L'amniotomia è un'operazione ostetrica: rottura artificiale della vescica fetale. Normalmente, l'apertura della vescica fetale si verifica da sola con l'apertura completa della cervice. Il parto può anche iniziare con un deflusso di acqua..

Sottolineiamo che si tratta di un'operazione che viene eseguita rigorosamente secondo le indicazioni.

Prima di eseguire un'amniotomia, il medico valuta attentamente la validità di questo intervento. Per chiarire perché questa operazione è necessaria, ci soffermeremo in dettaglio sulle indicazioni per l'amniotomia.

Le indicazioni possono verificarsi sia durante la gravidanza che durante il parto.

Indicazioni durante la gravidanza:

Prevalenza della gravidanza. Allo stesso tempo, la funzione della placenta peggiora, può verificarsi ipossia fetale, il rischio di complicanze della nascita imminente aumenta sia per la madre che per il feto;

Ipertensione arteriosa, preeclampsia. Nel caso di una gravidanza a lungo termine con un effetto insufficiente della terapia antiipertensiva, al fine di prevenire l'aumento della gravità della preeclampsia, viene presa la decisione di condurre l'amniotomia;

· Insufficienza fetale, sindrome del ritardo di crescita fetale, segni di ipossia intrauterina cronica;

· Polyhydramnios e oligohydramnios rilevati dagli ultrasuoni;

· Concomitanti malattie extragenitali: diabete mellito, malattie del sistema nervoso, malattie broncopolmonari e cardiovascolari, malattie dei reni e del tratto urinario;

· Periodo preliminare patologico. Questa condizione si sviluppa con dolori prolungati (per diversi giorni) nell'addome inferiore, accompagnati da dolori crampi irregolari e inefficaci. Nel trattamento del periodo preliminare patologico, vengono utilizzati vari farmaci e non farmaci. Uno dei modi per causare il travaglio normale è l'amniotomia, a condizione che sia preparato il canale del parto;

· Un alto rischio di sanguinamento nella terza fase del travaglio o nel primo periodo postpartum: imminente nascita ripetuta, presenza di fibromi uterini, presunte grandi dimensioni del feto. Tali nascite dovrebbero essere programmate in quanto richiedono la partecipazione di numerosi ostetrici-ginecologi e anestesisti.

Parliamo spesso della preparazione del canale del parto. Come determinarlo? Quanto i canali di nascita sono pronti per il parto, possono essere valutati solo da un medico durante un esame.

Indicazioni per l'apertura della vescica fetale dopo l'inizio del travaglio:

· Lavoro debole. Allo stesso tempo, le contrazioni non si intensificano nel tempo, ma si indeboliscono. L'apertura della cervice rallenta e il parto è ritardato. È possibile identificare la debolezza del travaglio durante lo studio della natura delle contrazioni in base ai dati del monitor, nonché in base ai risultati dell'esame: l'assenza di dilatazione cervicale per un certo periodo di tempo;

· Vescica fetale piatta. Normalmente, circa 200 ml di liquido amniotico si trovano davanti alla testa e una tale vescica fetale durante le contrazioni esercita una pressione sulla cervice, contribuendo alla sua apertura. Ma a volte, come nel caso degli oligoidramnios, nella parte anteriore della testa sono contenuti solo 5-10 ml di liquido amniotico e le membrane sono tese sulla testa, il che porta allo sviluppo di debolezza e disordine del lavoro. Per normalizzare il travaglio, è necessario produrre un'amniotomia;

Posizione bassa della placenta. Allo stesso tempo, la testa del feto, che è discesa dopo il deflusso dell'acqua, preme il bordo della placenta e, quindi, impedisce il distacco prematuro della placenta.

Poiché il MONIIAG contiene gruppi in gravidanza ad alto rischio materno e perinatale, la maggior parte delle nascite nel nostro istituto sono programmate, quindi, con un periodo a lungo termine e una prontezza sufficiente del canale del parto, si apre la vescica fetale.

Cos'è un'amniotomia per il parto?

L'amniotomia è una manipolazione ostetrica che comporta il piercing alla vescica fetale.

È prodotto solo da dipendenti qualificati per stimolare il processo di nascita.

Qual è questo processo?

L'amniotomia è un modo per stimolare il travaglio. Durante la procedura, il medico perfora la vescica fetale, a causa della quale il liquido amniotico lascia e il processo di contrazioni inizia o si intensifica.

Di solito, l'acqua viene versata da sola durante il parto, ma circa il 7% delle donne ha ancora bisogno di una tale procedura. Dopo la puntura, parte dell'acqua davanti alle foglie della testa del bambino, il canale del parto è irritato, il che aiuta a rafforzare le contrazioni.

Inoltre, quando l'acqua viene drenata, la futura madre inizia a produrre l'ormone prostaglandina, che migliora le contrazioni muscolari lisce, stimolando così le contrazioni.

Alcune donne temono l'amniotomia durante il parto - questo è completamente vano. È sicuro per la madre e il bambino e viene fatto solo secondo le indicazioni. L'amniotomia, a giudicare dalle recensioni, è completamente indolore, non richiede antidolorifici.

Condizioni per la procedura

Trascorrere circa il 7% di tutte le nascite

Nonostante il fatto che la procedura per l'apertura della vescica fetale sia abbastanza semplice e non richieda la presenza di un chirurgo, richiede comunque alcune condizioni.

  1. Solo l'ostetrico-ginecologo in un ospedale dovrebbe eseguire la manipolazione.
  2. La cervice dovrebbe essere completamente preparata per il processo di nascita.
  3. Il bambino dovrebbe assumere la posizione corretta e la sua testa - la posizione giusta nel bacino della donna in travaglio.
  4. L'amniotomia senza contrazioni deve essere eseguita solo se tutte le condizioni di cui sopra sono soddisfatte con le indicazioni disponibili.

Se vengono soddisfatte tutte le condizioni della procedura, l'amniotomia viene eseguita secondo le indicazioni e viene osservata la tecnica di manipolazione, la probabilità di conseguenze negative sarà molto piccola.

Indicazioni per la manipolazione

La procedura viene eseguita secondo le indicazioni e non su richiesta di un medico o di una donna in travaglio. C'è un elenco di motivi per questa procedura..

  1. La gestosi, accompagnata da edema grave, aumento della pressione, aumento delle proteine ​​nelle urine.
  2. Gravidanza posticipata quando il parto non inizia prima di 41-42 settimane.
  3. Lavoro debole.
  4. Insufficienza placentare.
  5. Bolla troppo stretta.
  6. Conflitto di Rhesus in madre e figlio.

Ci sono anche indicazioni per l'amniotomia precoce.

  1. Vescica fetale piatta, ovvero mancanza di acqua frontale.
  2. Posizione bassa della placenta.
  3. polidramnios.
  4. Ipertensione materna.

Abbastanza spesso, la procedura viene eseguita con i gemelli, poiché in questo caso si osserva spesso un indebolimento dell'attività lavorativa. La necessità di condurre dovrebbe essere valutata dal medico durante il processo di nascita.

Tipi di procedura

In totale, ci sono 4 tipi di amniotomia, la tecnica non cambia e la differenza sta solo nel momento della manipolazione.

Tipo di proceduraL'essenza della procedura
PrenataleL'amniotomia prenatale viene eseguita prima del travaglio, al fine di iniziare il processo di nascita. Questo viene fatto in caso di gravidanza posticipata o in presenza di determinate patologie, quando è preferibile che la salute del bambino causi un parto.
prestoEseguire durante la fase iniziale del travaglio, quando la cervice è aperta non più di 7 cm. L'amniotomia precoce è indicata in caso di contrazioni deboli e irregolari..
tempestivoPassa quando la cervice è quasi completamente aperta, 8-10 cm, ma la vescica non è ancora scoppiata da sola.
in ritardoCon l'amniotomia tardiva, la testa del bambino è già nel bacino, c'è un secondo, laborioso periodo di parto. Di norma, la bolla esplode da sola, ma a volte è necessario l'intervento di un ginecologo.

L'amniotomia tardiva viene eseguita se la membrana fetale è troppo densa e il bambino non può romperla da sola durante il parto. È considerato il più pericoloso, poiché con esso la probabilità di colpire la testa del bambino è soprattutto.

Tuttavia, è necessario eseguirlo, altrimenti sono possibili le conseguenze più gravi per la salute del neonato: potrebbe affrontare ipossia e soffocamento. Il momento più favorevole per una puntura è considerato il periodo delle contrazioni, poiché in questo momento la vescica fetale è chiaramente visibile.

Come è la manipolazione

Questa è una procedura sicura e indolore, poiché la bolla non ha terminazioni nervose.

Sia l'amniotomia pianificata che convenzionale vengono eseguite esattamente allo stesso modo. La procedura non provoca sensazioni spiacevoli a una donna, quindi non dovrebbe avere paura. Tuttavia, va ricordato che per la sua condotta, il medico deve ottenere il consenso della donna in travaglio e informarla anche di tutte le possibili conseguenze.

L'amniotomia viene eseguita secondo il seguente algoritmo.

  1. Prima dell'operazione, il medico controlla le condizioni del feto.
  2. Quindi, su una sedia ostetrica, un ginecologo valuta la condizione, il grado di dilatazione cervicale.
  3. Se la cervice è nelle giuste condizioni, il medico inserisce un gancio di plastica nell'utero.
  4. Alla mischia, quando il muro della bolla sporge, il medico la fora con attenzione.
  5. Quindi espande con cura il buco con un dito e rilascia liquido amniotico.
  6. Nei successivi 30 minuti, la donna in travaglio deve essere monitorata, le condizioni del feto sono monitorate dal CTG.

Puoi saperne di più su come viene eseguita un'amniotomia guardando un video che registra questa procedura.

Controindicazioni

È fatto solo se ci sono indicazioni significative per la sua attuazione.

Nonostante la semplicità di questa operazione, a volte può essere controindicato. Un medico esperto non effettuerà mai una puntura della vescica se è presente almeno uno dei seguenti fattori:

  • malposizionamento;
  • presentazione di anelli del cordone ombelicale;
  • placenta previa completa.

Un'autopsia della vescica fetale non viene eseguita in presenza di infezioni virali nella donna durante il parto. Questi includono:

  • herpes genitale;
  • virus dell'immunodeficienza;
  • epatite.

Durante la manipolazione, aumenta il rischio di infezione del bambino, quindi i ginecologi preferiscono proteggere il bambino da una possibile malattia.

Inoltre, la vescica fetale non viene mai perforata se una donna ha controindicazioni per il parto naturale. Ad oggi, le indicazioni per il taglio cesareo sono:

  • cicatrici sull'utero;
  • condizioni patologiche del canale del parto;
  • alto peso fetale;
  • distacco della placenta;
  • rotture della retina;
  • cambiamenti del fondo;
  • interruzioni di grado 3 durante la nascita passata;
  • ipossia fetale acuta secondo CTG.
Possibili complicazioni

Come ogni intervento medico, ha le sue complicazioni.

Con il corretto funzionamento, praticamente non si verificano complicazioni dopo di esso. Questo metodo è considerato completamente sicuro per il bambino e la madre se non ci sono controindicazioni. Tuttavia, in casi estremamente rari quando una donna riceve un'amniotomia, possono insorgere i seguenti rischi:

  • perdita del cordone ombelicale: in questo caso è possibile la formazione di ipossia acuta nel bambino, pertanto è necessario un intervento chirurgico urgente nel processo di nascita;
  • danno a una grande nave della vescica fetale: per questo motivo, forme sanguinanti, che possono minacciare la vita del bambino;
  • consegna rapida: questo è possibile a causa di un forte cambiamento di pressione nell'utero, che è irto di rotture della cervice e del perineo;
  • se la puntura non ha portato ad un aumento del travaglio, dopo un certo tempo è necessario applicare altri metodi di stimolazione, poiché senza protezione sotto forma di vescica fetale esiste il rischio di infezione dell'utero e del feto.

Alcune donne rifiutano categoricamente la puntura della vescica fetale, dimenticando che solo uno specialista qualificato è in grado di valutare correttamente la necessità di questo o quell'intervento ostetrico. Scopri quali sono le contrazioni false..

Rifiutando questa procedura a causa di pregiudizi o paure irragionevoli, puoi danneggiare seriamente te stesso e il bambino. Pertanto, ascolta il parere del medico - non rischiare la vita e la salute del tuo bambino.

Informazioni sull'autore: Olga Borovikova

Amniotomia (puntura della vescica fetale)

Molte donne incinte hanno paura dell'amniotomia. Tale paura è associata più alla mancanza di conoscenza di questa procedura. In effetti, l'amniotomia è una procedura medica standard eseguita in un reparto di nascita senza la presenza di anestesisti.

Cos'è l'amniotomia??

Nell'utero, il feto si trova nel liquido amniotico, una membrana che viene riempita con un fluido chiamato liquido amniotico. Durante il parto, il liquido amniotico promuove l'apertura dell'utero, necessaria per la nascita di un bambino.

L'amniotomia è l'apertura artificiale della vescica fetale.

Come viene eseguita l'amniotomia?

Tutto avviene in regime ambulatoriale. In anticipo, una donna non ha bisogno di prepararsi per la procedura. Un ostetrico-ginecologo esegue un'amniotomia, senza la partecipazione di un chirurgo e un anestesista. Né durante né dopo la procedura la donna avverte dolore. Ciò è dovuto al fatto che il guscio di apertura è privo di recettori del dolore.

Il medico apre la vescica con uno speciale strumento usa e getta - un amniotomo. Con un'ulteriore diluizione delle membrane, emerge il liquido amniotico. E in alcuni casi, per determinare la quantità di acqua residua, la manipolazione può essere eseguita sotto la supervisione degli ultrasuoni.

Di solito 5-10 minuti dopo la fine dell'amniotomia, una donna può muoversi in modo indipendente.

Indicazioni per l'amniotomia

Sebbene la procedura sia semplice, viene eseguita solo secondo le indicazioni:

Debole attività patrimoniale. In questo caso, la procedura viene eseguita per migliorare le contrazioni e l'inizio rapido del travaglio. Se l'utero è ben preparato per il parto, il parto di solito arriva entro poche ore dall'amniotomia.

La forma piatta della vescica fetale. Con un tale problema, c'è un basso contenuto di acqua, che porta a un ritardo nel parto e all'assenza di contrazioni.

Shell molto denso. In questo caso, l'auto-apertura della bolla è impossibile. La nascita di un bambino in una bolla è estremamente pericolosa: a causa della mancanza di ossigeno, un bambino può soffocare.

Posticipata gravidanza. Dopo 41 settimane di gravidanza, il bambino inizia la fame di ossigeno. Pertanto, come nel caso del travaglio debole, la procedura viene eseguita per l'inizio precoce del travaglio.

Acqua alta. Una grande quantità di acqua allunga l'utero. Ciò porta a complicazioni del parto..

Conflitto di Rhesus. Questo problema può portare alla morte del feto. Per salvare un bambino, i medici possono causare una nascita urgente.

Tossicosi. La tossicosi a lunga durata, fino a 3 trimestri, porta ad un aumento della pressione sanguigna in una donna, a un aumento del contenuto proteico nei test e all'edema. Questi fattori complicano la gravidanza e minacciano non solo la salute della donna incinta, ma anche il bambino.

Placenta bassa.

Controindicazioni all'amniotomia

Presentazione errata del feto.

Dimensioni sproporzionate del feto rispetto alle dimensioni del bacino della gravidanza.

Rischi di amniotomia

I rischi sono praticamente ridotti a zero. Se molti casi di infezione del feto sono stati spesso registrati molti decenni fa, ora è molto raro, poiché l'amniotomia viene eseguita in condizioni sterili utilizzando attrezzature monouso. È estremamente raro che possa iniziare il sanguinamento - in questi casi, gli specialisti decidono sulle prestazioni del COP.

I medici non eseguono un'amniotomia se una donna è fondamentalmente contraria a questa procedura. Questo di solito accade se la donna incinta non sa abbastanza della procedura e pensa che comporterà gravi conseguenze. Il compito principale del medico in questa materia è spiegare in dettaglio perché è molto importante eseguire l'amniotomia in una situazione particolare e perché il rifiuto può essere pericoloso. Solo dopo spiegazioni dettagliate una donna dovrebbe prendere una decisione.

Poiché la procedura viene eseguita manualmente, per molti aspetti i suoi risultati dipendono dal medico. Pertanto, è necessario rivolgersi solo a cliniche specializzate, in cui medici con una vasta esperienza nella conduzione dell'amniotomia, nella gestione di complicate operazioni di gravidanza e parto.

Tipi di amniotomia

Amniotomia prenatale. Viene effettuato per accelerare l'inizio del parto, quando è arrivata la scadenza, ma la nascita non è iniziata..

Amniotomia precoce Di solito viene eseguita durante il parto, con un guscio denso della vescica o apertura incompleta della cervice (fino a 4-5 cm.).

Apertura tempestiva della vescica. Viene effettuato durante il parto, con l'apertura della cervice di 6-9 cm. Per accelerare la completa apertura dell'utero.

Processo tardivo. Tale amniotomia viene eseguita nella seconda fase del travaglio, se la bolla esplode in modo indipendente e c'è la possibilità che il bambino nascerà nella membrana.

Vantaggi del contatto con EMC

Gli specialisti dell'ospedale di maternità EMC si sono formati nelle migliori cliniche europee.

I medici sono specializzati nella gestione di gravidanze complesse e vari casi di parto complicato.

Le più recenti attrezzature operative e di rianimazione.

Monitoraggio continuo dei pazienti da parte del personale medico.

Amniotomia durante il parto: indicazioni e conseguenze

Circa il 7-10% delle donne in ospedale passa attraverso l'amniotomia. Le donne incinte che per prime sentono parlare di questa manipolazione, fanno paura. Sorgono domande naturali: amniotomia, che cos'è? È pericoloso per un bambino? Non sapendo a cosa serva questa procedura, molte donne incinte sono preconfigurate negativamente. Le informazioni su indicazioni, controindicazioni e possibili conseguenze dell'amniotomia aiuteranno a capire se le paure hanno qualche base.

Cos'è l'amniotomia??

L'amniotomia è un'operazione ostetrica (tradotta come amnione - membrana d'acqua, tomie - dissezione), la cui essenza è l'apertura del liquido amniotico. Il sacco amniotico e il liquido amniotico che lo riempiono svolgono un ruolo importante nel normale sviluppo intrauterino del bambino. Durante la gravidanza, proteggono il feto da stress meccanici esterni e germi..

Dopo l'apertura o la rottura naturale dell'amnione, l'utero riceve un segnale sulla necessità di espellere il feto. Di conseguenza, iniziano le contrazioni e nasce il bambino.

La manipolazione dell'apertura del sacco amniotico viene eseguita con uno strumento speciale a forma di gancio nel momento in cui la bolla è più pronunciata in modo da non danneggiare i tessuti molli della testa del bambino. L'amniotomia è un'operazione completamente indolore, poiché non ci sono terminazioni nervose sulle membrane.

Tipi di amniotomia

L'apertura della vescica fetale, a seconda del momento della manipolazione, è divisa in quattro tipi:

  • amniotomia prenatale (prematura) - eseguita prima dell'inizio del travaglio ai fini dell'induzione del travaglio;
  • amniotomia precoce - eseguita quando la cervice è aperta fino a 7 cm;
  • amniotomia tempestiva - il liquido amniotico si apre con un'apertura cervicale di 8-10 cm;
  • amniotomia tardiva - apertura del liquido amniotico sul canale del parto quando la testa si è già abbassata sul fondo del bacino.

Quando è necessario?

Fondamentalmente, un'amniotomia viene eseguita durante il parto se il sacco fetale non esplode da solo. Ma ci sono situazioni in cui è necessaria una consegna urgente. In questo caso, la puntura del liquido amniotico viene eseguita anche in assenza di contrazioni. Le indicazioni per questo sono:

  1. Posticipata gravidanza. Una gravidanza normale dura fino a 40 settimane, se il periodo è di 41 settimane o più, sorge la domanda della necessità di indurre il travaglio. Con una gravidanza posticipata, la placenta sta "invecchiando" e non può più svolgere pienamente le sue funzioni. Di conseguenza, questo influisce sul bambino: inizia a sperimentare una mancanza di ossigeno. In presenza di una cervice "matura" (la cervice è morbida, accorciata, manca 1 dito), il consenso della donna e l'assenza di indicazioni per il taglio cesareo al momento, eseguono una puntura della vescica per il parto. In questo caso, la testa del feto viene premuta all'ingresso della piccola pelvi e il volume dell'utero è leggermente ridotto, il che contribuisce all'insorgenza delle contrazioni.
  2. Periodo preliminare patologico. Il periodo preliminare patologico è caratterizzato da contrazioni preparatorie lunghe, per diversi giorni, che non vanno in travaglio normale e stancano la donna. Il bambino durante questo periodo sperimenta ipossia intrauterina, che risolve il problema a favore dell'amniotomia prenatale.
  3. Gravidanza da conflitti rari. Con un sangue di rhesus negativo nella madre e un positivo nel feto, si verifica un conflitto sul fattore Rh. Allo stesso tempo, gli anticorpi si accumulano nel sangue della donna incinta, che distruggono i globuli rossi del feto. Con un aumento del titolo anticorpale e la comparsa di segni di malattia emolitica del feto, è necessario un parto urgente. In questo caso, anche la vescica amniotica viene perforata senza contrazioni..
  4. Gestosi. Questa è una grave malattia delle donne in gravidanza, caratterizzata dalla comparsa di edema, dalla comparsa di proteine ​​nelle urine e dall'aumento della pressione sanguigna. Nei casi più gravi, preeclampsia ed eclampsia si uniscono. La gestosi influenza negativamente le condizioni della donna e del feto, che è un'indicazione per l'amniotomia. Maggiori informazioni sulla gestosi durante la gravidanza →

Se il travaglio è già iniziato, con alcune caratteristiche del corpo della futura mamma, dovrai anche ricorrere all'apertura del sacco fetale. Indicazioni per l'amniotomia durante il parto:

  1. Vescica fetale piatta. La quantità di acqua frontale è di circa 200 ml. Una vescica fetale piatta non ha quasi acqua frontale (5-6 ml) e le membrane fetali sono allungate sulla testa del bambino, il che impedisce il normale travaglio e può rallentare e fermare le contrazioni.
  2. Forze patrimoniali deboli. In caso di contrazioni deboli, brevi e improduttive, l'apertura della cervice e l'avanzamento della testa fetale sono sospesi. Poiché il liquido amniotico contiene prostaglandine che stimolano l'apertura della cervice, viene eseguita un'amniotomia precoce per migliorare il travaglio. Dopo la procedura, una donna in travaglio viene osservata per 2 ore e, in assenza di un effetto, viene risolto il problema della rodostimolazione con l'ossitocina. Altre informazioni sulla stimolazione delle contrazioni dell'ossitocina →
  3. Posizione bassa della placenta. In questa posizione della placenta a seguito di contrazioni, possono iniziare il suo distacco e sanguinamento. Dopo un'amniotomia, la testa del feto viene premuta all'ingresso della piccola pelvi, prevenendo così l'emorragia.
  4. Polidramnios. L'utero, ricoperto da una grande quantità di acqua, non può contrarsi correttamente, il che porta a un lavoro debole. La necessità di un'amniotomia precoce è anche spiegata dal fatto che la sua attuazione riduce il rischio di cadere fuori dagli anelli del cordone ombelicale o da piccole parti del feto durante lo scarico spontaneo di acqua.
  5. Ipertensione. La gestosi, l'ipertensione, le malattie del cuore e dei reni sono accompagnate da ipertensione, che influisce negativamente sul corso del travaglio e sulle condizioni del feto. All'apertura del liquido amniotico, l'utero, diminuendo di volume, rilascia i vasi vicini e la pressione diminuisce.
  6. Aumento della densità del sacco amniotico. A volte le membrane fetali sono così forti che non possono essere aperte in modo indipendente anche con l'apertura completa della cervice. Se non viene eseguita un'amniotomia, il bambino può nascere nella vescica fetale con acqua e tutte le membrane (nella camicia), dove può soffocare. Questa situazione può anche portare a distacco prematuro e sanguinamento..

Ci sono delle controindicazioni?

Sebbene in molte situazioni, l'apertura del liquido amniotico faciliti il ​​processo di nascita del bambino, ci sono controindicazioni a questa procedura. Un'amniotomia durante il parto non viene eseguita se:

  • una donna incinta ha l'herpes genitale nella fase acuta;
  • il feto è nella gamba, presentazione pelvica, obliqua o trasversale;
  • la placenta è troppo bassa;
  • gli anelli del cordone ombelicale non consentono la procedura;
  • nascita naturale vietata a una donna per una ragione o per l'altra.

A sua volta, una controindicazione alla consegna con mezzi naturali è la posizione errata del feto e della placenta, la presenza di cicatrici sull'utero e anomalie nella struttura del canale del parto. Sono anche vietati nella sinfisite grave, patologie cardiache e altre malattie della madre, che rappresentano una minaccia per la sua salute e vita o interferiscono con il normale processo di nascita.

Tecnica

Sebbene l'amniotomia sia un'operazione, non è richiesta la presenza di un chirurgo e un anestesista. Un'autopsia della vescica amniotica (puntura) viene eseguita da un ostetrico durante un esame vaginale di una donna in travaglio. La manipolazione è assolutamente indolore e richiede diversi minuti. Una puntura durante la gravidanza viene eseguita con uno strumento di plastica sterile che ricorda un gancio.

La procedura prevede i seguenti passaggi:

  1. Prima di un'amniotomia, a una donna in travaglio viene somministrato No-shpa o un altro antispasmodico. Dopo l'inizio della sua azione, una donna dovrebbe sdraiarsi su una sedia ginecologica.
  2. Quindi, il medico, indossando guanti sterili, espande la vagina della donna durante il travaglio e inserisce lo strumento. Avendo agganciato la vescica amniotica con un gancio di plastica, l'ostetrico la tira verso l'esterno fino a strappare il guscio. Dopo questo, il deflusso dell'acqua.
  3. Alla fine della procedura, la donna deve rimanere in posizione orizzontale per circa mezz'ora. Durante questo periodo, le condizioni del bambino vengono monitorate mediante sensori speciali.

La vescica amniotica è aperta dalle contrazioni, il che garantisce la sicurezza e la praticità della procedura. Se a una donna viene diagnosticato un polidramnios, l'acqua viene rilasciata lentamente per evitare che gli anelli del cordone ombelicale o degli arti del feto cadano nella vagina.

Condizioni obbligatorie

Evitare complicazioni durante la manipolazione consente il rispetto di una serie di regole. Le condizioni obbligatorie senza le quali non viene eseguita un'amniotomia includono:

  • presentazione fetale
  • consegna non prima di 38 settimane;
  • mancanza di controindicazioni alla consegna naturale;
  • gravidanza con un feto;
  • prontezza del canale del parto.

L'indicatore più importante è la maturità della cervice. Per eseguire un'amniotomia, deve corrispondere a 6 punti sulla scala Bishop: essere levigato, accorciato, morbido, saltare 1-2 dita.

Complicanze e conseguenze

Se eseguita correttamente, l'amniotomia è una manipolazione sicura. Ma, in rari casi, il parto dopo una puntura della vescica può essere complicato. Tra gli effetti indesiderati dell'amniotomia ci sono:

  1. Prolasso del cordone ombelicale o degli arti del feto nella vagina della donna in travaglio.
  2. Lesione dei vasi del cordone ombelicale con l'attacco della guaina, che può essere accompagnato da una massiccia perdita di sangue.
  3. Peggioramento del flusso sanguigno uteroplacentare dopo la manipolazione.
  4. Cambiamento del battito cardiaco fetale.

Esiste anche il rischio che l'apertura del liquido amniotico non dia il risultato desiderato e che il travaglio non diventi sufficientemente attivo. In questo caso, sarà necessario utilizzare contrazioni stimolanti di farmaci o un taglio cesareo, poiché un'esposizione prolungata all'acqua senza un bambino minaccia la sua vita e la sua salute.

Qualsiasi intervento nel corpo ha le sue conseguenze e non sono sempre positivi. Ma il rispetto di tutte le condizioni per un'amniotomia consente di ridurre al minimo il rischio di complicanze. Pertanto, se ci sono indicazioni, non dovresti rifiutare di aprire la vescica fetale e altre manipolazioni necessarie durante il parto.

Autore: Yana Semich,
Anna Sozinova
appositamente per Mama66.ru

Video utile: la necessità e le possibili conseguenze dell'amniotomia dal punto di vista di esperti stranieri

Il parto non segue sempre la versione classica, come descritto nei libri. L'amniotomia è talvolta necessaria: un'apertura forzata del liquido amniotico per iniziare il travaglio. La condizione principale per la procedura è la prontezza fisiologica del canale del parto (maturità cervicale) e la professionalità dell'ostetrico. Per qualsiasi motivo venga eseguita l'amniotomia, non è necessario dubitare della sua necessità, poiché il compito del medico è preservare la salute della madre e del bambino. Fatte salve le indicazioni e i requisiti per la manipolazione, la procedura non ha conseguenze negative.

"Facciamo una svolta." Perché aprire la vescica fetale?

L'apertura artificiale della vescica fetale causa spesso preoccupazione nelle donne in attesa della nascita di un bambino.

Ostetrico-ginecologo Lyudmila Petrova, candidato alle scienze mediche, lavora presso l'Istituto di ricerca di ostetricia e ginecologia Ott, San Pietroburgo

L'apertura artificiale della vescica fetale, o amniotomia, spesso causa alcune preoccupazioni nelle donne in attesa della nascita di un bambino. Non tutti i pazienti nel reparto di maternità comprendono il significato di questa procedura: perché aprire la vescica fetale se l'acqua esce durante il parto? Proviamo a rassicurare le mamme in attesa e rispondere a questa domanda.

L'amniotomia è divisa in tre tipi in base alle attività e al tempo. L'amniotomia prematura viene utilizzata per causare travaglio. Durante il parto, può essere necessaria un'amniotomia precoce e tardiva..

Amniotomia prematura

La cosiddetta amniotomia prematura è un modo per terminare una gravidanza prima dell'inizio del travaglio spontaneo. L'uso dell'amniotomia ai fini dell'induzione del travaglio significa l'inizio immediato del travaglio: una volta aperte le membrane, non è più possibile tornare indietro. Durante la gravidanza, l'ostetrico è costretto ad iniziare l'attività lavorativa il più delle volte prima del previsto, in diverse fasi della gravidanza, anche nell'ultima settimana prima del verificarsi di un'attività lavorativa spontanea da parte della madre e del feto - queste sono nascite indotte. Le indicazioni per l'amniotomia possono includere:

  • una grave forma di gestosi tardiva delle donne in gravidanza, quando l'edema, l'ipertensione arteriosa, i cambiamenti nei test delle urine non possono essere corretti con i farmaci, le condizioni della madre e del feto rimangono insoddisfacenti, nonostante il trattamento;
  • malattie materne (patologia cardiovascolare, diabete mellito, malattie del fegato, malattie polmonari croniche, ecc.);
  • gravidanza post-termine;
  • polidramnios acuti in aumento con i fenomeni di insufficienza cardiopolmonare di una donna incinta;
  • deterioramento del feto per vari motivi.

In altri casi, l'amniotomia prematura ai fini dell'induzione del lavoro viene eseguita in tempo senza indicazioni mediche, quando il feto ha raggiunto la piena maturità e non ci sono segni di parto spontaneo. Questa eccitazione profilattica da parto con amniotomia durante la gravidanza normale è chiamata travaglio programmato..

Una delle possibili condizioni per l'uso dell'amniotomia ai fini dell'induzione del lavoro è la presenza di segni espressi in modo ottimale della prontezza di una donna al parto nel 70-80% dei casi al termine della gravidanza, quando la cervice è “matura” (è corta, morbida, leggermente socchiusa, situata al centro del piccolo bacino), il parto può essere causato da una sola amniotomia senza l'uso di farmaci che stimolano le contrazioni uterine (ossitocina, prostaglandine).

L'amniotomia prematura in assenza o manifestazione insufficiente di segni di prontezza al parto non porta sempre allo sviluppo di un'adeguata attività lavorativa - di norma, il parto viene protratto, richiede un parto correlato al farmaco, c'è il rischio di gap anidro, infezione del canale del parto e del feto, asfissia (interruzione della fornitura di ossigeno ) e lesioni alla nascita nel feto.

Il parto programmato, diffuso negli anni '90, è ora praticato meno spesso a causa non solo di possibili complicazioni (anomalia dell'inserzione della testa, violazione dell'attività contrattile dell'utero, sanguinamento dopo il parto), ma principalmente a causa della tendenza al naturale corso della gravidanza e del parto.

Amniotomia precoce

Durante il parto, può verificarsi la necessità di un'amniotomia precoce - viene eseguita quando l'apertura della cervice è ancora piccola. Elenchiamo le indicazioni per il suo utilizzo.

  1. Casi in cui è necessaria l'accelerazione del lavoro:
    • con attività lavorativa debole (esiste una stretta relazione tra il basso livello di contrattilità dell'utero e il lento progresso del travaglio in qualsiasi fase del primo e del secondo periodo), l'apertura precoce della vescica fetale porta ad un aumento della produzione e del rilascio di prostaglandine - speciali sostanze fisiologicamente attive. Le prostaglandine causano contrazioni uterine e contribuiscono anche ad aumentare l'attività uterina durante il parto;
    • con una vescica fetale funzionalmente difettosa ("piatta" o "lenta"). Il normale volume di acqua frontale situato davanti alla testa del feto è fino a 200 ml. Se l'acqua frontale è scarsa, come accade con gli oligoidramnios, le membrane sono allungate sulla testa del feto ("vescica fetale piatta"). La diminuzione del volume del liquido amniotico nella maggior parte dei casi è associata alla presenza di malformazioni del sistema urinario del feto, quando si sovrappone, si osserva anche una diminuzione della quantità di liquido amniotico a 50-100 ml. In caso di perdita d'acqua durante la rottura laterale della vescica fetale, la membrana si blocca limpida. Tale bolla ("piatta" o "lenta") non svolge la sua funzione di "cuneo idraulico" nell'apertura della cervice, che è anche la ragione del lento progresso del travaglio;
    • con i polidramnios, a causa della grande quantità di liquido amniotico, l'utero è troppo teso, le sue contrazioni sono deboli, più spesso della metà delle cause dei polidramnios rimangono poco chiare. Il polidramnios non è solo una malattia dell'amnione (membrane): può essere associato a una malattia della madre (diabete mellito, malattie infiammatorie del sistema genito-urinario), allo sviluppo di malattie fetali (malattia emolitica o presenza di vari difetti e anomalie cromosomiche). La natura infettiva del polidramnios è possibile nei casi di malattia materna con sifilide, rosolia, toxoplasmosi, influenza, ecc. L'amniotomia precoce con polidramnios provoca una diminuzione del volume uterino, con conseguente rafforzamento delle contrazioni uterine.
  2. L'uso dell'amniotomia con l'obiettivo terapeutico di una giornata di successo:
    • effetto emostatico (emostatico) in caso di sanguinamento associato a presentazione parziale o basso attaccamento della placenta, cioè nei casi in cui la placenta si attacca vicino all'uscita dall'utero. Il tessuto placentare non è in grado di allungarsi, le membrane durante le contrazioni comportano il bordo della placenta. Di conseguenza, una parte della placenta viene strappata dalla parete uterina sottostante, il che porta a una violazione dell'integrità dei vasi del sito placentare e sanguinamento. Dopo un'amniotomia, la parete del segmento uterino inferiore, insieme alle membrane e alla placenta, si sposta verso l'alto, la placenta non esfolia più, quindi l'emorragia si interrompe. La parte sottostante del feto che scende nell'entrata pelvica preme la parte sanguinante della placenta contro le pareti dell'utero e le pareti del bacino e quindi aiuta anche a fermare l'emorragia;
    • effetto ipotensivo: abbassamento della pressione sanguigna durante il parto in donne con tossicosi tardiva (preeclampsia) e ipertensione. In questo caso, l'utero è diminuito di volume dopo che l'amniotomia esercita una pressione minore su grandi vasi, la pressione sanguigna diminuisce.
  3. Presenza di indicazioni da parte del feto, se, con ulteriori metodi di esame durante il parto, vengono identificati segni che minacciano la vita del feto:
    • rilevamento di liquido amniotico verde (miscelato con meconio) durante l'amnioscopia, esame del liquido amniotico attraverso i gusci con un dispositivo ottico - questo indica che il feto manca di ossigeno;
    • flusso sanguigno alterato nei vasi del cordone ombelicale secondo Dopplerometry;
    • tipo patologico di curve fetali di cardiotocogramma che non richiedono taglio cesareo.

Amniotomia tardiva

A volte, nonostante la piena apertura della faringe uterina, la vescica fetale rimane intatta e il periodo di esilio procede quando le acque frontali non si sono ritirate. Le cause di questa patologia possono essere le seguenti:

  • l'eccessiva densità delle membrane ne impedisce l'apertura tempestiva sotto la pressione della pressione intrauterina;
  • l'eccessiva elasticità delle membrane porta al fatto che la vescica fetale diventa più sottile e riempie una parte significativa della vagina e talvolta lascia la vagina all'esterno;
  • con una vescica "piatta" con una piccola o trascurabile quantità di acqua frontale, le membrane sono allungate sulla testa del feto e non possono aprirsi,

In questi casi, il periodo di esilio (il secondo, periodo forzato di parto) è ritardato. Una vescica fetale non aperta interferisce con l'inserimento della testa nel bacino e tira le sezioni sovrastanti delle membrane, la placenta inizia ad esfoliare dal suo letto - appare una scarica sanguinolenta. In rari casi, un bambino può nascere in una vescica fetale con una placenta distaccata (la gente dice tali casi: "nato in una camicia"), di regola, in uno stato di asfissia. Per prevenire tali complicazioni, ricorrono all'amniotomia tardiva nella seconda fase del travaglio. Dopo la dissezione della vescica fetale e il deflusso dell'acqua, il lavoro viene intensificato, iniziano i movimenti traslazionali del feto lungo il canale del parto.

Effettuare un'amniotomia. Procedura

Dopo aver trattato i genitali esterni, il medico inserisce l'indice e il medio nella faringe uterina della cervice fino a quando non viene a contatto con la vescica fetale. Durante il parto, questo di solito viene fatto all'altezza delle contrazioni con la più alta tensione della vescica fetale quando viene ricevuto manualmente premendo la vescica verso l'alto o usando con un gancio affilato all'estremità, le membrane fetali vengono aperte, dopo di che l'ostetrico dilata le membrane fetali ai lati con le dita. La manipolazione è indolore, perché non ci sono terminazioni nervose nelle membrane.

Al momento dell'amniotomia, il medico valuta il colore dell'acqua: questa condizione può essere utilizzata per giudicare la condizione del feto. Normalmente l'acqua è limpida, ma se l'acqua è verde, ciò indica che al bambino manca l'ossigeno, il che, a sua volta, porta a un rilassamento dei muscoli ostruttivi dell'intestino e le feci originali si mescolano con il liquido amniotico. Il liquido amniotico giallo indica una malattia che si sviluppa nel feto con incompatibilità del sangue della madre e del feto da parte di rhesus o gruppo sanguigno.

Fortunatamente, le gravi complicanze dell'amniotomia sono rare. Tuttavia, questa manipolazione può essere accompagnata da conseguenze indesiderabili: dolore e disagio, infezione, battito cardiaco fetale compromesso, prolasso del cordone ombelicale o di piccole parti del feto (mano o piede), nonché sanguinamento dai vasi della frutta nelle membrane, dalla cervice o dal punto di attacco della placenta (distacco parziale placenta).

L'apertura della vescica fetale viene utilizzata solo se necessario, la manipolazione viene eseguita con il consenso della donna. Poiché, come già accennato, la vescica fetale svolge un ruolo protettivo, inclusa la protezione del feto e dell'utero dalle infezioni, non dovrebbe passare più di un giorno dal momento della scarica di liquido amniotico. Attualmente, i termini sono diventati ancora più rigorosi e si ritiene che una protezione più affidabile contro l'infezione del feto e dell'utero sia la durata del periodo anidro non superiore a 12 ore.

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Amniotomia - una puntura della vescica fetale - recensione

Amniotomia (apertura della vescica fetale) come uno dei tipi di stimolazione del travaglio. Indicazioni per l'amniotomia. In che modo mi ha stimolato il parto, quali sono le sensazioni e cosa ne è derivato.

Per quanto ne so, è stato grazie alla procedura di amniotomia che sono nato esattamente il giorno della mia nascita. A giudicare dalle storie di mia madre, dopo l'interruzione della DA, ha continuato a camminare senza alcun disagio e io ho continuato a sedermi nel suo stomaco. Ma che cosa è caldo, buio e nutrito, va tutto bene. Alla mamma è stata assegnata una data di comparsa in ospedale se non succede nulla in pochi giorni. Non è successo niente e, raccogliendo borse e scrivendo un biglietto a mio padre dov'è, la mamma è andata a rinunciare.

Fu messa in corsia in ospedale, poi vennero esaminati, dopo di che la sua acqua si prosciugò bruscamente, iniziarono le contrazioni e poche ore dopo comparve.

Dopo 27 anni, avevo già un bambino nel cuore.

Verso la fine della mia gravidanza, ero costantemente preoccupato da due paure. Temo che mi manchi solo l'inizio della mia nascita, non mi accorgo che il bambino sta già chiedendo una luce bianca, che mi sveglierò solo un bel momento e un piccolo grumo caldo sta frugando vicino a me. Nonostante il fatto che, mentre studiavo in un'università di medicina, ero ripetutamente presente al parto e immaginavo chiaramente tutte le difficoltà che le donne affrontano sulla strada della felicità della maternità, avevo paura di perdere l'inizio del travaglio, non di capire che era lei.

La seconda paura era che la mia vescica fetale sarebbe improvvisamente scoppiata. Ogni volta, tornando dal negozio o facendo le faccende domestiche (nessuno ha cancellato le faccende domestiche delle donne), ho aspettato il suono di un pallone scoppiato e una cascata. Ho cercato di non andare lontano da casa per avere sempre il tempo di correre al duty bag, raccolto molto prima della data prevista di consegna. Per qualche ragione, mi è sembrato che la maggior parte delle nascite inizi in quel modo, e non faccio eccezione.

Avevo paura invano. Tutto è iniziato, anche se inaspettatamente, come spesso accade, ma in modo abbastanza logico e tempestivo. A 39 settimane e 3 giorni, dopo le pulizie di primavera sul balcone che avevamo appena glassato, e una passeggiata serale nel parco.

Nelle ultime settimane di gravidanza, ero molto preoccupato per il bruciore di stomaco e l'insonnia, non riuscivo a dormire a lungo, gettato e girato per mezza notte, spostando lo stomaco in diverse direzioni con il bambino che dormiva tranquillamente dentro. Mi sono addormentato più vicino alla mattina, e poi fino alle 12 mi sono sdraiato a letto completamente rotto.

Neanche quella notte mi sono addormentato, ma alle 4.30 lo stato di sonnolenza è completamente scomparso. Ho sentito che il mio stomaco si è stretto, è apparso un po 'di dolore, come con i crampi intestinali. Dopo un minuto, l'addome divenne di nuovo morbido e indolore. Non ho svegliato mio marito, pensando che non c'è nulla di sbagliato in ciò che accade a una donna incinta. Ho provato a dormire. Dopo 40 minuti, è successa la stessa cosa. E ancora, altrettanto rapidamente, tutto è passato. Ora mi irrigidivo e non riuscivo a dormire fino al mattino.

Alle 7 del mattino, vedendo mio marito andare al lavoro, avevo già contato circa 5 episodi del genere e avevo iniziato a sospettare che qualcosa non andasse. All'offerta di mio marito di restare a casa, ho rifiutato e l'ho mandato a lavorare.

Quindi tutto si è sviluppato lentamente, ma sicuramente. Alla fine mi sono reso conto che questa non era una lotta di allenamento, ma la più vera. Ho iniziato a contarli coscienziosamente, sperando ovviamente che tutto sarebbe stato ancora risolto, che ora tutto questo si sarebbe fermato e sarebbe iniziato solo quando ero pronto per questo. Anche se ho capito con la testa che non sarei mai stato pronto.

Avvicinandomi al processo con ogni responsabilità, ho preso un foglio di carta e una penna e ho iniziato a registrare la durata degli intervalli tra le contrazioni e la durata delle contrazioni stesse. Ora potrei dire con sicurezza che questi erano solo combattimenti. Divennero più dolorosi, sempre più prolungati e gli intervalli tra loro si ridussero. Per tutto questo tempo ero a casa da solo, ma i timori che il bambino cadesse da me o che la bolla scoppiasse scomparve da qualche parte. Con l'intensificazione e l'aumento dei combattimenti, volevo che finisse presto.

Verso le 12:00, il tappo mucoso è stato rimosso. Immaginavo vagamente come fosse, ma quando l'ho visto mi sono reso conto che non potevi confonderlo con niente. Dopodiché, ho ricominciato ad aspettare il suono di una bolla esplosiva, perché ora nulla gli impedisce. Perché una bolla potrebbe esplodere con il cotone non sono in grado di spiegare.

Alle 16 il marito arrivò dal lavoro e chiamò un'ambulanza, dicendo con voce tremante che "la moglie sembra dare alla luce". Non mi è sembrato così.

L'ambulanza è arrivata molto rapidamente, dopo 15 minuti, il medico ha controllato tutti i miei documenti e mi ha offerto 2 opzioni dove andare. Ho scelto un ospedale di maternità e abbiamo guidato, portando con noi borse e un asciugamano nel caso avessi ancora scoppiato una bolla. Per qualche ragione, anche il medico dell'ambulanza aveva paura di questo, eravamo sulla stessa lunghezza d'onda con lei.

Sono stato rilasciato all'ospedale di maternità molto rapidamente e, dopo aver esaminato e completato tutte le procedure necessarie, sono stato mandato al reparto maternità, sostenendo che con una così buona attività di maternità avrei visto il mio bambino la sera. ho creduto.

Tuttavia, né un'ora dopo il ricovero in ospedale, né tre, non ho mai visto mio figlio. Stavo ancora partorendo. Le contrazioni sono già diventate incredibilmente forti, dolorose, era semplicemente impossibile sopportarle e ho iniziato a chiedere l'anestesia. Nonostante tutte le mie paure di anestesia epidurale, le ho chiesto in lacrime perché non avevo la forza di sopportare il dolore. E ho dovuto sopportare un altro paio d'ore. Il giorno dopo è arrivato.

All'esame, il medico ha detto che l'apertura è di soli 3-4 cm, tutto ciò che accade è simile al lavoro sconsigliato, quindi è necessaria la stimolazione. Mi è stato dato un contagocce con ossitocina, a seguito del quale le contrazioni si sono intensificate e sono diventate ancora più dolorose. Vedendo quanto fossi cattivo, i dottori decisero che a causa della scarsa divulgazione, mi fu mostrata l'anestesia epidurale. Senza prove, non potevano farlo.

Su come "successo" ho avuto l'anestesia epidurale può essere letto in una recensione separata. Dirò solo brevemente che non ha aiutato molto. Non ha aiutato né a eliminare il dolore né ad aumentare la divulgazione..

Dopo qualche tempo, ho appena smesso di sentire le contrazioni e ho sentito solo un dolore continuo. In questo momento, al successivo esame da parte di un medico, si è scoperto che la mia vescica fetale era ancora intatta e non dannosa. Naturalmente, con un'intera vescica fetale, altri metodi di stimolazione non erano efficaci. Infatti, invece di espellere il bambino, l'utero contratto si è scontrato con la resistenza delle dense membrane fetali, allungate da un liquido.

All'apertura di 4 cm, si è deciso di aprire la vescica fetale - amniotomia. Perché questo non è stato fatto prima, ancora non capisco. O non sapevano che la vescica era ancora intatta o non volevano interferire nel processo naturale del parto, ma quando era già chiaro che il processo stava ritardando e il bambino stava iniziando a soffrire di ipossia, ho completato rapidamente questa procedura. Ho appena visto nelle mani del medico e del suo residente un bacino e uno strumento speciale, ma ho subito capito cosa volevano fare.

L'amniotomia è un'operazione ostetrica (tradotta come amnione - membrana d'acqua, tomie - dissezione), la cui essenza è aprire la vescica fetale. Questa manipolazione viene eseguita con uno strumento speciale sotto forma di un gancio, all'altezza della mischia, quando la bolla è più pronunciata in modo da non danneggiare i tessuti molli della testa del feto. L'amniotomia è un'operazione completamente indolore, poiché non ci sono terminazioni nervose sulle membrane.

Questa manipolazione può essere eseguita sia prima dell'inizio del travaglio con l'obiettivo di stimolarlo, sia durante i vari periodi del parto, che è determinato dal medico che conduce il parto. Nel mio caso, l'amniotomia è stata eseguita già nel processo del travaglio, quando ci sono alcune indicazioni per questo.

  • L'assenza di apertura indipendente della vescica fetale e deflusso di liquido amniotico durante il normale corso del parto sullo sfondo dell'apertura della cervice di 6-8 cm. Se la vescica fetale non scoppiò in modo indipendente prima di aprire la cervice di 8 cm, allora questo dovrebbe essere fatto, poiché la sua conservazione per un'ulteriore consegna è impraticabile ;
  • Lavoro debole. L'amniotomia nell'89-92% dei casi migliora il travaglio, rende regolare e sufficiente aprire la cervice ed espellere il feto senza l'uso di farmaci specializzati (ad esempio ossitocina, prostina, ecc.). Dopo l'amniotomia, il travaglio viene monitorato per due ore. Se è tornato alla normalità, non sarà fatto nient'altro. Se l'attività lavorativa non si è normalizzata entro due ore dall'amniotomia, allora inizia a essere stimolata con i farmaci;
  • Posizione bassa della placenta (placenta previa). Questa posizione della placenta può provocare emorragie sullo sfondo di contrazioni regolari. Non appena inizia l'emorragia, è necessario aprire la vescica fetale, poiché un'amniotomia farà scendere la testa del feto, comprimendo i vasi rotti della placenta e, quindi, fermando il sangue;
  • Polidramnios. In questo caso, l'utero è eccessivamente allungato e quindi non può contrarsi normalmente, a causa della quale si verificano debolezza o disordinazione del lavoro. Per prevenire la debolezza del travaglio, così come il prolasso degli anelli del cordone ombelicale o di piccole parti del feto (braccia e gambe) con polidramnios, l'amniotomia deve essere eseguita precocemente quando la cervice viene aperta 2-4 cm;
  • Acqua bassa (vescica fetale "piatta"). Con gli oligoidramnios, le membrane della vescica afferrano saldamente la testa del feto, non premono sul segmento inferiore dell'utero e interrompono il normale lavoro, provocando la cessazione o l'indebolimento delle contrazioni. Pertanto, con oligohydramnios, un'autopsia della vescica fetale viene mostrata all'inizio del travaglio, quando la cervice si apre 2-4 cm;
  • Gravidanza multipla (la vescica fetale del bambino successivo viene aperta 10-15 minuti dopo la nascita del feto precedente);
  • Parto in gravidanza posposta;
  • Parto sullo sfondo della gestosi;
  • Parto con ipertensione. L'amniotomia può ridurre la pressione, il che influisce favorevolmente sull'ulteriore corso del travaglio.

Nella mia situazione, questa era una debolezza del travaglio, perché nelle ultime 20 ore dalla prima presa dell'utero, le fibre muscolari dell'utero hanno già esaurito tutte le loro risorse e non sono state in grado di contrarsi ulteriormente.

Come con qualsiasi procedura medica per l'amniotomia, ci sono CONTROINDICAZIONI:

  • con gravidanza multipla o prematura;
  • con la posizione pelvica del feto;
  • con un piccolo peso del feto;
  • con una discrepanza nelle dimensioni del bambino e del bacino della donna;
  • se ci sono cicatrici sull'utero.

In questo caso, possono insorgere complicazioni durante il processo del lavoro, quindi, con una corretta gestione del travaglio, nessun medico sano lo farà se ci sono controindicazioni.

COMPLICANZE:

  • Violazione del flusso sanguigno placentare e delle condizioni generali del feto.
  • Debolezza del processo di nascita.
  • Consegna rapida
  • Lesioni a madre e bambino.

Non ci sono state sensazioni all'apertura della vescica fetale. Questa è una procedura completamente indolore che una donna a volte non nota nemmeno, perché in quel momento è impegnata con un'altra - soffre il dolore di un altro attacco.

L'unica cosa che ho sentito è stata la fuoriuscita di una grande quantità di acqua. Ho sentito il suo mormorio, entrare nel bacino e questo suono è durato un periodo di tempo decente, mi è sembrato che scorreva lì fuori alcuni litri, sebbene i polidramnios non fossero rilevati su nessun ultrasuono.

Ho visto la pancia cadere lentamente, sembrava sgonfiarsi, a poco a poco le parti sporgenti del bambino hanno iniziato a essere viste attraverso la parete addominale.

Ma la cosa più importante che mi interessava era se l'acqua fosse macchiata di meconio, perché l'ipossia fetale era chiaramente osservata sui monitor che registravano CTG (cardiotocografia). Mi hanno licenziato e hanno detto che tutto andava bene. Era tutto ok lì in realtà non lo so ancora.

Dopo aver eseguito l'amniotomia, l'attività lavorativa si è davvero intensificata, ma in quel momento mi è sembrato che ciò non sarebbe mai finito. Il dolore non mi ha lasciato per un secondo, ho appena smesso di sentire il mio corpo. Sembra che abbia iniziato a spegnermi, mentre i dottori hanno iniziato a fare clic sulle dita davanti ai miei occhi e mi hanno posto alcune domande, l'essenza di cui non ho capito.

Mi dissero di iniziare a spingere all'altezza del prossimo incontro, e non sentivo proprio dove si trovava l'incontro e dove il dolore era rimasto dopo di esso. Ho chiesto loro di darmi un segnale, dopo di che puoi iniziare a spingere.

Ma a quanto pare non ha funzionato per me e per aiutare hanno chiesto l'impressionante dimensione di un ostetrico, che con tutta la sua massa è caduto sul mio stomaco e ha iniziato a spremere il bambino. In quel momento avevo paura che potesse schiacciare il bambino o spezzarmi le costole.

Pochi minuti dopo ho visto mia figlia. Era blu, non piangeva, ma solo con le dita silenziose si chiedeva cosa le fosse successo e perché fosse diventato così freddo.

Non ho nemmeno sentito come fosse "nata" la placenta "placenta", come fosse eseguita l'episiotomia e quindi l'incisione fosse suturata - questa è una storia completamente diversa. Sull'atteggiamento del personale medico nella stanza di maternità e le loro parole per me è una conversazione separata. La cosa principale è che tutto è finito in modo sicuro.

Posso solo dire che nel corso del parto ho sperimentato diversi metodi di stimolazione su me stesso: oltre all'amniotomia, c'era l'anestesia epidurale e un contagocce con ossitocina. Probabilmente era impossibile farne a meno in quel momento, e forse la disattenzione dei giovani medici ha portato al fatto che tutto ciò che era possibile è stato sperimentato su di me. Non si sa quanto sarei stato tormentato se questi metodi non fossero stati applicati. Forse senza l'uso della stimolazione, senza rafforzare il travaglio e, di conseguenza, il dolore, il parto sarebbe continuato ancora più a lungo, piuttosto che le 23 ore che ho avuto. Non si sa come il bambino sopporterebbe tutto..

Non è inoltre noto come procederà il processo di nascita se la mia vescica fetale scoppiasse comunque, come temevo, è possibile che tutto sarebbe molto più veloce e che non sarebbero necessari altri metodi di stimolazione. Tuttavia, in questo caso, aumentano i rischi per il bambino, che, ovviamente, ogni donna in preda al terrore.

In questo caso, ancora meglio, la vescica fetale verrà aperta dall'amniotomia, sotto la supervisione di medici, e non scoppierà, come un palloncino con un suono forte da qualche parte per la strada.

SUPPLEMENTO DA RIVEDERE:

Nel giugno 2015 sono diventata madre per la seconda volta.

Ora posso sicuramente affermare che la seconda nascita è molto più semplice e facile della prima. Non mi sembrava, perché il dolore è sempre lo stesso, estenuante, intenso. È più facile perché tutto va più veloce, sai già e capisci cosa sta succedendo, diventi meno nervoso, preoccupati.

La seconda volta che ho avuto un figlio più grande, il travaglio è iniziato come nella prima fase, con contrazioni deboli, la cui intensità è aumentata nel corso di diverse ore.

Per la seconda nascita, sono andato in particolare all'ospedale di maternità in anticipo, quindi tutto ciò che è accaduto era sotto la supervisione di medici.

Diverse ore di contrazioni hanno portato al fatto che l'apertura era già di circa 7 cm e la bolla, come la prima volta, è rimasta intatta. E questa volta ho avuto di nuovo una puntura di bolla.

Questo viene fatto con uno strumento speciale: pinze a proiettile, anche se in alcuni casi il medico riesce a separare i gusci con le mani.

Ancora una volta, non ho avuto sensazioni, non l'ho provato, ma dopo un'ora è iniziato un periodo difficile, dato che c'era un'apertura completa, non senza l'aiuto di un contagocce speciale, con egiprale e verapamil. Tuttavia, l'uso dell'ossitocina è stato evitato questa volta..

Presto nacque mio figlio, a differenza di sua figlia, gridò immediatamente, perché non era tanto esausto dalla nascita quanto lei.

Ma senza una procedura come un'amniotomia, il processo di nascita potrebbe essere ritardato. E chissà come ciò minaccerebbe la salute del bambino.

Leggi Gravidanza Pianificazione