La pratica anestetica in ostetricia è molto conservativa, usando l'anestesia spinale, l'anestesia epidurale e l'anestesia generale.

In pratica, ho riscontrato che i pazienti spesso confondono l'anestesia spinale ed epidurale, interpretano erroneamente l'anestesia generale, sono molto spaventati e diffidenti.


L'anestesia spinale ed epidurale suggerisce l'introduzione di un anestetico locale nelle immediate vicinanze del midollo spinale. Sebbene questi tipi di anestesia siano fondamentalmente vicini, ognuno di essi ha le sue caratteristiche anatomiche, fisiologiche e cliniche..
Il midollo spinale si trova al centro della colonna vertebrale ed è circondato da liquido cerebrospinale; e tutto ciò, a sua volta, è circondato dalla dura madre, quindi da T.M.O. (pia dura). Quindi, l'epidurale - in cima alla dura madre, subdurale - sotto T.M.O..

Anestesia spinale

L'anestesia spinale è la tecnica più veloce. Un ago lungo e sottile viene iniettato nella colonna vertebrale a livello della parte bassa della schiena. Lo spessore dell'ago è leggermente più grande del pelo, quindi la puntura è quasi indolore (tutte le sensazioni dolorose quando forate solo dalla pelle). L'ago arriva quasi al midollo spinale (oltre T.M.O.). il medico determina il corretto posizionamento dell'ago dalla goccia di liquido cerebrospinale dall'ago che appare.

"Il farmaco viene somministrato una volta. L'ago viene rimosso. Poiché l'anestetico locale raggiunge direttamente il midollo spinale, le sensazioni cliniche si sviluppano entro 1-2 minuti.

Devi dirlo al tuo anestesista, perché in base alle sensazioni, l'anestesista determinerà il livello di anestesia sviluppata, la sua profondità e le possibili complicazioni che possono svilupparsi.


Cosa dovrebbe essere?

  • il calore che appare nei glutei e nei fianchi e diminuisce gradualmente ai piedi;
  • pesantezza alle gambe;
  • Pelle d'oca;
  • sensazione di formicolio;
  • ci possono essere debolezza generale, vertigini, nausea e vomito - non aver paura.

Tali sensazioni sorgono a causa di una diminuzione della pressione sanguigna (BP), poiché tutti i vasi nella parte inferiore del corpo si rilassano ed espandono.

L'anestesia spinale blocca tutti i tipi di sensibilità. A seconda del farmaco, dura da 30 minuti a 3 ore. Non puoi estenderlo!

Condizioni da seguire quando si utilizza l'anestesia spinale

Vi sono condizioni necessarie che devono essere soddisfatte per ridurre il rischio di complicanze. La più semplice e importante è la posizione orizzontale senza cuscino fino al ritorno della sensibilità e, con un cuscino per 12 ore.
Perché? - poiché esiste una puntura di T.M.O., il liquido cerebrospinale in posizione verticale può fuoriuscire e, di conseguenza, sorgono mal di testa che sono difficili da trattare.

A proposito di mal di schiena.

Gli anestesisti ostetrici e l'analgesia neuroassiale sono spesso accusati di eventuali sintomi neurologici che si verificano nel periodo postpartum. Tuttavia, va ricordato che sia la gravidanza che il processo di nascita in sé possono causare disturbi neurologici. I nervi possono essere danneggiati dalla testa abbassata del feto o durante l'applicazione di una pinza ostetrica. Inoltre, la causa dei disturbi neurologici può essere un parto lungo e prolungato. L'uso di divaricatori durante un taglio cesareo può anche portare a complicazioni neurologiche..

Anestesia epidurale

L'anestesia epidurale è più complessa e richiede tempo. Può essere eseguito sia per il trattamento della disordinazione del lavoro, sia per il sollievo dal dolore durante la prima fase del travaglio, intervento chirurgico al taglio cesareo e gestione del dolore postoperatorio.

"Con l'anestesia epidurale, il farmaco viene iniettato nello spazio circostante i nervi che emergono dal midollo spinale, quindi sono disponibili opzioni dall'anestesia con blocco motorio debole fino alla profondità con blocco motorio completo.

L'anestesia epidurale è tecnicamente più difficile dell'anestesia spinale. Prima viene eseguita l'anestesia cutanea, quindi il medico, lavorando con un ago lungo e spesso, si avvicina allo spazio in cui vanno i nervi e inserisce un catetere attraverso l'ago, attraverso il quale viene erogato il farmaco. In questo caso, il farmaco può essere somministrato per tutto il tempo desiderato (massimo consentito 7 giorni).

Le sensazioni si sviluppano dopo 5-20 minuti e sono completamente simili alla clinica dell'anestesia spinale. La differenza è che con l'anestesia spinale non esiste alcuna sensibilità e l'anestesia epidurale allevia esclusivamente gli impulsi del dolore a un determinato livello. Allo stesso tempo, una donna può sentire il tatto, lo stretching, la pressione: questa è la norma.

"Con l'anestesia spinale ed epidurale, la donna rimane cosciente (durante il taglio cesareo compreso); ascolta tutto, vede il suo anestesista e può comunicare con lui. Dopo l'estrazione, le mostreranno immediatamente il bambino, le lasceranno baciare, le metteranno sul petto.

Anestesia generale

La parola peggiore è l'anestesia generale. Viene eseguito durante il taglio cesareo solo in condizioni che minacciano la vita della madre o del bambino.

"Tutti i farmaci vengono somministrati per via endovenosa. Si verifica una perdita istantanea di coscienza. Una donna non vede nulla, non sente, non sente. Gli analgesici narcotici sono usati per l'anestesia generale. Quando somministrati per via endovenosa, raggiungono il feto molto rapidamente, quindi gli ostetrici lavorano rapidamente.

Dopo l'operazione, se tutto è in ordine, la madre vedrà il bambino solo nella sua stanza, dopo 2 ore. Uno dei problemi discussi tra i pazienti sono indicazioni e controindicazioni. Abbiamo risolto le prove.

Ora, perché no...

Controindicazioni all'uso dell'anestesia

È assolutamente impossibile:

• Fallimento di una donna durante il parto
• Mancanza delle condizioni e delle attrezzature necessarie
• Grave ipovolemia e rischio reale di sanguinamento massiccio (distacco della placenta, rottura uterina, sanguinamento ipotonico)
• Coagulopatia (disturbo emorragico)
• Segni di compressione forgiata aortica (per evitarli sul tavolo, la donna viene girata sul lato sinistro, mentre i vasi vengono rilasciati dalla pressione dell'utero incinta)
• Trattamento anticoagulante
• Sepsi
• Infezione cutanea nel sito di puntura
• Aumento della pressione intracranica
• Allergia agli anestetici
• Blocco AV e altri problemi cardiaci
• Grave sofferenza fetale (prolasso del cordone ombelicale, bradicardia)
• Esacerbazione dell'infezione da herpes

È impossibile riguardo a:

• L'urgenza della situazione e la mancanza di tempo per preparare una donna al lavoro ed eseguire manipolazioni
• Presenza di malformazioni fetali, morte fetale prenatale
• Instabilità emotiva di una donna in travaglio
• Alcune malattie cardiache
• L'opportunità esistente di ampliare l'ambito delle operazioni
• Neuropatia periferica
• Malattia mentale
• Basso livello di intelligenza (oligofrenia)
• Trattamento con eparina
• Disaccordo del team chirurgico
• Deformazione spinale
• Precedenti lesioni alla colonna vertebrale.

In che modo l'anestesia e i farmaci influenzano il feto?

La domanda che tutti pongono è in che modo l'anestesia e i farmaci influenzano il feto?
NO - se si tratta di anestesia spinale o epidurale.
INFLUENZA - se si tratta di anestesia generale.

I preparati per l'anestesia spinale ed epidurale (lidocaina, bupivacaina, ropivacaina) sono utilizzati in tutto il mondo e non sono ancora stati inventati. Quando vengono introdotti, si decompongono "nello stesso posto". Hanno una grande molecola ed entrano nel sangue della madre in una quantità estremamente piccola. Se la placenta è matura e normale (fino a 32-40 settimane di gravidanza), allora non mancherà il farmaco. In altri casi, solo alcune molecole che non sono collassate nel sangue entreranno nel flusso sanguigno del feto. MA,... mentre il farmaco raggiunge il sangue del bambino, la donna diventerà madre. In poche parole, il farmaco non ha il tempo di raggiungere il bambino.

Con l'anestesia generale, tutto è diverso e dipende dalla velocità di lavoro degli ostetrici: "il più veloce, il migliore". Gli analgesici narcotici usati nel loro intero volume penetrano nella placenta fino al feto e, di conseguenza, causano gli stessi effetti di una donna. Questa è un'oppressione di coscienza, respiro, palpitazioni. I bambini nati spesso dormono e respirano male... sono anestetizzati. Ma... e questi dispositivi sono diversi. Il loro utilizzo dipende dalla situazione specifica iniziale, dai motivi della consegna operativa. Fentanil, promedolo, morfina oppiacei, penetrano ovunque, inibiscono tutto. La ketamina è una droga sintetica. L'unico farmaco che provoca reazioni alla schiena. Aumenta la pressione, eccita i centri respiratori e cardiovascolari. Sebbene il bambino dormirà, il respiro e il battito cardiaco non saranno disturbati molto. Va ricordato che per ogni farmaco ci sono indicazioni chiare e rigorose! L'uso di qualsiasi farmaco dipende dalla situazione specifica, dalla complessità, dalla gravità della madre e del bambino.

In conclusione, voglio dire che con qualsiasi tipo di anestesia, la comprensione reciproca tra il medico e il paziente è molto importante, quanto la tua fiducia nel medico è. Dipende da quanto velocemente l'anestesia passa in modo indolore ed efficace. Prima di tutto, calmati, chiedi al tuo medico tutto ciò che ti interessa. Il medico deve parlarti dell'intero processo dell'anestesia.

Sono un anestesista, prima dell'operazione cerco di dire tutto sull'anestesia, nel processo dico cosa farò e come. Durante l'operazione, provo a parlare con le donne, a tenermi per mano. L'intero processo di anestesia procede più agevolmente se la donna stessa è calma e sicura di sé.
Sono un paziente Nella sua vita, è apparsa ripetutamente sul tavolo operatorio.
Sono una madre La mia maternità è iniziata con taglio cesareo in anestesia epidurale..

Anestesia epidurale durante il parto

Tecnica epidurale anestesia durante il parto consiste nel trattenere un sottile tubo di plastica (catetere epidurale) nello spazio epidurale nella parte bassa della schiena. Lo spazio epidurale è un piccolo spazio che circonda l'esterno della dura madre, coprendo i nervi spinali e il liquido spinale, lavando il midollo spinale. Lo spazio epidurale si estende dal coccige alla testa. I farmaci iniettati nel catetere epidurale bloccano la trasmissione del dolore nei nervi che attraversano lo spazio epidurale. Di norma, gli anestetici locali e gli analgesici narcotici vengono utilizzati per alleviare il dolore epidurale. Poiché questi farmaci vengono introdotti nello spazio epidurale, esercitano il loro effetto localmente (eliminando il dolore a livello del midollo spinale), senza portare a alcun effetto sistemico, cioè non influenzano il corpo della futura madre e feto. A seconda della dose dei farmaci somministrati, può verificarsi un'anestesia parziale del travaglio, in cui la donna conserva la capacità di provare contrazioni dell'utero o un'anestesia completa, accompagnata da una completa perdita della percezione del dolore. L'installazione di un catetere epidurale di solito dura circa 10 minuti, a volte a causa di difficoltà tecniche, richiede un po 'più di tempo. Il sollievo dal dolore si verifica circa 10-15 minuti dopo l'anestesia epidurale del travaglio. Il catetere epidurale stesso viene solitamente rimosso immediatamente dopo la nascita.

Anestesia epidurale durante il parto

Le indicazioni per l'esecuzione del sollievo dal dolore epidurale durante il travaglio variano ampiamente. In alcuni centri europei, il fatto del parto, così come il consenso del paziente, è già un'indicazione per l'anestesia epidurale durante il parto. In altri ospedali, l'anestesia epidurale del parto inizia se il dolore che disturba la donna è molto pronunciato e porta un grande disagio.

Non esiste un'opinione inequivocabile quando è meglio iniziare l'anestesia epidurale durante il parto. In alcuni centri, l'anestesia epidurale del travaglio inizia immediatamente non appena compaiono le prime contrazioni dell'utero, mentre le sensazioni dolorose della donna durante il travaglio vengono eliminate già nella fase iniziale della loro insorgenza. In altre cliniche, l'anestesia epidurale del travaglio inizia solo quando sono pienamente convinti che il travaglio iniziato sia sufficientemente forte e che il livello di dilatazione cervicale abbia raggiunto un certo valore (di solito 3-5 centimetri). Con questa tattica, la futura mamma deve sopportare il dolore per diverse ore dal momento in cui si verifica.

Anestesia epidurale durante il parto

Le principali controindicazioni per l'anestesia epidurale durante il parto sono:

- sanguinamento occasionale;

- problemi di coagulabilità del sangue;

- bassa conta piastrinica nel sangue;

- ipovolemia non corretta (diminuzione del volume del sangue circolante);

- danno alla pelle nel sito di iniezione;

- tatuaggio sul sito di puntura;

- su tumori o infezioni nel sito della presunta iniezione;

- aumento della pressione intracranica;

- allergia all'anestetico;

- aumento della temperatura corporea;

- Malattie organiche del sistema nervoso centrale (sclerosi multipla, atrofia muscolare);

- difetti cardiaci; collasso cardiovascolare;

- malattie del midollo spinale;

- malattie e disturbi della colonna vertebrale, ecc..

Riguardo a quest'ultimo: l'anestesia epidurale è controindicata nella scoliosi, lordosi di alto grado, spondilite tubercolare, alcune lesioni spinali o operazioni in quest'area, con spostamento e prolasso dei dischi intervertebrali nell'area della puntura proposta. Ma la curvatura della colonna vertebrale non è una controindicazione assoluta per l'anestesia epidurale, sebbene possa causare alcune difficoltà.

Inoltre, 12 ore prima delle epidurali, non è possibile effettuare un'iniezione di Clexane.

Dovrebbe essere chiaro che le controindicazioni all'anestesia epidurale possono essere assolute (vale a dire, escluderne comunque l'uso) e relative (che hanno effetto solo in casi specifici), come deve sapere uno specialista qualificato.

Aspetti positivi dell'anestesia epidurale durante il parto

Anestesia epidurale durante il parto

L'assenza dell'effetto dell'anestesia epidurale sul feto è confermata da un cardiotocogramma

Anestesia epidurale durante il parto

3 Il dolore durante il travaglio può portare a un'eccessiva produzione di ormoni dello stress come adrenalina e noradrenalina, che rallentano il travaglio.

Anestesia epidurale durante il parto

Anestesia epidurale durante il parto

Aspetti negativi dell'anestesia epidurale durante il parto

Il tuo anestesista cerca di prevenire lo sviluppo di tutto il possibile reazioni avverse e complicanze anestesia, che può verificarsi a seguito di anestesia epidurale durante il parto. Tuttavia, in alcuni casi non è possibile evitare la comparsa di effetti collaterali negativi dell'anestesia epidurale, tuttavia, va notato che il rischio di sviluppare gravi complicanze dell'anestesia epidurale è molto piccolo. Quali reazioni e complicanze possono verificarsi durante l'analgesia epidurale del parto??

1 Sensazione di intorpidimento, pesantezza alle gambe. Questa è una normale reazione del corpo all'anestesia epidurale del travaglio, che scompare immediatamente dopo la scadenza dell'azione dei farmaci introdotti nello spazio epidurale.

2 tremori. Questa non è una complicazione molto piacevole che si verifica non così raramente. Tuttavia, il tremore muscolare, che porta un certo disagio, è una reazione abbastanza sicura, senza effetti negativi sulla salute della futura madre e feto.

3 Diminuzione della pressione sanguigna. Questa è una reazione temporanea che viene rapidamente eliminata dall'anestesista usando una soluzione salina per via endovenosa o l'uso di farmaci speciali..

4 Risposta a un anestetico locale. In generale, il rischio di sviluppare reazioni negative a un anestetico locale è molto basso, ma con il loro sviluppo questo tipo di complicanze può causare seri problemi di salute. Assicurati di dire al tuo anestesista se hai una reazione allergica a qualsiasi farmaco..

5 problemi respiratori. Molto raramente, l'anestesia epidurale durante il parto può influenzare i muscoli respiratori del torace, causando una sensazione di mancanza d'aria. Questa spiacevole sensazione viene rapidamente eliminata fornendo ossigeno attraverso la maschera facciale..

6 L'introduzione di farmaci usati nell'anestesia epidurale del travaglio nel canale venoso della donna durante il parto. Oltre ai nervi, un gran numero di vene si trova nello spazio epidurale. Durante la gravidanza, queste vene si espandono di volume, il che crea il rischio che un catetere epidurale entri in esse. Se grandi dosi di anestetici locali utilizzati per alleviare il dolore epidurale durante il parto entrano nel flusso sanguigno generale, possono causare perdita di coscienza e compromissione della funzione cardiaca. Tuttavia, il rischio di sviluppare questa complicazione è trascurabile, poiché prima di somministrare farmaci al catetere epidurale, l'anestesista, utilizzando campioni di test speciali, si assicura che il catetere non sia nella vena.

7 Mancanza di sollievo dal dolore. A volte l'anestesia epidurale in corso di travaglio non porta l'effetto analgesico atteso. Tuttavia, c'è sempre una via d'uscita da questa situazione. Un anestesista può introdurre una dose aggiuntiva del farmaco e, in assenza di effetti, reinstallare il catetere epidurale o utilizzare un altro metodo per alleviare il dolore.

8 parestesia. A volte nella fase di stadiazione del catetere epidurale, in caso di alcune difficoltà tecniche (pronunciata curvatura della colonna vertebrale, ecc.), Può verificarsi una sensazione di "lombalgia" nella parte posteriore, ma questa sensazione ha una durata molto breve (dura solo pochi secondi).

9 Mal di schiena dopo il parto. Dopo un'anestesia epidurale del travaglio per diversi giorni, un lieve dolore nel luogo in cui è stato posizionato il catetere epidurale può essere inquietante. Di norma, questi dolori passano rapidamente ed estremamente raramente il mal di schiena può causare ansia per un periodo più lungo (settimane o mesi).

10 mal di testa. Esistono diversi motivi che possono causare mal di testa dopo il parto, indipendentemente dal fatto che l'anestesia epidurale sia stata utilizzata per anestetizzare il travaglio o meno. Allo stesso tempo, è risaputo che l'anestesia epidurale durante il parto è un fattore di rischio per il mal di testa molto simile a mal di testa dopo la colonna vertebrale anestesia (circa l'1% dei casi). Si verifica un mal di testa quando, nella fase di posizionamento del catetere epidurale, l'ago utilizzato per la puntura penetra un po 'più lontano dello spazio epidurale. Puoi ridurre significativamente il rischio di sviluppare questa complicazione se provi a rimanere nella stessa posizione durante il posizionamento del catetere epidurale (che di solito dura circa 10 minuti), devi "congelare in posizione" e non fare alcun movimento. Di norma, si sviluppa un mal di testa durante le prime 24 ore dopo aver eseguito l'anestesia epidurale del travaglio. Si verifica un mal di testa o si intensifica se ci si sposta da orizzontale a verticale (alzarsi o sedersi). Molto spesso, il dolore al collo e alla testa dura diversi giorni. Semplici misure come sdraiarsi a letto in posizione orizzontale, bere molti liquidi, assumere farmaci antidolorifici può ridurre significativamente la gravità del dolore.

11 Complicanze molto gravi dell'anestesia epidurale del travaglio, come danni ai nervi, sanguinamento epidurale, paralisi degli arti inferiori, hanno un rischio estremamente basso di.

Anestesia epidurale per il parto: pro e contro

La questione di come l'anestesia epidurale durante il parto influenzi il processo di sviluppo, la progressione del travaglio e anche il rischio del passaggio dal parto naturale al parto operativo rimane un problema in corso. taglio cesareo).

Sul sito Web di una delle cliniche universitarie statunitensi coinvolte nella gestione del dolore del lavoro, sono disponibili le seguenti informazioni:

a) Nel primo periodo di travaglio (dura dall'inizio delle prime contrazioni alla piena apertura della cervice), gli effetti dell'anestesia epidurale del travaglio sullo sviluppo del travaglio non sono possibili e sono molto individuali:

- L'anestesia epidurale durante il parto potrebbe non avere alcun effetto sul processo di sviluppo del parto;

- Forse il verificarsi di un rallentamento del travaglio, che richiede l'introduzione di farmaci speciali che stimolano le contrazioni uterine (ossitocina);

- al contrario, l'anestesia epidurale del travaglio può causare un aumento del travaglio.

b) Nel secondo periodo di lavoro (il periodo di esilio), l'anestesia epidurale provoca un rallentamento del travaglio. Tuttavia, ad oggi, non ci sono studi che dimostrano che questo effetto clinico dell'anestesia epidurale del travaglio porti a effetti negativi sulla donna che partorisce e sul feto..

Sul sito web della clinica universitaria è inoltre indicato che tra alcuni ostetrici-ginecologi esiste ancora un'opinione secondo cui l'anestesia epidurale durante il parto porta ad un aumento del rischio di un parto naturale sottoposto a taglio cesareo, sia a causa di un aumento della durata del travaglio sia a causa di un cambiamento nella posizione del feto bacino causato dal rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico.

Al contrario, il sito web dell'American Society of Anesthesiologists fornisce una serie di idee sbagliate sull'anestesia epidurale durante il parto:

Idea sbagliata n. 1. L'anestesia epidurale rallenta il processo di nascita

Ad oggi, non ci sono studi che dimostrano che l'anestesia epidurale rallenta il processo di nascita. Poiché l'anestesia epidurale del parto sempre più spesso, rispetto ad altri tipi di anestesia, è stata utilizzata per anestetizzare il parto inizialmente "difficile", è emersa un'opinione che questo tipo di anestesia rende difficile il parto. Tuttavia, questi risultati non sono altro che un'interpretazione errata dei dati. Al contrario, i risultati della ricerca hanno dimostrato che in alcune donne l'anestesia epidurale del travaglio, che provoca il rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico, che porta ad un'accelerazione del processo del travaglio.

Idea sbagliata numero 2.

Anestesia epidurale durante il parto

Ancora una volta, non ci sono ricerche per dimostrare che l'anestesia epidurale durante il parto può essere uno dei motivi per il passaggio dal parto naturale al taglio cesareo. In effetti, l'anestesia epidurale per il parto viene solitamente eseguita per le donne che hanno il maggior dolore durante il parto, in contrasto con le donne che hanno rispettivamente un dolore relativamente piccolo e questo metodo di sollievo dal dolore non viene eseguito. Un maggiore dolore durante il parto può essere un indicatore indiretto di bacino stretto, feto di grandi dimensioni o altre situazioni cliniche, che di per sé suggeriscono una maggiore probabilità di un taglio cesareo.

Ed ecco un'altra informazione molto interessante riguardo alla sicurezza dell'anestesia epidurale per l'analgesia del lavoro: una revisione molto ampia, seria e autorevole fatta non molto tempo fa (nel 2005) e che analizza i dati di 21 studi sui vantaggi e gli svantaggi dell'anestesia epidurale nella gestione del dolore del lavoro. Pertanto, i dati di questa revisione hanno mostrato che l'uso dell'anestesia epidurale come anestetico durante il travaglio aumenta il rischio di parto strumentale (parto vaginale strumentale) del 40%. È serio? Probabilmente sì, dato che quando si utilizza l'estrazione del vuoto, il rischio di lesioni alla testa del bambino è di circa il 10% (da lesioni esterne minime all'emorragia intracerebrale).

Pertanto, tenendo conto dell'ambiguità delle posizioni degli specialisti in merito all'effetto dell'anestesia epidurale sul corso del lavoro, è più ottimale lasciare la questione della scelta sollievo dal dolore del travaglio per i tuoi medici - ostetrico e anestesista che si assumono la responsabilità della salute e della vita di te e del tuo bambino non ancora nato.

Anestesia epidurale durante il parto - recensioni, conseguenze

L'anestesia epidurale durante il parto è uno dei metodi di anestesia regionale in cui i farmaci vengono introdotti attraverso un catetere nello spazio epidurale della colonna vertebrale. Questa iniezione porta ad analgesia (perdita di sensibilità al dolore), anestesia (perdita generale di sensibilità), rilassamento o completa paralisi muscolare.

Il principio di azione dell'anestesia epidurale si basa sul sollievo dal dolore bloccando la trasmissione degli impulsi nervosi lungo le estremità del midollo spinale. Di conseguenza, il paziente, a seconda del compito fissato dai medici, smette di provare dolore.

L'anestesia epidurale può essere utilizzata in aggiunta all'anestesia generale, per anestetizzare un paziente dopo l'intervento chirurgico, nel trattamento delle malattie della schiena. La possibilità di utilizzare il cosiddetto "epidurale" come anestetico locale ha reso popolare l'uso dell'anestesia epidurale durante il parto o il taglio cesareo.

L'uso dell'anestesia epidurale durante il parto

Secondo le recensioni, ogni quinta donna usa l'anestesia epidurale durante il parto e nei paesi europei questo indicatore è stato aumentato più volte: oltre il 50% delle donne in travaglio ha già testato l'effetto dell '"epidurale". Nonostante il fatto che questo metodo di analgesia possa proteggere con successo una donna dal dolore manifestato durante il parto, l'anestesia epidurale è un serio intervento medico che può avere sia controindicazioni che complicanze..

Gli antidolorifici per l'anestesia epidurale sono somministrati in diversi modi:

  • Anestesia con un graduale aumento della dose. Un anestesista introduce una miscela di droghe nello spazio epidurale della colonna vertebrale. Poiché l'anestesia si indebolisce, lo specialista esegue iniezioni aggiuntive, la cui durata è di 1-2 ore;
  • Introduzione continua. Prevede l'introduzione di un catetere nella colonna vertebrale della donna, dalla parte posteriore della quale è collegata una pompa, che fornisce continuamente un farmaco anestetico;
  • Anestesia epidurale combinata durante il parto. L'essenza della procedura è la somministrazione preliminare di una piccola dose di antidolorifici, durante i quali viene inserito un catetere nella colonna vertebrale. Al termine dell'effetto della prima iniezione, il medico somministrerà il farmaco direttamente attraverso il catetere.

L'anestesia epidurale durante il parto, secondo le recensioni, può essere eseguita in qualsiasi momento del travaglio, tuttavia, molto spesso, l'anestesia si verifica già nel periodo attivo (con l'apertura della cervice 5-6 cm).

I vantaggi dell'utilizzo dell'anestesia epidurale durante il parto includono:

  • Efficacia nell'eliminazione del dolore;
  • Velocità di azione L'anestesia inizia ad agire 20 minuti dopo l'iniezione;
  • Il fatto che la donna in travaglio rimanga cosciente. Capisce di aver iniziato le contrazioni, ma non sente dolore;
  • Riduzione dell'ipertensione.

Svantaggi e conseguenze dell'anestesia epidurale durante il parto

Le complicazioni che insorgono dopo l'anestesia epidurale sono piuttosto rare, ma accadono:

  • Per circa una persona su venti pazienti, questo tipo di anestesia non ha un effetto particolare: non si verifica il blocco delle terminazioni nervose. In questo caso, l'anestesia sarà parziale o non accadrà affatto;
  • Le azioni negligenti di un medico possono portare a una puntura accidentale della dura madre, che è pericolosa dalla fuoriuscita del liquido cerebrospinale nella regione epidurale. Questa complicazione è caratterizzata da mal di testa, che può verificarsi sia in forme lievi che gravi (dura per anni);
  • L'agente anestetizzante può entrare nel flusso sanguigno verso il cervello e causare crampi, perdita di coscienza;
  • Il danno accidentale allo spazio subaracnoideo può portare alla paralisi degli arti inferiori.

Le conseguenze dell'anestesia epidurale durante il parto possono anche includere:

  • Aumento della probabilità di un aumento della temperatura corporea nel periodo postpartum. Questa complicazione provoca la nomina di antibiotici, che richiede una risoluzione del problema dell'allattamento al seno;
  • Aumento della probabilità di effetti strumentali sul parto (usando un estrattore sotto vuoto e applicando una pinza);
  • Aumento della propensione del paziente a possibili problemi con la minzione (ritenzione urinaria);
  • Una diminuzione della pressione sanguigna nella donna in travaglio, che può portare a un'interruzione del flusso sanguigno alla placenta e, di conseguenza, alla carenza di ossigeno del feto;
  • L'aumento della durata del secondo periodo di lavoro.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Anestesia spinale - recensioni e conseguenze. Come e quando viene eseguita l'anestesia spinale e controindicazioni

Tutti gli interventi chirurgici, le procedure che causano dolore nella medicina moderna vengono eseguite in anestesia generale. Il tipo di anestesia dipende dal tipo, dalla durata dell'intervento, dalle condizioni generali del paziente. Esistono due tipi di anestesia: l'anestesia generale e l'anestesia spinale, in cui una certa parte del corpo perde sensibilità.

Cos'è l'anestesia spinale?

Se è necessario per la durata dell'operazione privare la parte inferiore del corpo umano di sensibilità, viene eseguita l'anestesia spinale. L'essenza di questo metodo è l'introduzione di un anestetico in un determinato posto vicino al midollo spinale (nella parte posteriore - da cui questo metodo è diventato così chiamato). Questo è uno spazio subaracnoideo situato tra le meningi e il midollo spinale, pieno di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale).

Un numero enorme di grandi nervi passa attraverso il liquido cerebrospinale e la loro trasmissione di segnali di dolore al cervello deve essere bloccata. L'anestesia spinale viene eseguita nella regione lombare, l'area sotto la parte bassa della schiena è anestetizzata. L'anestesista deve passare un ago alla colonna vertebrale, ai legamenti intervertebrali, alla sezione epidurale e al rivestimento del cervello ed entrare nell'anestetico selezionato.

Anestesia spinale - tecnica

Per eseguire questo metodo di anestesia, vengono utilizzati uno speciale ago (spinale) molto sottile, una siringa e un anestetico selezionato. Un punto molto importante è la posizione corretta del paziente. Questo è al centro dell'attenzione nell'anestesia epidurale e spinale al fine di evitare punture non riuscite. Tecnica di anestesia spinale:

  • l'anestesia della colonna vertebrale viene eseguita in questa posizione: il paziente è in posizione seduta (è necessario piegare la schiena, premere il mento sul petto, piegare i gomiti) o sdraiarsi su un fianco. È preferibile una posizione seduta, l'area spinale è meglio visibile. L'immobilità completa è necessaria per evitare complicazioni dell'anestesia spinale;
  • Prima che l'anestesia venga eseguita nella parte posteriore, il medico determina per palpazione il posto ottimale per un'iniezione (l'area tra 5,4 e 3 vertebre);
  • per evitare l'infezione o avvelenamento del sangue, il luogo in cui verrà eseguita l'anestesia subdurale viene trattato con mezzi speciali, tutto deve essere completamente sterile;
  • l'anestesia locale viene eseguita nell'area dell'introduzione dell'ago spinale;
  • l'ago per questa procedura è lungo (circa 13 cm) e di piccolo diametro (circa 1 mm), quindi in alcuni casi non eseguono l'anestesia locale;
  • l'ago viene inserito molto lentamente, attraversa tutti gli strati della pelle, lo strato epidurale, la membrana dura della membrana del midollo spinale. All'ingresso della cavità subaracnoidea, il movimento dell'ago viene fermato e da esso viene rimosso un mandrino (un conduttore che chiude il lume dell'ago). Se l'azione viene eseguita correttamente, il liquido cerebrospinale fuoriesce dalla cannula dell'ago;
  • viene iniettato un anestetico, l'ago viene rimosso, il sito di iniezione viene chiuso con una medicazione sterile.

Immediatamente dopo la somministrazione del farmaco, il paziente può manifestare un effetto collaterale: formicolio alle estremità inferiori, diffusione del calore, che dura per un breve periodo è un effetto naturale dell'anestesia. A differenza dell'epidurale (mezz'ora), l'anestesia assoluta con anestesia spinale si verifica dopo 10 minuti. Il tipo di farmaco determina la durata dell'anestesia e dipende dal tempo di durata dell'operazione.

Farmaci per anestesia spinale

L'anestesia neuroassiale viene eseguita con vari farmaci: anestetici locali e adiuvanti (additivi ad essi). Farmaci comuni per l'anestesia spinale:

  • lidocaina. Adatto per operazioni brevi. Usato in combinazione con fentanil per 30 a 45 minuti. fornisce il decimo livello del blocco;
  • procaina. Droga a breve durata d'azione. Viene utilizzata una soluzione al 5%. Per migliorare il blocco, combinalo con il fentanil;
  • bupivacaina. La differenza è relativa agli indicatori di azione. Il termine del livello di blocco è fino a un'ora, è possibile l'uso di dosi più elevate (da 5 mg e oltre);
  • napropin. È usato per lunghe operazioni. L'anestesia spinale può essere eseguita con una soluzione allo 0,75% (3-5 ore di azione) e 1% (4-6 ore);
  • adiuvanti: adrenalina (allunga il tempo di blocco), fentanil (migliora l'effetto anestetico);
  • in alcuni casi, la morfina o la clonidina viene utilizzata come additivo.

Anestesia spinale per taglio cesareo

Taglio cesareo - estrazione fetale operativa con separazione manuale della placenta. L'anestesia è obbligatoria. Anestesia spinale per taglio cesareo: elimina il rischio di esposizione al bambino. Chrys ha usato per la prima volta l'anestesia spinale per taglio cesareo nel 1900. L'anestesia spinale ed epidurale viene utilizzata quasi ovunque, se non ci sono controindicazioni. Viene eseguita una singola iniezione con anestesia neuroassiale (qual è la principale differenza con la tecnica epidurale, in cui viene inserito un catetere per somministrare il farmaco).

Le controindicazioni per l'uso di questo metodo sono le seguenti: bassa conta piastrinica nel sangue, ridotta coagulabilità del sangue, disturbi del ritmo cardiaco, processi infettivi nell'area della somministrazione del farmaco. Il recupero è veloce. La differenza e il vantaggio principale rispetto all'anestesia generale è il rischio estremamente basso di complicazioni pericolose per il bambino e la madre, perdita di sangue relativamente bassa.

Anestesia spinale durante il parto

Il metodo più comune per alleviare il dolore durante il parto è lo scopo principale della sua attuazione: l'eliminazione del dolore durante il travaglio, garantendo comfort e sicurezza alle donne durante il parto e al bambino. Il farmaco viene iniettato nella regione lombare e blocca il dolore. Il tempo viene calcolato in modo che l'effetto del farmaco diminuisca al momento del tentativo, ad eccezione di difetti cardiaci o un alto grado di miopia nelle donne in travaglio. L'anestesia lombare è raccomandata in caso di:

  • impreparazione psicologica di una donna per il parto;
  • la nascita del primogenito;
  • se il frutto è grande;
  • l'inizio della nascita pretermine;
  • stimolazione: dopo sospensione del liquido amniotico e mancanza di travaglio.

Anestesia spinale - controindicazioni

Le indicazioni per l'anestesia spinale sono diverse, sono divise in due tipi: relative e assolute. Le controindicazioni relative includono:

  • casi di emergenza quando non c'è tempo per eseguire tutte le procedure preparatorie con il paziente;
  • umore instabile (labilità) del paziente;
  • disturbi spinali anormali;
  • malformazioni del bambino o morte del feto;
  • aumento della pressione intracranica;
  • il rischio di sanguinamento e l'incertezza del tempo dell'intervento;
  • ipossia, malattie del sistema nervoso centrale.

Le controindicazioni assolute di questo tipo di anestesia includono:

  • rifiuto categorico del paziente;
  • mancanza di condizioni per la rianimazione e scarsa illuminazione;
  • allergia agli anestetici;
  • infezioni della pelle: sepsi, herpes, meningite;
  • ipertensione endocranica.

Le conseguenze dell'anestesia spinale

Come con qualsiasi anestesia, CA ha conseguenze naturali. Il più grande studio sugli effetti è stato condotto per un periodo di 5 mesi. in Francia. Sono stati analizzati i risultati e le complicanze dell'anestesia spinale di oltre 40 mila pazienti. Il numero di gravi complicanze è il seguente:

  • morte - 0,01% (6 persone sul totale);
  • convulsioni - 0;
  • asistolia - 0,06 (26);
  • trauma alle radici o al midollo spinale - 0,06% (24);
  • sindrome della coda di cavallo - 0,01 (5);
  • radicolopatia - 0,05% (19).

Le conseguenze negative comuni includono:

  • bradicardia, un rallentamento della frequenza cardiaca, che, se non assunto, può portare ad arresto cardiaco;
  • ritenzione urinaria (più spesso gli uomini soffrono);
  • aumento della pressione intracranica;
  • ematoma spinale;
  • nausea, disidratazione;
  • PPGB - mal di testa post-puntura, una complicanza frequente che causa i reclami dei pazienti.

Anestesia epidurale durante il parto: benefici, rischi e parere di esperti

Un gran numero di domande cadono sulle spalle di una donna durante la gravidanza, che non solo devono essere comprese, ma anche scegliere un punto di vista che rifletta i desideri della donna. Abbiamo preparato materiale sul tema dell'anestesia epidurale durante il parto, esaminato i pro e i contro e parlato anche delle indicazioni e delle possibili conseguenze con il capo medico del Centro di ostetricia tradizionale Alexander Sergeyevich Gavrilenko.

Cos'è l'anestesia epidurale

Quando è necessario estrarre un dente o tagliare l'appendicite - la domanda è se eseguire l'anestesia o meno, quindi tutto è chiaro. Ma la domanda è se anestetizzare il processo di nascita - non è così semplice. Da un lato, il parto è naturale e un corpo femminile sano è pronto per loro, dall'altro questo processo è complesso e piuttosto doloroso e la medicina ha fatto un grande passo in avanti dal momento in cui le donne hanno partorito nei campi durante la fienagione e molte opportunità sembravano creare il massimo condizioni confortevoli.

Una di queste possibilità è l'anestesia locale. Ma il lavoro anestetizzante non è così semplice. L'anestesia epidurale è così chiamata perché l'anestetico viene iniettato nello spazio epidurale. Si trova sotto la dura madre del midollo spinale. In questo posto sono i nervi del midollo spinale, che forniscono la fornitura di impulsi nervosi al cervello.

L'anestesia viene eseguita da un anestesista esperto nelle condizioni di sterilità più rigorose con un ago lungo che passa attraverso la colonna vertebrale. Una donna giace sul lato sinistro e il luogo in cui viene somministrata l'anestesia viene disinfettato e anestetizzato. L'anestesia inizia ad agire dopo 20 minuti.

“L'anestesia epidurale è una grave manipolazione medica e dovrebbe essere utilizzata solo secondo le indicazioni. Fare l'anestesia solo perché esiste è sbagliato.

Ora c'è una situazione in cui una percentuale molto elevata di donne è sottoposta ad anestesia epidurale, mentre non sanno quali difficoltà e pericoli ci sono dietro una buona azione ", afferma Alexander Gavrilenko, capo medico del Center for Traditional Obstetrics.

Indicazioni per l'anestesia epidurale

"Ci sono indicazioni molto chiare per l'anestesia epidurale. Sono associati a una violazione del travaglio, come la disordinazione del travaglio o dolori molto dolorosi che non possono essere fermati da altri metodi e la donna è molto esausta, soffrendo di tale dolore. Quindi ha davvero senso fare l'anestesia e non devi aspettare e sopportare ", afferma Alexander Gavrilenko.

Vantaggi dell'anestesia epidurale

Naturalmente, il principale vantaggio dell'anestesia epidurale è la riduzione del dolore durante le contrazioni, ma ci sono situazioni in cui è possibile evitare interventi chirurgici più gravi a causa dell'anestesia o per mantenere la salute della madre e del bambino.

Il medico può consigliare l'anestesia della donna come un modo per rilassare i muscoli del pavimento pelvico durante il parto prematuro, al fine di ridurre la resistenza alla testa del feto e, quindi, ridurre la possibilità di lesioni alla nascita. Per le donne con grave patologia del cuore e del sistema broncopolmonare, l'anestesia sarà anche un'opportunità per fare affidamento sul parto naturale..

L'anestesia epidurale abbassa la pressione sanguigna e ad alta pressione può essere una salvezza se altri rimedi non aiutano. Inoltre, se la nascita dura troppo a lungo e la donna non riesce più a rilassarsi e ci sono minacce per il bambino, l'anestesia epidurale sarà una buona soluzione per consentire alla donna di riposare dal dolore e ridurre l'adrenalina nel sangue.

Contro di anestesia epidurale durante il parto

Alexander Sergeyevich Gavrilenko: “L'anestesia epidurale dovrebbe essere eseguita solo secondo indicazioni rigorose, poiché la percentuale di complicanze è troppo elevata. Ci sono complicazioni in arrivo, come mal di testa, vertigini o disturbi sensoriali degli arti. E ci sono serie complicazioni, come ottenere infezioni attraverso l'ago nelle profondità dei tessuti.

L'anestesia epidurale molto spesso porta a un travaglio debole, che comporta rodostimolazione, e la rodostimolazione, specialmente prolungata, comporta un deterioramento del feto, inclusa la compromissione della sostanza bianca del cervello.

Spesso porta ad un aumento del numero di tagli cesarei: sia a causa della debole attività persistente, sia a causa della sofferenza acuta del feto, causata dall'anestesia epidurale, che espande i vasi sanguigni, con conseguente calo del flusso sanguigno, che fornisce il feto attraverso la placenta. Spesso una parte dell'anestetico entra non solo nello spazio epidurale, ma anche nello spazio spinale (dove si trova il midollo spinale) e comporta tali problemi che possono persino causare la morte di una donna. ".

Controindicazioni all'anestesia epidurale

Ci sono una serie di ragioni per cui un medico o un anestesista possono impedire a una donna di usare il sollievo dal dolore durante il parto. Eccone alcuni: aumento della pressione intracranica, calo della pressione arteriosa a 100 e inferiore, reazione allergica, infiammazione nell'area della presunta puntura, colonna vertebrale deformata, alterazione della coagulazione del sangue, nonché altre indicazioni mediche e ostetriche individuali.

L'anestesia epidurale non viene eseguita nello stato inconscio della donna in travaglio, e anche la riluttanza della donna stessa è un argomento per rifiutare l'anestesia.

È possibile prepararsi in anticipo al parto e ridurre la necessità di anestesia epidurale??

Alexander Sergeyevich Gavrilenko: “Certo che puoi. C'è un'intera direzione di preparazione, in particolare, nel nostro Centro per l'ostetricia tradizionale, grande importanza è data alla preparazione al parto al fine di sopportare adeguatamente i fenomeni spiacevoli che attendono una donna durante il parto. Imparare il comportamento corretto durante il parto e il fatto che una donna si trova in un ambiente sicuro quando le persone che conosce le sono vicine. Questo sostanzialmente esclude tali dolori trascendenti..

Perché il principale fattore scatenante del dolore durante il travaglio è un sentimento di paura, un senso di imprevedibilità della situazione futura e quando tutto è a posto, un ambiente caldo e buio, persone familiari e un atteggiamento amichevole - e non c'è bisogno di alleviare il dolore.

Usiamo spesso vasche da bagno con acqua calda, che è piuttosto anestetizzante. Nel nostro centro, solo il 9-10%, secondo i dati degli ultimi anni, ha richiesto l'anestesia epidurale durante il parto naturale.

Esortiamo le donne a prepararsi in anticipo al parto e a non pensare che tutto in sé passi favorevolmente. Devi pianificare le nascite, fare una specie di corso, puoi farlo insieme a tuo marito, fare domande se qualcosa è incomprensibile e buono, ovviamente, se le donne sono tutte in buona salute, e quindi non sarà richiesto alcun intervento. ".

L'effetto dell'anestesia epidurale sul feto

Alexander Sergeyevich Gavrilenko: “Nella misura in cui l'anestesia epidurale danneggia la psiche di un bambino è più una questione di psicologi perinatali e infantili, nessuno è stato ancora in grado di confermare.

Ma davvero le endorfine nel loro peso molecolare sono sostanze abbastanza semplici, penetrano nella barriera fetoplacentare e vanno al bambino. E grazie a questo, prova piacere, cioè anestesia. Pertanto, passando attraverso il canale del parto, la sua testa non fa male e tollera abbastanza bene il processo di nascita.

E se con l'anestesia epidurale: una donna non secerne endorfine - il bambino non le ottiene. Ha subito un parto indolore e il bambino - molto doloroso.

Pertanto, gli psicologi sostengono che è possibile che alcune strutture cerebrali del bambino si siano ricordate che sua madre era colpevole di cattiva salute durante il parto, perché lei, lasciandosi anestetizzare, non ha dato le endorfine che gli erano state poste. E come sarà il rapporto con la mamma durante la vita - devi seguire. Studi così lunghi non sono ancora stati condotti ”..

Chi decide di anestesia epidurale

Alexander Sergeyevich Gavrilenko: “Certo, se una donna veniva in una struttura medica, allora dovrebbe fidarsi del personale. Forniamo ostetriche molto competenti con supporto ostetrico e negli ospedali di maternità in cui viene realizzato il nostro progetto, ci sono medici che sono dietro il corso fisiologico del parto con un atteggiamento medico aggressivo minimo a questo.

Se durante il parto una donna è a disagio e ha bisogno di sostegno, e il medico si avvicina e dice: "beh, forse possiamo sopportarlo e ottenere un sollievo dal dolore?" - È facile soccombere a questa influenza, credo che questo sia un comportamento scorretto da parte del medico. Deve dire che tutto va bene per te, tu resisti e va bene.

Perché quando una donna avverte dolore durante il parto, le sue endorfine sono secrete, cosa che anche il bambino ottiene - si sente meglio quando passa attraverso il canale del parto e soffre di queste contrazioni. E quando un medico offre l'anestesia epidurale, si tratta di un disservizio, un comportamento sbagliato..

Ma può anche essere proibito. Abbiamo avuto una situazione in cui l'anestesista ha rifiutato l'anestesia epidurale a una donna che aveva un enorme tatuaggio su tutta la schiena e in quei luoghi in cui ci doveva essere una puntura, tutto era blu e nero. E credo che abbia fatto la cosa giusta, che abbia rifiutato, perché durante la puntura è stato possibile introdurre un'infezione e inoltre potrebbero esserci complicazioni più gravi che soffrire di questo dolore ”.

Ricapitolare

Sulla base di tutto quanto sopra, si può concludere che l'anestesia epidurale presenta sia pro che contro. Avendo un gran numero di effetti collaterali, questo metodo di sollievo dal dolore ha anche una serie di vantaggi. Le recensioni delle donne che hanno utilizzato l'anestesia epidurale vanno da entusiaste a negative. Se stai pianificando un parto e non riesci a immaginare il processo senza anestesia: parlane in anticipo con il tuo medico, scopri come l'anestesia si adatta a te, al fine di ridurre in anticipo i rischi di effetti collaterali.

Leggi Gravidanza Pianificazione