione dei germogli di rosmarino) e bevande calde alcaline. Se la bronchite si verifica con sindrome ostruttiva, quindi per eliminare la mancanza di respiro, sono consentite soluzioni di ipratropio (atrovente) e salbutamolo, per inalazione attraverso un nebulizzatore.

Come prevenire la bronchite?

Per non dover trattare la bronchite durante la gravidanza, dovresti cercare di evitare il contatto con pazienti con infezioni respiratorie acute, utilizzare la protezione barriera (maschera, spray Nazaval), applicare in anticipo un ciclo di farmaci immunomodulanti (IRS-19). Consultare un ostetrico-ginecologo e terapista per una selezione individuale di misure di protezione contro l'infezione da infezioni respiratorie acute.

Quali antibiotici possono essere assunti durante la gravidanza?

Il trattamento antibiotico durante la gravidanza è proibito, ma ci sono malattie che non possono essere trattate diversamente. In questo caso, il medico valuta i rischi e se il rischio dalla malattia è superiore rispetto all'assunzione di antibiotici, vengono prescritti farmaci appropriati. La loro scelta è presa molto sul serio e c'è anche un elenco di farmaci accettabili durante la gravidanza.

Caratteristiche della scelta di antibiotici durante la gravidanza

Gli antibiotici sono medicinali che sono prescritti per trattare molte malattie infettive e infiammazioni. Inizialmente, gli antibiotici erano chiamati farmaci di origine naturale - basati su funghi muffa (penicillas).

Nel tempo, la penicillina è stata ripetutamente modificata, sono apparsi farmaci basati su di essa, ma tutti miravano a inibire i patogeni. Oggi ci sono antibiotici non solo di origine naturale, ma anche farmaci semi-sintetici e completamente sintetici.

Quando si tratta di eliminare infezioni e infiammazioni nel corpo di una donna incinta, vengono prese in considerazione le seguenti caratteristiche:

  • Il principio attivo può penetrare nella placenta;
  • Il farmaco ha un effetto teratogeno (provoca malformazioni o aumenta la probabilità di interruzione della gravidanza);
  • Il farmaco può influenzare il corso della gravidanza;
  • Il trattamento influenza il sistema riproduttivo della donna, il processo di nascita e gli organi della futura mamma?.

Se è necessario prendere urgentemente una decisione in merito al trattamento di una donna incinta, il medico utilizza alcune regole:

  1. Droghe proibite la cui tossicità è confermata da studi scientifici.
  2. I farmaci il cui effetto non è stato completamente studiato possono essere prescritti in casi estremi.
  3. Se gli studi hanno dimostrato la sicurezza del farmaco per il feto e la futura mamma, è consentito prenderlo in caso di inefficacia con metodi alternativi di trattamento.

Gli antibiotici durante la gravidanza sono prescritti solo dopo un test speciale per la sensibilità dei batteri ad essi. Se l'impasto è difficile o impossibile, si consiglia di assumere farmaci con un ampio spettro di azione.

Gli antibiotici sono pericolosi per il feto?

Non ci sono antibiotici completamente sicuri per il feto. Esistono tre gruppi di antibiotici in relazione al bambino:

  1. Relativamente sicuro;
  2. Pericoloso durante la gravidanza;
  3. Pericoloso solo all'inizio della gravidanza.

Gli antibiotici relativamente sicuri sono solo il gruppo che danneggia il feto meno del patogeno o del processo infiammatorio contro cui la lotta è.

Ad esempio, alcuni antibiotici possono influire negativamente sulla condizione dei denti fetali, sugli organi della vista e dell'udito e la pielonefrite acuta può causare parto prematuro.

In questo caso, il medico è costretto a fare una scelta a favore degli antibiotici, poiché il possibile danno dalla malattia è più forte dell'assunzione dei farmaci.

In generale, gli antibiotici non sono ancora sicuri per il feto e possono essere utilizzati solo come indicato da un medico.

Indicazioni e caratteristiche degli antibiotici durante la gravidanza:

- primo trimestre

Il primo trimestre è il più pericoloso per madre e bambino. È nelle prime fasi che l'influenza di fattori negativi dovrebbe essere esclusa al massimo, poiché in questo momento ha luogo la posa degli organi e dei sistemi principali del bambino. Inoltre, il feto non è protetto dalla placenta.

Nel primo trimestre, l'assunzione di antibiotici è consentita solo in casi estremi, quando esiste una minaccia per la vita e la salute della madre e del bambino o l'interruzione della gravidanza. Il periodo dalla 3a alla 6a settimana di gravidanza è considerato particolarmente pericoloso. Se la situazione lo consente, è meglio rimandare il trattamento antibiotico fino alla 20-24a settimana.

Se il trattamento antibiotico non può essere evitato durante questo periodo, viene eseguito solo sotto la stretta supervisione di uno specialista e con molta attenzione. Se possibile, il medico prescrive farmaci che non hanno un effetto cumulativo, ad es. che non influiscono sugli organi e sui tessuti del feto dopo che la madre ha smesso di prenderli.

Le indicazioni per l'assunzione di antibiotici sono:

  • Infezioni intestinali acute;
  • Infiammazione dei reni (pielonefrite);
  • Malattie a trasmissione sessuale che possono essere trasmesse al bambino;
  • Processi purulenti-settici della flora microbica (bronchite, sinusite, polmonite);
  • Erisipela, ascessi, ferite purulente con rischio di infezione, flemmone.

La terapia antibiotica deve essere avviata immediatamente in modo che il feto non soffra..

- secondo trimestre

Nel secondo trimestre, l'effetto negativo degli antibiotici, sebbene ridotto, è ancora presente. Pertanto, il trattamento con farmaci antibatterici viene effettuato, come nel primo trimestre, solo secondo l'indicazione del medico.

È inoltre richiesto un ciclo di antibiotici dopo varie operazioni eseguite durante la gravidanza..

Indicazioni per l'assunzione di antibiotici nel 2 ° trimestre:

Nel secondo trimestre sono ammessi gli antibiotici della serie di penicilline, alcuni macrolidi, cefalosporine, lincosamidi. Sotto stretto divieto, farmaci che possono influenzare lo sviluppo del cervello o del sistema riproduttivo del feto.

- terzo trimestre

Nel terzo trimestre, quasi tutti gli organi e i sistemi del bambino sono già formati, quindi l'assunzione di antibiotici è considerata ancora meno sicura. Tuttavia, nelle fasi successive, la terapia antibiotica può portare a parto prematuro o aborto spontaneo, quindi i medici prescrivono anche molto attentamente il trattamento antibiotico durante questo periodo.

La fase finale della gravidanza ti consente di assumere antibiotici dei gruppi consentiti in quasi tutte le malattie infettive e infiammatorie. La difficoltà è che il medico non può sempre determinare con precisione l'agente patogeno.

Possibili conseguenze dell'assunzione di antibiotici durante la gravidanza

L'assunzione di antibiotici durante la gravidanza provoca il principale danno per il bambino: conseguenze spiacevoli raramente influenzano le condizioni e la salute della donna durante il travaglio. Gli antibiotici possono danneggiare il feto se il dosaggio non è corretto, se assunto in anticipo e in altri casi e tra le principali conseguenze, si possono distinguere:

  • Effetti tossici sul nervo uditivo, sui reni e sul fegato del feto;
  • Disturbo circolatorio;
  • Smalto dei denti indebolito;
  • Difetti e patologie della formazione ossea.

Le principali complicanze compaiono quando si assumono antibiotici nel primo trimestre, il secondo e il terzo periodo di gravidanza sono relativamente sicuri.

Cosa può incontrare una donna in travaglio con la terapia antibiotica? In primo luogo, devi sopravvivere a un colpo colossale al fegato e ai reni e il corpo di una donna incinta è particolarmente vulnerabile.

In secondo luogo, il trattamento antibiotico provoca disturbi digestivi, disbiosi del tratto intestinale e genitale, poiché si trovano nelle immediate vicinanze e possono persino portare a un'immunità ancora più debole.

Come assumere farmaci per le donne in gravidanza per ridurre al minimo i danni?

Per ridurre la probabilità di conseguenze spiacevoli e persino pericolose dell'assunzione di antibiotici, è necessario rispettare una serie di regole:

  1. Prendi gli antibiotici solo come indicato da un medico, non superando la frequenza e il dosaggio della somministrazione.
  2. In caso di malessere o di malessere dopo aver preso un antibiotico, consultare un medico.
  3. Avvisa il medico di malattie croniche, presenza di allergie, assunzione attuale di farmaci.
  4. Non superare il periodo di trattamento prescritto (attenersi al corso raccomandato).
  5. Non acquistare analoghi o farmaci più economici come raccomandato dal farmacista.
  6. Informi il medico delle reazioni avverse.
  7. Se il medico raccomanda un trattamento in ospedale, non mollare.

Inoltre, dopo aver letto del danno degli antibiotici, non rifiutare di prenderli, anche se sono stati prescritti da un medico.

Quali antibiotici è vietato prendere?

Durante la gravidanza, alcuni gruppi di antibiotici sono severamente vietati. Questi includono:

  • Tetraciclina (doxiciclina). Il farmaco penetra liberamente nella placenta, causando disturbi nella formazione di denti e tessuto osseo, ha un effetto distruttivo sul fegato.
  • Fluorochinolone (floxal, abactal, nolitsin, tsiprolet). Numerosi studi hanno dimostrato che l'assunzione di droghe può influire negativamente sulle articolazioni.
  • Claritromicina (Klacid, Klabaks).
  • Midecamicina, Roxithromycin. Hanno effetti tossici sul feto.
  • Aminoglicoside (Kanamicina, Streptomicina, Tobramicina). Il principio attivo attivo provoca disturbi dell'orecchio interno, patologia renale. L'assunzione impropria di questi farmaci può portare alla sordità..
  • Furazidina (Furamag), Nifuroxazide (Ersefuril).
  • Cloramfenicolo (sintomicina, levomicina). Droga estremamente pericolosa durante la gravidanza, perché viola la struttura del midollo osseo del bambino, la divisione delle cellule del sangue.
  • Dioxidine. Un farmaco può causare mutazioni cromosomiche..
  • Co-trimoxazole (Biseptol, Groseptol). I farmaci provocano difetti cardiaci congeniti, deformità esterne, rallentamento della crescita fetale.

Una donna incinta dovrebbe essere più che mai attenta a se stessa e alla sua salute, ma, sfortunatamente, l'immunità indebolita non sempre la incontra.

È impossibile affrontare alcune malattie e processi patologici nel corpo in altri modi, quindi la gravidanza non è una controindicazione assoluta a questo metodo di terapia, ma dovrebbero essere prescritti con molta attenzione e solo dal medico curante.

Soprattutto per beremennost.net - Elena Kichak

Bronchite durante la gravidanza in 1, 2, 3 trimestri: trattamento di forme acute e croniche

La bronchite è considerata una di quelle malattie con cui le persone più spesso cercano aiuto medico. I sintomi tipici sotto forma di tosse e febbre possono causare disagio a chiunque, per non parlare delle donne in gravidanza. Come trattare questa spiacevole malattia, quali farmaci sono considerati sicuri per le future mamme? Perché la bronchite è così pericolosa durante la gravidanza??

Cause di bronchite in gravidanza

Che cos'è la bronchite? La bronchite è una malattia del sistema respiratorio in cui l'infiammazione colpisce la mucosa dell'albero bronchiale, la malattia si manifesta sotto forma di tosse. La parete del bronco può infiammarsi a causa dell'influenza di fattori di varie eziologie:

  • infettivo (virus e batteri);
  • prodotto chimico (acidi e alcali);
  • fisico (aria fredda o calda).

I fattori che contribuiscono all'insorgenza della malattia includono anche:

  • fumo (attivo o passivo);
  • riduzione della resistenza corporea complessiva, immunodeficienze;
  • violazione della struttura anatomica del tratto respiratorio superiore;
  • malattie croniche (faringite, tonsillite, sinusite);
  • abuso di bevande contenenti alcol;
  • ipotermia frequente, condizioni climatiche negative, elevata umidità;
  • suscettibilità ai raffreddori;
  • congestione polmonare.

Le cause di questa malattia nelle donne in gravidanza sono simili, ma molto spesso sono infettive. Tipicamente, streptococchi e stafilococchi causano la malattia. Degli agenti virali, adenovirus, virus influenzali e parainfluenza contribuiscono all'insorgenza della bronchite. La flora atipica (micoplasmi e clamidia) causa anche un'infiammazione dei bronchi, ma questo è abbastanza raro.

La gravidanza è alquanto stressante per una donna. Durante la gravidanza, si nota spesso una diminuzione dell'immunità, pertanto le donne in gravidanza dovrebbero, ove possibile, evitare i fattori di rischio sopra elencati.

Forme della malattia

I terapisti distinguono le seguenti forme cliniche di bronchite:

  • bronchite acuta - una lesione acuta della mucosa della trachea e dei bronchi, si manifesta sotto forma di aumento della secrezione bronchiale, che provoca tosse e aumento della secrezione di espettorato;
  • bronchite cronica - infiammazione diffusa dello strato mucoso dei bronchi, spesso questa forma progredisce (aumenta la secrezione bronchiale, la funzione di drenaggio bronchiale è compromessa - la funzione protettiva e autopulente dell'albero bronchiale);
  • bronchite ostruttiva - una forma in cui i bronchi sono ostruiti da un segreto viscoso.

Sintomi associati

Spesso la bronchite incinta si sviluppa a causa della penetrazione di infezioni respiratorie acute attraverso la via aerogena nel corpo.

La stagionalità è di grande importanza: i virus si diffondono maggiormente nel periodo autunno-inverno.

È in questo periodo dell'anno che le donne in gravidanza devono monitorare la loro salute, se possibile, per evitare grandi folle e indossare una maschera protettiva. Inoltre, non dimenticare la vaccinazione antinfluenzale..

Una volta sulla mucosa, l'agente infettivo inizia a moltiplicarsi e secernere varie tossine che colpiscono i bronchi e causano sintomi clinici. In questo caso, la mucosa si gonfia, appare il rossore, aumenta la secrezione di espettorato.

Fondamentalmente, le donne in gravidanza soffrono di bronchite acuta o primaria. Le manifestazioni precoci comprendono tosse con infiammazione della mucosa nasale (rinite). Nei primi giorni dopo l'insorgenza della malattia, i sintomi possono essere lievi, ma progrediranno nel tempo..

La bronchite è caratterizzata da una combinazione di due sindromi: tosse e intossicazione. Tutto inizia con una spiacevole sensazione di sudore e può verificarsi anche la comparsa di tosse secca frequente senza espettorato, dolore e disagio al torace, sindrome da intossicazione (febbre, debolezza generale, mal di testa, insonnia)..

Dopo 5-7 giorni, appare un tipico segno di bronchite: espettorato, che facilita la tosse. Un forte gonfiore delle pareti dell'albero bronchiale può causare broncospasmo, che si manifesterà sotto forma di difficoltà a espirare con tosse costante. La durata della forma acuta della malattia con un trattamento adeguato è di solito da 1 a 4 settimane.

Spesso durante la gravidanza, la malattia da una forma acuta si trasforma in una cronica. In questo caso, la durata del corso di terapia varia da 4 settimane a diversi mesi.

Metodi per diagnosticare la bronchite nelle donne in gravidanza

I seguenti studi vengono eseguiti per diagnosticare la bronchite nelle donne in gravidanza:

  • Anamnesi, identificazione dei fattori di rischio, esame ed esame fisico. Durante l'auscultazione di una donna con un processo infiammatorio nei bronchi, il medico sentirà il respiro sibilante nel tratto respiratorio superiore.
  • Laringoscopia indiretta per valutare l'area di diffusione dell'infiammazione. La laringe sarà arrossata e gonfia.
  • Esame del sangue clinico per identificare i segni di un processo infiammatorio (aumento della conta dei globuli bianchi, ESR elevato, emoglobina ed ematocrito).
  • Analisi dell'espettorato per verificare l'agente patogeno e la selezione di antibiotici, tenendo conto della sensibilità dei batteri.
  • Esame radiografico del torace (eseguito in rari casi).
  • Esame spirometrico per sospetto asma bronchiale o bronchite cronica.
  • Diagnosi differenziale (per escludere la polmonite, la pertosse, la tubercolosi e altre malattie con sintomi simili).

Caratteristiche del trattamento farmacologico in momenti diversi

La gestione dei pazienti con bronchite acuta nelle diverse fasi della gravidanza presenta alcune differenze rispetto ai metodi convenzionali di trattamento. Ciò è dovuto all'effetto di vari farmaci sul processo di sviluppo prenatale. Ecco perché, prima di assumere i farmaci, è necessario consultare il proprio medico.

Durante la gravidanza, sono strettamente controindicati:

  • preparati contenenti codeina ed etilmorfina;
  • antibiotici tetracicline, fluorochinoloni, kanamicina, amikacina, gentamicina, streptomicina.

Con cautela, puoi ricorrere a trattamenti alternativi (ad esempio, fitoterapia). Ledum, salvia, calendula, erba di San Giovanni sono spesso usati nel trattamento della bronchite, ma il loro uso è controindicato per le donne in gravidanza.

Dovresti anche astenervi dall'utilizzare il succo di aloe, che fa parte di una serie di medicinali per il trattamento della bronchite. L'uso della liquirizia è inoltre indesiderabile a causa degli effetti negativi sul feto.

1 trimestre

Durante questo periodo, si formano tutti i futuri organi e tessuti del bambino, quindi vale la pena affrontare il trattamento farmacologico in modo molto responsabile ed evitare l'uso di farmaci che hanno effetti teratogeni sul feto. Al momento, non è consigliabile assumere alcun farmaco senza prima consultare un medico, anche il più comunemente usato e innocuo.

In questo momento, l'effetto migliore è l'uso di un nebulizzatore. Un nebulizzatore è un dispositivo speciale per inalazione mediante spruzzatura dispersa di droghe. Quando si utilizza questo metodo di assunzione del farmaco, una quantità relativamente inferiore del farmaco entra nella circolazione sistemica rispetto a quando assunto per via orale.

Se indicato, i medici possono prescrivere i seguenti farmaci antibatterici:

  • aminopenicilline protette (Amoxiclav);
  • preparati di macrolidi (eritromicina);
  • cefalosporine di 2-3 generazioni (Cefazolin, Cefotaxime).

Molto spesso, le cefalosporine vengono utilizzate nel trattamento. Questo gruppo di antibiotici si è dimostrato efficace nel trattamento dell'infiammazione batterica e praticamente non ha effetti sul feto..

2 trimestre

Durante il 2o trimestre, l'inalazione di Berodual (come parte di questo farmaco fenoterolo e ipratropio bromuro), Beroteka N (fenoterolo) può essere utilizzata come terapia. Questi farmaci sono inclusi nel gruppo degli agonisti beta-adrenergici e vengono utilizzati per la bronchite con broncospasmo. Rilassano i muscoli lisci dei bronchi e aiutano ad alleviare il broncospasmo.

Anche nel secondo trimestre, è consentito l'uso di medicinali contenenti ambroxol - Lazolvan, Ambrobene. Appartengono al gruppo degli agenti mucolitici e contribuiscono alla diluizione dell'espettorato e al suo scarico.

3 trimestre

Nella bronchite acuta grave che si è verificata nel 3 ° trimestre, esiste il rischio di infezione del feto. I farmaci più efficaci durante questo periodo sono immunoglobuline e interferoni. L'uso di biseptolo e trimetoprim non è raccomandato a causa del rischio di ittero in un bambino. Il trattamento deve essere effettuato in una struttura specializzata per ridurre al minimo le potenziali conseguenze..

Rimedi popolari efficaci

Nella fase iniziale della bronchite, vengono effettivamente utilizzate le seguenti ricette popolari:

  • Succo di ravanello nero. Strofina la frutta, spremi la garza, mescola con un cucchiaio di miele. Consuma 2 cucchiai. l prima dei pasti e 1 volta prima di coricarsi.
  • Trementina francese su un bicchiere di lardo fuso (un cucchiaio di un cucchiaio).
  • Tè alla menta o salvia.
  • Decotto di lampone, sambuco, tiglio o miele con zenzero.

Nella forma cronica della malattia, puoi usare l'infuso di menta con il miele. È importante ricordare che metodi alternativi di trattamento sono efficaci solo nelle prime fasi della malattia. In forme complicate, la preferenza dovrebbe essere data ai farmaci, che sono raccomandati dal medico curante.

Possibili conseguenze per madre e bambino

Con una forma ostruttiva di bronchite, una donna incinta deve essere ricoverata in ospedale in ospedale per prevenire complicazioni. Questa forma è caratterizzata da mancanza di respiro e insufficienza respiratoria, che porta alla carenza di ossigeno del bambino e può causare un aborto o un feto congelato.

Inoltre, a causa di questa forma di bronchite, possono comparire complicazioni in qualsiasi fase della gravidanza, pertanto sono necessarie una costante supervisione medica e un trattamento adeguato in ospedale.

Nel 3 ° trimestre, la bronchite in rari casi può causare un deflusso precoce di acqua e l'inizio del travaglio.

Una forte tosse angoscia può provocare ipertonicità uterina, che nelle fasi iniziali è abbastanza pericolosa per la vita del bambino.

Cosa può succedere se la malattia non viene curata? Le conseguenze della bronchite sono pericolose non solo per la madre, ma anche per il bambino. Per il feto, questa malattia con eziologia virale può portare a infezione transplacentare e, di conseguenza, malformazioni intrauterine.

Metodi di prevenzione

La bronchite acuta è causata dagli stessi microrganismi che portano alla comparsa di raffreddori e malattie respiratorie. I fattori di rischio per la malattia includono fumo, ipotermia, scarsa immunità, stress e superlavoro. La futura mamma deve ridurre il loro impatto (soprattutto le cattive abitudini), rafforzare l'immunità, rilassarsi più spesso.

Un ruolo importante è giocato dalla nutrizione di una donna. Deve essere equilibrato e includere vitamine e minerali in quantità sufficienti..

È anche importante tenere conto della stagionalità dei raffreddori e della vaccinazione tempestiva contro l'influenza al fine di ridurre la probabilità di infezione e la possibilità delle conseguenze della bronchite. Si consiglia di provare a curare le malattie croniche degli organi ENT e visitare il dentista se la donna ha la carie.

Trattamento della bronchite durante la gravidanza

Una delle malattie respiratorie più comuni è la bronchite acuta - processi infiammatori nella mucosa bronchiale. È ingiusto, ma le donne in gravidanza soffrono di questa malattia più spesso di altre.

Qual è la ragione? In primo luogo, l'incidenza contribuisce a una riduzione fisiologica dell'immunità associata alla necessità di sopportare un bambino.

Molti virus che non sono pericolosi per una donna non incinta, per una futura madre, causano infiniti disturbi, raffreddori e, di conseguenza, bronchite.

Sintomi di bronchite durante la gravidanza

La bronchite inizia proprio come un raffreddore.

Si verifica un leggero aumento della temperatura corporea (di solito fino a 38 ° C, ma in alcuni casi la temperatura può rimanere normale), debolezza, malessere, affaticamento, tosse - prima secca, quindi con una piccola quantità di espettorato mucoso o mucopurulento.

Il 2-3 ° giorno, le sensazioni doloranti compaiono dietro lo sterno. Se compaiono i sintomi di cui sopra, la futura mamma dovrebbe consultare un medico per prescrivere un trattamento.

Questo è molto importante, poiché i cambiamenti nel corpo che sono naturali per la gravidanza, come il gonfiore della mucosa dei bronchi (questo è dovuto allo sfondo ormonale), l'elevata posizione e la bassa mobilità del diaframma (è spinto dall'utero in gravidanza), rendono difficile lo scarico dell'espettorato formato. L'espettorato nei bronchi può supportare l'infiammazione per un mese o più. È dannoso sia per la madre che per il feto..

Se la malattia non dura più di 2 settimane, allora stiamo parlando di acuta e se fino a 1 mese o più - di un decorso prolungato della bronchite. Di solito la bronchite acuta non influisce negativamente sul feto o sul corso della gravidanza. Tuttavia, la bronchite protratta in rari casi può portare a infezione intrauterina del bambino. Pertanto, il trattamento della bronchite deve iniziare fin dai primi giorni.

Diagnosi e trattamento della bronchite durante la gravidanza

La diagnosi di bronchite si basa sull'identificazione di reclami caratteristici dell'esame e dei dati degli esami di laboratorio.Un esame radiografico è prescritto per le donne in gravidanza solo se il medico ha dubbi sulla diagnosi, la malattia si è protratta o si presentano complicazioni. I principali farmaci nel trattamento della bronchite acuta sono gli antibiotici.

Ma per le donne in gravidanza, sono ancora indesiderabili, specialmente nel primo trimestre di gravidanza. Di solito, i medici cercano di fare a meno dei farmaci antibatterici e di usarli solo in casi estremi, se esiste una minaccia di polmonite - polmonite, infezione intrauterina del feto o in bronchite grave prolungata.

Nel caso in cui non sia possibile evitare l'assunzione di antibiotici, vengono prescritti preparati a base di penicillina: AMPICILLINA o AMOSSICILLINA, FLEMOXIN SOLUTAB. Questi farmaci sono approvati per l'uso durante la gravidanza, non danneggiano il feto. Dal secondo trimestre di gravidanza, è possibile l'uso di antibiotici dal gruppo di cefalosporine.

Per il trattamento di processi infettivi acuti nel tratto respiratorio, è previsto anche l'antibiotico inalato BIOPAROX (fusafungin). BIOPAROX ha un effetto esclusivamente locale e non ha un effetto sistemico, cioè agisce solo nel tratto respiratorio, non penetra nella placenta, che è importante per una donna incinta.

Una caratteristica di BIOPAROX è una combinazione di attività antibatterica e antinfiammatoria. A causa dell'attività antinfiammatoria, BIOPAROX riduce il gonfiore della mucosa, anestetizza, normalizza la produzione di muco, contribuendo al rapido ripristino della pervietà delle vie aeree.

BIOPAROX viene assunto ogni 4 ore per 4 inalazioni in bocca e / o 4 in ciascun passaggio nasale. Senza farmaci antibatterici, il trattamento della bronchite acuta consiste nella rimozione dell'intossicazione e nel ripristino della compromissione della funzione bronchiale.

Come evitare l'intossicazione

L'intossicazione (avvelenamento da prodotti del lavoro e rottura dei microbi) è la principale causa di cattiva salute, debolezza, malessere e affaticamento nella bronchite acuta.

Per alleviare l'intossicazione e prevenire lo sviluppo di complicanze, la prima e necessaria condizione è il riposo a letto fino a quando c'è una temperatura elevata. Non trascurare questa semplice regola..

Per alleviare l'intossicazione e migliorare la tosse, è importante bere molta acqua calda: tè caldo con miele e limone, latte con soda, borjomi riscaldato o altra acqua minerale alcalina, tè di tiglio, decotti di erbe (timo, timo).

Come trattare la tosse durante la gravidanza

La tosse, che si forma quando la funzione bronchi è disturbata, può essere "cattiva" e "buona". Questa è una divisione condizionale che aiuterà il medico a scegliere il trattamento appropriato per ciascuno di essi..

La medicina assunta in modo errato (con una tosse secca - da umido e viceversa) non solo non aiuterà a recuperare, ma ritarderà anche il recupero.

Pertanto, non dovresti prescriverti alcun farmaco, compresi i farmaci antitosse.

Tosse "cattiva" - secca, priva di espettorato, nauseabonda, dolorosa, spesso accompagnata da broncospasmo.

In tale situazione, è necessario non solo assumere farmaci che alleviano lo spasmo e l'irritazione nei bronchi, ma anche per sopprimere la tosse stessa.

Le medicine che promuovono l'espettorazione dell'espettorato saranno inutili qui, poiché l'espettorato non è presente (all'inizio della malattia) o no. Con una tale tosse, vengono presi altri farmaci che alleviano il broncospasmo e sopprimono la tosse:

  1. EUFILLIN (il medico imposta la dose individualmente).
  2. Decotto mucoso della radice di marshmallow (preso caldo 1/2 tazza 3-4 volte al giorno), sciroppo di radice di liquirizia (assunto per via orale aggiungendo 1-2 cucchiaini di sciroppo al tè), sciroppo di foglie di nespolo giapponese (1 cucchiaino di sciroppo 3-4 volte al giorno), brodo di liquirizia o tè alla liquirizia (fino a 3 tazze di tè al giorno).
  3. Le inalazioni con erbe, antisettici - tinture di eucalipto, menta piperita, calendula, succo pronto di piantaggine o plantaglucide (venduto in farmacia), diluito con acqua in un rapporto di 1: 3, aiutano con una ossessiva tosse ossessiva. Puoi fare l'inalazione con mummie, propoli, sciolte in acqua minerale alcalina.

Una tosse "buona" è una tosse umida ed espettorante che aiuta a rimuovere l'espettorato dai bronchi e quindi accelera il recupero. Non vale la pena combatterlo: i farmaci che sopprimono la tosse, in questo caso, fanno solo molto male. Tale tosse dovrebbe essere stimolata e causata dall'assunzione dei seguenti gruppi di farmaci:

  1. Tosse espettorante e stimolante. Fondamentalmente, si tratta di sostanze che irritano le mucose dei bronchi o dello stomaco, causando un aumento della tosse: una miscela di radice di Ipecacouana (causa grave nausea con tossicosi della prima metà della gravidanza), una miscela di thermopsis (che può essere utilizzata in qualsiasi fase della gravidanza), BRONCHICUM sciroppo per la tosse ( viene assunto ogni 2-3 ore per 1 cucchiaino), SINUPRET (2 compresse 3 volte al giorno). Inalazioni con soluzione di soda, decotti di erbe (timo, timo, incenso, mirra), oli essenziali (lavanda, eucalipto, timo o olio di melaleuka) aiutano bene. È meglio acquistare un inalatore ad ultrasuoni speciale dotato di un generatore di vapore acqueo; Con questo dispositivo si ottiene una soluzione finemente dispersa di una sostanza medicinale. L'inalatore tornerà utile più di una volta nel trattamento delle malattie del tratto respiratorio superiore.
  • l'inalazione può essere effettuata non prima di un'ora e mezza o due ore dopo aver mangiato: durante questo periodo di tempo, la circolazione sanguigna nel tratto respiratorio superiore è ottimale per garantire l'accesso ai farmaci;
  • dopo aver fatto un respiro profondo, è necessario trattenere il respiro per un paio di secondi, quindi espirare il più possibile;
  • il tempo di inalazione non deve superare i 10-15 minuti;
  • dopo l'inalazione, è meglio non mangiare per circa un'ora. Durante la gravidanza, non si dovrebbero usare farmaci espettoranti a base di iodio (ioduro di sodio e ioduro di potassio), poiché i preparati di iodio hanno un effetto dannoso sul feto.
  1. Espettorante, espettorato diradamento. Questi farmaci assottigliano il muco viscoso, difficile da separare che spesso si forma nella bronchite, che facilita la tosse. Sono molto più efficaci dei farmaci stimolanti la tosse. Nel trattamento della bronchite acuta in donne in gravidanza, si raccomandano AMBROXOL o Halixol (1 compressa 2-3 volte al giorno, il farmaco non è raccomandato nel primo trimestre di gravidanza), BROMGEXIN (1 compressa 3-4 volte al giorno), MUKALTIN ​​(1-2 compresse 3-4 volte al giorno), tasse sul seno.

Dopo aver assunto espettoranti per una migliore evacuazione dell'espettorato, a volte viene utilizzato il drenaggio posizionale - una posizione speciale in cui l'espettorato è meglio separato.

È necessario, sdraiato sul letto, appendere il busto e tossire senza stress eccessivo. Questo è possibile solo nelle prime fasi della gravidanza, quando lo stomaco è ancora piccolo. Respirazione superficiale, rara.

Puoi combinare il drenaggio con un leggero massaggio e soffiare sulla schiena.

Se la tosse si è intensificata durante il trattamento e la quantità di muco rilasciata è aumentata, non allarmarti. Se l'espettorato diventa più leggero, meno viscoso e si schiarisce la gola meglio, il trattamento viene selezionato correttamente e ti stai già riprendendo..

Cosa non può essere trattato durante la gravidanza

Durante la gravidanza, è vietato assumere i seguenti antibiotici: LEVOMICETINA (cloramfenicolo), farmaci tetracicline, streptomicina, biseptolo, sulfamidici.

Questi medicinali hanno un effetto dannoso sul feto..

Le donne incinte non dovrebbero usare tali farmaci antitosse come CODEIN, etilmorfina cloridrato, poiché queste sostanze possono passare attraverso la placenta e sopprimere il centro respiratorio del bambino.

Prevenzione Per prevenire lo sviluppo di bronchite acuta durante le epidemie, prova a limitare le visite in luoghi affollati e, se devi ancora farlo, usa OXOLINE OINTMENT, e in presenza di una persona malata indossa una benda di garza protettiva.

Bronchite cronica e gravidanza

La bronchite acuta è simile all'esacerbazione della bronchite cronica, che è una malattia a lungo termine dei bronchi con tosse e respiro affannoso, che dura almeno 3 mesi all'anno per 2 anni consecutivi con l'esclusione di altre malattie del tratto respiratorio superiore, bronchi e polmoni che potrebbero causare questi sintomi. Molto spesso, la bronchite cronica è causata da malattie costantemente ricorrenti del tratto respiratorio superiore, bassa immunità, inalazione di fumo di sigaretta, gas di scarico, polvere industriale, ecc. È impossibile individuare una delle ragioni per lo sviluppo di questa malattia, è sempre una serie di ragioni. Con tutti questi fattori, la futura mamma si trova costantemente nelle condizioni di una grande città, quindi di recente il problema della bronchite cronica è diventato urgente anche nelle giovani donne attive.

La bronchite cronica è ostruttiva e ostruttiva..

Con bronchite ostruttiva, una donna è infastidita da una tosse ricorrente con una piccola quantità di espettorato leggero, più spesso al mattino, nella stagione fredda, dopo l'esercizio fisico o in connessione con un aumento della respirazione. Questa è una "buona" tosse, l'espettorato viene escreto liberamente e non si verifica broncospasmo.

La bronchite non ostruttiva in un corso prolungato diventa ostruttiva. Con la bronchite ostruttiva dovuta a un'infiammazione prolungata intorno ai bronchi, si forma la fibrosi - la proliferazione del tessuto connettivo, che sembra "spremere" i bronchi e interferisce con la normale respirazione.

Questa è una condizione irreversibile: l'ulteriore sviluppo della fibrosi può solo essere rallentato, ma non sarà possibile riportare i bronchi alla loro forma originale. La tosse diventa "cattiva", improduttiva, nasale, l'espettorato è difficile da espellere.

Spesso una donna non si preoccupa più di una tosse, ma di una mancanza di respiro, una sensazione di mancanza d'aria.

Le complicanze e i problemi associati alla bronchite cronica non ostruttiva sono gli stessi della malattia acuta. Le esacerbazioni della bronchite cronica non ostruttiva sono trattate allo stesso modo di una malattia acuta, i suoi passaggi principali sono la riduzione dell'intossicazione e il ripristino della funzionalità bronchiale compromessa.

Gli antibiotici vengono assunti quando viene attaccata un'infezione, che si manifesta in un cambiamento nel colore dell'espettorato (invece della luce diventa verdastro, giallo), con un significativo deterioramento del benessere, il rischio di infezione intrauterina del feto.

Oltre all'esacerbazione, la bronchite cronica è pericolosa perché con un decorso lento prolungato di questa malattia, frequenti esacerbazioni e cattiva salute prolungata, a volte si osserva la nascita di bambini con basso peso corporeo, si riscontrano infezione intrauterina e la nascita di bambini con malattie purulente-infiammatorie.

È meglio prepararsi alla gravidanza per una donna con bronchite cronica in anticipo: sottoporsi a un trattamento adeguato, disinfettare i focolai di infezione cronica che possono causare esacerbazione della bronchite (malattie dei denti e della bocca, organi ENT, ecc.), Rafforzare l'immunità. Ma anche se non hai tempo per prepararti correttamente alla gravidanza, non preoccuparti.

Fatte salve le regole di prevenzione, una buona alimentazione, cure mediche tempestive durante l'esacerbazione, la maggior parte delle gravidanze e delle nascite vanno bene e finiscono con la nascita di bambini sani.

Per ogni donna incinta che ha sofferto di esacerbazione di bronchite cronica o bronchite acuta, sono utili procedure come "aria di montagna", "grotta di sale" (haloterapia). Molte cliniche offrono tali servizi. L'effetto terapeutico è dovuto all'aria satura di cloruro di sodio.

La procedura aumenta l'immunità del tratto respiratorio superiore, migliora la funzione di drenaggio dei bronchi e della produzione di espettorato e allevia le allergie. Ma ci sono controindicazioni: malattie acute (influenza, bronchite acuta, polmonite), emottisi, insufficienza polmonare e cardiaca - qui sono necessari metodi più veloci e più forti.

Al di fuori dell'esacerbazione della bronchite cronica, i cosiddetti cuscinetti terpenici sono anche buoni per la prevenzione. Questi sono normali aghi di conifere che vengono depositati in speciali buste di cotone. Sono appesi in una stanza o posati vicino al letto. Gli aghi trasudano specifiche sostanze aromatiche volatili - i terpeni, che fungono da meraviglioso agente terapeutico e profilattico contro la bronchite cronica e la tracheite..

La bronchite cronica ostruttiva è una malattia più sfavorevole, specialmente per una donna incinta. Tuttavia, è relativamente raro. Di solito questo tipo di bronchite è accompagnato da insufficienza respiratoria, che porta al fatto che la gravidanza è più difficile da tollerare, il feto spesso manca di ossigeno, cresce male e si sviluppa.

Di solito il trattamento della bronchite ostruttiva è più complesso e lungo rispetto al trattamento della bronchite non ostruttiva. Quando viene utilizzata la bronchite ostruttiva, i farmaci che espandono il lume dei bronchi, ecc..

Le donne incinte con bronchite cronica ostruttiva durante la gravidanza vengono osservate dagli specialisti, vengono sottoposte a numerosi studi e, quando la condizione peggiora, vengono poste in ospedale per il trattamento.

Con una qualsiasi di queste malattie, puoi sopportare e dare alla luce un bambino sano. È importante solo consultare un medico in tempo, eseguire i suoi appuntamenti ed eseguire correttamente la prevenzione.

Leggi Gravidanza Pianificazione